11 1
Tempo di lettura stimato:1 Minuti
di Antonio BUONO*
Vero, verissimo, e chi lo nega!
Quelli che lo Stato ci consente però, nei periodi e nelle specie, e dietro pagamento della concessione governativa, di quella regionale, dell’ambito a cui apparteniamo e dell’assicurazione verso terzi, nonché animali.
Gli uccelli consentiti, li spariamo e li mangiamo così come tanti mangiano il pesce, il bue, il cavallo, il maiale, il pollo, il tacchino e robe simili.
Benissimo, tutto in ordine direi!
E allora, chi spara ai nostri fiumi? chi spara ai nostri laghi? chi spara ai nostri mari? Chi spara ai nostri terreni inquinando di pesticidi le nostre tavole?
Chi ha dato il permesso di fare questo a tale simile gentaglia?
Che tasse pagano questi vermi sociali di abietta viltà?
Chi li ha autorizzati a sparare sull’ambiente, perché hanno ucciso la natura e continuano a farlo seminando dolori e morte come nulla fosse?
E cosa pretendono oggi i tanti parassiti sociali nullafacenti che prendono firme per far chiudere la caccia in Italia? Cosa avranno risolto fermando tutti quei cacciatori che oramai vivono dei ricordi di ciò che è stato loro distrutto da tante canaglie senza scrupoli!
Noi cacciatori, per ottenere il porto d’armi veniamo “analizzati” nel profondo della coscienza e del sociale, a questa gentaglia che ha sparato a zero nella nostra “casa”, il porto d’armi chi lo ha concesso e perché?
Noi cacciatori sappiamo cosa possa significare premere un grilletto, a questa gentaglia che sta distruggendo il mondo, chi gli deve far capire che tiene il dito sempre fermo sul grilletto?
Il nostro pianeta, sta andando a sbattere per un comportamento di cui dovremmo tutti noi terrestri vergognarci.
” Prendere in affitto” tematiche ridicole per scrollarsi di dosso responsabilità ancor più gravi è un qualcosa per cui si rischia di dover dar conto in altra sede a chi questo mondo… lo ha dato a tutti noi in affitto!
*cacciatore a vita
Portavoce Nazionale Movimento politico Scelta Etica
Coordinatore MSE Ischia

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: [email protected] oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo VENETO. Ordinanza del TAR sul calendario venatorio 2021/2022
Articolo successivo GRANDE MOVIMENTO DI TORDI BOTTACCI IN EUROPA
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata