annuncio

Comprimi

Perchè questa stanza..

Questa stanza nasce dalla voglia di risollevare la testa davanti alle continue falsità e vessazioni che la nostra categoria, quella dei cacciatori, subisce su organi di informazione, che siano quotidiani, giornali on line, telegiornali, trasmissioni televisive condotti da personaggi imparziali e falsi.
Ma come possiamo fare per cerca di far rispettare la nostra tradizione, la caccia, e, soprattutto la nostra onorabilità di cittadini modello ???
Come possiamo riuscire a dimostrare la nostra massiccia presenza sul territorio, il radicamento culturale ed economico che rappresenta la caccia e soprattutto come possiamo difendere le tradizioni rurali nel nostro Paese?

La soluzione è semplice: mostrare e dimostrare la nostra INDIGNAZIONE verso chiunque ponga in essere comportamenti dolosi volti a denigrare, delegittimare ed accusare fantasiosamente la caccia e i cacciatori.

Con questa stanza abbiamo creato il metodo più semplice ed efficace per farci sentire: il mail bombing.

Cos’è il mail bombing??

Niente di sovversivo o anarchico, semplicemente una serie di indirizzi postali di personaggi influenti (direttori di giornali, di telegiornali, politici, amministratori, conduttori televisivi e radiofonici ecctt.) che saranno “contattati” da chiunque di noi lo ritenga utile, ogniqualvolta vi siano situazioni di denigrazione gratuita o disinformazione ben pilotata.

Questa tecnica è già ampiamente utilizzata dagli animalisti, tecnica che gli ha consentito di raggiungere ottimi risultati in termini di copertura mediatica e lobbing su varie amministrazioni politiche locali e nazionali; riescono ad apparire come migliaia di persone, mentre in realtà sono solo poche manciate di personaggi che quotidianamente inviano centinaia di mail.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Prigionieri della città, scegliete la caccia!

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Re: Prigionieri della città, scegliete la caccia!

    Intanto iniziamo a creare un' unica associazione e non sarebbe poco , poi inizieremo con l' altrettanto importante iniziativa della pubblicità e poi....................!

    COMMENTA


    • #17
      Re: Prigionieri della città, scegliete la caccia!

      Originariamente inviato da gaetano88 Visualizza il messaggio
      loro aumentano e noi diminuiamo ,
      loro sono molto meno di noi ed hanno una sola associazione venatoria ,
      loro sicuramente pagheranno meno per versamenti , tasse ecc e noi ci sveniamo ogni anno ,
      loro promuovono la caccia in tv e noi restiamo zitti con la coda tra le gambe quando ci umiliano pubblicamente ,
      loro preservano il territorio mentre noi costruiamo campi immensi di pannelli fotovoltaici , bonifichiamo le aree acquitrinose , costruiamo dove e' umanamente i possibile , e ci levano quasi tutto il territorio con parchi , riserve e cazzate varie..

      per fortuna che nel 2006 gli abbiamo soffiato la coppa del mondo almeno....
      Perfetto Gaetano.
      Meglio aggiungere vita ai giorni che giorni alla vita
      Rita Levi Montalcini

      COMMENTA


      • #18
        Re: Prigionieri della città, scegliete la caccia!

        il nostro problema in italia, é che le varie associazioni venatorie, non pensano altro che alle tessere, da trasformare in guadagni, per fare cosa poi? per organizzarsi in una federazione (FACE), dove uno parla a nome di molti, e di concreto non si fa niente, e tutto perchè nessuno si vuole prendere la briga di investire i fondi delle ass, anzichè spartirseli come sicuramente fa più comodo.
        in un paese dove più nessuno fa il suo lavoro, come pensare che possa cambiare qualcosa.

        - - - Aggiornato - - -

        Originariamente inviato da luca grosseto Visualizza il messaggio
        Intanto iniziamo a creare un' unica associazione e non sarebbe poco , poi inizieremo con l' altrettanto importante iniziativa della pubblicità e poi....................!

        non servirebbe avere un'unica associazione se tutte remassero nella stessa direzione, anzichè lasciarsi portare dalla corrente...
        IL POPOLO ITALIANO HA PLASMATO L'IMPERO CON IL SUO SANGUE,LO FECONDERA' CON IL SUO LAVORO, E LO DIFENDERA' DA CHIUNQUE CON LE SUE ARMI. (Benito Mussolini)

        COMMENTA


        • #19
          Originariamente inviato da mircoan Visualizza il messaggio
          Purtroppo, come ho detto spesso e continuo a ripetere, le città ci stanno massacrando...
          Chi vive in questi grandi centri abitati, non ha più la concezione di cos'è la campagna, la cultura e le tradizioni di questa, che secondo me comprende anche la caccia; non si rendono più conto di quello che succede al di fuori di quei km di asfalto e tonnellate su tonnellate di cemento...
          Non capiscono che se loro mangiano, è grazie alla campagna... Alcuni neanche si rendono conto che quelle fettine di petto di pollo, prima di finire sulla loro tavola, era un animale vivo e che forse sarà stato anche allevato in condizioni non troppo gradevoli e che magari saranno proprio quei soggetti ad accusarci di maltrattamento di animali e forse anche di essere assassini...
          E' veramente sgradevole vederci sempre condannati e diffamati in ogni momento ed in ogni luogo, anzichè ringraziarci di mantenere vive culture e tradizioni...
          Continuiamo ad essere fieri della nostra passione, che è quella che ci fa vivere veramente (come dice Tasso88) e proviamo ad essere un pò più uniti care AA.VV.

          Un saluto a tutti...

          Mi hai quasi tolto le parole di bocca.....io stesso non sarei stato così in grado di spiegare i miei sentimenti come invece hai fatto tu benissimo.
          Sono prorpio quegli ipocriti di cui parli tu che mi fanno veramente in.....are con le loro paternali e nemmeno sanno cosa mangiano e come sono campati e morti gli animali che hanno nei loro piatti.
          Sì, anche da noi in campagna c'è comunque chi è contro la caccia o comunque disapprova quello che facciamo....ci si scambia battute, sfottò, ma sempre e comunque con il massimo rispetto e senza mai offendere nessuno e io questo lo accetto.....mica tutti la devono pensare alla mia, o meglio in questo caso, alla nostra maniera.
          In fine anche se mi pesa tantissimo dirlo.........bravi i francesi.
          Ciò che il bruco chiama "fine del mondo",
          il resto del mondo lo chiama "farfalla". (L. Tze)

          COMMENTA


          • #20
            Fin quando veniamo considerati una minoranza di delinquenti, e questo è il pensiero di una parte dell'opinione publica, sarà difficile che ci permettano sponsor in TV o si parli bene della caccia come nel paese oltralpe. Questa suituazione l'abbiamo creata noi chinando sempre il capo a tutte le angherie, maledicenze, menzogne che gli anticaccia e animalisti vari ci hanno vomitato addosso senza che nessuno (le nostre AAVV) abbia preso le nostre difese e abbia ribbattuto punto per punto. E' vero che le città stanno uccidendo la nostra umanità, è vero che vivere in mezzo al cemento e all'asfalto ha fatto dimenticare alla gente che la nostra vita stessa è legata alla terra, ai boschi, al mare. Quanti di questi animalari-anticaccia ha mai messo fuori la testa dalla città e ha goduto di un'alba in campagna? Quanti hanno goduto del profumo della terra e dei boschi? Quanti hanno goduto della vista di un faggiano che parte da terra spaventato da qualche rumore? Quanti godono di uno stormo di colombacci che gli passa sopra la testa col rumore di un elicottero? Nessuno credo. Sono animalisti-anticaccia da dietro una scrivania e non saprebbero riconoscere un merlo da uno storno.

            COMMENTA


            • #21
              Originariamente inviato da Parlonza Visualizza il messaggio
              Mi hai quasi tolto le parole di bocca.....io stesso non sarei stato così in grado di spiegare i miei sentimenti come invece hai fatto tu benissimo.
              Sono prorpio quegli ipocriti di cui parli tu che mi fanno veramente in.....are con le loro paternali e nemmeno sanno cosa mangiano e come sono campati e morti gli animali che hanno nei loro piatti.
              Sì, anche da noi in campagna c'è comunque chi è contro la caccia o comunque disapprova quello che facciamo....ci si scambia battute, sfottò, ma sempre e comunque con il massimo rispetto e senza mai offendere nessuno e io questo lo accetto.....mica tutti la devono pensare alla mia, o meglio in questo caso, alla nostra maniera.
              In fine anche se mi pesa tantissimo dirlo.........bravi i francesi.
              Grazie mille per il tuo apprezzamento e per ciò che hai detto...

              Saluti...

              - - - Aggiornato - - -

              Originariamente inviato da solengo Visualizza il messaggio
              Fin quando veniamo considerati una minoranza di delinquenti, e questo è il pensiero di una parte dell'opinione publica, sarà difficile che ci permettano sponsor in TV o si parli bene della caccia come nel paese oltralpe. Questa suituazione l'abbiamo creata noi chinando sempre il capo a tutte le angherie, maledicenze, menzogne che gli anticaccia e animalisti vari ci hanno vomitato addosso senza che nessuno (le nostre AAVV) abbia preso le nostre difese e abbia ribbattuto punto per punto. E' vero che le città stanno uccidendo la nostra umanità, è vero che vivere in mezzo al cemento e all'asfalto ha fatto dimenticare alla gente che la nostra vita stessa è legata alla terra, ai boschi, al mare. Quanti di questi animalari-anticaccia ha mai messo fuori la testa dalla città e ha goduto di un'alba in campagna? Quanti hanno goduto del profumo della terra e dei boschi? Quanti hanno goduto della vista di un faggiano che parte da terra spaventato da qualche rumore? Quanti godono di uno stormo di colombacci che gli passa sopra la testa col rumore di un elicottero? Nessuno credo. Sono animalisti-anticaccia da dietro una scrivania e non saprebbero riconoscere un merlo da uno storno.
              Hai proprio ragione, non è da dietro una scrivania che si gestisce l'ambiente in generale, ma è come facciamo noi standoci a stretto contatto...
              Non sanno proprio quello che si perdono...

              Saluti a tutti

              COMMENTA


              • #22
                Beh, di gente che esce dalle città ed apprezza la montagna, tanto per citare un ambiente rurale, i suoi paesi, quello che offre, ce ne è molta; io vivo in una zona dove nei we, di persone di qualsiasi età che girano per i sentieri, mulattiere, che affollano alpeggi e così via ne vedo tanta, ma quante di queste persone, pur vicine alla natura, si sentirebbe vicina alla caccia? Non penso che la nostra cultura e tradizioni siano cosî diverse da quelle francesi, la differenza la fa , molto probabilmente, un'informazione ed una promozione della caccia che nel corso di decenni ha portato a questi risultati, differenti anni luce da quello che succede in itaglia.

                COMMENTA


                • #23
                  Giusto oggi si parla della possibile area industriale da edificare ad Asolo, TV.
                  Io non credo alle mie orecchie: ci sono capannoni sfitti ovunque, strade ovunque, case ovunque (sfitte), e la società non ha ancora capito che siamo arrivati alla saturazione.
                  Per quanto mi riguarda, attendo che i tempi siano veramente maturi, perderò anche io il lavoro per un tracollo generale del sistema, e poi mi avvierò a vita agreste. Mi auguro che, una volta crollato questo orrendo sistema di consumo si possa veramente tornare alla natura.
                  Mi piacerebbe che ci fosse un casino tale in grado di far sparire Province, onlus di animalari, tesserini regionali e tasse di concessione........E si potesse ritornare allo schioppo denunciato e basta, col quale andare a caccia quando si ha voglia, per lo stretto necessario e la serenità di poter fare la cosa giusta.

                  COMMENTA


                  • #24
                    Originariamente inviato da Aimone Cat Visualizza il messaggio
                    Giusto oggi si parla della possibile area industriale da edificare ad Asolo, TV.
                    Io non credo alle mie orecchie: ci sono capannoni sfitti ovunque, strade ovunque, case ovunque (sfitte), e la società non ha ancora capito che siamo arrivati alla saturazione.
                    Per quanto mi riguarda, attendo che i tempi siano veramente maturi, perderò anche io il lavoro per un tracollo generale del sistema, e poi mi avvierò a vita agreste. Mi auguro che, una volta crollato questo orrendo sistema di consumo si possa veramente tornare alla natura.
                    Mi piacerebbe che ci fosse un casino tale in grado di far sparire Province, onlus di animalari, tesserini regionali e tasse di concessione........E si potesse ritornare allo schioppo denunciato e basta, col quale andare a caccia quando si ha voglia, per lo stretto necessario e la serenità di poter fare la cosa giusta.
                    Purtroppo questa è pura utopia: il passato non ritorna, e se non stiamo attenti ci faranno proprio smettere del tutto di andare a caccia. Organizziamoci finchè siamo in tempo: in primis le associazioni venatorie la smettano di remare ognun per se e cominciamo a remare tutti dalla stessa parte!
                    sigpic

                    COMMENTA


                    • #25
                      giusto,il passato non ritorna....................................ciao padelloni

                      COMMENTA


                      • #26
                        Per cortesia no!!!! E' giusto che chi ami la citta' se la viva come vuole ; cacciatori si nasce poi tra ciclo e moto cross , war games , e quant'altro basta cosi' .......

                        COMMENTA


                        • #27
                          Originariamente inviato da gaetano88 Visualizza il messaggio
                          loro aumentano e noi diminuiamo ,
                          loro sono molto meno di noi ed hanno una sola associazione venatoria ,
                          loro sicuramente pagheranno meno per versamenti , tasse ecc e noi ci sveniamo ogni anno ,
                          loro promuovono la caccia in tv e noi restiamo zitti con la coda tra le gambe quando ci umiliano pubblicamente ,
                          loro preservano il territorio mentre noi costruiamo campi immensi di pannelli fotovoltaici , bonifichiamo le aree acquitrinose , costruiamo dove e' umanamente i possibile , e ci levano quasi tutto il territorio con parchi , riserve e cazzate varie..

                          per fortuna che nel 2006 gli abbiamo soffiato la coppa del mondo almeno....
                          la modalità di gioco è molto comune nel fotovoltaico. che è molto cose utilizzabili e non vi è alcun problema con questo. Io ti sto parlando a cose, che è il pannello solare. Questo pannello è gestito dal sistema fotovoltaico.

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X