8 1
Tempo di lettura stimato:1 Minuti

TORTORA NO, MA LE NOSTRE ISTITUZIONI GUARDINO ANCHE OLTRE, DIVENTI NORMALITÀ LA CACCIA IN DEROGA

Da pochi giorni, inutile negarlo, sappiamo che la comunità europea ha chiesto ai paesi membri di non aprire la caccia alla tortora, anche dopo l’approvazione del piano faunistico avvenuto in Italia. Naturalmente molti si sono risentiti di ciò, però, quello che dobbiamo far sapere a tutti i cacciatori che, inutile negarlo, vedranno anche quest’anno molto probabilmente l’impossibilità di cacciare la tortora. Purtroppo la nostra Nazione o meglio alcune regioni, tra le quali il Lazio, è dietro anni luce da tutta Europa. Specialmente sulla caccia in deroga, i quali cacciatori laziali non si sono mai visti riconoscere la possibilità di poter esercitare l’attività venatoria in deroga ad esempio al piccione o allo storno, come appunto succede quasi in tutta la comunità europea. Le cacce in deroga, sono sempre più praticate, tranne in alcune zone della nostra Nazione facciamocela qualche domanda e chiediamo ai nostri rappresentati delle associazioni venatorie di pressare per far aprire i primi di settembre la caccia in deroga alle due specie che fino ad ora non abbiamo potuto predare e presenti in grandi quantità sui nostri territori. Forse questo ragionamento non piacerà a molti, ma potrà dimostrare che in cospicui casi prevale l’ideologia progressista che ben sappiamo del “contro a prescindere” di una determinata area politica e non l’obiettivita che tutti noi dovremmo avere. La Regione che include la capitale italiana, è molto arretrata su determinati ragionamenti per preconcetto e per partito preso, ma i sindacati venatori se veramente hanno intenzione di difenderci siano avanguardia sarebbe ora.

Vittorio Venditti

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: [email protected] oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo Telemetria Beccacce in migrazione
Articolo successivo Toscana: Approvato il nuovo regolamento sulla caccia
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata