annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

cercasi consigli per un laghetto da germani e alzavole

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #1

    cercasi consigli per un laghetto da germani e alzavole

    ciao a tutti,
    da qualche anno ho ottenuto la gestione di un piccolo laghetto di circa mezzo ettaro da dei miei parenti, nel VE2.
    Purtroppo però non ho mai ottenuto grandi risultati per quanti miglioramenti abbia fatto(allargato un po', creato del fondale più basso e canaletti secondari, messo in secca per eliminare un po' il fango, lasciato delle rive spoglie di cannelle dove gli uccelli si possano nutrire e riposare), rispetto anche a dei laghi posti a qualche chilometro dal mio, sebbene più grandi.. Anzi, la prima stagione in cui abbiamo cacciato ed era tutto lasciato alla mano della natura da chissà quanti anni è stata la migliore!!
    Mi chiedevo allora se qui nel forum c'è qualche esperto che magari pratica la stessa tipologia di caccia, e che abbia la pazienza di darmi qualche dritta su come tenerlo.
    In particolare a sto punto mi chiedo.. è forse meglio lasciare che cannelle ed arbusti trionfino ovunque??

    Ringrazio anticipatamente tutti quelli che sapranno colmare la mia inesperienza

  • Zoom Testo
    #2
    Ciao Marango, se cerchi in questa stanza trovi qualche 3D dove si parla della manutenzione/sistemazione del chiaro, poi appena i due 'maghi" di questa caccia ossia Joe Magasso e Fabio DT leggono la tua richiesta penso siano disponibili più che volentieri a darti qualche prezioso consiglio,

    Attendi paziente e intanto fatti un giro in questa stanza per carpire molte tecniche e segreti , vedrai che i buoni consigli non tarderanno ad arrivare......

    Se vuoi aiuti più precisi forse serve qualche altra informazione sul tuo laghetto: dimensioni, profondità dell'acqua, posizione, ecc ecc......hai foto??? postale.....

    Ciao,Marco.
    L'alba in laguna ti toglie il fiato ogni volta che sei li in compagnia della tua passione!!!

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #3
      Originariamente inviato da Marango Visualizza il messaggio
      ciao a tutti,
      da qualche anno ho ottenuto la gestione di un piccolo laghetto di circa mezzo ettaro da dei miei parenti, nel VE2.
      Purtroppo però non ho mai ottenuto grandi risultati per quanti miglioramenti abbia fatto(allargato un po', creato del fondale più basso e canaletti secondari, messo in secca per eliminare un po' il fango, lasciato delle rive spoglie di cannelle dove gli uccelli si possano nutrire e riposare), rispetto anche a dei laghi posti a qualche chilometro dal mio, sebbene più grandi.. Anzi, la prima stagione in cui abbiamo cacciato ed era tutto lasciato alla mano della natura da chissà quanti anni è stata la migliore!!
      Mi chiedevo allora se qui nel forum c'è qualche esperto che magari pratica la stessa tipologia di caccia, e che abbia la pazienza di darmi qualche dritta su come tenerlo.
      In particolare a sto punto mi chiedo.. è forse meglio lasciare che cannelle ed arbusti trionfino ovunque??

      Ringrazio anticipatamente tutti quelli che sapranno colmare la mia inesperienza
      Ciao Marango, certo l'estensione è limitata, ma bisogna sempre vedere la posizione rapporto magari al mare o ad oasi di protezione limitrofe se ce ne sono. Cosa importante comunque è sapere che in un piccolo sguazzo le anatre ci vengono per pasturare quindi bisogna offrirgli le migliori condizioni possibili di pastura e tranquillità. Quindi in primis acqua bassa su tutta l'estensione, fondo non omogeneo, ma da pochissimi centimetri a poco più di 20. Immagino che avrai un unico appostamento e da questo potrai coprire tutto il chiaro. Importanti sono le sponde che dovranno essere a spiaggetta tanto da non lasciare " salti " tra l'acqua ed il terreno circostante e solo il lato con il capanno potrà necessariamente avere sponde più alte a copertura dell'accesso. Su questo lato curerei la vegetazione favorendo la crescita della cannuccia di palude, tralasciando la canna classica che fa troppo muro. questi accorgimenti sono importantissimi perché incidono sulla tranquillità che deve sentire l'uccello in pastura. Una mancata visuale di eventuali pericoli che possano sopraggiungere dalle sponde porrebbero il pennuto sempre all'erta e pronto a lasciare l'acqua al primo fruscio anche solo del vento. Occorrerebbe comunque approfondire il tutto avendo maggiori dettagli possibili sulla zona circostante e sui bacini che ospitano in zona i becchi piatti.
      Fabio
      sigpic

      ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #4
        Originariamente inviato da MENGA Visualizza il messaggio
        Ciao Marango, se cerchi in questa stanza trovi qualche 3D dove si parla della manutenzione/sistemazione del chiaro, poi appena i due 'maghi" di questa caccia ossia Joe Magasso e Fabio DT leggono la tua richiesta penso siano disponibili più che volentieri a darti qualche prezioso consiglio,

        Attendi paziente e intanto fatti un giro in questa stanza per carpire molte tecniche e segreti , vedrai che i buoni consigli non tarderanno ad arrivare......

        Se vuoi aiuti più precisi forse serve qualche altra informazione sul tuo laghetto: dimensioni, profondità dell'acqua, posizione, ecc ecc......hai foto??? postale....

        Ciao,Marco.
        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-06-06-413.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 80.9 KB 
ID: 1690979Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-06-15-460.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 90.4 KB 
ID: 1690980Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-06-15-463.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 85.2 KB 
ID: 1690981Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-06-15-464.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 70.7 KB 
ID: 1690982Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-08-25-709.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 106.6 KB 
ID: 1690983Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   130820132200.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 143.4 KB 
ID: 1690984


        Ciao Marco, allora queste sono alcune foto dei lavori che ho fatto l'anno scorso.
        Purtroppo avevo a disposizione solo un piccolo escavatore e son stato costretto a fare degli argini interni per accumulare la terra tolta.
        Il chiaro si trova a circa 5 km dal mare e a 9 dalle valli di Caorle. Nelle vicinanze ci sono due laghi di circa 2 ettari. Il più vicino a circa un chilometro e mezzo. Ho sempre pensato che questa sia una grande fortuna poichè, anche se non posso competere con loro, aiutano molto a tener gli uccelli in zona.
        Si tratta di una vecchia pozza d'acqua naturale che non sono mai riusciti a coltivare e che hanno lasciato lì per questo motivo.. il problema è che per questo la zona centrale non si riesce a seccare del tutto.. ci saranno 50 cm d'acqua e qualche metro di fango al centro. Sulle rive invece grazie agli allargamenti che ho fatto (ora copre circa mezzo ettaro) riesco ad avere 20 30 cm d'acqua.
        Una cosa che mi ha fatto sempre girare le scatole è che son sempre riuscito a far su un bel gruppo di germani e alzavole prima dell'apertura, ma una settimana prima del gran giorno sparisce tutto. Vorrei capire se sbaglio qualcosa io o è solo il fatto che le valli di Caorle riescono ad attrarli in extremis....
        Grazie della disponibilità,
        Vittorio

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #5
          hmmmmmm......sempre una settimana prima dell'apertura...... mi sa più di presa per il sedere attrarli in estremis = attrarli con granturcos
          <<Alf>>

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #6
            L'unica cosa che potrei consigliarti di fare ..... ma per il futuro e non certo per questa stagione, è quella di pulire tutto dalle canne, e piantare sorgo nelle zone che rimangono asciutte in primavera. Poi prima di allagare falci tutto e lasci strisce di sorgo in piedi.
            Per quest'anno prova a spargere in acqua molto fieno prima di riempire. Se permesso pastura ... pastura ... pastura.
            sigpic

            ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #7
              Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
              Ciao Marango, certo l'estensione è limitata, ma bisogna sempre vedere la posizione rapporto magari al mare o ad oasi di protezione limitrofe se ce ne sono. Cosa importante comunque è sapere che in un piccolo sguazzo le anatre ci vengono per pasturare quindi bisogna offrirgli le migliori condizioni possibili di pastura e tranquillità. Quindi in primis acqua bassa su tutta l'estensione, fondo non omogeneo, ma da pochissimi centimetri a poco più di 20. Immagino che avrai un unico appostamento e da questo potrai coprire tutto il chiaro. Importanti sono le sponde che dovranno essere a spiaggetta tanto da non lasciare " salti " tra l'acqua ed il terreno circostante e solo il lato con il capanno potrà necessariamente avere sponde più alte a copertura dell'accesso. Su questo lato curerei la vegetazione favorendo la crescita della cannuccia di palude, tralasciando la canna classica che fa troppo muro. questi accorgimenti sono importantissimi perché incidono sulla tranquillità che deve sentire l'uccello in pastura. Una mancata visuale di eventuali pericoli che possano sopraggiungere dalle sponde porrebbero il pennuto sempre all'erta e pronto a lasciare l'acqua al primo fruscio anche solo del vento. Occorrerebbe comunque approfondire il tutto avendo maggiori dettagli possibili sulla zona circostante e sui bacini che ospitano in zona i becchi piatti
              Fabio
              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2013-11-10-086.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 38.5 KB 
ID: 1690985Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   2014-07-12-522.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 78.6 KB 
ID: 1690986Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   a.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 113.8 KB 
ID: 1690987

              Ciao Fabio, Ho scritto tutti i dettagli nella risposta precedente..
              Ho allegato le ultime foto che non mi stavano prima. Sulla seconda si vede come rimanga sempre la pozza centrale anche mettendolo in secca per qualche settimana.. Sulla terza la situazione iniziale quando l'ho ottenuto in gestione, quando in quello stato ci ha regalato maggiori soddisfazioni che nelle scorse stagioni. La mia idea per quest'anno era per questo motivo cercare di lasciare più sporco in giro e magari solo una piccola riva pulita dove lasciarli andar in pastura. Puntando quindi più sul riparo e senso di protezione che può fornire agli uccelli un luogo chiuso piuttosto che tagliare le cannelle e creare un luogo più atto alla loro pasturazione. Le stagioni passate infatti era tutto piuttosto pulito poichè la disponibilità dell'escavatore l'ho avuta verso fine giugno e le cannelle non hanno riempito più di tanto ora di settembre.. sulla prima foto si vedono le sponde pulite, lasciando perdere il baro di cannelle che si vede che è fuori dalla riva di 6 7 metri. Potrebbe dare risultati cambiar adottando questa strategia? Contando anche che credo vadano di gran lunga più volentieri a nutrirsi nell'altro chiaro vicino al mio.
              Ciao, Vittorio

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #8
                ahaha Jago.. esattamente!!! te li gusti per settimane pensando alla terza domenica di settembre e poi una settimana prima ti salutano... ma tutti eh... da imprecare in turco!! anche perchè anch'io pianto il mio bel sorgo e mais sulle sponde che dovrebbero farle felici...

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #9
                  Com'era rimane senza dubio un habitat naturale e forse in giornate di tormenta ben riparato anche dal vento. Ovviamente tralasciando le modifiche necessarie per farlo diventare luogo di pastura, è evidente che troveresti giovamento solo dal disturbo causato dagli altri chiari. Un'altra considerazione vorrei fare: il primo anno che si affrontano lavori di sistemazione del fondo con le ruspe, si crea una perenne presenza di fango che pregiudica la stagione venatoria. Quest'anno dovresti avere ben altri risultati, l'importante che sia ricomparsa anche vegetazione sul fondo asciutto.
                  sigpic

                  ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #10
                    Originariamente inviato da Marango Visualizza il messaggio
                    ciao a tutti,
                    da qualche anno ho ottenuto la gestione di un piccolo laghetto di circa mezzo ettaro da dei miei parenti, nel VE2.
                    Purtroppo però non ho mai ottenuto grandi risultati per quanti miglioramenti abbia fatto(allargato un po', creato del fondale più basso e canaletti secondari, messo in secca per eliminare un po' il fango, lasciato delle rive spoglie di cannelle dove gli uccelli si possano nutrire e riposare), rispetto anche a dei laghi posti a qualche chilometro dal mio, sebbene più grandi.. Anzi, la prima stagione in cui abbiamo cacciato ed era tutto lasciato alla mano della natura da chissà quanti anni è stata la migliore!!
                    Mi chiedevo allora se qui nel forum c'è qualche esperto che magari pratica la stessa tipologia di caccia, e che abbia la pazienza di darmi qualche dritta su come tenerlo.
                    In particolare a sto punto mi chiedo.. è forse meglio lasciare che cannelle ed arbusti trionfino ovunque??

                    Ringrazio anticipatamente tutti quelli che sapranno colmare la mia inesperienza



                    Ciao Vittorio.....Marango.....bel Nick!......ti ricolleghi magari alla "località ristorante" vicina a Caorle ? ....mamma mia da giovanotto ho trascorso innumerevoli nottate brave in compagnia di generose "fraulend ".....va bè.....acqua passata.

                    Tornando a bomba sul tuo sguasso credo che le dimensioni ridotte siano la causa principale ( ma non l'unica) della scarsità di masari e sarsegne.....però si può sempre tentare di farlo rendere comunque al meglio!

                    Per prima cosa devi capire come le anatre hanno considerato fino ad oggi il posto....ossia.....per pasturare la notte e poi andarsene all'alba o poco prima ....... per trascorrere la giornata in tranquillità perchè il posto è poco disturbato....( magari! dico io ).....o vengono li solamente nelle giornate di buriana ??

                    Fino ad oggi hai mai pasturato?? se si come e dove??....mi sembra che parlavi di fango e se questo dovesse avere un certo spessore è deleterio in quanto la pastura vi sprofonda e oltre a non essere recuperata dalle anatre ti inquina l'acqua.
                    Quindi se non riesci a portarlo fuori tutto cerca di lasciare il fango nei punti in cui il livello dell'acqua è più alto in modo che le anatre sfruttino quel posto solo per lavarsi o riposare mentre dovrai pasturare in zone in cui avrai tolto il fango e sarai arrivato al sodo del terreno.

                    Una domanda......cosa intendi quando dici che gli altri sguassi sparano più di te ?...cioè , sparano all'alba e poi non li senti più sparare per una o due ore o sparano a intervalli più o meno regolari o quasi ?....sparano sistematicamente all'alba o c'è qualche mattina in cui non sparano ?....e tu spari tutte le albe o slti qualche mattina?

                    Alla tua ultima domanda potrò risponderti solo dopo che tu avrai risposto alle mie.......o male che vada ci possiamo scambiare i numeri di cellulare.

                    Ciao,Paolo

                    - - - Aggiornato - - -

                    Originariamente inviato da Marango Visualizza il messaggio
                    [ATTACH=CONFIG]62905[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]62906[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]62907[/ATTACH]

                    Ciao Fabio, Ho scritto tutti i dettagli nella risposta precedente..
                    Ho allegato le ultime foto che non mi stavano prima. Sulla seconda si vede come rimanga sempre la pozza centrale anche mettendolo in secca per qualche settimana.. Sulla terza la situazione iniziale quando l'ho ottenuto in gestione, quando in quello stato ci ha regalato maggiori soddisfazioni che nelle scorse stagioni. La mia idea per quest'anno era per questo motivo cercare di lasciare più sporco in giro e magari solo una piccola riva pulita dove lasciarli andar in pastura. Puntando quindi più sul riparo e senso di protezione che può fornire agli uccelli un luogo chiuso piuttosto che tagliare le cannelle e creare un luogo più atto alla loro pasturazione. Le stagioni passate infatti era tutto piuttosto pulito poichè la disponibilità dell'escavatore l'ho avuta verso fine giugno e le cannelle non hanno riempito più di tanto ora di settembre.. sulla prima foto si vedono le sponde pulite, lasciando perdere il baro di cannelle che si vede che è fuori dalla riva di 6 7 metri. Potrebbe dare risultati cambiar adottando questa strategia? Contando anche che credo vadano di gran lunga più volentieri a nutrirsi nell'altro chiaro vicino al mio.
                    Ciao, Vittorio

                    Anche da quanto vedo sulle foto qualche variazione ci starebbe.....quelle strisce d'acqua tra riva e cannelle si potrebbero allargare???

                    Ciao,Paolo.
                    Arriverà il giorno in cui non riconoscerò un germano in volo........ecco,quello sarà l'ultimo giorno della mia vita.

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #11
                      Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
                      L'unica cosa che potrei consigliarti di fare ..... ma per il futuro e non certo per questa stagione, è quella di pulire tutto dalle canne, e piantare sorgo nelle zone che rimangono asciutte in primavera. Poi prima di allagare falci tutto e lasci strisce di sorgo in piedi.
                      Per quest'anno prova a spargere in acqua molto fieno prima di riempire. Se permesso pastura ... pastura ... pastura.

                      Ciao Fabio....pulire TUTTO dalle cannelle è difficilissimo se non impossibile.....secondo me la mossa vincente è quella di tenerle a bada proprio come fai tu con il sorgo e cioè tagliare , fare strisce più o meno larghe ed eventualmente (come faccio io ) tagliarle a metà ( in certi punti,chiaramente e non dappertutto).

                      Ciao,Paolo.
                      Arriverà il giorno in cui non riconoscerò un germano in volo........ecco,quello sarà l'ultimo giorno della mia vita.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #12
                        Ciao Paolo,
                        allora nel chiaro ci cacciamo solo io e mio fratello, la domenica solitamente. Anzi, a dirla tutta l'anno scorso siamo andati una domenica si ed una no proprio perchè di uccelli non se ne vedevano e speravamo che lasciando il chiaro tranquillo più a lungo rimanessero dentro più volentieri, ma niente da fare.. si beccava quella coppietta che rimaneva dentro ogni tanto. Ma l'anno scorso è stato un anno un po' particolare perchè conosciamo bene il proprietario del lago vicino e mi diceva che è stata una delle peggiori stagioni in quanto ad anatre.. e posso confermare perchè gli spari si sentono bene ed hanno sparato ben poco.. quando invece solitamente le prime settimane è sempre una nuova Sarajevo da quelle parti......
                        Ad ogni modo, apparte agosto e settembre che sono tutti dentro il chiaro tutto il giono belli tranquilli, durante la stagione venatoria arrivano in tanti la sera dopo l'orario di chiusura in pastura e se ne partono puntuali venti minuti prima dell'orario di apertura!! come in tutti i chiari immagino a stagione avanzata, probabilmente però influenzati anche dal fatto che sulle sponde non c'era molta vegetazione. Alle volte li troviamo ancora dentro ma aspettando l'orario buono si involano da soli e non tornano più.. ciamei semi...
                        Che altro... ovviamente andiamo di domenica perchè sparano i nostri vicini. Generalmente sparano anche loro solo quelle due tre orette dopo l'alba.
                        Come spiegavo anche prima, la cosa che mi preme di più e che mi fa andar in bestia è riuscire a tener in zona tutte quelle che riesco a richiamare nel chiaro i primi di settembre.. mi basterebbe riuscirne a vedere all'apertura anche solo un quarto di quelle che lo frequentano fino ad una settimana prima del gran giorno. Da quello che ho potuto notare, i germani spariscono in massa la prima-seconda settimana di settembre, ma anche dalla campagna attorno, richiamati dalle valli immagino.. per poi ritornare un po' alla volta da metà ottobre in poi, quando ormai sono ben bastonati ed è difficile beccarli in orari appropriati come dicevo prima..

                        - - - Aggiornato - - -

                        Per quanto riguarda le strisce da allargare si.. è in programma per l'anno prossimo. Non volevo disturbare con le macchine anche quest'anno...

                        Ciao, Vittorio.

                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #13
                          Non è che potrebbero essere disturbati ... da altri cacciatori , durante la settimana e nel periodo di addestramento cani .
                          Secondo me la domenica sarebbe la giornata meno ideale per andarci , dopo il sabato che è una giornata con la maggior parte di cacciatori in giro per il territorio , tutti gli uccelli disturbati la domenica se ne stanno al riparo altrove

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #14
                            Ciao Vittorio,ho visto che hai provato a mandarmi un messaggio privato ma avevo la cartella piena.......ora è svuotata.

                            Da come scrivi deduco che sei un ragassso sveglio e ci capisce qualcosa di caccia......bravo!

                            Purtroppo il più grosso problema IN ASSOLUTO E DA SEMPRE per gli sguassi è proprio quello di riuscire a tenere gli uccelli durante il giorno ma riuscirci è come vincere la lotteria e proprio come in questo caso,succede moooolto di rado ed è un insieme di condizioni-situazioni, ambientali-disturbo che non è facile trovare.

                            In primis quello che ti potrebbe aiutare perchè masari,sarsegne e qualche mezzano si fermino durante il giorno è la dimensione dello sguasso........che dovrebbe essere 100 volte più grande del tuo .......dovrebbe avere una zona di rispetto tutto attorno.......non si dovrebbe disturbare la selvaggina per nessun motivo....ecc. ecc.
                            Essendo della zona lagunare avrai sentito molto spesso che addirittura nelle private a volte ,faticano a "tenere" le anatre ,figuriamoci .......come potremmo riuscirci noi poveri comuni mortali in ambienti disturbati......di dimensioni piccole o piccolissime e senza la benchè minima zona di rispetto per la selvaggina??

                            Questo lo dico non per scoraggiarti.....assolutamente no ma proprio per farti capire che a tutto c'è un limite.....che a volte riesci ad avere qualcosina in più a fronte di sacrifici immani,sia fisici che economici e proprio per questo ti dicevo che potrai avere dei risultati migliori di quelli avuti fino ad aggi migliorando pianino pianino il tuo laghetto,tagliando da una parte.....lasciando crescere cannelle da un'altra.......abbassando il livello in un punto e/o alzandolo in un altro.....ma sempre con moderazione,senza stravolgere l'ambiente............praticamente cerca di capire cosa va e cosa non va alle anatre del tuo sguasso......frequentalo anche a caccia chiusa,cerca di capire perchè vanno in quel punto del laghetto e non in un altro.

                            Poi,purtroppo ci sono degli sguassi....... particolari....... in cui le anatre proprio non ci vanno o ci vanno in numero molto ridotto......anche se apparentemente l'ambiente è a loro favorevole.

                            Stammi bene,Paolo.
                            Arriverà il giorno in cui non riconoscerò un germano in volo........ecco,quello sarà l'ultimo giorno della mia vita.

                            COMMENTA


                            • Zoom Testo
                              #15
                              Ciao Magasso111,
                              In settimana non ho mai provato in effetti.. quest'anno proverò a fare un'uscita infrasettimanale e vedere se è meglio, grazie del consiglio!!
                              Per quanto riguarda il disturbo no.. è una riserva, e per niente sfruttata perchè il proprietario è mio nonno che ormai ha la sua età ed esce solo con noi una volta ogni tanto..
                              Ciao, Vittorio

                              COMMENTA

                              Accedi o Registrati

                              Comprimi

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X