1 0
Tempo di lettura stimato:2 Minuti
Dedicato a chi firma per “un mondo migliore” …
di Antonio BUONO*
Non si fa altro che parlare della caccia come fosse il male peggiore, chissà se coloro i quali si “servono” di tali “espedienti” per una firma, si siano mai guardati intorno, magari allo specchio.
Covid, inquinamento, pesticidi che portano veleni sulle nostre tavole, disagi sociali di ogni genere…chissà, magari per loro verrebbe ad essere un’occasione unica per comprendere che la caccia non è affatto un male, e che semmai lo fosse, verrebbe ad essere…il male minore!
È una fase storica drammatica, in cui la figura del cacciatore è come se avesse una sorta di pace-macker al cuore.
Lui stesso, è consapevole di vivere il resto dei suo giorni grazie ad un marchingegno che nel frattempo continua a salvargli la vita, però, il suo vero dramma, deriva non dalla sua probabile morte, ma dal fatto che in vita, non gli sia mai stata concessa la possibilità di essere ascoltato nel suo continuo, quanto disperato grido di “dolore”. Il tutto, nella piena consapevolezza che ciò che sta accadendo al nostro pianeta , è di una gravità assoluta e che il mondo quanto prima farà, “puff”… game over!
Si, una sorta di ultimo respiro nella mancata possibilità di non aver potuto dare il meglio di sé stesso, ancor prima di lasciare questa vita terrena.
Come a dire che per il cacciatore, in quanto tale, il dolore più forte non verrebbe ad essere mai stato per la perdita di ciò che più caro
avesse … la caccia, {al cacciatore non è mai interessato il carniere}, ma che nell’aldiquà, non gli sia mai stata concessa la possibilità di essere ascoltato, magari soltanto per dare il suo contributo, nella speranza di un domani sereno, un futuro migliore da lasciare ai propri figli.
Il cacciatore non ha affatto la paura del “morire”, sa bene di avere una lama sul collo, una lama che non è tra le mani di chi deve decidere se questi, debba vivere o morire, poiché la fine del cacciatore l’ha decisa chi ha distrutto la sua “casa” con l’ignoranza, l’arroganza, l’incompetenza, la stupidità. Gente che della vita non ha mai capito niente, gente capace di avvelenare persino l’aria che respiriamo.
La sua preoccupazione più grande sta nell’incertezza di un futuro in cui non si intravede nulla di buono, non sa se nell’aldilà potrà avere la possibilità di dare il suo contributo…
è questo il suo dolore più grande…
l’unico vero dolore del cacciatore!
*cacciatore a vita
Portavoce Nazionale MSE
Coordinatore MSE Ischia

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: [email protected] oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo CALABRIA. SOSPESO IL CALENDARIO VENATORIO 2021 – 2022
Articolo successivo VENETO. LA LAC CHIEDE ANNULLAMENTO CALENDARIO VENATORIO 2021 – 2022
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata