annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

    Ritengo opportuno aprire questa discussione affinchè chiunque voglia informarsi/confrontarsi con gli altri sull'argomento , possa trovare in un unico thread le informazioni necessarie, infatti risulta problematico soprattutto per il neofita reperire consigli utili se non saltando da un thread all'altro.
    Siano però chiare queste premesse.

    1) non sono ammesse prese di posizione campanilistiche: ogni esperienza è utile se non palesemente contraria all'etica comportamentale verso gli animali

    2) l'esposizione del proprio metodo deve essere quanto più chiara e dettagliata possibile: non deve essere lasciato spazio ad equivoci

    3) le posizioni di dissenso vanno espresse in modo educato e soprattutto argomentate: non saranno tollerate daitribe personali

    4) si accettano frizzi e lazzi in quanto sicuramente interverrà Achille

    buona discussione!
    Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

    martino de michele

    " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
    Un Cacciatore.

  • #2
    Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

    Ottima discussione ed è proprio quello che stavo cercando:

    ho preso da una settimana una cucciola "meticcio" (incrocio tra ladrador retriever originale e pastore tedesco originale). I miei volevano un cane di compagnia/guardia, io avrei preferito un cane da caccia per il recupero degli acquatici. Ho letto/sentito che il labrador è un ottimo "ausiliare" in questo tipo di caccia.

    La cucciola ha poco più di due mesi e dal secondo giorno ho iniziato ad addestrarla. Abbiamo iniziato con le cose basi: vieni, seduto, terra e riporto di una pallina da tennis.Attualmente fa questi comandi discretamente bene sotto ricompensa, ma basta una volta che non riceve il "premio" che inizia a fare di testa sua XD
    L'addestramento al momento non dura mai più di una decina di minuti e finisce sempre con tanta corsa in giardino e qualche salto tra le fontane del giardino (ama tantissimo l'acqua).
    Sarei molto felice se qualcuno potesse darmi qualche consiglio perchè per me questa è la prima volta che mi cimento in addestramento.Sono tutto orecchie

    COMMENTA


    • #3
      Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

      Originariamente inviato da mikyfalco Visualizza il messaggio
      Ottima discussione ed è proprio quello che stavo cercando:

      ho preso da una settimana una cucciola "meticcio" (incrocio tra ladrador retriever originale e pastore tedesco originale). I miei volevano un cane di compagnia/guardia, io avrei preferito un cane da caccia per il recupero degli acquatici. Ho letto/sentito che il labrador è un ottimo "ausiliare" in questo tipo di caccia.

      La cucciola ha poco più di due mesi e dal secondo giorno ho iniziato ad addestrarla. Abbiamo iniziato con le cose basi: vieni, seduto, terra e riporto di una pallina da tennis.Attualmente fa questi comandi discretamente bene sotto ricompensa, ma basta una volta che non riceve il "premio" che inizia a fare di testa sua XD
      L'addestramento al momento non dura mai più di una decina di minuti e finisce sempre con tanta corsa in giardino e qualche salto tra le fontane del giardino (ama tantissimo l'acqua).
      Sarei molto felice se qualcuno potesse darmi qualche consiglio perchè per me questa è la prima volta che mi cimento in addestramento.Sono tutto orecchie

      ------------------------------------------------------------------------------------
      Bella domanda! Specialmente per un cane del genere (la gente o è pazza o l'accoppiamento è stato "non voluto). Comunque il cane è cane e si adatta a quello che vuole e gli fa ripetere il padrone. Ho visto boxer cacciare conigli e pastori tedeschi riportare tordi, tutto è possibile e tutto sta al rapporto cane padrone. In primis però dovresti capire (ancora è presto) le preferenze del cane e se è mezzo pastore e mezzo labrador oppure tre quarti e un quarto. E' la psiche del cane e il suo fisico a dirlo, intanto controlla se ha le zampe palmate, o se inizia a drizzare le orecchie da questi piccoli spunti potrai incominciare a capire che percentuale ha ereditato dai genitori.
      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #4
        Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
        ------------------------------------------------------------------------------------
        Bella domanda! Specialmente per un cane del genere (la gente o è pazza o l'accoppiamento è stato "non voluto). Comunque il cane è cane e si adatta a quello che vuole e gli fa ripetere il padrone. Ho visto boxer cacciare conigli e pastori tedeschi riportare tordi, tutto è possibile e tutto sta al rapporto cane padrone. In primis però dovresti capire (ancora è presto) le preferenze del cane e se è mezzo pastore e mezzo labrador oppure tre quarti e un quarto. E' la psiche del cane e il suo fisico a dirlo, intanto controlla se ha le zampe palmate, o se inizia a drizzare le orecchie da questi piccoli spunti potrai incominciare a capire che percentuale ha ereditato dai genitori.

        Secondo me ha preso metà e metà: le zampe sono quelle tipiche del pastore tedesco, le orecchie sono del labrador all'ingiù e la coda pure è del labrador (sottile e non sta mai ferma XD). Caratterialmente è più un labrador: socializza molto,giocherella praticamente con tutti grandi e piccini mentre ha molta paura di stare da solo. Ha un olfatto ottimo riesce a trovare già le crocchette che ogni tanto nascondo tra l'erba giusto per giocare. Ama l'acqua tantissimo, si tuffa nelle pozzanghere ( devo provare a portarla su qlk vasca appena avrà qlk mese in più).Per il riporto: come faccio a capire che è il momento di utilizzare un selvatico al posto della pallina da tennis o di un ramo? devo utilizzare prima qlk stoffa intrisa di penne del selvatico o partire direttamente con il selvatico?

        COMMENTA


        • #5
          Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

          Originariamente inviato da mikyfalco Visualizza il messaggio
          Ottima discussione ed è proprio quello che stavo cercando:

          ho preso da una settimana una cucciola "meticcio" (incrocio tra ladrador retriever originale e pastore tedesco originale). I miei volevano un cane di compagnia/guardia, io avrei preferito un cane da caccia per il recupero degli acquatici. Ho letto/sentito che il labrador è un ottimo "ausiliare" in questo tipo di caccia.

          La cucciola ha poco più di due mesi e dal secondo giorno ho iniziato ad addestrarla. Abbiamo iniziato con le cose basi: vieni, seduto, terra e riporto di una pallina da tennis.Attualmente fa questi comandi discretamente bene sotto ricompensa, ma basta una volta che non riceve il "premio" che inizia a fare di testa sua XD
          L'addestramento al momento non dura mai più di una decina di minuti e finisce sempre con tanta corsa in giardino e qualche salto tra le fontane del giardino (ama tantissimo l'acqua).
          Sarei molto felice se qualcuno potesse darmi qualche consiglio perchè per me questa è la prima volta che mi cimento in addestramento.Sono tutto orecchie
          Ti potrebbe essere utile leggerti qualche discussione. Una delle ultime è quella sulla leadership. Come ti è già stato detto man mano che il cucciolo cresce scoprirai le sue attitudini, in base a queste decidi cosa è miglio fare. Se ama l'acqua potrebbe amare anche le anatre, comunque il labrador è un ottimo cane da recupero e riporto, e se incentivato da piccolo se la cava anche nella cerca. Il pastore ha un ottimo fiuto, ed è più vicino al lupo del labrador, il lupo in riguardo alla caccia non deve imparare niente da nessuno. Le potenziali per poterlo utilizzare a caccia ci sono, bisogna scoprire come. Secondo la mia opinione per un cucciolo di 2 mesi dieci minuti di addestramento anche sotto forma di gioco sono tanti, per me basterebbero pochi lanci la mattina e pochi la sera, sempre con il fresco. Premiare il cane è giusto, se al cucciolo piace, anche la corsa intorno la fontana può essere utilizzato come premio. Io preferisco premiare il cane con il suo stesso interesse quando diventa più grande, adesso che è ancora cucciolo preferisco metterlo a riposo con l'esercizio di riporto fatto bene. Il cucciolo ricorda bene l'ultima azione, se è quella di correre, la mattina dopo ricorderà bene quell'azione. Invece deve ricordare bene l'ultima azione di riporto. Dovresti finire con il riporto fatto bene e ricominciare con il riporto. Se finisci con la corsa dovresti iniziare con la corsa, da grande potresti ritrovarti un cane che prima di lavorare vuole sfogarsi con qualche cinque minuti di corsa. Per qualcuno potrebbe essere anche giusto far sfogare il cane, questo non lo discuto, per me è sbagliato, il cane può benissimo sfogarsi lavorando insieme al padrone. Per me non sono stupidaggini, sono delle piccolezza che servono a fare un buon cane.

          COMMENTA


          • #6
            Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

            Nel riporto ognuno ha proprie esperienze, la cosa importante è che il cane riporti. Ci sono cacciatori che iniziano direttamente con il selvatico. Sono dell'opinione che il cane si condiziona meglio quando non ha molto interesse per quello che ha in bocca, ma ha più interesse per quello che ha il padrone. Quindi prima di mettere la selvaggina in bocca al cane come minimo devo essere sicuro che il cane sia ubbidiente, devo lavorare sull'ubbidienza, altrimenti il lavoro fatto con la pallina va a farsi benedire. La chiamata è importante anche per il riporto, alla chiamata il cane deve presentarsi con qualsiasi cosa ha in bocca, anche se in bocca ha una bistecca, tranquilli che non esagero. Io non do consigli, non ho titolo per farlo, le mie sono opinioni, in ogni caso preferisco far riportare al cane oggetti, qualsiasi oggetto che per il cucciolo non è pericoloso va bene. Logicamente si incomincia dai più facili per andare con il passare del tempo sempre su quelli più difficili da abboccare. Dopo si passa alla selvaggina, ma per adesso è prematuro parlare.

            COMMENTA


            • #7
              Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

              Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
              Nel riporto ognuno ha proprie esperienze, la cosa importante è che il cane riporti. Ci sono cacciatori che iniziano direttamente con il selvatico. Sono dell'opinione che il cane si condiziona meglio quando non ha molto interesse per quello che ha in bocca, ma ha più interesse per quello che ha il padrone. Quindi prima di mettere la selvaggina in bocca al cane come minimo devo essere sicuro che il cane sia ubbidiente, devo lavorare sull'ubbidienza, altrimenti il lavoro fatto con la pallina va a farsi benedire. La chiamata è importante anche per il riporto, alla chiamata il cane deve presentarsi con qualsiasi cosa ha in bocca, anche se in bocca ha una bistecca, tranquilli che non esagero. Io non do consigli, non ho titolo per farlo, le mie sono opinioni, in ogni caso preferisco far riportare al cane oggetti, qualsiasi oggetto che per il cucciolo non è pericoloso va bene. Logicamente si incomincia dai più facili per andare con il passare del tempo sempre su quelli più difficili da abboccare. Dopo si passa alla selvaggina, ma per adesso è prematuro parlare.
              capito...quindi continuo ancora con la pallina finchè lei non la riporta sempre e passo con altri oggetti di poco interesse per il cane. Quando la vedo particolarmente tranquilla passo con qualche oggetto di più interesse tipo con odore di selvatico o di qualcosa che le piace. Solo allora con il selvatico.

              Grazie mille,e scusa se ho scritto anche nell'altra discussione...non volevo creare confusione...

              COMMENTA


              • #8
                Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                Originariamente inviato da mikyfalco Visualizza il messaggio
                capito...quindi continuo ancora con la pallina finchè lei non la riporta sempre e passo con altri oggetti di poco interesse per il cane. Quando la vedo particolarmente tranquilla passo con qualche oggetto di più interesse tipo con odore di selvatico o di qualcosa che le piace. Solo allora con il selvatico.

                Grazie mille,e scusa se ho scritto anche nell'altra discussione...non volevo creare confusione...
                Secondo me non serve che ti scusi, credo che la stessa cosa pensa il nostro moderatore. Per adesso usa la pallina, serve anche ad incentivare l'istinto predatorio, però visto l'età del cucciolo non devi esagerare, devi tenere ben presente che non hai a che fare con un retriever puro. Quando inizio con un cucciolo preferisco farlo interagire solo con il sottoscritto. Sono io quello che lo deve socializzare, se io gli nego la carezza e il cucciolo la ottiene da un mio parente ha ottenuto ugualmente quello che voleva. Il cucciolo deve capire che tutto quello che chiede ed ottiene è per concessione del padrone. Osservalo e cerca di capire quello che vuole, ogni volta che ti viene vicino ti fa delle richieste, devi essere tu a decidere se dare o non dare, se vuoi esaudire la sua richiesta lo devi fare dopo che il cucciolo ha rinunciato a chiedere. Se ogni volta che il cucciolo chiede tu dai, ti sottometti al volere del cucciolo, questo influisce anche sulla chiamata, non avrai mai una risposta pronta e sollecita, alla chiamata, il cane viene svogliato e se interessato ad altro non viene proprio. Quando ha rinunciato lo chiami e gli dai quello che voleva, dopo 15/20 giorni, alla chiamata il cane si presenterà a tempo zero. Oltre la pallina puoi annodare uno straccetto e fare qualche lancio, mi raccomando lanci corti, in futuro ti serviranno per l'abbocco, la tenuta e la consegna. Una cosa importante non strappare mai niente dalla bocca del cucciolo, aspetta che sia lui a consegnartela, se non volesse consegnare proponigli lo scambi con il bocconcino.

                COMMENTA


                • #9
                  Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                  Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                  Secondo me non serve che ti scusi, credo che la stessa cosa pensa il nostro moderatore.
                  Esatto, nessun problema.

                  Nessun altro vuole partecipare alla discussione con la propria esperienza? avanti, non vi fate intimidire da Nicola!
                  Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                  martino de michele

                  " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                  Un Cacciatore.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                    Caro miky hai la fortuna di iniziare dalla tela bianca e di avere i consigli di uno che i cani li ha capiti. Se riesci a capire il modo di intendere le nostre più semplici azioni da parte del cane sei a metà dell opera. Quando Nicola ti dice non dare al cane quando chiede non è per essere crudele con lui ma è importantissimo per instaurare il giusto rapporto. I frutti li coglierai in futuro guadagnandoti la sua attenzione che è fondamentale.


                    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
                    "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

                    COMMENTA


                    • #11
                      Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                      Originariamente inviato da arsvenandi Visualizza il messaggio
                      Esatto, nessun problema.

                      Nessun altro vuole partecipare alla discussione con la propria esperienza? avanti, non vi fate intimidire da Nicola!
                      Martino, ho sempre detto che quando si parla di cani e specialmente di quello che c'è nella testa del cane, tutti possono dire tutto senza paura di sbagliare.

                      COMMENTA


                      • #12
                        Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                        Ciao, secondo me è presto per iniziare un addestramento a due mesi, io ancora mi limiterei a nutrire bene il cane è fornirlo degli alimenti necessari ma se già riporta la pallina ben venga, evidentemente ha più del labrador che per la caccia è meglio ( almeno per il riporto ).
                        È un incrocio strano, ma non è detto che a volte non possano venire fuori buoni esemplari.
                        Quando ti riporta un oggetto, inizialmente gli dai il premio ma non ti dimenticare mai di elogiarlo e accarezzarlo, cosa più importante e che nel tempo andrà a sostituire il premio stesso.
                        Questa settimana anche io andrò a prendere un cucciolo, si tratta di uno springer di 60 gg, che andrà a fare compagnia al mio Cocker ed il mio lagotto romagnolo.
                        Non vedo l'ora di ricominciare questa esperienza, non si finisce mai di imparare e quando arriva un nuovo cucciolo è sempre una gioia grande, poi quando sono piccoli sono FANTASTICI.
                        ENJOY HUNTER
                        Quando ti è andata male,
                        Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

                        COMMENTA


                        • #13
                          Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                          Gli interventi servono, come dice un vecchio proverbio: "l'appetito vien mangiando". Giustamente come ha detto Mikylales, tutto deve essere fatto sotto forma di gioco e il gioco deve durare poco. Se hai intenzione di eliminare definitivamente il premio alimentare, devi premiare sempre, premiare sempre è come non premiare mai, il cane dimentica molto prima il rinforzo continuo e non quello intermittente, questo il cane fa fatica a cancellarlo. Altra cosa è usare i rinforzi nel modo giusto, altrimenti il cane non li considera, sarebbe solo tempo sprecato.

                          COMMENTA


                          • #14
                            Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                            Originariamente inviato da germano56 Visualizza il messaggio
                            Martino, ho sempre detto che quando si parla di cani e specialmente di quello che c'è nella testa del cane, tutti possono dire tutto senza paura di sbagliare.
                            Naturalmente Nicola la mia era una provocazione/ stimolo alla discussione, altrimenti si ferma.....
                            Sopra ogni cosa combatti l'ignoranza.

                            martino de michele

                            " La Caccia è affascinante ed emozionante ANCHE quando la selvaggina scarseggia....e tu, nonostante tutto, ti diverti lo stesso perchè sei a Caccia."
                            Un Cacciatore.

                            COMMENTA


                            • #15
                              Re: Addestramento del cane da caccia: metodi ed esperienze

                              vorrei un consiglio:

                              La mia Liz di giorno è buona, è esuberante e giocherellona, ma fa i bisogni nel terreno, non scava, non mangia le piante...insomma è un angioletto. Di notte invece, non sale per fare i bisogni e li fa nel cortile, scava le piante nel cortile, tira i panni del bucato...insomma un diavoletto. Consigli in merito? ...non so veramente come comportarmi per farle capire che queste cose nn si fanno. grazie in anticipo per il consiglio.
                              il migratorista piace questo post.

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X