• La tua armeria sul Web..
0 0
Tempo di lettura stimato:3 Minuti, 34 Secondi

di Antonio BUONO*
Scannati vivi non è un film horror al fine di ottenere l’oscar per la migliore sceneggiatura, certamente però, l’orrore nei filmati che continuano a girare ogni giorno su facebook, farebbe rabbrividire il peggiore dei bracconieri.
Ciò che si sta perpetuando in Egitto, Marocco, Tunisia, Algeria, Libia ecc… a spese di milioni e milioni di uccelli di qualsiasi specie, dovrebbe far riflettere non solo noi cacciatori ma, in particolar modo, tutti coloro che si definiscono protezionisti a vario titolo e per diverse ragioni.
Qui si tratta di stragi che vanno oltre l’immaginazione, qui si tratta di massacri di milioni di uccelli!
Catturare un’infinità’ di uccellini con le reti, tagliare loro la gola e, spiumarli ancorché caldi perché più’ facile, è a dir poco mostruoso. Metterli nei sacchi, portali al mercato e venderli per farne pietanze succulenti , deliziandosi mentre le stesse ossa scricchiolano tra i denti per poi succhiarsi le dita, vista la prelibatezza di cui ci si sta cibando, è una patologia gastronomica… Ma di che parliamo?…e pensare che dalle nostre parti si ha ancora il coraggio di arrestare qualche nostalgico per aver sparato ad una quaglia in una giornata non consentita… assurdo! Quella stessa quaglia, magari sfuggita per puro caso a quelle reti alte dieci metri, distese perennemente verso il cielo
come una “gloriosa” bandiera, della quale, andarne fieri in tutto il nord Africa…VERGOGNA!
In Italia, la legge quantifica in furto allo Stato chi viene trovato in possesso di uccelli in periodo non consentito, peggio ancora per le specie protette. Volendo interpretare tale norma, siccome i volatili si ritrovano le ali, con le quali guarda caso volano, succede che mentre il giorno prima una quaglia si trovava in Egitto ed era proprietà di quello Stato, la si poteva fare in qualsiasi salsa…poi, il giorno dopo, in Italia è vietato “prelevarla” perché furto allo Stato, il giorno successivo, sempre la stessa quaglia, sfuggita a quelle reti, ai bracconieri Italiani, ai famelici rapaci o ai gabbiani durante il lungo volo, finalmente giunta in Francia o Spagna… eccola cacciabile a tutti gli effetti!
Dalle nostre parti, i cacciatori che non rispettano le regole vengono definiti “bracconieri”…questi vigliacchi che scannano vivi migliaia di uccelli ogni giorno vendendoli al mercato, come andrebbero chiamati? ma che lavoro è questo? Bah…
L’arte venatoria non è un hobby e neppure uno sport, la nostra è un’innata passione che si tramanda di padre in figlio nel rispetto delle leggi emanate dallo Stato, di quelle regole mai scritte che sanno di “attenzione” per la natura e per gli stessi uccelli che “preleviamo” in numero consentito dai calendari Regionali. Giammai saremmo capaci di fare tali ignominiosi massacri! La caccia è ruralità, umiltà, semplicità, essenzialità…quello che fa questa gentaglia, che roba è?
Noi cacciatori che per passione e cultura monitoriamo il flusso migratorio, è da diversi anni che lamentiamo le continue diminuzioni di uccelli migratori in genere.
Sapevamo delle reti, delle storie dei rossetti e dei ristoranti, ma vedere, toccare con mano questi massacri è stato, per tutti noi, uno shoch!
Questi massacri indicibili, ignobili e vergognosi, andrebbero fermati ad ogni costo, le Istituzioni, le stesse associazioni ambientaliste dovrebbero denunciare nelle sedi opportune e a livello internazionale, questi atti spregevoli che altrimenti, di certo faranno sparire in pochi anni molte specie di migratori dal bacino del Mediterraneo.
Si tratta di un serio problema politico e comunitario.
A quando Interrogazioni Parlamentari in merito? A quando autorevoli interventi i per mettere fine a questa strage infinita?
E’ giunto il momento di alzare forte la voce, è il momento di dire basta, dobbiamo farlo tutti, qui non si tratta di essere favorevoli o contrari alla caccia, qui si parla di un crimine, qui si parla di un’infamia.
Continuare a far finta di non sapere, significa essere complici di gentaglia della peggiore risma!
Fermare queste stragi è un obbligo morale… per tutti!
Il Movimento Scelta Etica, su questa vergognosa faccenda, attraverso un mandato ai propri legali andrà fino in fondo, vi sono regole morali che sono veri e propri pilastri etici, gli stessi che sostengono come colonne, il comportamento orgoglioso di ogni cacciatore!
*Cacciatore a vita – Portavoce Nazionale Movimento politico Scelta Etica

GUARDA O SCARICA IL VIDEO https://files.fm/u/nufbgxy54

 

 

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: info@migratoria.it oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.

Pubblicato da

Alberto 69

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 0 Media (1-5): 0



Articolo precedente CACCIATORI…. C’E’ DA ABBATTERE UN MURO<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-aafbd61221d33' data-rating='0' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='36825' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>0 (0)</span>
Articolo successivo FIDC LOMBARDIA. SUL CALENDARIO 2021/2022 VINCA UNA POSIZIONE FERMA<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-11325abf216af' data-rating='0' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='36825' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>0 (0)</span>
Chiudi

CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per contribuore al mantenimento dei nostri server.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.