annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

New record distanza tiro al piattello

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (35%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio

    Come gia scritto , provando in compagnia di Tullio tre cartucce da piattello 28 7'5 con apposito strumento , e cioe' 2 in canna beretta sporting 692 di lunghezza 76+2 strozzatura due stelle,una in vecchio semiauto breda canna bmb 71cm due stelle, abbiamo ottenuto rispettivamente I seguenti valori di velicita iniziale (V,075):
    398 408 385.
    Come vedi le canne del 692 nonostante I soli tre colpi esplosi non siano sufficienti per esprimere giudizi certi e definitivi , hanno fatto registrare velocita nella media molto superiori a quelle blasonatissime del breda. Tu intanto che idea ti sei fatto?Sei anche ancora convinto che le canne vecchio tipo surclassino in prestazioni balistiche quelle moderne, e che la lunghezza non incida minimamente in termini di velocita?
    Gianni, non farne una statistica, 2 cartucce tu e 1 io non è una media statistica.
    Sai benissimo che le cartucce non sono tutte uguali pur se dello stesso pacco.
    Per dargli una valenza maggiore la prossima volta che ci incontriamo ripetiamo l'esperimento con una media di 5 cartucce a testa.
    Prima di farla pulisci bene le canne del fucile.
    Le mie quel giorno erano impiombate da morire.
    E bisognerebbe farlo con le stesse cartucce ma anche con 5 di altra marca.
    Si fa la media e si controlla.
    Tullio

    COMMENTA


    • Centro67
      Centro67 commentata
      Modifica di un commento
      Anche le mie avevano sparato tanto, se non vado errato avevo fatto 5 serie, poi mi ero fermato ed abbiamo fatto le prove.
      So benissimo che una rondine non fa primavera, pero se mi consenti io una cosa credo di averla intuita, e cioe' che difficilmente si potra ribaltare una differenza di 23 m/s, e questo dipende secondo me principalmente dalla netta differenza di lunghezza.
      Inoltre se esaminassimo il profilo interno delle due canne in oggetto noteremmo che quello del 692 almeno in teoria e' caratterizzato soluzioni tecniche tendenti ad abbassare pressioni e velocita, vedi ad es il largo diametro di asta (18'6), I coni lunghissimi e di bassa pendenza, etc etc, ma nei fatti credo proprio che non sia inferiore a nessun tubo di vecchia generazione

  • Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio

    Come gia scritto , provando in compagnia di Tullio tre cartucce da piattello 28 7'5 con apposito strumento , e cioe' 2 in canna beretta sporting 692 di lunghezza 76+2 strozzatura due stelle,una in vecchio semiauto breda canna bmb 71cm due stelle, abbiamo ottenuto rispettivamente I seguenti valori di velicita iniziale (V,075):
    398 408 385.
    Come vedi le canne del 692 nonostante I soli tre colpi esplosi non siano sufficienti per esprimere giudizi certi e definitivi , hanno fatto registrare velocita nella media molto superiori a quelle blasonatissime del breda. Tu intanto che idea ti sei fatto?Sei anche ancora convinto che le canne vecchio tipo surclassino in prestazioni balistiche quelle moderne, e che la lunghezza non incida minimamente in termini di velocita?
    Io mi sono fatto l'idea che questa prova vale quasi zero, ci sono 10 m/s nella stessa canna, 13 tra Breda ed il valore più basso del 692,quindi magari se sparavi un altro colpo con il preda registravi 10 m/s in più e pareggiavi il valore più basso del 692.
    Le cartucce commerciali hanno differenze anche importanti anche se della stessa scatola, inoltre bisognerebbe avere canne che si differenziano solo per la lunghezza quindi stessa foratura, geometria interna e strozzatura, oltre che fare una media su un po' di colpi, sono prove che non ho mai fatto e quindi non so che risultati aspettarmi, però sicuramente se si vuole capire se la lunghezza influenza la velocità bisogna standardizzare tutti gli altri parametri.

    canne vecchie Vs nuove credo che come in ogni campo la tecnologia avanza quindi oggi si fanno canne migliori di ieri, credo piuttosto che la qualità generale dei fucili base sia calata, per fare un esempio a caso, un A301 che era il fucile che qualsiasi cacciatore poteva permettersi aveva una qualità complessiva più alta di un M2 Benelli per esempio, parlo di questi fucili perché li ho avuti.
    "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

    ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

    COMMENTA


    • Centro67
      Centro67 commentata
      Modifica di un commento
      Gli scarti fra I colpi sparati della stessa scatola rientrano di solito attorno ai 4-5 7m/s con qualche eccezione attorno ai 10m/s. Io non ho mai visto scarti di 23m/s

    • il migratorista
      il migratorista commentata
      Modifica di un commento
      Niente è più forte di te, io capisco tirare l'acqua al proprio mulino, ma andrebbe fatto con argomentazioni valide, altrimenti si va nel ridicolo oltre che perdere il senso del confronto che non sarà mai costruttivo. Hai sparato 3 cartucce in 2 canne diverse non solo per quanto riguarda la lunghezza, 10 m/s sono un eccezione e guarda caso l'hai beccata proprio tu sparando 2 cartucce su una scatola da 25, prendi 23 m/s come buoni per dimostrare la tua teoria, e se fossi 408 l'eccezione? e se 385 fosse l'eccezione più bassa? sai tutto può essere...sei stato così sfigato da sparare le uniche 2 cartucce eccezionali nella stessa canna, se cosi fosse avremmo differenze medie intorno ai 10/12 m/s che significherebbe che poco più che la variazione tra una cartuccia e l'altra, tralasciando il fatto che la lunghezza non era l'unica variabile. si potrebbe poi discutere se maggior velocità è sempre un bene per la rosata tenendo conto che maggior velocità iniziale non significa maggior tiro utile.
      Io non dico che la lunghezza non influisce , potrebbe, ma la tua prova sicuramente non lo dimostra.

  • Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio
    Kamikaze in ritirata.
    Certo, le regole della FANTA—BALISTICA applicate allo sporting non le conosco.

    Per cui mi faccio da parte e lascio la parola a te che sei un ...

    e ai più esperti di questa materia!
    La caccia ce l'ho nel DNA

    COMMENTA


    • Centro67
      Centro67 commentata
      Modifica di un commento
      Bravo Mauro, evita altre picchiate

    • MAGNUM71
      MAGNUM71 commentata
      Modifica di un commento
      ...

  • Ciao a tutti, sono stato qualche giorno fuori dal forum e ne ho lette di tutti i colori.

    Caro Centro una differenza di velocità iniziale di 20 metri al secondo è praticamente irrilevante a quelle distanze di tiro.
    Se non erro Granelli nella nuova enciclopedia della caccia mi pare affermava che due cartucce aventi differenti velocità iniziali nell'ordine dei 30 metri al secondo uniformavano le loro velocità intorno ai 40/45 metri.
    Con tutta la buona volontà onestamente non credo sia la diversa velocità iniziale che determini il successo di una fucilata oltre i 50 metri.,

    Il tuo 692 spara meglio del Breda perché è concepito per caratteristiche di acciaio, lunghezza, foratura, coni di raccordo e strozzatura, per rompere i piattelli sulle lunghe distanze sfruttando al meglio, secondo le più recenti scoperte balistiche, il potere esplosivo della moderne cartucce in modo da ottenere la maggiore velocità iniziale possibile, che comunque non potrà mai essere troppo dissimile da un fucile all'altro.

    Questo non significa che necessariamente il tuo 692 sarà superiore a caccia. La caccia è un mondo a se.
    Il selvatico non è un piattello, il potere di arresto è completamente diverso le regole della balistica sono sovvertite dalla casualità.
    L'esperienza pluriennale verificata sul campo certifica che le canne (anche di uno stesso lotto) non sparano uguali e non è raro imbattersi in canne "da pomodori" che bruciano i selvatici dove le 81 una stella fanno solo feriti.

    Chiusa la parentesi venatoria, premetto che io credo nel record del mondo di Degweed fatto a 118 metri.
    Tecnicamente è possibile, non posso escluderlo, dunque non posso dire che non è vero.

    Due o più pallini fusi insieme o vicinissimi che impattano un piattello entrante (le due velocità piattello e piombo si sommano) possono colpire un piattello in un punto fragile e romperlo anche in più pezzi... perché no.

    Tuttavia la questione secondo me finora irrisolta è la ripetibilità dei tiri.

    Visto che i tiratori che fanno questi record raramente sbagliano l'anticipo, l'enigma sta solo nella fucilata.

    Se il piattello si rompe una volta ogni 50 tiri è una casualità.
    Se questo avviene con costanza ameno una volta ogni 5 tiri allora è un fenomeno ripetibile e va studiato per capire per quale inconcepibile motivo diventa concreto un evento che secondo ragionamento e secondo le leggi fisiche "non può avvenire".

    Al di là delle convinzioni personali e delle partigianerie fra possibilisti e negazionisti, questo è il vero punto di partenza su cui iniziare a ragionare..

    Entro un certo limite tutto può avvenire.... dipende con quale frequenza.


    A mio parere la chiave di tutta questa discussione sta in questo semplice quesito.


    Un saluto


    Maurizio
    A Crio180781, arsvenandi e 5 altri utenti piace questo post.

    COMMENTA


    • MAGNUM71
      MAGNUM71 commentata
      Modifica di un commento
      Hai scoperto l'acqua calda...

  • Non credo che sia facilmente ripetibile perche' a 100 metri ormai i pallini sono aperti e in parabola calcoliamo che una delle difficolta' e' l anticipo che solitamente un cacciatore ed un tiratore hanno allenato su un raggio di 30 -40 metri,chi e' che si allenerebbe attendendo che il piattello arrivi a 100 metri per sparare?Comunque complimenti alla tiratrice.Penso che sulle velocita'alla bocca ci sia poca differenza per giustificare la distanza di tiro maggiore basti guardare che l' acciaio delle cartucce e' inferiore al piombo a lunga distanza proprio per la variante del peso specifico a parita' o superiorita'' di metri al secondo.

    COMMENTA


    • Originariamente inviato da mauanto61 Visualizza il messaggio
      Ciao a tutti, sono stato qualche giorno fuori dal forum e ne ho lette di tutti i colori.

      Caro Centro una differenza di velocità iniziale di 20 metri al secondo è praticamente irrilevante a quelle distanze di tiro.
      Se non erro Granelli nella nuova enciclopedia della caccia mi pare affermava che due cartucce aventi differenti velocità iniziali nell'ordine dei 30 metri al secondo uniformavano le loro velocità intorno ai 40/45 metri.
      Con tutta la buona volontà onestamente non credo sia la diversa velocità iniziale che determini il successo di una fucilata oltre i 50 metri.,

      Il tuo 692 spara meglio del Breda perché è concepito per caratteristiche di acciaio, lunghezza, foratura, coni di raccordo e strozzatura, per rompere i piattelli sulle lunghe distanze sfruttando al meglio, secondo le più recenti scoperte balistiche, il potere esplosivo della moderne cartucce in modo da ottenere la maggiore velocità iniziale possibile, che comunque non potrà mai essere troppo dissimile da un fucile all'altro.

      Questo non significa che necessariamente il tuo 692 sarà superiore a caccia. La caccia è un mondo a se.
      Il selvatico non è un piattello, il potere di arresto è completamente diverso le regole della balistica sono sovvertite dalla casualità.
      L'esperienza pluriennale verificata sul campo certifica che le canne (anche di uno stesso lotto) non sparano uguali e non è raro imbattersi in canne "da pomodori" che bruciano i selvatici dove le 81 una stella fanno solo feriti.

      Chiusa la parentesi venatoria, premetto che io credo nel record del mondo di Degweed fatto a 118 metri.
      Tecnicamente è possibile, non posso escluderlo, dunque non posso dire che non è vero.

      Due o più pallini fusi insieme o vicinissimi che impattano un piattello entrante (le due velocità piattello e piombo si sommano) possono colpire un piattello in un punto fragile e romperlo anche in più pezzi... perché no.

      Tuttavia la questione secondo me finora irrisolta è la ripetibilità dei tiri.

      Visto che i tiratori che fanno questi record raramente sbagliano l'anticipo, l'enigma sta solo nella fucilata.

      Se il piattello si rompe una volta ogni 50 tiri è una casualità.
      Se questo avviene con costanza ameno una volta ogni 5 tiri allora è un fenomeno ripetibile e va studiato per capire per quale inconcepibile motivo diventa concreto un evento che secondo ragionamento e secondo le leggi fisiche "non può avvenire".

      Al di là delle convinzioni personali e delle partigianerie fra possibilisti e negazionisti, questo è il vero punto di partenza su cui iniziare a ragionare..

      Entro un certo limite tutto può avvenire.... dipende con quale frequenza.


      A mio parere la chiave di tutta questa discussione sta in questo semplice quesito.


      Un saluto


      Maurizio
      E molti degli utenti ti hanno pure messo I mi piace senza tener presente I
      piu elementari concetti di balistica......e cioe questi signori ignorano che quando una canna sviluppa alte velocita ed ottime distribuzioni si puo considerare micidiale sia al tiro a piattello che a caccia.
      Ma spiegatemi un po amici miei, cosa gli servirebbe ad una canna da tiro per abbattere pulitamente un animale? Perche affermi di non escludere che il 692 si potrebbe rivelare balisticamente inferiore a caccia.?
      Per quanto riguarda I record di distanza rottura piattelli credo che non ci sia altro da aggiungere, se non avete esperienze tiravolistiche fareste meglio a non aggiungere altro.Il video di Digweed dimostra che egli puo colpire a distanze "stratosferiche" con buona regolarita.
      Un saluto

      COMMENTA


      • mauanto61
        mauanto61 commentata
        Modifica di un commento
        Ciao Centro, mi dispiace non sono d'accordo.

        Non è detto che canne con buona distribuzione ed alte velocità sia micidiale a caccia.
        Così come non è vero che due fucili uguali siano ugualmente micidiali.

        Il miglior fucile che ho avuto era un Franchi Asso forato 18,4 canna con strozzatori. Sono andato a caccia con quest'arma solo una stagione poi una notte i ladri se lo sono preso insieme ad altri 13 fucili.

        Quel fucile apparentemente normale per non dire mediocre, aveva una caratteristica unica: con qualsiasi cartuccia non faceva feriti: se il selvatico veniva colpito o morto o vivo cadeva a terra.

        In quel tempo si sparavano tranquillamente passeri e storni e di fucilate ne sparavo a centinaia: una meraviglia.

        Un mio amico sardo aveva un b80 con una canna strozzata due stelle.
        Ho avuto il tesserino sardo per dodici anni: quello che ho visto fare a quel fucile ha dell'incredibile. Poi il mio amico ha smesso di usarlo, ne ha cambiati quattro o cinque, ora spara con canna Breda ed è abbastanza soddisfatto, ma i tiri che faceva quel fucile io non li ho più visti.

        Nel bel tempo che fu la Browning selezionava le migliori canne e le destinava al tiro al piccione, lo stesso faceva la Beretta con le sue "SP". Non erano canne costruite in modo particolare, ma canne comuni che avevano una balistica superiore, non la lavorazione ma la casualità ne decideva l'eccellenza.

        Ho sentito il parere di molte persone anche veri esperti e la quasi totalità compreso Gianluca Garolini che non è certo un pivello in materia, riconosce che ci sono canne più mortifere di altre e non è un problema di strozzatura o rosata: le SP sono strozzate 5 decimi eppure a detta dei possessori ammazzano a distanze incredibili.

        Se fosse solo un problema di velocità tutte le cartucce che hanno ipoteticamente 400ms di v0 dovrebbero avere sul selvatico lo stesso tipo di effetto indipendentemente dal tipo di polvere, di borra o di assetto.
        Non ho fatto delle prove specifiche ma non credo che cartucce con la stessa v0 abbiano lo stesso impatto sul selvatico.

        Cartucce "lente" come le Remington Express (mi sembra facciano 370/380 ms) risultano più micidiali di cartucce che fanno 400/415 ms sebbene la velocità di quest'ultime sia decisamente più elevata.

        Come dice il mio amico Andrea: la balistica non è una scienza esatta, ci sono fenomeni ancora non compresi e tutt'altro che logici.

        Per questo ti ho detto che il tuo 692 "non è detto" che spari meglio del Breda.

        Un saluto


        Maurizio

      • MAGNUM71
        MAGNUM71 commentata
        Modifica di un commento
        Mauanto61, la fanta-balistica trova i suoi spazi "legittimi" sui forumu e nei racconti dei cacciatori.
        Una sp 3 stelle reali, per selezionata che sia, non può competetere con una buona canna con 10/10 di strozzatura, anche se a quest'ultima non hanno fatto il pedigree.

    • Se lo fa il 12,lo può fare anche il 20......

      Inviato dal mio ELE-L29 utilizzando Tapatalk

      PRIMA DI SPARARE.................PENSA!!!!!!!!!!!
      CIAO PA'...............X sempre con me!!

      COMMENTA


      • Originariamente inviato da barone rosso Visualizza il messaggio
        Se lo fa il 12,lo può fare anche il 20......

        Inviato dal mio ELE-L29 utilizzando Tapatalk
        Non voglio intromettermi piu' in questa discussione fantabalistica, ma voglio aggiungere soltanto che se la Comunita' Europea riesce a bannare il piombo per la caccia e per la pesca, il 20 lo puoi usare come fermacarte a meno che tu non ti possa permettere cartucce al tungsteno per tutte le cacce.
        mauanto61, fabio d.t. e Centro67 piace questo post.
        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

        COMMENTA


        • Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio

          Non voglio intromettermi piu' in questa discussione fantabalistica, ma voglio aggiungere soltanto che se la Comunita' Europea riesce a bannare il piombo per la caccia e per la pesca, il 20 lo puoi usare come fermacarte a meno che tu non ti possa permettere cartucce al tungsteno per tutte le cacce.
          Credo che se vietano il piombo saranno bei problemi e il calibro sarà il minore
          Crio180781 piace questo post.
          "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

          ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

          COMMENTA


          • Bah dai non pensare...negli usa usano già da anni solo leghe alternative perché il piombo è vietato...e a caccia ci vanno lo stesso e senza problemi..anche dove caccio io è zps da molti anni e ci siamo adeguati..si cerca di tirare più corto , o si usa il tungsteno chi può permetterselo..logicamente i calibri inferiori o i fucili datati andranno lasciati a casa..ma non per questo sarà la fine!

            COMMENTA


            • il migratorista
              il migratorista commentata
              Modifica di un commento
              è vero negli USA lo hanno vietato da anni, ma per tutti quei tipi di caccia ai piccoli migratori e nei bellissimo capanni dove si usa dal flobert al 12, sarà dura oltre al fatto che almeno da me il fucile nuovo normalmente lo ha un giovane, ma i cacciatori con qualche anno in più (e sono la maggioranza) hanno vecchi fucili e in tanti se dovranno cambiare fucile e cartucce purtroppo è molto probabile che molleranno.

            • Gio DK
              Gio DK commentata
              Modifica di un commento
              Ci tocca adattarci se non vogliamo sparire...cmq speriamo arrivi il più tardi possibile l'obbligo no tox..anzi in certi stati europei sono già tornati al piombo dopo aver testato le munizioni alternative..

          • Caro Maurizio io invece insisto ad affermare con assoluta certezza che quando una canna (o una cartuccia) genera alte velocita e perfetta distribuzione dei pallini e' balisticamente micidiale su qualunque bersaglio, animato o inanimato che sia, il resto credo proprio che siano chiacchiere cacciatoresche.Credo inoltre che le canne selezionate di cui parli siano niente altro che canne controllate con maggior attenzione rispetto alle altre , e che non abbiano nessuna caratteristica migliore di tutte quelle ben riuscite dello stesso lotto.
            Concludo dicendo che la vera mortalita di una canna ben riuscita, dipenda in massima parte da chi la utillizza, e cioe' se ti metti in testa che non funziona, non ti ammazza veramente!
            Ho conosciuto cacciatori che hanno venduto il loro fucile perche non ci acchiappavano, e se colpivano facevano solo ferimenti, ebbene questi signori si sono dovuti ricredere quando hanno visto che il nuovo proprietario ci faceva fuoco e fiamme anche utilizzando le stesse cartucce.
            Quanta ingenuita' nei cacciatori, consentitemi di dire.....

            COMMENTA


            • Mikylales
              Mikylales commentata
              Modifica di un commento
              A me viene da dire, quanta superbia Gianni! E non aggiungo altro..

            • Centro67
              Centro67 commentata
              Modifica di un commento
              Ecco Miche non aggiungere altro.Se proprio hai voglia di aggiungere qualcosa spiega pubblicamente perche due canne identiche non sparano allo stesso modo

          • Originariamente inviato da Centro67 Visualizza il messaggio
            Caro Maurizio io invece insisto ad affermare con assoluta certezza che quando una canna (o una cartuccia) genera alte velocita e perfetta distribuzione dei pallini e' balisticamente micidiale su qualunque bersaglio, animato o inanimato che sia, il resto credo proprio che siano chiacchiere cacciatoresche.Credo inoltre che le canne selezionate di cui parli siano niente altro che canne controllate con maggior attenzione rispetto alle altre , e che non abbiano nessuna caratteristica migliore di tutte quelle ben riuscite dello stesso lotto.
            Concludo dicendo che la vera mortalita di una canna ben riuscita, dipenda in massima parte da chi la utillizza, e cioe' se ti metti in testa che non funziona, non ti ammazza veramente!
            Ho conosciuto cacciatori che hanno venduto il loro fucile perche non ci acchiappavano, e se colpivano facevano solo ferimenti, ebbene questi signori si sono dovuti ricredere quando hanno visto che il nuovo proprietario ci faceva fuoco e fiamme anche utilizzando le stesse cartucce.
            Quanta ingenuita' nei cacciatori, consentitemi di dire.....
            Questa volta devo dire che centro ha proprio ragione, una canna che distribuisce bene le rosate sarà ottima a caccia come al piattello, in fin dei conti il potere lesivo è dato dal peso del pallino per la sua velocità che come detto più volte dopo tot metri tende ad equipararsi a prescindere dalla velocità di partenza, quindi resta solo avere una rosata più omogenea possibile e sul lungo più compatta possibile.

            L'unico appunto che si può fare per i più pignoli è che la ricerca di alte velocità iniziali potrebbe addirittura scompigliare la rosata, anche se non credo che il solo incremento dato dalla canna possa farlo.
            Per la mia poca esperienza ho notato che chi tira dritto non ha mai avuto canne che ferivano...
            spaik piace questo post.
            "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

            ...lo Spaniel,è il più antico dei nostri cani da schioppo, e, senza dubbio genericamente il più utile al cacciatore sportivo, essendo in grado di sostituirsi, in caso di necessità, agli altri membri della famiglia, siano essi Setter, Pointer o Retrievers..mentre nessuno di essi si trovano in grado di restituire la cortesia....

            COMMENTA


            • Ciao a tutti, mi sono letto l'intero tread fino alla nausea. In conclusione un tiratore che frequenta abitualmente i campi da tiro, può fare la prova richiesta da più utenti di piazzare un piattello a 100 metri e se riesce a vederlo sparargli contro una fucilata per vedere se si rompe?
              Ripeto nel caso riesca a vederlo
              saluti

              Tex67
              Cimbellatore e Mikylales piace questo post.

              COMMENTA


              • Ma avete la certezza di quelle distanze che dichiarano ci sono grandi tiratori ma nessuno ha mai dimostrato che sono quelle distanze che dichiarano sognare è bello la realtà è un altra

                COMMENTA


                • Centro67
                  Centro67 commentata
                  Modifica di un commento
                  Anche Sbrenni che tu conosci molto bene ha dichiarato di aver rotto piattelli a circa 100m, tutto questo in presenza di testimoni attendibili. L'arma utilizzata e' stata un benelli 121 con canna S .etienne 70 ++

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi
              Sto operando...
              X