• La tua armeria sul Web..
2 0
Tempo di lettura stimato:1 Minuti, 41 Secondi

 

Inquinamento e uso eccessivo di prodotti chimici in agricoltura sono finiti sul banco degli imputati per la crescente scomparsa di uccelli selvatici in Europa. I dati drammatici sul declino degli esemplari sono emersi da uno studio condotto dai ricercatori della Società reale britannica per la protezione degli uccelli e dalla Società ceca di ornitologia. I passeri sono la specie più colpita: dal 1980 a oggi sono scomparsi circa 247 milioni di esemplari. 

Secondo l’analisi condotta, nel Vecchio Continente si è verificata una perdita netta di 600 milioni di uccelli, pari a un volatile su sei rispetto a quelli che nidificavano in Europa quattro decenni fa. Tra le specie che stanno scomparendo dai nostri cieli ci sono la ballerina gialla (97 milioni in meno), gli storni (75 milioni in meno) e le allodole (68 milioni in meno).

I ricercatori, analizzando i dati su 378 delle 445 specie di uccelli originarie dell’Europa, hanno dunque scoperto che tra 1980 e 2017 le nidificazioni sono diminuite per una percentuale compresa tra il 17 e il 19 per cento. Il calo è particolarmente elevato tra le specie che vivono nei terreni agricoli.

Il passero, ad esempio, ha subito il cambiamento delle pratiche agricole. Ma gli esemplari sono diminuiti anche in città per ragioni che non sono state ancora stabilite, ma che potrebbero includere carenza di cibo, malattie come l’aviaria e l’inquinamento atmosferico.

Di certo, fanno notare gli esperti, l’intensificazione agricola causa la perdita dell’habitat mentre i prodotti chimici innescano un forte calo degli insetti che nutrono molti uccelli, innescando una reazione a catena che porta alla scomparsa dei volatili. Anche il numero di uccelli costieri, come le pavoncelle e le rondini, è crollato negli ultimi decenni.

Mentre 900 milioni di uccelli sono scomparsi in totale, 203 delle 378 specie studiate sono aumentate di numero. Il sessantasei per cento dei 340 milioni di uccelli aggiuntivi provenivano da sole otto specie in forte espansione: capinera, merlo, scricciolo, cardellino, pettirosso, colombaccio e cinciarella.

Fonte:europa.today.it

Regole di inserimento e pubblicazione dei contenuti su questa pagina

Nota informativa

 

A differenza di una Rivista cartacea oppure Online, Migratoria.it in qualita di Blog, consente a tutti gli utenti la pubblicazione anticipata dei contenuti e dei commenti in tempo reale senza preventiva coda di moderazione. In base all' art. 70 l. 633/41 e consentito utilizzare a scopo di studio, discussione, documentazione o insegnamento, il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o parti di opere letterarie purchè vengano citati l'autore e la fonte, e non si agisca mai a scopo di lucro. E' fatto divieto pubblicare dati personali oppure fotografie di terze parti senza preventivo consenso dell' autore. Migratoria.it effettua controlli nei contenuti delle pagine, solamente dopo la pubblicazione degli stessi da parte degli utenti, pertanto gli autori di questo sito e i moderatori preposti si riservano in un secondo tempo, il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi contenuto che violi il diritto di terzi, oppure che sia ritenuto inopportuno o non conforme senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo. Migratoria.it e i suoi autori non possono in alcun modo essere ritenuti responsabili per il contenuto inopportuno/ illecito/diffamatorio degli articoli o dei commenti pubblicati dagli utenti che utilizzano il Blog/Forum inquanto questi ultimi gli unici responsabili essendo perfettamente in grado di aprire, cancellare, modificare, pubblicare autonomamente un articolo, una pagina, un commento. Nel caso venga riscontrato materiale inappropriato, commenti offensivi, spam, violazioni del copyright, link interrotti e possibile segnalare il contenuto di questa pagina inviando un email all' indirizzo: info@migratoria.it oppure utilizzando l'apposito link situato a pè pagina.

Pubblicato da

Alberto 69

Assegna un voto ai contenuti di questo articolo.
[Voti: 1 Media (1-5): 5



Articolo precedente I CACCIATORI ANCORA PROTAGONISTI PER LA RICERCA: NUOVA E INTERESSANTE PUBBLICAZIONE SULLA BECCACCIA<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-cda06b81f22c1' data-rating='5' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='39693' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>5 (1)</span>
Articolo successivo BUONE NOTIZIE DAL CONSIGLIO DI STATO: IMPORTANTE SENTENZA SUL RINNOVO DEL PORTO D’ARMI USO CACCIA<div class='yasr-stars-title yasr-rater-stars' id='yasr-visitor-votes-readonly-rater-f860bdca10de1' data-rating='5' data-rater-starsize='16' data-rater-postid='39693' data-rater-readonly='true' data-readonly-attribute='true' ></div><span class='yasr-stars-title-average'>5 (1)</span>
Chiudi

CIAO AMICO CACCIATORE

Se pensi che la conoscenza che Migratoria.it ti da, valga il prezzo di un caffè, per favore fai una donazione, ci vuole solo un minuto. Cosi facendo dimostrerai allo staff che il loro lavoro conta. Solo una piccola parte dei nostri utenti dona ed è grazie a loro che migratoria.it può rimanere libera e gratuita in rete. Se sei una di quelle straordinarie persone che hanno già donato, ti ringraziamo di cuore.

Se sei iscritto al forum clicca qui per contribuore al mantenimento dei nostri server.




Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.