annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

mbeh!!

Comprimi

Migratoria.it è finanziato da utenti come te! Se apprezzi il sito, considera la possibilità di sostenerlo con un contributo. Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
Comprimi
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #1

    mbeh!!

    Aohhh ma non ci va più nessuno a caccia?
    Oggi ho preso uno dei più bei cinghiali della mia vita (che non è così corta, sigh), e pensare che per un'ora credevo di averlo padellato.

    Ciao

    Claudio - siena
    A jagher1, dorset e 4 altri utenti piace questo post.

  • Zoom Testo
    #2
    Complimenti!!!
    Fiero ed Orgoglioso di essere Cacciatore ed avere MYGRA come forum di Caccia
    Mauro, Angelo e Sasa53... non vi dimenticherò!!!!
    Credo che l'amore per la caccia sia innato e che scateni un'attrazione fatale che non è facile a definirsi con le parole....
    Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale.
    (Harvey B. Mackay)


    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #3
      E nun ciaricconti gnente? Nun e' da te! Volemo sape' l'intera storia! Possibile mai che uno de li mejo scrittori de 'sto forumme cia' la tastiera stitica? 'Nnamo 'n po', a Calu', ariccontece tutto!

      Pe' la cronaca, io a caccia ce vado ogni ggiorno. Ma nun cio' gnente da aricconta' perche' doppo er ber maschiotto co' li parchi da schifo che ho abbattuto a Dicembre, poi nun ho visto antro che robbetta troppo piccola da ammazza'. Io so' cicciaiolo e sparo sortanto a li cervi adurti. I cervi pischelletti me li godo a guardalli. Ma si me capita quarcosa de bbono e je sparo e magara pure lo cojo ve racconto tutto.
      Alphalollo e Spring.er piace questo post.
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #4
        Complimenti e.......racconta racconta!!!!!!

        Un salutone
        Alberto
        Spring.er piace questo post.

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #5
          Complimenti racconta e magari facci vedere " la bestia "
          Spring.er piace questo post.
          sigpic

          ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #6
            Complimenti.
            Purtroppo tra zone rosse, arancioni, neve e divieti vari, è dal 20 dicembre che non vado a caccia. Adesso sta piovendo e mette acqua per tutto il weekend, ma spero che almeno porterà via la neve in modo da permettermi di andare a caccia sabato e domenica anche se sotto l'acqua.
            D'altronde mi sembra giusto che in un comune di montagna con zone di caccia comprese tra 900 e 1200 mt non si possa cacciare con la neve...

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #7
              Ero di posta lungo il fiume, proprio dietro a me 20 metri di acqua profonda fra 0,50 e due metri. dall'altra parte una costa non ripida pulita che mi consentirebbe di tirare bene, mi hanno detto che quello è il punto dove gli animali traversano il fiume. Ho a qualche metro sulla mia sinistra un ruscello che scorrendo mi impedisce di sentire bene. La battuta promette bene quasi subito un canaio urla attenti al fiume, vedo l'animale scendere, poi mi sparisce, mi preparo ma l'attesa e vana, i cani mi diranno che ha deviato verso la mia destra seguendo il corso del fiume. Passata una mezz'oretta stessa scena. Dopo un pò la posta alla mia destra mi dice alla radio di stare attento che arriva un animale. Intravedo anche questo ma non scende all'acqua. Dico alle poste alla mia sinistra di fare attenzione e dopo poco sparano. Per radio mi avvertono che l'animale è morto nell'acqua e la corrente lo stà portando via. Per fortuna è rimasto a galla e infatti dopo poco passa dal centro del fiume, inutile qualsiasi tentativo, sarà recuperato alla fine della cacciata in un corsoio con l'acqua bassa. Mi stò innervosendo, ho già visto tre cinghiali senza riuscire a sparare, mi sposto 10 metri sopra l'argine e mi rendo conto che da lì avrei tirato a tutti. Pulisco il sentiero fino al fiume in modo che se mi rendessi conto che un animale è sceso in acqua potrei correre sul fiume per sparargli dall'altra parte. La cacciata continua, è evidente che animali ce ne sono diversi. E' ormai abbastanza tardi, non si sentono canizze, il telefono vibra, non rispondo mai quando sono a caccia, ma lo guardo è mia figlia e so che ha un problema, rispondo. Mentre parlo con lei con la coda dell'occhio vedo un gigante che, zitto, zitto e al passo mi stà arrivando da sinistra. Getto il telefono, mi tolgo il fucila dalla spalla, ormai sono innervosito e anche se è evidente che il ruscello ha impedito all'animale di sentirmi, non spetto che si scopra e sparo troppo presto fra la vegetazione, ma comunque a meno di 10 metri. L'animale mette la sesta e mi passa a razzo a meno di tre metri dai piedi, sparo ancora due volte prima che risalga verso la macchia. Nella macchia sembra che passi una ruspa, troppo rumore. Rimango comunque allibito, controllo subito il terreno senza trovare una goccia di sangue, anche dove è entrato nel fitto non c'è traccia. La posta alla mia destra mi dice di averlo sentito chiaramente sfrascare violentemente. Ma il morale mi sta velocemente scendendo sotto terra. Dico per radio che deve venire un canaio con i cani perchè mi sembra impossibile di non averlo colpito a quella distanza. Ripercorro più volte tutta la sequenza e mi sembra impossbile di non averlo colpito con tutte e tre i colpi, rivedo chiaramente il punto rosso su un corpo enorme.
              La battuta segue il suo corso con ancora canizze e spari. Dopo quasi un'ora il capocanaio, Fernando caro amico, mi chiama a voce di cima al poggio per sentire dove sono. Arriva da me con due cani e appena mi vede si mette a ridere, devo essere in uno stato pietoso. Gli dico che ho fatto la più grande padella della mia vita, lui mi chiede in che direzione è andato l'animale. Passano pochi minuti che un cane abbaia a fermo a quaranta metri da dove l'animale è entrato nel fitto. Fernando mi dice di andare a prenderlo. Il sangue torna a scorrermi nelle vene.
              Verificherò che l'ho preso con un solo colpo nel cuore. E' un verro di oltre un quintale.
              La mattina successiva vado a provare la carabina, anche se è chiaro che a qurella distanza non può essere un problema di taratura dello Z6. Infatti la carabina mi parla, dandomi chiaramente del *******, lei spara bene.

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Verro.jpg 
Visite: 183 
Dimensione: 149.4 KB 
ID: 1952862

              A arsvenandi, Spring.er e 6 altri utenti piace questo post.

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #8
                Bel verro... bel racconto!!!!!!
                Marco

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #9
                  Belle le padelle che non son padelle! Bravo!
                  CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #10
                    Bello il racconto, bello il ciccione, bravo!

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #11
                      Succede anche questo......bella bestia.
                      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                      Sta il cacciator fischiando
                      sull'uscio a rimirar..........

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #12
                        Complimenti sia per l'animale che per il racconto molto vivido.
                        I cinniali sono grandi incassatori se dopo aver sparato la visuale non è libera, capita sovente che si creda di aver fatto una padella, invece andrebbero chiamate le pompe funebri!
                        Ne ricordo uno che che nella macchia fitta mi era venuto di traverso, ma avendo il vento a favore e soprattutto essendo rimasto immobile, non mi aveva sgamato; ebbene dopo aver sparato non lo vedo più, non sento nessun lamento da ferimento e mi metto l'anima in pace. A cacciata chiusa il canaio passa da me e insieme andiamo a cercarlo, era lì stecchito caduto in una buca coperta dai rovi che dopo di lui si erano richiusi, se non fosse stato per l'esperienza del canaio e la bravura dei cani non lo avremmo mai trovato, neanche una stilla di sangue.
                        Beccato al cuore con la carabina e palla uscita dall'altra parte.

                        COMMENTA

                        Accedi o Registrati

                        Comprimi

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Sto operando...
                        X