annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Legambiente ascoltata in Senato su decreto richiami 91

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Legambiente ascoltata in Senato su decreto richiami 91

    Legambiente ascoltata in Senato sul Decreto 91

    mercoledì 2 luglio 2014

    In vista dell'esame del Ddl n. 1541 di conversione in legge del Decreto n. 91 del 24 giugno (che interviene anche per sanare l'infrazione europea sul tema dei richiami vivi), Legambiente ha ottenuto un'audizione in Senato dalle Commissioni Riunite X (Industria, commercio, turismo) e XIII (Territorio, ambiente, beni ambientali).

    Durante l'audizione, che si è svolta martedì primo luglio, Legambiente ha invitato i Presidenti e i Senatori delle Commissioni a difendere la legalità nella conversione in legge del decreto, per contrastare il bracconaggio attraverso la valorizzazione della vigilanza volontaria e il rafforzamento degli strumenti atti a perseguire i bracconieri. L’associazione ha chiesto, inoltre, "di rispettare la normativa europea per quanto riguarda in particolare i richiami vivi, che il Governo continua a consentire in deroga. Legambiente propone, dunque, di rendere obbligatoria almeno l’iscrizione degli esemplari a idonee anagrafi animali regionali gestite dai servizi sanitari, in modo da bloccare commerci illegali effettuati ancora oggi da chi cattura gli animali selvatici illegalmente".

    “È giunto il tempo - commenta Antonino Morabito, responsabile nazionale fauna e benessere animale Legambiente - di mettere fuori gioco tutte le illegalità in materia di natura. Troppe le situazioni in cui ancora si agisce ignorando le leggi, a danno della natura in generale e degli animali selvatici in questo caso. Così facendo ci siamo attirati l’ennesima procedura d’infrazione della Commissione europea, che si traduce anche in offesa nei confronti dei cittadini che operano nel rispetto dell’ambiente e delle norme”.

    Big
    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

  • #2
    anche questi ci mancavano

    COMMENTA


    • #3
      Originariamente inviato da zona alpi 72 Visualizza il messaggio
      anche questi ci mancavano
      purtroppo loro arrivano sempre prima........cmq giunge voce che anche il ministro Borghesi ha chiesto un'audizione( a ns favore) su questo decreto...vedremo..ciao
      RINALDO

      al casot ghè semper ergot de fà..e se 'l ghe mia m'el va a sercà..
      (al capanno c'è sempre da fare..e se non c'è lo si va a cercare)

      COMMENTA


      • #4
        In genere nei migliori film Western a questo punto di disperazione arrivano sempre i"nostri". Nei film western appunto. ...

        COMMENTA


        • #5
          si arrivano quando tutti sono gia' morti.

          COMMENTA


          • #6
            sembra che qualcuno si muova in nostro favore, in silenzio per evitare di scoprire le carte, così si vocifera...........in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!

            COMMENTA

            Pubblicita STANDARD

            Comprimi

            Ultimi post

            Comprimi

            Unconfigured Ad Widget

            Comprimi
            Sto operando...
            X