0 0
Tempo di lettura stimato:2 Minuti

ISPRA SOLLEVA 9 PAGINE DI OSSERVAZIONI E CHIEDE DI CAMBIARE DATE DI PRE APERTURA E CHIUSURA SU ALCUNE SPECIE DI UCELLI  – NESSUNA ECCEZIONE PER LA CACCIA AL CINGHIALE – ATTESA LA DECISIONE SULL’APERTURA DI LEPRI E PERNICI.

Arriva puntuale come un orologio, il parere dell’ISPRA sul calendario venatorio della Sardegna, approvato nel mese scorso dal Comitato Faunistico Regionale, presieduto dall’Assessore regionale all’ Ambiente. Parere che la Sardegna deve chiedere obbligatoriamente in base alla Legge nazionale sulla caccia la L. 157. Il parere ISPRA , contenuto in ben 9 pagine è stato protocollato presso gli uffici della Regione Sardegna in data 26 Luglio 2022. Parere ricco di osservazioni che richiamano la Regione Sardegna alla stretta osservanza e al rispetto dei regolamenti comunitari e della Legge Nazionale sulla caccia. Parere che chiede di anticipare la chiusura ad alcune specie migratorie, come il Tordo al 10 Gennaio e la chiusura della Beccaccia al 15 Gennaio. ISPRA chiede inoltre che vengano rispettate le regole inserite nel 2021 dalla UE con la direttiva chiamata Key Concepts, sul rispetto della selvaggina. Osservazioni anche per quanto riguarda il numero delle specie migratorie abbattibili, con richiesta di riduzione del numero stesso. Per quanto concerne l’apertura della caccia, prevista dal calendario venatorio, recentemente approvato per la Sardegna dal CFR, viene richiesto di posticipare l’apertura della Quaglia al 1 Ottobre, rispetto al 18 Settembre oggi previsto, lasciando l’apertura al 18 Settembre solamente per Cornacchia, Ghiandaia e Tortora. Osservazioni anche sul numero di abbattimenti per la tortora selvatica, che secondo ISPRA dovrà essere monitorata e dovrà essere attivato, da parte della regione, il censimento degli abbattimenti e comunicato all’ISPRA stessa. Richiamo preciso anche all’attività di VIGILANZA VENATORIA, richiamando norme e accordi nazionali, per chiedere alla Regione Sardegna di intensificare azioni di contrasto agli illeciti contro uccelli selvatici, proponendo la data unica per la chiusura della caccia al 31 Gennaio, per meglio facilitare le azioni di controllo. Salvo invece il calendario venatorio per la caccia al Cinghiale, dove in questo caso, vi è un forte richiamo da parte di ISPRA affinché la Regione Sardegna si attivi la caccia di selezione per tutto il territorio regionale. “ Un parere molto pesante, afferma Tore Piana, presidente del Centro Studi Agricoli, che pur non essendo vincolante, il TAR prende sempre come riferimento. Stiamo parlando di una vera e propria mezza bocciatura del calendario venatorio regionale, dove trovo alcune osservazioni quasi eccessive e inappropriate, come quella della Vigilanza Venatoria, dove il nostro Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, delegato a questo compito, lo considero un vero e proprio fiore all’occhiello di professionalità e efficienza cui andare orgogliosi in Sardegna e che svolge il compito in modo ineccepibile, non accetto e respingo al mittente questa osservazione dell’ISPRA. Continua Tore Piana. Serve un Ente Regionale come sempre promesso dalla politica regionale, che su questo argomento ha sempre sbandierato un provvedimento legislativo, ma mai fatto nulla di concreto. Restiamo ora in attesa questa settimana della decisione da parte del Comitato Faunistico Regionale sull’approvazione del calendario venatorio su Pernice e Lepre, spero in una decisione sensata e a favore del mondo venatorio, che oggi è responsabile e ambientalista più di alcuni ambientalisti, conclude Tore Piana.

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: [email protected] oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo DANTE, LA SELVA OSCURA E…LE ASSOCIAZIONI VENATORIE
Articolo successivo CAMPANIA. PRESENTATA INTERROGAZIONE SUL CALENDARIO VENATORIO
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata