annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nuovo ricorso al TAR contro il calendario ligure

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Mi è arrivato anche a me l'sms dall'atc 2

    COMMENTA


    • #32
      Si va regolarmente a caccia???? Ma di cosa che ormai non c'è più una piuma!!!!!
      Quando passava qualcosa ce l'hanno chiusa !!!!
      Opportuna la richiesta di danni !!!!

      COMMENTA


      • #33
        Originariamente inviato da Pigio Visualizza il messaggio
        Si va regolarmente a caccia???? Ma di cosa che ormai non c'è più una piuma!!!!!
        Quando passava qualcosa ce l'hanno chiusa !!!!
        Opportuna la richiesta di danni !!!!
        sarebbe opportuno che sia i giudici che le associazioni animaliste rispondessero civilmente e penalmente del loro operato e qui mi fermo se no.....

        COMMENTA


        • #34
          Su BH si parla di chiedere uno sconto sulle tasse del prossimo anno.

          COMMENTA


          • #35
            Il Tar: in Liguria si può cacciare

            Giovedì 14/11/2013

            Genova - Il Tar della Liguria ha respinto nel tardo pomeriggio la richiesta di sospensiva del calendario venatorio 2013-2014 avanzata da alcune associazioni ambientaliste: lo ha reso noto l’assessore alla Caccia, Renata Briano, che ha espresso «soddisfazione per l’esito, ma soprattutto per le motivazioni che il Tar ha dato, dimostrando il buon lavoro fatto dalla Regione Liguria. Ci hanno dato ragione su tutto».
            In particolare, il Tar scrive che «la Regione Liguria si è conformata alle indicazioni emergenti dal parere dell’Ispra e dalla sentenza di questa sezione del 23 agosto 2013, relativa al calendario venatorio di quell’anno» e che «l’unico scostamento residuo dalle indicazioni dell’Ispra, concernente la previsione di giornate aggiuntive di caccia nel mese di novembre», è «adeguatamente motivato» e che «gli effetti di quest’ultima previsione, peraltro, hanno un’efficacia temporale assai limitata» e infine che, «anche alla luce dei precedenti periodi di sospensione dell’attività venatoria, non possono connotarsi in termini diparticolare gravità».
            Il Tar afferma che «ulteriori censure ripropostecon i motivi aggiunti sono già state giudicate infondate con la stessa sentenza del 2013 e che non era necessario acquisire nuovi pareri dell’Ispra e della commissione Faunistico-venatoria regionale, poiché il calendario transitorio non incide su profili che non siano già stati considerati dai pareri resi in precedenza da tali organi».
            Infine, «stante la diversità dell’oggetto e la mancanza di indicazioni in punto fumus, non è configurabile alcuna violazione del decisum».


            fonte:ilsecoloxix.it
            CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

            COMMENTA


            • #36
              Ma leggevo sul giornale che son gia pronti a fare un nuovo ricorso al cds...

              COMMENTA


              • #37
                Originariamente inviato da pizzamen Visualizza il messaggio
                Ma leggevo sul giornale che son gia pronti a fare un nuovo ricorso al cds...
                Confermo ho appena letto che i soliti noti hanno fatto ricorso per l' ennesima volta al cds nonostante che questo si debba pronunciare il 26\11 già sul primo calendario.Purtroppo la legge gli permette di farlo, pur di ottenere una sospensiva di pochi giorni le provano tutte. Dopo questa ultima farsa sono sempre più dell' idea che se non facciamo pagare lor signori in qualche maniera questi non smetteranno mai di rompere e rovinarci(come già fatto) la stagione o almeno quello che rimane.

                COMMENTA


                • #38
                  Caccia, altro ricorso degli ambientalisti: attesa per decisione del Consiglio di Stato


                  Liguria. Altro ricorso da parte degli ambientalisti contro la decisione del Tar che aveva confermato la bontà del calendario venatorio regionale.
                  Il ricorso è stato formulato al Consiglio di Stato, con la Regione e le associazioni dei cacciatori che hanno già chiesto di essere sentiti prima di una decisione del Tribunale amministrativo di II° grado.
                  La decisione del Consiglio di Stato potrebbe però già arrivare in serata.
                  “Gli ambientalisti cercano escamotage giuridiche per cercare di bloccare la caccia ed il calendario venatorio dopo il che il Tar ci ha dato ragione su tutti i fronti – afferma l’assessore regionale Renata Briano -.
                  Cercano di contrastare la delibera regionale senza entrare nel merito della questione perché sanno che, proprio nel merito del provvedimento, perdono”.
                  Articolo n° 253395 del 18/11/2013 – 17:28
                  http://www.ivg.it
                  Il vero cacciatore ama gli animali a cui dà la caccia, forse anche perché li considera complici di questa passione in cui ritrova la sua origine esistenziale.
                  Indro Montanelli


                  Ciao Mauro,amico mio!

                  COMMENTA


                  • #39
                    Altro Stop dal Consiglio di Stato!

                    COMMENTA


                    • #40
                      "Caccia Story": ecco come si è arrivati alla terza sospensione

                      Martedì 19/11/2013

                      La Regione Liguria approva il calendario venatorio 2013 -2014 a maggio.
                      Gli ambientalisti aspettano più tempo possibile e a settembre chiedono la sospensiva al TAR Liguria che non la accoglie.
                      Dopo un mese di caccia chiedono la sospensiva cautelare con la formula “inaudita altera parte” al Consiglio di Stato che, senza motivare, il Consiglio di stato accoglie e rimanda la discussione al 26 novembre 2013.
                      A questo punto la Regione Liguria propone un calendario provvisorio più restrittivo, valido fino al 26 novembre, gli ambientalisti ricorrono al TAR che lo sospende motivando.
                      La Regione Liguria approva un nuovo calendario accogliendo le motivazioni del TAR, gli ambientalisti chiedono una nuova sospensione, ma il TAR non la accoglie dando ragione su tutto alla Regione Liguria.
                      Contemporaneamente gli ambientalisti chiedono alla Regione Liguria di eliminare le due giornate aggiuntive di caccia e in cambio avrebbero ritirato i ricorsi. La Regione Liguria rifiuta perché chiedono di ritirare un diritto sancito da legge e da parere Ispra positivo
                      Goi ambientalisti ritornano in Consiglio di Stato che accoglie senza ascoltarli e senza motivare e sospende fissando il merito il 17 dicembre quando il calendario provvisorio , valido fino al 26 novembre, sarà già scaduto.
                      “Per noi sarà importante la data del 26 novembre, quando potremo finalmente difenderci”, commenta l’assessore Briano.

                      fonte:savonanews.it
                      CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                      COMMENTA


                      • #41
                        stagione finita?

                        COMMENTA


                        • #42
                          Puo essere
                          Davide
                          __________________________________________________ _________________________________________________
                          Appasionati di monti, amanti della natura...MALATI DI CACCIA!

                          COMMENTA


                          • #43
                            bhe se il cds ci da ragione e da validita al primo calendario,forse ci salviamo. ma se il primo calendario viene cestinato e un dramma. spero solo che le av in caso di una nostra vittoria non si nascondano come le ultime volte, ma partano ferocemente al contrattacco . speriamo che l anno venturo riescano a pararsi il culo bene fin dall inizio, e con questo intendo calendario non impugnabile , non so facendo qualche magia burocratica, in italia le si fa su tutto speriamo riescano pure qui. io comunque sono certo che l anno venturo i soldi dei miei due atc liguri no li butto se non con vere certezze.

                            COMMENTA


                            • #44
                              Credo che non esistano calendari venatori inattaccabili.- Nella nostra regione gli animalari hanno una forza incredibile.- come si dice - pochi ma buoni - gente giusta al posto giusto.- E' chiaro che i miei eurini per l'atc un'altro anno non li prenderanno di certo.-mi spiace solo che sono obbligato a pagare quà il tesserino venatorio e non posso farlo in altra regione.-
                              Mario

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X