Muflone Ovis musimon
0 (0)

  • La tua armeria sul Web..

Descrizione – Lunghezza dalla testa all’attaccatura della coda 110 – 130 cm; coda 3,5 – 6 cm; altezza alla spalla 65 – 75 cm; peso 25 – 50 kg. Si tratta di una pecora selvatica piuttosto piccola, con corpo tozzo e pelo corto, non lanoso, più lungo sul petto. Il mantello è bruno più o meno scuro, con macchie chiare sui fianchi, maggiormente evidenti nei maschi rispetto alle femmine. Durante l’inverno la breve lanetta s’infittisce ed il mantello risulta più spesso. I maschi presentano grandi corna ricurve, non caduche, molto grandi dalla base fino verso metà, punta da cui progressivamente si assottigliano. Le femmine possono presentare piccole corna o esserne del tutto prive. Le corna dei maschi possono raggiungere una lunghezza di 65 cm ed un peso di 4 – 6 kg. Le femmine hanno dimensioni minori dei maschi.

Note: oggi trova più credito l’opinione secondo cui il Muflone sia una forma anticamente addomesticata e successivamente rinselvatichita

Abitudini – Come altri ungulati, nelle zone più densamente abitate ha abitudini prevalentemente notturne, il muflone è infatti un animale timidissimo, a cui basta il più lieve fruscio per indurlo alla fuga. I movimenti del muflone sono agili, vivaci, rapidi e sicuri, anche se l’animale non è molto resistente nella corsa, almeno in pianura. Tranne che durante il periodo degli amori, vive in piccoli greggi di maschi e femmine, sotto la guida di una vecchia pecora; nel gruppo in movimento, i maschi occupano generalmente la retroguardia. La voce è un belato simile a quello della capra; il muflone dà il segnale di pericolo con un suono fischiante e sibilante.

Riproduzione – La stagione degli amori comincia durante i mesi di dicembre e gennaio, periodo durante il quale i maschi lottano, con urti violenti delle corna, tra loro per conquistarsi un harem. Gli harem sono generalmente piccoli e composti dalle femmine accompagnate dai piccoli dell’anno precedente. Ventuno settimane dopo l’accoppiamento, verso aprile o maggio, la femmina partorisce da uno a due piccoli. Le corna spuntano verso il quarto mese di vita e, nei maschi, la maturità arriva al terzo anno d’età.

Habitat e Area di Distribuzione – Il muflone viveva di preferenza in boschi d’alta montagna. Attualmente viene spesso costretto a vivere in zone al di sopra del limite degli alberi ed in terreni aperti. In molte zone del suo nuovo habitat il muflone si è adattato a vivere in terreni di media altitudine. L’area di distribuzione originaria del muflone è circoscritta a Corsica e Sardegna. Successivamente la specie è stata introdotta altrove, principalmente da popolazioni sarde. Nella Francia meridionale il muflone fu introdotto dalla Corsica. Attualmente la specie è diffusa in numerose località europee, principalmente nell’area centrale ed orientale. In Italia il muflone è largamente diffuso, in maniera più estesa nella parte centro meridionale della penisola, ma popolazioni cospicue sono presenti anche nel settentrione.

Caccia – Da tempo immemorabile l’uomo ha catturato questi animali selvatici. Nei boschi della Sardegna, i cacciatori insidiavano i mufloni attirandoli con l’imitazione del belato delle femmine, anche se la caccia veniva generalmente esercitata all’agguato. Attualmente la caccia viene esercitata come selezione, nei tempi e con le modalità consentite.

 

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 0 Media (1-5): 0



Chiudi

CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per contribuore al mantenimento dei nostri server.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.