annuncio

Comprimi

COMUNICAZIONE IMPORTANTE:

A seguito di un errore o di un virus che assilla il forum da qualche giorno, abbiamo preso la drastica decisione di ripristinare un backup del database aggiornato al 15 febbraio. Questo nel tentativo di ripristinare un installazione sicuramente funzionante. Purtroppo questa operazione comporta la perdita di tutti i thread e delle nuove registrazioni degli utenti, nonche i vari aggiornamenti caricati nel periodo 16-22 febbraio 2021.

Nota per i nuovi utenti: Come indicato sopra i nuovi utenti registrati in questo periodo dovranno ripetere la registrazione del loro account

Confido nella vostra comprensione

In caso di problematiche, aiuti o segnalazioni potete scrivere sul thread apposito.
https://www.migratoria.it/forum/foru...-una-settimana
Visualizza altro
Visualizza di meno

Pubblicita 600x70

Comprimi

ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

Comprimi

Migratoria.it è finanziato da utenti come te! Se apprezzi il sito, considera la possibilità di sostenerlo con un contributo. Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • colombaccio51
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Vista la storia caro Sipe di tantiMinistri sotto segretari e gente che risiede i parlamento,e non difendendo a priori la magistratura,non pensi che in Italia ci sia molto,ma molto marcio?
    Non penso,avendo fiducia nella giustizia da buon cittadino comune,che qualcuno si svegli la mattina e dica,oggi porto in tribunale quel ministro,domani porto quell'altro.
    quelli hanno 1000 modi per svicolare dalla giustizia,come tu sai vogliono rimettere un altra volta l'immunita`,che secondo me non e`mai stata tolta,senza parlare del casino delle intercettazioni.
    Vedi Sipe,se intercettano il sottoscritto,non me ne frega una sega,non ha niente da nascondere il sottoscritto,e per me leintercettazioni potrebbero essere aumentate invece che tolte,ma loro hanno il cu*o sudicio e le vogliono togliere,cosi`dopo fanno ancora e di piu`i ladri.
    La politica di oggi e il marcio,sono la stessa cosa.

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da grifonenero
    Sì ma riguardo a noi...
    Da che parte del pdl si colloca di quelli che ragionano o di quelli che si calano le braghe alla rugosa ministra rossa ?

    Non ne ho la più pallida idea...non sponsorizzo Romano...se qualcuno sa, ci illumini...salvo sempre giudicare solo eventuali atti concreti e leali nei confronti della caccia e dei cacciatori.

    Lascia un commento:


  • grifonenero
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Sì ma riguardo a noi...
    Da che parte del pdl si colloca di quelli che ragionano o di quelli che si calano le braghe alla rugosa ministra rossa ?

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da cecchino
    Enzo , come ben sai ho lavorato per 25 anni nel settore abbigliamento,e pur rinunciando ad un bel pò di soldini , 2 anni fa ho deciso di dare una svolta cambiando lavoro, guadagnandoci in salute e tempo a disposizione.
    Non meno di 20 gg fa , scherzando tra colleghi , ho saputo che prima della mia assunzione sono state prese informazioni su di me , abitudini ,vizi , e fedina penale.
    Sai perfettamente il lavoro che svolgo , l'uso e la responsabilità del denaro che ho, grazie a Dio sono una persona onesta , ma poniamo il caso che dalle informazioni fossi risultato indagato per un motivo x(indagato eh?)a prescindere dalle capacità , pensi che avrei potuto occupare quel posto?
    Un direttore di banca , potrebbe mai assumere ed avere piena fiducia di un cassiere INDAGATO per furto??
    Non capisco perchè questa trasparenza non debba valere anche, ed in particolar modo, in politica.
    La riforma della giustizia va rivista , indubbiamente, ma non basta una semplice riforma per allontanare la cultura del sospetto , basterebbe cominciare a scegliere politici più "trasparenti".


    P.s

    Stiamo provvedendo ai tuoi acciacchi , a giorni busserà alla tua porta un bel mandingo!
    No Peppe, la cultura del sospetto, proprio perchè tale, può riguardare le persone più trasparenti possibili...se ci abbandoniamo a questo disvalore saremo perennemente esposti all'azione di qualsiasi farabutto o gruppi di farabutti che artatamente potrebbero destabilizzare di tutto e di più...oggi più di ieri questo è possibile grazie ad un mezzo formidabile come internet con le sue luci e con le sue ombre.

    Quanto al mandingo, noto la tua estrema competenza in materia ...tuttavia, a cautela, ho la porta blindata e sono armato.

    Lascia un commento:


  • cecchino
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Enzo , come ben sai ho lavorato per 25 anni nel settore abbigliamento,e pur rinunciando ad un bel pò di soldini , 2 anni fa ho deciso di dare una svolta cambiando lavoro, guadagnandoci in salute e tempo a disposizione.
    Non meno di 20 gg fa , scherzando tra colleghi , ho saputo che prima della mia assunzione sono state prese informazioni su di me , abitudini ,vizi , e fedina penale.
    Sai perfettamente il lavoro che svolgo , l'uso e la responsabilità del denaro che ho, grazie a Dio sono una persona onesta , ma poniamo il caso che dalle informazioni fossi risultato indagato per un motivo x(indagato eh?)a prescindere dalle capacità , pensi che avrei potuto occupare quel posto?
    Un direttore di banca , potrebbe mai assumere ed avere piena fiducia di un cassiere INDAGATO per furto??
    Non capisco perchè questa trasparenza non debba valere anche, ed in particolar modo, in politica.
    La riforma della giustizia va rivista , indubbiamente, ma non basta una semplice riforma per allontanare la cultura del sospetto , basterebbe cominciare a scegliere politici più "trasparenti".


    P.s

    Stiamo provvedendo ai tuoi acciacchi , a giorni busserà alla tua porta un bel mandingo!

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da cecchino
    Originariamente inviato da sipe48
    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Nonostante tanti scritti, ancora non sono riuscito a chiarire che a me di Berlusconi o di Romano non me ne può fregare di meno...tuttavia, non posso fare a meno di notare che, al momento, il governo Berlusconi è il migliore possibile/fattibile...il perchè poi ognuno se lo costruisce come vuole.

    N.B.: in questa discussione ho risposto solo per specificare che Romano è stato prosciolto senza neanche essere rinviato a giudizio...significa che, alla pari di ogni altro cittadino italiano, è una persona per bene fino a quando non si dimostra il contrario con sentenza passata in giudicato...io ci tengo molto a queste garanzie per me e per gli altri cittadini.

    Enzo non postare inesattezze!
    Indagato nel 99 con chiusura dell'inchiesta.
    Seconda indagine nel 2005 e per questa
    Il Gip non ha accolto la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Palermo.
    Altra inchiesta in corso per corruzione nata dalle dichiarazioni di Massimo Ciancimino.
    Alla faccia della trasparenza!
    Informati! :wink:
    Ma la politica Italiana ....tutta , non può farne proprio a meno di questi personaggi?
    A prescindere!
    Perchè la Procura di Palermo chiede l'archiviazione e il GIP non l'accoglie???? e non da neanche le motivazioni???? magari vuol far passare un po' di tempo ad arte per poi accoglierle quando il danno è ormai stato fatto????
    Come vedi se facciamo della dietrologia la si può fare in un senso e nell'altro...ma il problema non è questo, perchè, torno a ripetere, a me di Romano NON ME NE PUO' FREGARE DI MENO, il problema è che non mi torna qualcosa nell'amministrazione della giustizia in Italia (specialmente quella fatta da alcuni giudici molto politicizzati)...la giustizia va riformata, lo sanno tutti, ma per il gioco delle parti una parte vuole attuarla e l'altra, pur sapendo che è una necessità, deve osteggiarla, adducendo come giustificazione che ci sono cose più urgenti da fare.

    N.B.: Ciancimino è la persona meno attendibile in Italia...anche questo è sotto gli occhi di tutti, am si sa, sempre per gioco delle parti...ognuno tira i carboni sotto la sua pentola.

    Lascia un commento:


  • cecchino
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da sipe48
    Originariamente inviato da Massimiliano
    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Ma infatti Romano non è stato fatto ministro per le sue pendenze passate,ma perchè napolitano ha considerato che oltre a fare ministro lui e allargare la schiera dei sottosegretari(cosa non possibile perchè bisogna cambiare la legge,alla faccia dell'austerity)quindi ha chiesto a berlusconi se voleva fare prima il cambio dei ministri oppure aspettare e fare le cose insieme(,berlusconi allora gli è convenuto pensarci un po',perchè dovendo accontentare più persone e non potendolo fare ora perchè i sottosegretari quel numero deve rimanere a meno che non si cambi la legge,)credo che il passo indietro lo abbia fatto Berlusconi visto che per tener su questa maggioranza deve dare un po' a tuttii,quindi meglio che rifletta un po',nun sia mai sbaglia qualcosa,le sorti sue sono in mano a pochi,d'altronde è un uomo ricattabile ed ogni passo lo deve fare con molta cautela....
    Saluti.
    Nonostante tanti scritti, ancora non sono riuscito a chiarire che a me di Berlusconi o di Romano non me ne può fregare di meno...tuttavia, non posso fare a meno di notare che, al momento, il governo Berlusconi è il migliore possibile/fattibile...il perchè poi ognuno se lo costruisce come vuole.

    N.B.: in questa discussione ho risposto solo per specificare che Romano è stato prosciolto senza neanche essere rinviato a giudizio...significa che, alla pari di ogni altro cittadino italiano, è una persona per bene fino a quando non si dimostra il contrario con sentenza passata in giudicato...io ci tengo molto a queste garanzie per me e per gli altri cittadini.











    Enzo non postare inesattezze!
    Indagato nel 99 con chiusura dell'inchiesta.
    Seconda indagine nel 2005 e per questa
    Il Gip non ha accolto la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Palermo.
    Altra inchiesta in corso per corruzione nata dalle dichiarazioni di Massimo Ciancimino.
    Alla faccia della trasparenza!
    Informati! :wink:
    Ma la politica Italiana ....tutta , non può farne proprio a meno di questi personaggi?
    A prescindere!

    Lascia un commento:


  • cecchino
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    «Io al governo non entro dalla finestra, entro dalla porta». Spavaldo di carattere, Francesco Saverio Romano, nato alla vigilia di Natale di 46 anni fa, siciliano di Belmonte Mezzagno, ha annunciato mesi fa ad amici e sodali che il suo posto da ministro non è in discussione.
    All’Agricoltura, un bel dicastero di spesa e un ricordo per così dire affettivo: il ruolo fu occupato negli anni Ottanta da Calogero Mannino, il suo maestro, quando Romano ventenne muoveva i primi passi in politica. Toccante pensiero, specie ora che Romano, come si usa nelle migliori tradizioni, ha fatto fuori il vecchio tutore e si è messo in proprio.(…) L’ultimo arresto di un suo uomo, il deputato regionale Fausto Fagone, risale a novembre. Eletto per la prima volta nel 2001 nel collegio di Bagheria, Romano è dal 2003 sotto inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa. Si cominciò con le registrazioni ambientali del boss Giuseppe Guttadauro che parlava di Romano in termini entusiastici: «Voglio incontrarlo», spiegava a un interlocutore. «Dimmi tu quando devo venire. Pure in mezzo alla strada lo posso incontrare: avvocato è».
    Colloqui in cui il capomafia si lasciava andare anche ad altre considerazioni: «Berlusconi non può pensare solo a lui, ai suoi processi, deve risolvere anche i nostri problemi».
    Più gravi ancora le rivelazioni del pentito Francesco Campanella, il prototipo del neo-mafioso che si inserisce nella politica, candidandosi alle elezioni e inserendosi nelle istituzioni. Campanella ha raccontato che durante un pranzo romano in un ristorante presso Campo de Fiori Romano gli chiese i voti in termini ultimativi: «Siamo della stessa famigghia». Il deputato siciliano non ha smentito, data la presenza di altri testimoni, si è limitato a precisare: «Intendevo dire la stessa famiglia politica, veniamo entrambi dalla Dc».

    Ero dal barbiere e leggevo.....naturalmente un giornale di gossip!

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da colombaccio51
    Quello e`il problema Sipe!
    Gli altri cittadini!!!!
    Ti ricordi come disse il grande Alberto Sordi nel film il Marchese del grillo?
    Me dispiace,ma io so io,e voi non siete un *****!
    Ecco!
    Loro sono loro,e noi non siamo un *****!
    E ti ico anche se a te di lui un te ne puo`fregare di meno,io ti dico che non mi frega nulla di nessuno di tutti loro,percio politica e politicanti italiani con me hanno chiuso.
    Non ti sfiora per la mente che forse è proprio quello che vogliono...se permetti i miei diritti io non li alieno, me li tengo ben stretti e li esercito sempre, comunque e dovunque.
    Per il resto lascia stare il marchese del grillo che semmai ora si verifica l'esatto opposto cioè che l'ultimo magistrato di una piccola procura architettando fantasiose accuse riesce a mettere in scacco e a far cadere un governo (mi riferisco all'ultimo governo Prodi)...ergo quel "io sono io e voi non siete un ca@@o" calzerebbe a pennello su alcuni magistrati anche alcuni di quelli che giudicano su reati venatori.

    Lascia un commento:


  • colombaccio51
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Quello e`il problema Sipe!
    Gli altri cittadini!!!!
    Ti ricordi come disse il grande Alberto Sordi nel film il Marchese del grillo?
    Me dispiace,ma io so io,e voi non siete un *****!
    Ecco!
    Loro sono loro,e noi non siamo un *****!
    E ti ico anche se a te di lui un te ne puo`fregare di meno,io ti dico che non mi frega nulla di nessuno di tutti loro,percio politica e politicanti italiani con me hanno chiuso.

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da Massimiliano
    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Ma infatti Romano non è stato fatto ministro per le sue pendenze passate,ma perchè napolitano ha considerato che oltre a fare ministro lui e allargare la schiera dei sottosegretari(cosa non possibile perchè bisogna cambiare la legge,alla faccia dell'austerity)quindi ha chiesto a berlusconi se voleva fare prima il cambio dei ministri oppure aspettare e fare le cose insieme(,berlusconi allora gli è convenuto pensarci un po',perchè dovendo accontentare più persone e non potendolo fare ora perchè i sottosegretari quel numero deve rimanere a meno che non si cambi la legge,)credo che il passo indietro lo abbia fatto Berlusconi visto che per tener su questa maggioranza deve dare un po' a tuttii,quindi meglio che rifletta un po',nun sia mai sbaglia qualcosa,le sorti sue sono in mano a pochi,d'altronde è un uomo ricattabile ed ogni passo lo deve fare con molta cautela....
    Saluti.
    Nonostante tanti scritti, ancora non sono riuscito a chiarire che a me di Berlusconi o di Romano non me ne può fregare di meno...tuttavia, non posso fare a meno di notare che, al momento, il governo Berlusconi è il migliore possibile/fattibile...il perchè poi ognuno se lo costruisce come vuole.

    N.B.: in questa discussione ho risposto solo per specificare che Romano è stato prosciolto senza neanche essere rinviato a giudizio...significa che, alla pari di ogni altro cittadino italiano, è una persona per bene fino a quando non si dimostra il contrario con sentenza passata in giudicato...io ci tengo molto a queste garanzie per me e per gli altri cittadini.

    Lascia un commento:


  • Massimiliano
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Ma infatti Romano non è stato fatto ministro per le sue pendenze passate,ma perchè napolitano ha considerato che oltre a fare ministro lui e allargare la schiera dei sottosegretari(cosa non possibile perchè bisogna cambiare la legge,alla faccia dell'austerity)quindi ha chiesto a berlusconi se voleva fare prima il cambio dei ministri oppure aspettare e fare le cose insieme(,berlusconi allora gli è convenuto pensarci un po',perchè dovendo accontentare più persone e non potendolo fare ora perchè i sottosegretari quel numero deve rimanere a meno che non si cambi la legge,)credo che il passo indietro lo abbia fatto Berlusconi visto che per tener su questa maggioranza deve dare un po' a tuttii,quindi meglio che rifletta un po',nun sia mai sbaglia qualcosa,le sorti sue sono in mano a pochi,d'altronde è un uomo ricattabile ed ogni passo lo deve fare con molta cautela....
    Saluti.

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da colombaccio51
    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Mi spieghi Sipe perche`essere "politicamente corretti" e`solo aria fritta?

    Perchè dietro le nebbie del "politicamente corretto" si celano tante ipocrisie, tanti detto e non detto che ingenerano sospetti e dubbi che portano a comportamenti errati, a volte, innescando reazioni a catena da cui difficilmente se ne esce...meglio dire quello che si pensa, educatamente, ma senza i così detti peli sulla lingua usando un linguaggio diretto, evitando di ricorrere al "politichese", assumendo, all'occorrenza, anche posizioni in controtendenza, a causa delle quali, si può correre il rischio di pagarne un prezzo molto alto.

    Lascia un commento:


  • colombaccio51
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Originariamente inviato da sipe48
    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.
    Mi spieghi Sipe perche`essere "politicamente corretti" e`solo aria fritta?

    Lascia un commento:


  • sipe48
    ha risposto
    Re: ROMANO ALL'AGRICOLTURA?

    Direi che è estremamente ingiusto ed antidemocratico...ma si sa la democrazia in Italia ciascuno la fa a proprio uso e consumo...intendiamoci a me di Romano non me ne può fregare di meno...io difendo l'assunto che in democrazia ogni individuo DEVE essere considerato innocente fino a prova contraria che nell'ordinamento giudiziario italiano è garantita fino al terzo grado di giudizio...e mi sono rotto un po' le scatole su sto cavolo di "politicamente corretto" che, per me, è solo aria fritta.

    Lascia un commento:

Accedi o Registrati

Comprimi

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Sto operando...
X