• La tua armeria sul Web..
0 0
Tempo di lettura stimato:2 Minuti, 7 Secondi

Il referendum regionale piemontese sulla caccia che la magistratura ha resuscitato dall’oblio e dalla polvere del tempo si terrà il 3 giugno prossimo. Nonostante la sua proverbiale lentezza, stavolta la giustizia nostrana si è realmente superata, pronunciandosi dopo ben venticinque anni! Nessuno però, al momento, può scommettere sul risultato: se è vero che il Piemonte è regione a rischio raggiungimento del quorum, è altrettanto vero che gli stessi promotori avvertono un’accentuata mancanza d’informazione presso i cittadini aventi diritto al voto (lo si evince chiaramente da certi messaggi che circolano sul web), con ciò temendo concretamente che il famoso “50% + 1” non venga raggiunto. Ciò premesso, appare quindi chiarissimo a tutti che bisogna impegnarsi a fondo per spiegare l’assurdità di buttar via 20 milioni di Euro di denaro pubblico – quanta sarà la spesa per la macchina organizzativa – in un periodo difficilissimo come l’attuale, una vera e propria offesa al buonsenso e un insulto nei confronti di tutti i cittadini che vedono scarseggiare i servizi essenziali, ma si sentono contemporaneamente chiamare alle urne per esprimersi su di un tema importante solo per gli animalisti i quali, come noto, non sanno cosa sia il pudore. Non si deve infatti dimenticare che in Piemonte, già oggi, la caccia assurdamente vive di restrizioni molto più marcate che in tutte le altre regioni italiane: elenco delle specie cacciabili ben più magro rispetto a quello della legge nazionale, limiti di carniere giornalieri e stagionali molto bassi, divieto della caccia da appostamento fisso e dell’uso di richiami vivi, giorni fissi di caccia negli ATC, impossibilità per i non residenti di essere ammessi se al di sotto di un’età anagrafica minima sono solo alcuni degli elementi più vistosi che ci vengono alla mente mentre scriviamo. Tra l’altro, se i cacciatori piemontesi (nel senso dei residenti anagraficamente) sono ormai ridotti a meno della metà di quelli residenti nella confinante Lombardia, nonostante le vastissime superfici di territorio agro-silvo-pastorale a disposizione, probabilmente qualche interrogativo le stesse associazioni venatorie dovrebbe porselo… E tuttavia, non possiamo sottrarci al dovere di raccogliere le forze per sostenere con ogni mezzo i colleghi piemontesi, se non altro per amore della caccia in quanto tale e per la nostra profonda convinzione che essa sia uno degli assi portanti della ruralità, che la collettività tutta – anche quella parte che la avversa – non può permettersi di disperdere come un vecchio scarpone. Nessuno si tiri indietro, i conti li rimandiamo a quando avremo battuto per l’ennesima volta il fronte degli oltranzisti anticaccia.

 

ANUUMigratoristi Stampa

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: info@migratoria.it oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.

Pubblicato da

Redazione

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 0 Media (1-5): 0



Articolo precedente LA LIPU E’ PER LA CACCIA SOSTENIBILE? MA CI FACCIA IL PIACERE!<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-19641a481652f' data-rating='0' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='7334' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>0 (0)</span>
Articolo successivo Manufatti ad uso Venatorio e Agricolo<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-51a16a884fa21' data-rating='0' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='7334' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>0 (0)</span>
Chiudi

CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per contribuore al mantenimento dei nostri server.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.