annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Emendamento relatore chiarisce regole appostamenti caccia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Emendamento relatore chiarisce regole appostamenti caccia

    COLLEGATO AMBIENTE, EMENDAMENTO RELATORE CHIARISCE REGOLE APPOSTAMENTI CACCIA


    Gli appostamenti fissi per l''esercizio della caccia possono permanere fino a scadenza dell''autorizzazione" a patto che "non comportinoalterazione permanente dello stato dei luoghi, abbianonatura precaria, siano realizzati in legno o con altrimateriali leggeri o tradizionali della zona, o con strutture in ferro anche tubolari, o in prefabbricato quando interrati o immersi, privi di opere di fondazione, installati su un sedime non superiore a 6 mq e che siano facilmente ed immediatamente rimuovibili alla scadenza
    dell''autorizzazione".
    Lo prevede la riformulazione di un emendamento depositato
    dal relatore, Stefano Vaccari (Pd), in commissione Ambiente
    del Senato al ddl collegato ambientale. Lo stesso
    emendamento chiarisce che "le Regioni e le Province autonome
    di Trento e Bolzano definiscono con proprie norme le
    caratteristiche degli appostamenti".regioni.it
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Forse una buona notizia?
    ci sedemmo dalla parte del torto,visto che tutti gli altri posti erano occupati

    COMMENTA


    • #3
      Io ho ricevuto l'anno scorso una lettera che diceva le identiche cose,del comune dove ho l'appostamento...in cui mi diceva bello chiaro e tondo che l'appostamento doveva essere fatto cosi.

      Più che una buona notizia, mi sembra che sia stato depositato un emendamento identico alle leggi vigenti

      COMMENTA


      • #4
        Ma questo emendamento non chiarisce se nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico è necessaria oppure no l'autorizzazione della soprintendenza....
        Filippo

        COMMENTA


        • #5
          Filippo questo emendamento e' apposito per superare lo scoglio autorizzazione paesaggistica, per cui mi aspetto che la lettura completa nel contesto della legge chiarisca definitivamente la cosa.

          Non nasce per caso ma dovrebbe chiudere definitivamente il cerchio, anche se a certe condizioni, ovviamente..

          Un saluto

          Sandro
          Ciao Mauro, non ti dimenticheremo.

          "Va' o passeggero, narra a Sparta che noi qui morimmo in obbedienza alle sue leggi..."

          COMMENTA


          • #6
            Lega: capanni, ennessimo attacco alla caccia

            Mercoledì 04 Marzo 2015

            Unico obiettivo di questo governo: Attaccare le fondamenta dei nostri capanni per distruggere la nostra passione !!!

            Ennesimo attacco alla ruralità ed al legittimo svolgimento di un’attività culturale storica quanto identitaria e tradizionale come la caccia alla migratoria da appostamento da parte di chi per idealismo animal-moralista con ignoranza si permette di giudicare e cerca di intralciare ad ogni occasione legiferando restrizioni senza pensare ne conoscere i danni che sta facendo alla società ed all’ambiente.

            Quando la realizzazione temporanea di un capanno di caccia per alcuni senatori di PD-SEL-FI-M5S viene vista come fosse il problema principe del deturpamento ambientale viene normale consigliare a questi senatori di tornare sulla terra, aprire gli occhi e magari invitarli a fare un pic-nic nella terra dei fuochi.

            Non riconoscere che dove c’è presenza di appostamenti fissi è accertata una migliore qualità degli habitat e non ammettere che tutto questo è grazie al lavoro gratuito dei cacciatori che per la propria passione e per l’interesse venatorio di cui si nutrono si configurano a pieno titolo come strumento per la conservazione ambientale è solo ignorare la realtà.

            I cacciatori da appostamento fisso sono direttamente coinvolti nella gestione degli ambienti, con un risultato di beneficio per la comunità pertanto ne consegue che qualsiasi intervento che penalizzi l’attività di caccia radicata nel territorio, si tradurrebbe in un abbandono delle attività di manutenzione e conservazione, perdendosi così il beneficio.

            Detto questo e considerato che annualmente per un’autorizzazione temporanea che legittimi la costruzione di un appostamento fisso di caccia viene pagata una tassa di concessione regionale, che i materiali da impiegare per la costruzione dei capanni fissi e le dimensioni sono già ad oggi ben regolamentati nelle leggi regionali, dai regolamenti provinciali e locali che entrano di fatto nel merito ed in considerazione della morfologia dei territori e all’utilizzo, inopportuno e fortemente penalizzante sarebbe inserire una restrizione entrando in meriti prettamente urbanistici senza considerare lo stato di fatto dei luoghi e soprattutto il ruolo che svolgono i cacciatori per la tutela dell’ambiente.

            Chiaro che nessuno pretende di costruire strutture impattanti e in contrasto con il contesto paesaggistico dei luoghi, ma altrettanto vero che non si possa accettare una norma nazionale generica che non tenendo conto del reale impatto ambientale dovuto alla diversa morfologia dei luoghi metta a repentaglio migliaia di appostamenti che da decenni anche se di dimensioni superiori ai 6 metri quadrati e coscientemente costruiti con materiali ecocompatibili e ben mimetizzati ed integrati nell’ambiente rischierebbero ingiustificate sanzioni amministrative e penali e di conseguenza la demolizione.

            Purtroppo ancora una volta nel fascicolo dei sub-emendamenti del collegato ambientale, dove il relatore del PD senatore Vaccari propone modifiche restrittive alla legge 157/92 per quanto riguarda la realizzazione di appostamenti di caccia, la Lega Nord con il senatore Paolo Arrigoni, è l’unico partito che ha presentato emendamenti in difesa dell’attività venatoria, ma questo a parte la delusione di vederci ancora una volta soli non ci fermerà sicuramente nel far sentire le nostre ragioni sia in commissione che in aula.

            La nostra richiesta semplice quanto condivisibile si limita semplicemente a chiedere di lasciare agli amministratori locali la responsabilità di valutare le condizioni di impatto ambientale dell’appostamento esaminando lo stato di fatto dei luoghi e soprattutto l’utilità della struttura “Capanno” prendendo atto anche del ruolo sociale e gratuito che svolgono i cacciatori durante tutto l’anno in termini di tutela ambientale.

            Bassolini Marco

            Responsabile nazionale caccia Lega Nord Lega Lombarda

            Allego tutti i sub-emendamenti:

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Immagine 1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 95.5 KB 
ID: 1687652Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Immagine 2.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 103.2 KB 
ID: 1687653
            CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

            COMMENTA


            • #7
              Altra stagione di passione....

              COMMENTA


              • #8
                Ma che bel governo che abbiamo!!!!!... Arrivano migliaia di clandestini al giorno, c'è gente che non arriva alla fne del mese, gente disperata che ha perso il lavoro e si suicida, e il ns caro governo cosa fà? Fa emendamenti contro gli app fissi,e di riflesso contro la caccia coi richiami,con la scusa che rovinano il paesaggio. Certo la cosa che più conta oggi come oggi è il paesaggio, e allora che vadano a vedere l'immondizia che riduce le strade a senso unico a Napoli e periferia oppure lì il paesaggio non conta niente.PD-M5S FI SEL vergognatevi ladri di merda, voi siete gli stessi che dopo 45 anni di lavoro volete darci 500 euro al mese mentre voi ******** dopo 1 gg di parlamento avete la pensione di 5000euro. Ma non durerà ancora tanto questo massacro alla povera gente, presto, molto presto mi auguro con tutto il cuore che finiate nella merda.

                COMMENTA


                • #9
                  Purtroppo, Claudio, l'era dei forconi non è ancora matura (se mai lo sarà). Scusate l'OT.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Siamo alla fantascienza politica. Mi chiedo come possiamo fare a tirarci guori le gambe anche a stò giro....

                    Tutto stò casino per qualche caxxo di uccellino in gabbia.
                    Questa è gente veramente malata. Che vada a curarsi ma da persone brave e competenti perchè se vanno da gente normali, fanno smattare anche loro.

                    COMMENTA


                    • #11
                      c' era gente che diceva che questo governo di ****** era per la caccia.bravi bravi avevate ragione

                      COMMENTA


                      • #12
                        L'argomento è complesso,ogni regione ha le sue beghe, ma a me pare che ci sia molta confusione in giro....ed anche un po' di malafede.

                        Un saluto

                        Sandro
                        Ciao Mauro, non ti dimenticheremo.

                        "Va' o passeggero, narra a Sparta che noi qui morimmo in obbedienza alle sue leggi..."

                        COMMENTA


                        • #13
                          Sono diversi anni che le Province segnalano ai Comuni dove sono ubicati gli appostamenti fissi e come han già detto altri, sono state date delle disposizioni e cioè le dimensioni max e con che materiale devono essere costruiti, quindi non hanno "inventato" nulla di quanto già in atto. Sicuramente alcune Province non si sono adeguate per cui il problema dovranno risolverlo.

                          COMMENTA


                          • #14
                            Originariamente inviato da Dalai Lama Visualizza il messaggio
                            Sono diversi anni che le Province segnalano ai Comuni dove sono ubicati gli appostamenti fissi e come han già detto altri, sono state date delle disposizioni e cioè le dimensioni max e con che materiale devono essere costruiti, quindi non hanno "inventato" nulla di quanto già in atto. Sicuramente alcune Province non si sono adeguate per cui il problema dovranno risolverlo.
                            Weeee guarda chi rifà vivo? Tutto bene caro?
                            Più buio che a mezzanotte non viene

                            COMMENTA


                            • #15
                              Originariamente inviato da Diego Visualizza il messaggio
                              Weeee guarda chi rifà vivo? Tutto bene caro?
                              Diciamo bene; sono rimasto assente per meditazione hihihihihihih

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X