4 1
Tempo di lettura stimato:1 Minuti
Nel bel mezzo delle innumerevoli nuove regole, talvolta assurde e deleterie per la nostra passione inserite nel piano faunistico del Veneto, ce n’è una che si è infilata dentro in maniera silenziosa ma si è conficcata al centro dell’anima, e la sta pian piano distruggendo. Diventerà infatti obbligatorio, anche come materia d’esame, stilare il “codice etico del cacciatore”. L’etica è una branca della filosofia chiamata morale che distingue, con leggi non scritte, se un comportamento dell’uomo è buono o cattivo. I nostri nonni che ci hanno insegnato queste cose e ci hanno condotti per mano fin da piccini nella natura per farci comprendere cosa è giusto o sbagliato, si staranno rivoltando nelle tombe. Trovo questa nuova norma offensiva; una norma che distrugge l’intera filosofia rurale e quel che vorrebbe trasmettere alle nuove generazioni. Assume il valore che quello che ci hanno insegnato i nonni, dal rispetto della natura, al rapporto con gli animali, deve essere “migliorato”, forse sbagliato, da un codice etico comportamentale. E scritto da chi? …da chi magari vive da sempre in un appartamento di città, da un politico (magari neppure incensurato come noi), da un cittadino che porta il cagnetto in campagna la domenica mattina e vorrebbe insegnare a noi com’è più giusto condurre un cane.
Essi non sanno, per citare il filosofo Immanuel Kant che si occupò molto di etica che noi rurali, grazie ad un rapporto sano con la natura, siamo cresciuti con “il cielo stellato sopra di noi e la legge morale in noi”
Massimo Zaratin

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: info@migratoria.it oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.




Articolo Successivo PESTE SUINA, CACCIATORI IN CAMPO AD AMPIO RAGGIO
Articolo successivo CONCLUSA LA STAGIONE VENATORIA, ANCORA IN CALO IL TREND DEGLI INCIDENTI
Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI