annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Springer spaniel che riporta pietre

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Springer spaniel che riporta pietre

    Salve, vorrei prendermi un cane per il riporto ed un amico mi ha detto di volermi dare il suo springer. Un maschio di due anni che ha il problema che quando si sta a caccia e magari gli si vuole indicare la zona dove sia caduto l’animale abbattuto e gli si lancia una pietra, lui riporta la stessa fregandosene del selvatico . Come si potrebbe risolvere questo “difetto”???

  • #2
    Difficile a questo punto. Se al cane fosse stato insegnato ad obbedire a comandi a braccia e fischi, questo non sarebbe successo. Io, fossi in te, gli direi (al padrone, non al cane), "Grazie, ma no, grazie." Forse io non so di che cosa io stia parlando, e di sicuro ci sono cacciatori cinofili piu' bravi di me che saprebbero correggere questo comportamento, ma io non ci perderei tempo.

    jagher1 piace questo post.
    CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

    COMMENTA


    • #3
      O tirando tordi e merli al posto delle pietre.... o cambiando cane.
      Eeeehhhh......

      COMMENTA


      • #4
        Molto probabilmente non ha idea del comando, vuol giocare. Penso che ricominciando gli esercizi (quelli appropriati) di scuola possa, con il tempo e con molta pazienza da parte tua, divenire un ottimo riportatore. Anche le razze predisposte geneticamente al riporto hanno necessariamente bisogno di scuola.
        setterman1

        COMMENTA


        • #5
          Quindi mi consigliate di desistere

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da CeKkInO88 Visualizza il messaggio
            Quindi mi consigliate di desistere
            Atto pratico: se tu avessi un cane che va bene, che va alla grande.....lo vorresti dar via?
            lucas e SPARTANO piace questo post.

            COMMENTA


            • setterman1
              setterman1 commentata
              Modifica di un commento
              C'è anche chi con i cani non ci capisce un gran che, lo crede un bidone e poi invece….Certo occorre un cinofilo che sappia valutare le caratteristiche di un cane.
              setterman1

          • #7
            Non gli lanciare mai più pietre lanciagli un colombaccio o un tordo e premialo ogni volta, ma non lo fare più di 3-4 volte al giorno, poi sarà lui a partire quando vede cadere un animale, anche il mio riporta di tutto, ma a caccia riportava i colombacci, già a sette mesi lo faceva e poi uno springer è anche da cerca, come va sugli animali è interessato, li cerca?
            Il mio che ha 11 mesi corre dietro a tutto quello che vola o si muove, io lo lascio fare vista l'età, ma è un buon segno questo.
            Osserva e valuta, un cane campa anche 15 anni se non ti va a genio che fai, trovi un altro a cui appiopparlo?
            Mikylales piace questo post.
            O a Napoli in carrozza o alla macchia a far carbone.

            COMMENTA


            • #8
              Certo è difficile darti consigli, dipende anche da come conosci a fondo questo tuo amico, e quanto ti fidi di lui. Di certo trovo che Gianni1 ti ha dato un buon consiglio, la scuola, insegnargli pazientemente il da farsi è certo buona cosa. Anche il mio porta le chiavi, gli occhiali e le mie ciabatte ma trova e riporta tordi e colombi, se cosi non fosse è colpa mia e non sua che fa di tutto per compiacermi, e sono io che gli ho dato gli inseganmenti errati.

              COMMENTA


              • #9
                Molto probabilmente il cane non sa neanche perché si trova nel posto dove gli vengono abbattuti i tordi. Il cane è un animale intelligentissimo, se ha interesse per il selvatico impara subito e in poco tempo riesce a marcare il punto di caduta del selvatico abbattuto. Con l'esperienza potrebbe riuscire a marcare a vista e a ricordarsi anche tre punti di caduta. Il primo esercizio è mettere seduto il cane dalla parte destra del conduttore, per i mancini dalla parte sinistra. Fatto questo si fa vedere il riportello al cane e si lancia una diecina di metri davanti al cane, una volta lanciato, il braccio deve restare teso davanti al cane ad indicargli la direzione del riportello. Sarebbe meglio che il cane riportasse la selvaggina che ha lavorato e scovato. Dopo si porta il cane in uno specchio d'acqua dove può vedere l'arrivo di qualche anatra, basterebbero tre o quattro abbattimenti, per vedere il cane scrutare il cielo e indicare al padrone l'arrivo delle anatre. Per i tordi le prime volte si porta il cane in terreni poco sporchi, fino ad arrivare a quelli più difficili ed impenetrabili. Se il cane avesse passione e naso io lo prenderei.
                SPARTANO e Mikylales piace questo post.

                COMMENTA


                • #10
                  Il cane impara quello che gli si insegna, non gli si tirano i sassi soprattutto a caccia ma si indica la direzione col braccio o magari ce lo accompagni, almeno io faccio così.
                  secondo me se ci sai fare e te la senti si può anche recuperare anche se passare dal sasso al tordo un po'di strada ce n'è, c'è da dire pure che se riporta un sasso è qualcosa, infondo si inizia con una pallina, un bastoncino e perché no una pietruzza, condivido i consigli di Gianni e Germano poi uno Springer non ci mette molto a capire... ma se non sei convinto lascia perdere...
                  CeKkInO88 piace questo post.
                  ENJOY HUNTER
                  Quando ti è andata male,
                  Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

                  COMMENTA


                  • #11
                    Anche io credo che tornare agli esercizi base del riporto il cane si può correggere.Ti racconto l'esperienza che ha avuto mio padre con il suo primo cane.Cane completo nel recupero,nel riporto, e nella ferma.Un giorno andò a recuperare un' animale che mio padre aveva sciupato un Po con la fucilata al di là di un fosso.Forse sentendolo un Po tritato iniziò a mangiarlo sotto gli occhi increduli di mio padre che si trovava alla parte opposta del fosso.Da quel momento iniziò a mangiare tutta la selvaggina che andava a recuperare.Mio padre non si perse d'animo e ricominciò dalle basi dell'addestramento al riporto, il cane aveva 4-5 anni.Con tanta pazienza e qualche scappellotto il cane tornò ad essere un grande recuperatore e riportatore.La tua situazione credo sia meno complicata,io ci proverei....Ibal!
                    CeKkInO88 e germano56 piace questo post.

                    COMMENTA


                    • #12
                      Ciao sono un nuovo iscritto....Sono springherista ormai da 11 anni con esperienza personale e nn solo tutti i miei amici possiedono springer...Posso dirti che uno springer con passione per la caccia gli si può insegnare tutto con pazienza determinazione e amore...prova prima con riporti con animali congelati in campi con erba bassa in modo che il cane veda tutto poi passa a campi con erba alta se lo cose li vanno bene puoi passare a qualsiasi altro posto ti viene in mente di lanciare e vedrai che nn ti deluderà ad ogni riporto un pezzetto di grana nn fa mai male...Buona fortuna

                      COMMENTA


                      • #13
                        Originariamente inviato da SPARTANO Visualizza il messaggio
                        Anche io credo che tornare agli esercizi base del riporto il cane si può correggere.Ti racconto l'esperienza che ha avuto mio padre con il suo primo cane.Cane completo nel recupero,nel riporto, e nella ferma.Un giorno andò a recuperare un' animale che mio padre aveva sciupato un Po con la fucilata al di là di un fosso.Forse sentendolo un Po tritato iniziò a mangiarlo sotto gli occhi increduli di mio padre che si trovava alla parte opposta del fosso.Da quel momento iniziò a mangiare tutta la selvaggina che andava a recuperare.Mio padre non si perse d'animo e ricominciò dalle basi dell'addestramento al riporto, il cane aveva 4-5 anni.Con tanta pazienza e qualche scappellotto il cane tornò ad essere un grande recuperatore e riportatore.La tua situazione credo sia meno complicata,io ci proverei....Ibal!
                        La mia è solo un opinione in riguardo al cane di tuo padre, per questo la mia interpretazione è molto personale, nulla di vero e di certo. Parto dal presupposto che tutto quello che è nell'interesse del cane, il cane non lo dimenticherà. Se ci sono i presupposti giusti il cane riporterà sempre per interesse, quasi allo stesso modo di come porta il cibo la cagna alla cucciolata per svezzarla. Si potrebbe ipotizzare che il cane di tuo padre non è stato ben addestrato, venendo a mancare per qualche motivo il rapporto giusto fra il cane e il padrone, il cane si è sentito in diritto di prendersi la precedenza sulla pappatoria. Quindi l'addestramento è stato un tramite per riallacciare quel rapporto giusto che si era rotto. Non penso che il cane aveva dimenticato di fare il suo dovere, per me non lo voleva più farlo. Quando si parla di correzione, si parla di imposizione. Le correzioni il cane le subisce senza capirle, per questo motivo le correzioni non sono mai eterne. I cani corretti con troppa coercizione, in alcuni casi non sono stati più leali, la selvaggina non l'hanno più mangiata davanti al padrone, però quando non visti andavano a nasconderla.

                        COMMENTA


                        • SPARTANO
                          SPARTANO commentata
                          Modifica di un commento
                          Germano la tua esperienza è indiscutibile, è sicuramente come dici tu,essendo il suo primo cane ha sicuramente commesso questo errore.Grazie!

                      • #14
                        Il problema è come insegnare al cane il "riporto cieco" in modo da mandare il cane a comando nella zona dove il padrone ha visto cadere la selvaggina, questo senza il lancio della pietra. Però prima del riporto cieco bisogna insegnare al cane ad osservare il cielo. Se si vuole continuare con il lancio della pietra, per far cercare la selvaggina il metodo cambia. Basterebbe mettere un fagiano vivo in una macchia e lanciare la pietra. il resto viene da se. Però bisogna sempre valutare, se il cane non ha mai visto un fagiano, all'involo potrebbe spaventarsi. Sicuramente se il cane ha le 00 il fagiano risulterà più interessante della pietra, o no.

                        COMMENTA


                        • setterman1
                          setterman1 commentata
                          Modifica di un commento
                          Sei un grande cinofilo.
                          setterman1

                      • #15
                        Anche il materiale da lanciare ha la sua importanza. Per esempio: se ho un anatra morta sull'altra sponda del canale e il cane non è stato addestrato al riporto cieco, non gli lancio un bastoncino che il cane potrebbe riportarmi con facilità, gli lancio una pietra nella direzione dell'anatra. In una macchia se ho la possibilità gli lancio del terreno friabile che una parte lo polverizzo in mano prima di lanciarlo, non certamente la pietra. In ogni caso sono contrario a questi espedienti.

                        COMMENTA

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Unconfigured Ad Widget

                        Comprimi
                        Sto operando...
                        X