19 Aprile 2022

Stella c'era capitata,non l'avevamo presa noi!O forse Lei ci aveva scelto e come,quasi,tutte le cose piovute dal cielo…fu' un dono.La trovo' Mio fratello durante uno dei suoi tanti giri di consegne:stava scaricando presso un garage quando,all'ultimo viaggio,se la ritrovo' accoccolata in fondo al furgone che aveva lasciato aperto nell'andirivieni.Sorpreso e un po' spaventato da quel cane,nero come la pece che s'acquattava nell'ombra del cassone,chiese lumi al titolare che conosceva ma questi gli rispose che la "bestia" non era di sua proprieta',ne' tantomeno l'aveva mai vista prima e che,soprattutto,non poteva rimanere li'!A quel punto dato che il cane,forse spaventato,non si muoveva si era in una situazione di stallo!Il buon Gianni decise allora di portarlo con se e poi si sarebbe deciso il da farsi,dal momento che se qualcuno l'avesse reclamato,il titolare del garage sapeva come contattarlo!Fu' cosi che il cane giunse a casa nostra.Era un venerdi' pomeriggio di primavera inoltrata e Io,tornando dal lavoro,trovai mio Fratello ad attendermi con questo splendido esempalre di kurzhaar femmina, seduto di fianco,immobile come una statua,senza collare ne guinzaglio!Nel chiedergli spiegazioni rimasi colpito dall'educazione di quel cane:stava seduta tra di noi,alternando lo sguardo,quasi immobile!Mi spiego' come erano andati i fatti e che socializzavano piu' o meno dall'ora di pranzo e di come anche lui non aveva potuto non notare l'educazione e l'ubbidienza di quel cane:eseguiva i comandi alla lettera,tanto da non averla nemmeno dovuta tenere al guinzaglio!A vederlo era un gran bel cane dal manto nero lucido ed era anche in un'eccezionale forma che faceva presagire grandi doti se non altro fisiche.E cosi',mentre mi raccontava,mi capito' tra i piedi una pigna che lanciai al di la' della recinzione del giardino condominiale,alta una metrata e mezza,presupponendo che il cane,nel recuperarla,l'avrebbe aggirata,passando dal cancello aperto poco piu' avanti!Nemmeno per idea:spicco' un balzo a pie' pari,raggiunse come un fulmine la pigna e me la riporto',risaltando l'inferiata,posandola garbatamente ai miei piedi!Caspita…strabiliati da quella prova d'agilita' nel riporto,un pensiero attraverso' all'unisono le nostre menti offuscate di seguaci di Diana:come sarebbe stata quella macchina da guerra a Caccia?!?Visto che non era tardi la portammo dalla nostra veterinaria di fiducia,poco distante,che ci confermo' l'ottima salute del cane e un'eta' non superiore ai due anni,facendoci notare un tatuaggio,quasi illegibile,con su scritto "Deut" e forse un 9 e un altro num.poco chiaro,riconducibile forse all'allevamento di provenienza,che rimaneva tuttavia ignoto,cosi' come il proprietario.Cmq quella sigla mio Fratello,la scrisse sull'esposto che fece all'indomani alla caserma dei Carabinieri di zona dove aveva ritrovato il cane,specificando i fatti.Il brigadiere ci disse che,se nessuno reclamava il cane,trascorsi 30 giorni,potevamo tenerlo!La prova pratica la facemmo la domenica seguente:nel pomeriggio ci recammo presso un quagliodromo(si chiamavano ancora cosi'!)dalle parti di Formello.Acquistammo e poi lanciammo solo 3 quaglie.Dopo un'oretta che battevamo la zona a noi assegnata e un altra,vuota,limitrofa,ne avevamo 16 nella cacciatora tra ferme statuarie,ribattute e riporti da urlo!!!Va be' che il pomeriggio era sicuramente di recupero,presupponendo i tanti cuccioloni e cani e cacciatori della "domenica"che avevano insistito a vanvera su quelle due zone ma il cane s'era comportato ben oltre le nostre piu' rosee aspettative!Una volta aggirato lo scoglio genitori(a quei tempi non eravamo nessuno dei due sposati!)che s'opponevano a prendere un nuovo cane dopo la dolorosa recente scomparsa dell'ultimo breton,Stella,cosi' l'avevamo chiamata,prese posto nella nostra Famiglia,convincendoli che un cosi' bel cane avrebbe ben presto ritrovato il suo padrone,sperando in cuor nostro l'esatto contrario,e che quindi era una situazione transitoria.I due mesi successivi trascorsero con l'incognita riguardo il possesso del cane,nel frattempo consultavamo gli annunci di smarrimento e mio Fratello ripassava sia alla caserma dei CC che al garage,e le sempre piu' esaltanti performances di Stella su quaglie d'entrata.Maturammo cosi' la decisione d'iscrivere Stella all'anagrafe canina,tatuandola,a nome di mio Padre,che avendo raggiunto la 60ina,giudicammo quello piu' sacrificabile in caso di vicessitudini giudiziarie legate al possesso del cane!!!!Scherzi a parte,si giunse cosi' all'apertura settembrina,l'ultima prima dell'avvento della nefasta 157/92,in quel di Chiusi,Toscana,che suggello',se mai ce ne fosse stato bisogno,il valore di Stella,con "svariati" fagiani e lo scovo di una lepre che ando' via indenne,forse perche' presi dallo stupore per l'aver udito il latrato metallico di Stella a cospetto della stessa:noi credevamo che quella macchina perfetta fosse muta!!!Non aveva mai emesso alcun suono nei mesi precedenti,se non indistinguibili uggiolii,mentre fremeva, immobile,all'approssimarsi dell'uscita.Invece al cospetto di animali da pelo,gatti esclusi,emetteva un secco latrato,quasi metallico,come scoprimmo di li' in seguito!Inizio cosi' il piu' bel periodo per la mia attivita' venatoria dal momento che,non so per quale motivo, Stella…quel gran cane,m'aveva eletto suo patner ideale,sia nella Caccia che nella quotidianita'!Facendo incazzare non poco mio Padre che da pensionato,se ne occupava quasi a tempo pieno,e pure Gianni,mio Fratello,dal momento che non c'era verso che se si cacciava insieme,come quasi sempre,non gli riusciva di vedere un riporto e men che si dica una ferma dalle sue parti,visto che Stella ,in mia presenza,cacciava solo con me!Era davvero uno spettacolo vederla cacciare;univa ad una disciplina quasi teutonica ,appunto, la capacita' d'adattarsi a qualsiasi forma di caccia si facesse:che s'andasse a stanziale o a beccacce o che si tirasse alla migratoria per concludere con recuperi nell'acqua degni del miglior labrador!Sempre sulle doti di recupero e sull'indole particolare di questo mio cane,vorrei citare uno "strano"episodio tra i tanti.Era il 1°Novembre e l'aria di leggera tramontana della notte trascorsa m'aveva indotto a tentare la prima beccaccia della stagione in quel di Paliano,una bella zona collinare,quasi al confine con il frusinate!Mentre m'accincevo a scendere un fitto canalone,venivo richiamato da un altro cacciatore appostato sul ciglio dello stesso.Era un "postarolo"che nell'aspettare qualche tordo allo spollo,aveva fucilato la prima Regina dell'anno ma,ormai all'ennesimo tentativo,non riusciva a recuperarla sprofondata in basso nel fitto!M'apostrofo' abbastanza bruscamente con l'accento tipico locale:aoh,che li trova l'animali 'sto cane?!?Li trova si….,pensai fra me e mi feci indicare grossomodo il punto,richiamando il cane!Essendo parecchio scosceso e fitto,mi liberai di fucile e zainetto,lasciandoli sul bordo e insieme a Stella,con lui che "dirigeva"a mezza costa,scendemmo nello sporco.Il tale che aveva una migliore visuale da posizione piu' alta,mi grido' che,probabilmente,il cane l'aveva abboccata!Cosi'richiamai Stella,certo di ritrovarla in cima con la preda,e risalii il costone.Ora essendo io l'ultimo a riguadagnare il ciglio mi si paro' davanti una scena surreale:l'energumeno apostrofava a male parole Stella che stava seduta nella sua classica posa statuaria,con la testa rivolta dall'altra parte,indifferente e con un inconfondibile piumetta di beccaccia che spuntava dal lato della bocca ma della regina…nessuna traccia!Apriti cielo…:aoh er cane tuo s'e' magnata la beccaccia mia…e mo' come la mettemo?E giu' parolacce al cane!!!Ero incredulo era ormai la terza stagione che Io e Stella cacciavamo insieme e non aveva mai,dico mai,rovinato un capo,li riportava in punta di labbra,dal tordo al fagiano…addirittura vivi,senza in filo di bava!!!Ma quella piumetta li'…al lato della bocca,l'accusava senza scampo….che cavolo era mai successo???Frastornato piu' dall'accaduto che dall'invettive del tizio,cercavo nello sguardo di Stella una qualche risposta che non trovavo assolutamente,visto il suo persistere in posa plastica,quasi beffarda!Va be' il danno ormai era fatto,vediamo di rimediare in qualche modo e nel pensarlo m'accinsi a riprendere le mie cose lasciate qualche metro piu' in la';ed ecco la sorpresa:la Beccaccia stava perfettamente riposta tra lo zainetto e il calcio del fucile,abilmente nascosta alla vista,tant'e' che la notai solo quando sollevai l'arma!!!Dunque Stella,essendo sbucata per prima dalla macchia,aveva "imboscato"la beccaccia e con nonscialance aveva atteso l'arrivo dell'energumeno prima e il mio appresso…..il motivo del gesto non lo sapremo mai,forse non voleva dare soddisfazione ad un "postarolo"maleducato che non andava a genio neanche a Lei….diavolo d'un cane!!!Anche il tizio s'allontano' taciturno con la sua preda,voltandosi un paio di volte,forse chiedendosi con chi cavolo mai aveva avuto a che fare!Quegli anni volarono indimenticabili,fino a giungere a quello che e' l'inevitabile epilogo dell'unione tra l'uomo e il suo migliore amico!La veterinaria diagnostico' un tumore alle ghiandole mammarie e ne consiglio' l'immediato intervento chirurgico.Che effettuammo in una grossa clinica veterinaria su suo consiglio e senza badare a spese!Dopo una lunga convalescenza Stella riusci' a fare ancora una buona stagione regalandoci ennesime soddisfazioni!Ma poi il male si ripresento' accanito,attaccandola ai polmoni e non ci fu' piu' scampo,l'ultima volta a caccia dovetti scendere io a riprenderla in un fosso perche' non riusciva a risalire e sebbene la beccaccia tra le labbra gli toglieva il fiato,Lei non l'avrebbe mai mollata!!!La nostra veterinaria,che l'amava come fosse sua,non se la senti' di sopprimerla e attuo' una sorte d'obbiezione di coscenza dirottandoci presso un suo collega assicurandoci nessuna sofferenza per Stella.E cosi' fu'…questa volta tocco' a me,ho fatto quello che dovevo,ero li' con lei quando ha chiuso gli occhi,la tenevo tra le braccia,m'ha sentito accanto!Il veterinario,forse sorpreso nel vedere un uomo di 40 anni piangere come un bambino,mi chiese:era un bravo cane…vero?E gia'…era un bravo cane si chiamava Stella…ed era piovuta dal cielo! L'estate,quando siamo a casa fuori in campagna,appena scendo dalla macchina,guardo sempre sotto il castagno li' dove c'e' quella grossa pietra bianca che indica la Sua tomba,consapevole che un altro cane cosi' non mi capitera'…..e mi pare di vederla in quella sua posa da cane beneducato,nera come la notte,che sta li' seduta…come se m'aspettasse! Un saluto!Achille.




Close

SEI ISCRITTO AL  FORUM?

Attiva gratuitamente il tuo “Account Premium”  CLICCA QUI
 

Area riservata