annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Meteo stagione 2017/2018

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Previsioni Meteo, fine settimana dal sapore primaverile sull'Italia, ma dalla prossima settimana un nuovo vortice ciclonico porterà una forte fase di maltempo

    La Primavera continua a mostrare il suo volto più instabile. L’Italia continua ad essere meta di perturbazioni che dall’atlantico si tuffano nel Mediterraneo interessando la nostra Penisola portando piogge e temporali specie al Centro-Nord, al Sud invece l’alta pressione continua a regalare delle giornate dal sapore primaverile, con punte massime che sfiorano i +22°C specie all’estremo Sud, salvo una debole variabilità che arreca una nuvolaglia sparsa associata a deboli pioviggini sul versante tirrenico, ma senza effetti rilevanti. Nel fine settimana un promontorio anticiclonico transiterà sull’Italia favorendo tempo più stabile e un clima più mite da Nord a Sud. Tuttavia, sulla base degli ultimi aggiornamenti, questa fase stabile potrebbe durare veramente poco in quanto un nuovo vortice depressionario raggiungerà probabilmente la nostra Penisola ad inizio della prossima settimana. Dal punto di vista termico, non si prevedono grandi sbalzi rispetto alla situazione attuale: è probabile che le temperature si manterranno più o meno in media col periodo, risultando generalmente più basse al Centro-Nord e più miti al Sud per temporanei prefrontali caldi che in un secondo momento richiameranno nuovi peggioramenti atlantici. Il tempo sull’Italia potrebbe quindi presentarsi instabile con piogge diffuse e temporali, la cui distribuzione attualmente risulta di difficile lettura, in quanto l’attendibilità previsionale è piuttosto bassa, pertanto vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti.



    Meteoweb
    oreip piace questo post.
    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

    COMMENTA


    • Peggioramento esteso a gran parte della Penisola

      Coinvolte soprattutto le zone interne del centro e gran parte del settentrione.

      - Oggi, ore 07.39

      SITUAZIONE: un vasto corpo nuvoloso, legato all'ingresso di una saccatura dall'ovest del Continente, ha invaso il Mediterraneo centrale, determinando piogge e rovesci estesi dal nord-ovest sino a parte della Calabria tirrenica. E' solo l'inizio di una fase instabile che caratterizzerà tutta la prima parte della settimana, specie al nord.

      EVOLUZIONE: martedì altre precipitazioni sono attese al nord-ovest, sporadicamente anche sul resto del nord e sulla Toscana. Nella notte su mercoledì un nuovo fronte si affaccerà tra nord e centro; contemporaneamente all'estremo sud, tra Sicilia e Calabria, si farà strada un fronte afro-mediterraneo, responsabile di precipitazioni su queste zone nelle prime ore di mercoledì.

      FORTI PRECIPITAZIONI: tra mercoledì e giovedì al nord, sulle regioni centrali, specie de versante tirrenico e in parte sulla Campania, sono attese precipitazioni anche intense, in particolare sul nord-ovest.

      SPAGNA: tra martedì e giovedì freddo in arrivo sulla Penisola Iberica con risvolti nevosi in quota sin verso i 500-600m.

      PARZIALE MIGLIORAMENTO: un certo miglioramento interverrà tra venerdì e sabato grazie all'inserimento di un modesto cuneo anticiclonico, ma da domenica il centro e il sud potrebbero essere visitati da un nuovo passaggio frontale, da confermare.

      DA NOTARE: lo schema barico che vede la presenza anomala di un anticiclone sulla Scandinavia e le depressioni atlantiche deviate verso le basse latitudini mediterranee potrebbe protrarsi sino a domenica 15 aprile. In seguito potrebbe verificarsi un cambiamento nell'assetto ma con l'Italia sempre vulnerabile all'ingresso di depressioni atlantiche. Segui tutti gli aggiornamenti.

      OGGI: su tutte le regioni occidentali, dal Piemonte alla Calabria, comprese Lombardia, Liguria, Valle d'Aosta, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, molto nuvoloso con precipitazioni intermittenti, più probabili sulle zone interne. Schiarite su Sardegna e Sicilia, nubi ma tempo inizialmente asciutto sulle altre regioni ma con tendenza a peggioramento sul nord-est e sull'Emilia associato a precipitazioni; più sporadici e legati all'Appennino i fenomeni lungo il versante adriatico del centro e del sud. Temperature massime in calo. Limite della neve sulle Alpi oltre i 1700m.

      DOMANI: al nord-ovest sino all'est Lombardia e sulla Toscana tempo ancora instabile con rischio di rovesci intermittenti, parzialmente nuvoloso sul resto del nord e del centro, temporaneamente più soleggiato altrove ma con nubi in aumento sulla Sicilia. Temperature senza grandi variazioni.

      ,Meteolive
      oreip piace questo post.
      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

      COMMENTA


      • Al nord e sulla Toscana comanda la PIOGGIA, ma presto ce ne sarà per tutti...

        Marginale coinvolgimento della Sardegna e delle altre zone interne del centro, bel tempo mite al sud. Mercoledì peggioramento più marcato sulle stesse zone ed anche neve nelle Alpi dalle quote medie. Giovedì precipitazioni anche su parte del centro. Venerdì inaffidabile al nord e nelle zone interne del centro. Nel fine settimana depressione in azione e probabile peggioramento quasi ovunque, specie al centro e al sud. Da lunedì migliora.

        Oggi, ore 07.36

        SITUAZIONE: il nord Italia e parte delle regioni centrali vengono raggiunte dal ramo ascendente di una vasta figura depressionaria presente tra Francia e Spagna e sperimentano condizioni di tempo instabile. Marginale invece il coinvolgimento del resto del centro e soprattutto del meridione che vivrà ancora una giornata soleggiata.

        EVOLUZIONE: mercoledì un corpo nuvoloso più intenso coinvolgerà il settentrione e la Toscana determinando piogge intense e anche nevicate dalle quote medie lungo le Alpi. Le precipitazioni potranno risultare abbondanti a ridosso della fascia montana e pedemontana.

        BREVE TREGUA: tra giovedì pomeriggio e venerdì tregua parziale con nuvolaglia irregolare e solo qualche fenomeno locale.

        PEGGIORA NEL WEEK-END: l'ultima emissione del modello americano è pessimista per il fine settimana, quando vede il transito di una depressione sul Tirreno centrale che potrebbe dispensare piogge su quasi tutto il Paese, unitamente a temporali.
        La previsione sul coinvolgimento del nord resta però incerta, seguite gli aggiornamenti.

        PROSSIMA SETTIMANA: l'alta pressione africana punterà sulla Francia e poi verso il centro Europa e il Regno Unito, in questo modo, dopo un iniziale miglioramento del tempo, sul nostro Paese comincerà ad affluire aria più fresca dai quadranti orientali, accompagnata da condizioni instabili al centro e al sud.

        DA NOTARE: ancora una volta rimarchiamo l'anomalia barica presente sul Continente, non favorevole all'affermazione di un campo di alta pressione stabile sul bacino centrale del Mediterraneo.

        OGGI: al nord e sulla Toscana nubi in progressivo aumento con piogge e rovesci anche temporaleschi, specie tra la tarda mattinata e la parte del centrale del pomeriggio, temporaneo miglioramento verso sera. Sulla Sardegna nuvolaglia con brevi piovaschi possibili nel nord della regione, variabile sul resto del centro con isolati rovesci in un contesto a tratti soleggiato. Al sud bel tempo e clima mite.

        DOMANI: al nord pesante maltempo con piogge, temporali, nevicate su ovest Alpi sino a 1000-1200m, su Alpi centrali oltre i 1400m, su est Alpi a quote superiori. Sulla Toscana maltempo con piogge e temporali, variabile sul resto del centro con piogge e rovesci, più probabili in Sardegna, solo nubi sparse e prevalenza di sole al sud. Temperature in calo nei valori massimi al nord e sulla Toscana, valori invariati altro
        Meteolive
        oreip piace questo post.
        Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

        COMMENTA


        • Previsioni Meteo, è Primavera al 75%: Aprile di caldo anomalo sull’Italia ma con grandi piogge al Centro/Nord


          Previsioni Meteo, Aprile prosegue con caldo anomalo in tutt'Italia e forti piogge al Centro/Nord. Il punto della situazione

          Previsioni Meteo – Tra caldo e maltempo: è Primavera sull’Italia, al 75%. Perché la Primavera è fatta anche di queste lunghe e prolungate fasi piovose: ieri ne abbiamo avuto un antipasto con i nubifragi di Roma (oltre 60mm di pioggia e tanti danni nella Capitale), domani – Mercoledì 11 Aprile – altre forti piogge colpiranno tutto il Nord/Ovest con accumuli superiori ai 100mm sul Piemonte. Il tutto in un contesto di caldo anomalo, con temperature tipiche di metà maggio un po’ in tutto il Paese e soprattutto al Centro/Sud. La prima settimana del mese s’è conclusa con grandi anomalie positive in tutt’Europa (vedi mappe NOAA a corredo dell’articolo), la seconda sarà anche peggio. Ma il maltempo continuerà, soprattutto al Nord e nelle Regioni centrali tirreniche. Avremo un lungo periodo, almeno fino al 20 Aprile, con correnti di scirocco in tutto il Paese e temperature di gran lunga superiori rispetto alla norma in modo particolare al Centro e al Sud, ma anche al Nord/Est con oltre +20°C in pianura Padana tra Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, ed oltre +25°C dall’Appennino Tosco/Emiliano in giù. Nella gallery a corredo dell’articolo le mappe con le temperature ad 850hPa di ECMWF e quelle di precipitazioni, venti e temperature al suolo del preciso modello Moloch dell’ISAC-CNR.

          Meteoweb
          oreip piace questo post.
          Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

          COMMENTA


          • Previsioni Meteo, persiste la lunga “sciroccata” di Aprile: forte maltempo al Nord, tanta neve sulle Alpi ma la prossima settimana cambia tutto

            Previsioni Meteo, il punto della situazione: altri 4 giorni di scirocco con forte maltempo al Nord e tanta neve sulle Alpi, sabbia del Sahara al Sud. Poi autentica svolta primaverile: ecco cosa succederà



            Previsioni Meteo – Soffia ininterrottamente lo scirocco sull’Italia: è la lunga “sciroccata” di questo mese di Aprile, caratterizzato da temperature superiori alle medie del periodo sin dall’inizio del mese, ma anche da forte maltempo sulle Regioni del Nord e del Centro. Nella giornata di Mercoledì 11 Aprile abbiamo avuto ben +24°C a Napoli, Palermo, Salerno, Caserta e Benevento, +23°C a Catania, Trapani e Guidonia, +21°C a Roma, Bari, Latina e Lecce. Caldo anche al Nord/Est con +20°C a Udine e Gorizia, +19°C a Pordenone e Merano, +18°C a Padova e Vicenza; situazione completamente differente al Nord/Ovest dove piove senza sosta da molte ore e la colonnina di mercurio non ha superato i +13°C a Milano, i +12°C a Genova e addirittura i +10°C a Torino. Nelle prossime ore il maltempo si intensificherà sensibilmente su tutto il Nord, per l’avvicinamento della perturbazione posizionata tra le coste della Catalogna e le isole Baleari, in avvicinamento sull’Italia settentrionale. Tanta neve in arrivo sulle Alpi oltre i 1.400/1.500 metri di altitudine.


            Situazione molto differente invece al Sud, dove il cielo è sporcato da ingenti quantità di sabbia del deserto del Sahara proveniente dal vicino Nord Africa. Anche Giovedì 12 Aprile avremo clima mite e variabile, con nubi sparse e qualche piovasco di pioggia mista a polvere desertica. Le temperature rimarranno elevate con picchi di oltre +22/+23°C soprattutto in Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, mentre diminuiranno lievemente tra Lazio e Campania specie nel pomeriggio/sera quando arriverà anche un po’ di pioggia sui settori del medio Tirreno.


            Lo scirocco persisterà sull’Italia anche nel weekend, quando proprio tra Sabato 14 e Domenica 15 Aprile una nuova perturbazione (stavolta Afro/Mediterranea) si avvicinerà al nostro Paese da sud/ovest provocando ancora forti piogge al Nord, ma anche venti intensi e un’altra forte sciroccata al Sud, con tantissima sabbia del Sahara che andrà a rendere particolarmente suggestiva l’atmosfera nelle Regioni meridionali.


            La situazione, però, cambierà completamente la prossima settimana: una vera e propria “svolta primaverile” subito dopo metà mese, con la risalita dell’Anticiclone delle Azzorre sul Nord Europa. Un’impressionante “bolla” calda farà esplodere quasi l’estate nell’Europa settentrionale con temperature che potranno superare i +25°C su gran parte del continente. Anche sul Nord Italia avremo molto caldo, con picchi che tra Mercoledì 18 e Giovedì 19 potrebbero addirittura sfiorare i +30°C al Nord/Est, nei fondovalle alpini e nelle zone interne del Centro, proprio quei +30°C sfiorati in più occasioni nel mese di Marzo in Sicilia ma ancora mai raggiunti in Italia in questo 2018.



            Contemporaneamente al Centro/Sud avremo un lungo periodo di instabilità pomeridiana con temporali a sviluppo convettivo: i primi fenomeni si verificheranno Lunedì 16, e proseguiranno tutti i giorni della prossima settimana in modo particolare nelle zone interne dell’Appennino, con locali nubifragi e grandinate nelle zone interne. Attenzione, quindi, alle “bombe d’acqua”, in un contesto comunque stabile, soleggiato e mite in modo particolare al mattino e nelle zone costiere. Sarà, quindi, una situazione tipicamente primaverile.

            Meteoweb
            oreip piace questo post.
            Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

            COMMENTA


            • Ultimi rovesci al nord, ma il tempo resterà variabile ovunque

              La circolazione fredda che ha interessato il nord nelle ultime ore tende gradualmente ad esaurirsi, mentre una depressione andrà a scavarsi a ridosso dell'Algeria, finendo per coinvolgere entro le prime ore di domenica la Sardegna e poi centro e sud del Paese.

              Oggi, ore 07.35

              SITUAZIONE: l'impulso instabile transitato nelle ultime ore al nord ha provocato forti rovesci temporaleschi ed anche grandinate rilevanti. Il fronte era inserito in un vortice freddo in quota, che da oggi perderà importanza ma riuscirà comunque a dispensare ancora qualche rovescio, specie sulla Lombardia.

              DEPRESSIONE AFRICANA: nel contempo andrà ad approfondirsi sull'Algeria una depressione al suolo che sabato proverà ad interessare la Sardegna, ma limitandosi a produrre qualche pioggia, più probabile nella notte su domenica. La depressione agirà poi al centro e al sud nel corso della giornata di domenica, portando piogge sparse, mentre al nord la nuvolosità tenderà ad aumentare ma le precipitazioni potrebbero intervenire solo dalla notte su lunedì.

              EVOLUZIONE: lunedì la depressione riuscirà ancora a dispensare nuvolaglia sull'insieme del Paese e qualche debole precipitazione intermittente, specie al nord. Intanto un anticiclone si rafforzerà sul centro Europa ma sull'Italia potrebbe continuare ad affluire aria più fresca ed instabile da est, in grado di mantenere attive moderate condizioni di instabilità sino a mercoledì 18, ma con fenomeni nel complesso modesti.

              MIGLIORAMENTO: da giovedì 19 a domenica 22 aprile è possibile un temporaneo rinforzo dell'anticiclone anche sull'Italia con tempo buono e decisamente mite (ipotesi del modello americano).

              OGGI: al nord nuvolosità irregolare con schiarite, ma anche annuvolamenti temporaneamente intensi, associati a brevi rovesci temporaleschi, segnatamente su Appennino ligure, est Piemonte e Lombardia. Dal pomeriggio tendenza a miglioramento a causa dell'inserimento di aria più mite in quota. Al centro e al sud, salvo modesti passaggi nuvolosi medio-alti, tempo generalmente buono.
              Temperature in lieve aumento al nord ma ancora fresche (massime sui 15°C), più miti sul resto del Paese (massime sui 19-20°C)

              DOMANI: nubi irregolari medio alte sulla Sardegna, tutto il versante tirrenico e il nord-ovest ma senza conseguenze. Altrove da poco nuvoloso a velato ma senza conseguenze. In serata possibili piogge in Sardegna. Temperature in aumento.

              meteolive
              oreip piace questo post.
              Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

              COMMENTA


              • Previsioni Meteo, sarà un Aprile sempre più caldo: clamorosa ondata di calore in Europa, coinvolta anche l’Italia ma attenzione ai temporali.





                Previsioni Meteo, la tendenza per la seconda metà del mese di Aprile: in settimana una clamorosa ondata di caldo estivo farà aumentare le temperature in tutt'Europa, coinvolta l'Italia dove però avremo anche forti temporali

                Previsioni Meteo – Cambia la situazione meteorologica nell’area Euro-Mediterranea dopo il 15 Aprile, proprio a metà mese. Dopo lo scirocco che ha condizionato il tempo nelle prime due settimane del mese portando tanta sabbia del Sahara e caldo anomalo sull’Italia, adesso avremo un periodo sempre mite ma più instabile con forti piogge e temporali in modo particolare nella prima parte della settimana entrante con spifferi un po’ più freschi e soprattutto forieri di violenti temporali su gran parte d’Italia, e in modo particolare al Centro/Sud tra Martedì 17 e Mercoledì 18 Aprile. Intanto un’altra intensa ondata di calore risalirà l’Europa da sud/ovest verso nord/est, portando temperature eccezionali su tutto il continente. Tra Mercoledì 18 e Giovedì 19 avremo punte vicine ai +30°C tra Francia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Germania, Danimarca, Repubblica Ceca, Svizzera, Austria e Ungheria, come se fossimo già in piena estate.

                Sull’Italia sarà una settimana senza venti particolarmente intensi, quindi rimarrà nell’atmosfera la sabbia del Sahara arrivata nei giorni scorsi. Le temperature aumenteranno sensibilmente al Nord e sulle Alpi, dove arriveremo a metà settimana molto vicini ai +30°C. Nel weekend, poi, farà più caldo anche al Centro/Sud e tornerà a splendere il sole in tutto il Paese.
                Meteoweb
                oreip e Mikylales piace questo post.
                Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                COMMENTA


                • L'anticiclone è in rimonta ma l'instabilità non mancherà

                  L'anticiclone va rimontando sul centro Europa e sul nord Italia, ma al centro e al sud la presenza di un'ansa depressionaria finirà per determinare a tratti condizioni di instabilità atmosferica pomeridiana, soprattutto lungo la dorsale appenninica. Si andrà avanti così per diversi giorni. Le temperature risulteranno più elevate al nord, soprattutto nei fondovalle alpini.

                  Oggi, ore 07.52

                  SITUAZIONE: si va concretizzando un'incisiva rimonta dell'alta pressione sul centro Europa, che presto andrà abbracciando anche il nord Italia e marginalmente le nostre regioni centrali, ma non riuscirà del tutto ad imporsi più a sud, dove insisterà un'ansa depressionaria favorevole allo sviluppo di nuclei temporaleschi pomeridiani, specie lungo la dorsale appenninica.

                  EVOLUZIONE: tale situazione si ripresenterà per più giorni, ma l'instabilità risulterà intermittente e nel fine settimana tenderà a localizzarsi soprattutto sulle estreme regioni meridionali.

                  TEMPERATURE: saliranno oltre i valori medi del periodo, soprattutto al nord e nelle Alpi; nelle ore pomeridiane localmente entro domenica potranno toccarsi punte di 26-27°C.

                  PROSSIMA SETTIMANA: inizialmente potrebbe esserci la tendenza dell'anticiclone a sprofondare proprio nel Mediterraneo, stabilizzando ulteriormente il tempo e facendo aumentare in maniera ancora più importante le temperature. Sino a mercoledì 25 aprile il tempo risulterebbe dunque tranquillo, subito dopo invece comincerebbe ad avanzare verso di noi le saccature atlantiche, congiuntamente ad una flessione del campo barico.

                  PEGGIORAMENTO: i peggioramenti previsti al momento dal modello americano si possono collocare tra il 27 ed il 28 aprile e poi intorno al Primo Maggio. Seguite comunque gli aggiornamenti.

                  OGGI: al nord parzialmente nuvoloso con ampie schiarite, solo su Emilia-Romagna e pedemontana veneta possibili addensamenti più intensi associati a rovesci o brevi temporali pomeridiani, al centro e al sud nuvolosità irregolare con schiarite mattutine, seguite da annuvolamenti e rovesci sparsi, anche temporaleschi, più probabili nelle zone interne e montuose. Sulle coste isolane più sole ma rovesci possibili nell'interno. Temperature in rialzo al nord, stazionarie altrove.

                  DOMANI: ancora instabilità al centro e al sud con rovesci pomeridiani sulle zone interne e montuose, più sole al settentrione con scarso rischio di rovesci pomeridiani. Temperature in aumento ulteriore al nord.

                  Meteolive
                  oreip piace questo post.
                  Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                  COMMENTA


                  • Allerta Meteo al Sud per i forti temporali pomeridiani di oggi. Caldo estivo al Nord fino a +28°C in pianura Padana

                    Allerta Meteo per i temporali pomeridiani che oggi colpiranno molte zone del Sud, mentre al Nord le temperature aumentano ancora. Le mappe e i dettagli

                    Allerta Meteo – Anche oggi pomeriggio avremo forti temporali sulle Regioni del Sud: i fenomeni saranno più intensi rispetto a quelli che si sono verificati ieri nelle zone appenniniche, e soprattutto potranno stavolta sconfinare fin sulle coste e pianure tirreniche. Anche grandi città come Roma, Napoli, Salerno, Lamezia Terme, Reggio Calabria e Palermo rischiano di dover fare i conti con veloci acquazzoni pomeridiani, prima del miglioramento serale. Nelle immagini a corredo dell’articolo (le mappe del modello Moloch dell’ISAC-CNR) possiamo notare proprio le zone più colpite dai fenomeni, quindi Campania, Basilicata tirrenica, Calabria e Sicilia, ma anche tra Abruzzo, Lazio e Sardegna avremo dei fenomeni temporaleschi pomeridiani. Bel tempo e sole indisturbato, invece, su tutto il Nord e su gran parte del Centro, dove già alle 10:00 di stamattina avevamo temperature eccezionalmente miti per il periodo, tra +21 e +22°C. Le minime della notte in alcune località della pianura Padana sono rimaste addirittura di +14°C, e le massime arriveranno oggi fino a +28°C come se fossimo già in estate.

                    Anche nei prossimi giorni continuerà a splendere il sole, che da domani si estenderà anche al Centro/Sud con temporali pomeridiani in attenuazione. Le temperature aumenteranno sensibilmente e nelle zone interne del Nord avremo i primi +30°C della stagione. Si prospetta un weekend precocemente estivo in tutto il Paese.

                    Meteoweb


                    oreip piace questo post.
                    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                    COMMENTA


                    • Caro Amico Prete, sento l'urgenza di ringraziarti per i puntuali interventi che quotidianamente metti a nostra disposizione. Prima era possibile con un semplice clic farti sapere che apprezzavo e ringraziavo, adesso mi devo limitare a cliccare su "mi piace". Scusami ma credo di non avere colpa.
                      Con tanto Affetto e ammirazione
                      piero
                      prete piace questo post.
                      NON SI DISCUTE PER AVERE RAGIONE MA PER CAPIRE
                      " Jorge Luis Borges "

                      COMMENTA


                      • Non preoccuparti Piero, nessun problema e non farti problemi ....... grazie.
                        oreip piace questo post.
                        Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                        COMMENTA


                        • La primavera si traveste da estate ma soltanto sino al 25 aprile, in seguito si prospetta un cambiamento

                          L'alta pressione accompagnata da temperature fuori norma, terrà sotto scacco il nostro Paese sino alla festività del 25 aprile. In seguito vi potrebbe essere un nuovo cambiamento delle condizioni atmosferiche.

                          In primo piano - 18 Aprile 2018, ore 21.30

                          In questi giorni il continente europeo verrá tenuto sotto scacco da un vistoso anticiclone alimentato dall'aria molto tiepida. Oltre ad una atmosfera stabile, dovremo confrontarci con un profilo generale delle temperature sensibilmente superiore alle medie del periodo soprattutto sull'Europa centrale ma anche sulle nostre regioni settentrionali. L'aumento della temperatura viene oltremodo favorito dalla presenza di una sinottica nord-orientale associata a condizioni di alta pressione e pertanto con una spiccata subsidenza che risulterà ulteriormente amplificata dall'irraggiamento solare di aprile, già sufficientemente potente da portare la colonnina di mercurio nelle zone interne ben oltre i +20°C. Appena più fresco lungo le coste.

                          Sul fronte dell'instabilità, rovesci e temporali di breve durata potranno scatenarsi durante le ore pomeridiane sui rilievi dell'Appennino, con locali sconfinamenti costieri che domani, giovedì 19, potranno manifestarsi sull'Appennino centrale e meridionale, mentre venerdì 20 aprile saranno possibili soltanto sul Mezzogiorno e la Sardegna.

                          Nel fine settimana, il cuore più caldo e stabile dell'alta pressione, tenderà a migrare dall'Europa centrale al Mediterraneo. tuttavia l'instabilità non riuscirà comunque ad abbandonare i rilievi interni del centro e del sud, laddove nelle ore pomeridiane saranno ancora possibili dei temporali. Le temperature risulteranno ancora elevate.

                          Per avere delle nuove perturbazioni più organizzate ed un ribasso più sensibile delle temperature, dovremo aspettare l'ultima settimana di aprile, momento in cui il modello europeo identifica dapprima un ribasso del Fronte Polare, poi la penetrazione di una vera e propria saccatura contenente al suo interno, masse d'aria più fresche di origine oceanica. Il passaggio di una nuova perturbazione potrebbe quindi divenire realtà entro giovedì 26 e venerdì 27 aprile, con modalità ancora tutte da verificare.

                          Considerando la grande distanza che ancora ci separa, questa previsione risulta tutt'altro che sicura.

                          Meteolive

                          oreip piace questo post.
                          Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                          COMMENTA


                          • Previsioni Meteo, estate anticipata sull'Italia: temperature tipiche di Giugno in tutto il Paese, anomalie di caldo impressionanti e nei prossimi giorni la colonnina di mercurio si alzerà ancora. Mappe e dettagli

                            Previsioni Meteo – Fa sempre più caldo sull’Italia e splende il sole in tutto il Paese, con gli ultimi fenomeni d’instabilità temporalesca che oggi pomeriggio hanno interessato alcune zone del Sud in modo molto isolato e limitato. Al Nord e nelle Regioni tirreniche, invece, ha fatto molto caldo. Nelle Regioni settentrionali le temperature più alte con +30°C a Mantova, +28°C a Torino e Trieste, +27°C a Padova, Genova, Bolzano, Trento, Udine, Vicenza e Treviso, +26°C a Verona, Ferrara e Sondrio, +25°C a Venezia, Novara e Aosta. Nelle Regioni centrali tirreniche abbiamo raggiunto ben +27°C a Napoli, Caserta, Latina e Guidonia, +26°C a Roma, Firenze e Grosseto, +25°C a Salerno. Decisamente più fresco al Sud e nelle Regioni Adriatiche, con Lamezia Terme che non ha superato i +18°C, Brindisi e Ancona ferme a +19°C, Palermo, Messina e Trapani sulle coste della Sicilia hanno raggiunto una massima di +20°C, esattamente dieci gradi più bassa rispetto ai valori misurati nel cuore della pianura Padana. Ma nei prossimi giorni le temperature aumenteranno sensibilmente in tutto il Paese. Eloquenti le mappe a corredo dell’articolo: sarà bel tempo non solo nella parte finale di questa settimana, ma anche la prossima. Quando farà ancora più caldo.

                            Da un punto di vista climatico, è un Aprile caldissimo come se fossimo già ad inizio estate. L’anomalia termica è eccezionale: già la prima metà del mese s’è conclusa con scarti molto significativi rispetto alla norma, e la seconda sarà decisamente più calda. Splende il sole in tutt’Italia e il tempo rimarrà stabile e soleggiato almeno per altri 7-8 giorni, con qualche disturbo nuvoloso tra Venerdì 20 e Domenica 22 soltanto al Sud e sulle isole ma senza precipitazioni significative. Sarà comunque un weekend dal clima estivo: parte la grande corsa alle spiagge: anche se le temperature delle acque dei mari intorno all’Italia sono ancora troppo basse per consentire il pieno svolgimento di tutte le attività balneari tipicamente estive, avremo condizioni meteo ideali per la prima tintarella della stagione.



                            Meteoweb
                            oreip piace questo post.
                            Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                            COMMENTA


                            • L'anticiclone si indebolisce: accentuazione dell'instabilità al nord

                              L'alta pressione perderà qualche colpo, consentendo infiltrazioni di aria fresca in quota al nord, foriera di instabilità atmosferica. Gradualmente meno caldo nel corso dei prossimi giorni, confermato il guasto graduale per fine mese a partire dal nord Italia.

                              Oggi, ore 07.38

                              SITUAZIONE: la zona di alta pressione che per giorni ha caratterizzato il tempo sul nostro Paese tende ad indebolirsi, favorendo l'accentuazione di condizioni di instabilità, segnatamente sulle nostre regioni settentrionali.

                              TEMPORALI: oggi saranno più che altro probabili degli acquazzoni pomeridiani lungo la fascia alpina e prealpina, in serata o nella notte su martedì soprattutto sulle Venezie, dal Trevigiano, Padovano e Veneziano verso est.

                              EVOLUZIONE: martedì un cavetto d'onda depressionario transiterà sul settentrione andando a rinnovare le condizioni di instabilità al nord, specie tra Lombardia e Triveneto con rischio di temporali sparsi nelle ore pomeridiani.

                              25 APRILE: con il sole su gran parte del Paese.

                              FASE TRANQUILLA: pur con l'anticiclone in fase di indebolimento, il tempo rimarrà in prevalenza buono sino a sabato, quando invece è prevista un'accentuazione dell'instabilità tra nord e centro, segnale di un peggioramento che interverrà soprattutto nei giorni successivi, ma da confermare.

                              PRIMI di MAGGIO: la svolta meteo della prima decade di maggio appare confermata anche stamane dal modello americano, che segnala un peggioramento delle condizioni atmosferiche per l'inserimento di figure depressionarie di origine atlantica con fasi piovose soprattutto al nord, ma poi anche al centro e al sud e un graduale calo delle temperature su valori comunque prossimi alle medie del periodo.

                              OGGI: al mattino bel tempo ovunque, salvo un po' di nubi sul settore alpino. Nel pomeriggio accentuazione della nuvolosità cumuliforme su Alpi e Prealpi, associata a brevi rovesci, anche temporaleschi, che in serata andranno localizzandosi tra Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia. Altrove ancora bel tempo. Temperature molto miti.

                              DOMANI: al nord, segnatamente tra Alpi, Lombardia e Triveneto nuvolosità irregolare con rovesci sparsi e qualche breve temporale nel pomeriggio, associato a raffiche di vento ed ad un certo calo termico. Sui restanti settori del Paese bel tempo e temperature miti.

                              Meteolive
                              oreip piace questo post.
                              Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                              COMMENTA


                              • Previsioni Meteo, ancora sole e caldo anomalo nella settimana del 25 Aprile ma altri temporali sono in agguato.

                                Previsioni Meteo, nella settimana del 25 Aprile aumenterà il caldo anomalo in Italia ma altri temporali colpiranno varie zone del Paese. Le mappe e i dettagli

                                Previsioni Meteo – S’è concluso con i +32°C di Mantova il weekend di caldo record al Nord Italia: da 4 giorni consecutivi in pianura Padana si superano i +30°C come se fossimo in piena estate, e continuerà così per tutta la settimana del 25 Aprile. Il caldo aumenterà anche al Sud giorno dopo giorno, sarà un finale del mese rovente in tutt’Italia ma attenzione all’instabilità: i temporali pomeridiani che tra sabato e domenica hanno colpito il Sud, nei prossimi giorni insisteranno in molte aree del Paese e soprattutto nella seconda metà della settimana, tra Giovedì 26 e Sabato 28 Aprile colpiranno in modo particolarmente intenso molte aree dell’Italia da Nord a Sud. A provocare quest’instabilità sarà il transito di un’altra area perturbata simile a quella del weekend, stavolta più occidentale e settentrionale, quindi con un maggior coinvolgimento del territorio italiano rispetto ai fenomeni dei due giorni scorsi che sono stati limitati quasi esclusivamente a Calabria e Sicilia. Quest’instabilità, comunque, non farà diminuire le temperature (eccezion fatta, ovviamente, per le zone colpite dai temporali dove, durante i fenomeni precipitativi, la colonnina di mercurio crollerà rapidamente verso il basso). Per il resto continuerà a fare molto caldo con temperature analoghe a quelle che sarebbero normali per metà/fine Giugno. Il mese di Aprile si concluderà con altri record e per l’Italia potrebbe diventare il più caldo di sempre.

                                Meteoweb
                                oreip piace questo post.
                                Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X