annuncio

Comprimi

Perchè questa stanza..

Questa stanza nasce dalla voglia di risollevare la testa davanti alle continue falsità e vessazioni che la nostra categoria, quella dei cacciatori, subisce su organi di informazione, che siano quotidiani, giornali on line, telegiornali, trasmissioni televisive condotti da personaggi imparziali e falsi.
Ma come possiamo fare per cerca di far rispettare la nostra tradizione, la caccia, e, soprattutto la nostra onorabilità di cittadini modello ???
Come possiamo riuscire a dimostrare la nostra massiccia presenza sul territorio, il radicamento culturale ed economico che rappresenta la caccia e soprattutto come possiamo difendere le tradizioni rurali nel nostro Paese?

La soluzione è semplice: mostrare e dimostrare la nostra INDIGNAZIONE verso chiunque ponga in essere comportamenti dolosi volti a denigrare, delegittimare ed accusare fantasiosamente la caccia e i cacciatori.

Con questa stanza abbiamo creato il metodo più semplice ed efficace per farci sentire: il mail bombing.

Cos’è il mail bombing??

Niente di sovversivo o anarchico, semplicemente una serie di indirizzi postali di personaggi influenti (direttori di giornali, di telegiornali, politici, amministratori, conduttori televisivi e radiofonici ecctt.) che saranno “contattati” da chiunque di noi lo ritenga utile, ogniqualvolta vi siano situazioni di denigrazione gratuita o disinformazione ben pilotata.

Questa tecnica è già ampiamente utilizzata dagli animalisti, tecnica che gli ha consentito di raggiungere ottimi risultati in termini di copertura mediatica e lobbing su varie amministrazioni politiche locali e nazionali; riescono ad apparire come migliaia di persone, mentre in realtà sono solo poche manciate di personaggi che quotidianamente inviano centinaia di mail.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Web scatenato contro la Caccia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (21%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • grifonenero
    ha iniziato la discussione Web scatenato contro la Caccia

    Web scatenato contro la Caccia

    L'incidente di oggi a Ventimiglia, sta andando oltre il terribile e tragico fatto di cronaca.
    Chi ci odia si sta già scatenando. E sarà peggio nei prossimi giorni.
    Stiamo vivendo e attacco alla Caccia che non ha precedenti dai tempi del referendum.
    Occorre la collaborazione di ognuno di voi per reagire A DIFESA in ogni dove, internet, ufficio, amici, strada...

    AIUTATECI, AIUTATEVI per la vostra Passione !

  • walker960walker
    ha risposto
    Originariamente inviato da erchiappetta Visualizza il messaggio


    Giova'....vuoi vedere che man mano che gli inquirenti indagano vien fuori che i due si conoscevano e che da colposo.......l'omicidio diventa volontario ? !? A me 'sta storia sa' sempre di piu' di vecchie ruggini tra squadre ! Magari sapeva ch'era il giovane bracconiere che gironzolava per recuperare il capo ferito ....forse voleva solo spaventarlo ?!? Ma chi e' con un minimo di cognizioni venatorie che spara in un cespuglio con un W300 Mag su' l'abbaio del cane a fermo???Un folle ?!? Un incoscente?!? Vedremo....di sicuro qualcosa e' andata male....anzi malissimo! A pensar male si fa' peccato....ma spesso ce s'azzecca ! Saluti.
    ----------------------------------------------------------------------------
    Tutto è possibile Achì, ma non penso che lo sparatore si sarebbe rovinato per questo. Forse se lo avrebbero trovato morto, nel bosco, attinto da una fucilata, poteva essere la tua ipotesi, ma così...coinvolgendo tutte le due squadre! Non credo.
    Sicuramente la squadra sapeva che il ragazzo braccheggiava, ma per togliergli sto vizio lo avrebbero segnalato o al massimo gli avrebbero dato una passata di palate..... succede....

    Lascia un commento:


  • onyx
    ha risposto
    Una cosa non mi torna, non sono un cinghialaro pero" mi sa che i cani non abbaiano vicino al cinghiale morto, si limitano a morderlo!! E poi avendo trovato il cinghiale morto con vicino il ragazzo nascosto era un motivo in più" per non abbaiare.

    Lascia un commento:


  • erchiappetta
    ha risposto
    Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
    Come dobbiamo interpretare questo fatto......una disgrazia? Uno sbaglio? Il fato o destino? Certo il diavolo ci ha messo la coda e un ragazzo di 19 anni ha perso la vita, ma si poteva salvare da solo, non lo ha fatto e tra l'altro un altro giovane, con tutto il diritto di stare lì, si è rovinato la vita finchè campa.

    Giova'....vuoi vedere che man mano che gli inquirenti indagano vien fuori che i due si conoscevano e che da colposo.......l'omicidio diventa volontario ? !? A me 'sta storia sa' sempre di piu' di vecchie ruggini tra squadre ! Magari sapeva ch'era il giovane bracconiere che gironzolava per recuperare il capo ferito ....forse voleva solo spaventarlo ?!? Ma chi e' con un minimo di cognizioni venatorie che spara in un cespuglio con un W300 Mag su' l'abbaio del cane a fermo???Un folle ?!? Un incoscente?!? Vedremo....di sicuro qualcosa e' andata male....anzi malissimo! A pensar male si fa' peccato....ma spesso ce s'azzecca ! Saluti.

    Lascia un commento:


  • walker960walker
    ha commentato in 's risposta
    Ormai lo hai fatto!

  • giovannit.
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cimbellatore Visualizza il messaggio
    Piccolo ot: Giovanni è tanto che manchi dall'Italia, ricorda che purtroppo è il paese dove devi risarcire il ladro che ti entra in casa se il tuo cane lo morde
    Se e' cosi', allora non vedo proprio un rimedio. Spero che nel futuro le cose cambino--mi pare pero' che ultimamente con la perdita del potere da parte di PD e buonisti vari c'e' un'opportunita' di migliorare la situazione. Io ho molta fede in Salvini, ma fra toghe rosse, grillini, buonisti, ONG's, Soros, EU, ecc. non e' che avra' la vita facile e di certo di ostacoli insormontabili ne ha tanti, inclusa la volubilita' del popolo italiano che se non vede enormi risultati entro pochi mesi elegge qualcun altro o, non votando, permette ai vecchi malfattori di riconquistare il potere.

    Lascia un commento:


  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio

    ----------------------------------------------------------------------------------
    la prima responsabilità, in questo caso, è di chi lo ha raccomandato. La seconda è della squadra che lo ha preso con se. Infatti questo ragazzo senza p.d. Era in una di queste squadre l'anno scorso ed è stato cacciato per scorrettezze. Scorrettezze che ha continuato a fare....fino alla fine. E' normale che prima di premere il grilletto si deve essere sicuri al 200%, l'ho sempre detto. Ma comunque se uno grida, si fa vedere e l'altro già sa che da li a poco sparerà e ancora cerca di nascondersi invece di dare voce e farsi vedere! Come dobbiamo interpretare questo fatto......una disgrazia? Uno sbaglio? Il fato o destino? Certo il diavolo ci ha messo la coda e un ragazzo di 19 anni ha perso la vita, ma si poteva salvare da solo, non lo ha fatto e tra l'altro un altro giovane, con tutto il diritto di stare lì, si è rovinato la vita finchè campa.
    Non parlando poi della nostra categoria che è stata messa alla gogna, per colpa di un bracconiere e di un disgraziato (nel senso; colpito da disgrazia)
    e s a t t a m e n t e!!!!

    Lascia un commento:


  • walker960walker
    ha risposto
    Originariamente inviato da Axelfabro Visualizza il messaggio
    L incidente involontario ( es. Cado e parte una fucilata può capitare ed è gia grave) ma prima di sparare bisogna essere sicuri al 200% chi non lo fa è un pazzo, o un ignorante e non dovrebbe avere il porto d armi, dico questo perche ho visto numerosi cacciatori prendere il porto d armi con formaggi e soppressate facendo esami ridicoli, il problema sta alla base secondo me.. poi gli incidenti capitano e capiteranno sempre, e forse la caccia è quella che ne ha di meno..
    ----------------------------------------------------------------------------------
    La prima responsabilità, in questo caso, è di chi lo ha raccomandato. La seconda è della squadra che lo ha preso con se. Infatti questo ragazzo senza P.D. era in una di queste squadre l'anno scorso ed è stato cacciato per scorrettezze. Scorrettezze che ha continuato a fare....fino alla fine. E' normale che prima di premere il grilletto si deve essere sicuri al 200%, l'ho sempre detto. Ma comunque se uno grida, si fa vedere e l'altro già sa che da li a poco sparerà e ancora cerca di nascondersi invece di dare voce e farsi vedere! Come dobbiamo interpretare questo fatto......una disgrazia? Uno sbaglio? Il fato o destino? Certo il diavolo ci ha messo la coda e un ragazzo di 19 anni ha perso la vita, ma si poteva salvare da solo, non lo ha fatto e tra l'altro un altro giovane, con tutto il diritto di stare lì, si è rovinato la vita finchè campa.
    Non parlando poi della nostra categoria che è stata messa alla gogna, per colpa di un bracconiere e di un disgraziato (nel senso; colpito da disgrazia)

    Lascia un commento:


  • Axelfabro
    ha risposto
    L incidente involontario ( es. Cado e parte una fucilata può capitare ed è gia grave) ma prima di sparare bisogna essere sicuri al 200% chi non lo fa è un pazzo, o un ignorante e non dovrebbe avere il porto d armi, dico questo perche ho visto numerosi cacciatori prendere il porto d armi con formaggi e soppressate facendo esami ridicoli, il problema sta alla base secondo me.. poi gli incidenti capitano e capiteranno sempre, e forse la caccia è quella che ne ha di meno..

    Lascia un commento:


  • SPRINGER TOSCANO
    ha risposto
    Alessandro le zone "nostre" sono diverse....li parlava di due squadre con circa 25/26 poste che avevano chiuso una porzione di terreno enorme e, a quanto letto, le poste si trovavano distanziate di 300/400 mt l' una dall' altra.
    Tutti partecipanti erano in contatto radio e niente di più facile che il canaio più vicino si possa essere trovato a diverse centinaia di metri di distanza....tanto distante da autorizzare una posta ad andare sul cane a fermo.
    Sono solo ipotesi.....resta il fatto che il cacciatore ha sparato non ad un cinghiale ma ad un cristiano. Tuttavia.....se le circostanze fossero davvero quelle descritte sarebbe ben diverso rispetto ad aver fatto fuoco così alla caxxo di cane e far fuori un' escurzionista.

    Lascia un commento:


  • Willow_01
    ha commentato in 's risposta
    Ciao, mi sono permesso di copiare il tuo messaggio su un altro forum, quello del bracco (citando provenienza ed autore). Ti ho scritto un mp per avvisarti prima di farlo, ma non è partito, non so perché. Se ti da fastidio, cancello il messaggio. ciao

  • Alessandro il cacciatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
    Il cacciatore nella posta vicino al cane che abbaia, comunica che sta entrando nella cacciata per accostare ed eventualmente sparare il cinghiale. Arriva sul cane che abbaia, ci sono spinai, arbusti ecc... Nota il cane che abbaia in quel cespuglio, (dove c'è il ragazzo, il sua cane e il cinghiale). Tenta di guardare dentro, da voce....nessuna risposta, (quel povero ragazzo doveva essere un pò ***** davvero). Vede il cespuglio muoversi e fa fuoco certo che si trattasse del cinghiale, (voi che avreste fatto? Mi riferisco a chi pratica questa caccia).
    Dove caccio io il cinghiale, e lo caccio dal 1972, e' impensabile che una posta vada sotto a un cane che abbaia a fermo. Solo in caso di cinghiale ferito che dà ai cani, e nessun canaio e' nella zona, allora può intervire una posta, ma mica tanto volentieri e solo dopo essersi accertato che le poste vicine siano tutte a conoscenza di quanto sta accadendo. Ma e' sempre un lavoraccio....puo' arrivare un altro cinghiale a scombinare le carte....io la mano sul fuoco che tutti stiano buoni mica ce la metterei.
    Nel caso che hai disegnato te Walker, potrebbe anche darsi che il povero ragazzo fosse vicinissimo (addosso) al cinghiale morto, e la posta può aver visto davvero il cinghiale, solo che c'era il ragazzo accanto... Ma sono tutte ipotesi di fantasia.

    Lascia un commento:


  • walker960walker
    ha risposto
    C'è da dire tanto sull'argomento, ognuno ha detto la sua, ma la verità è una sola. Il ragazzo la sera prima aveva ferito a morte un cinghiale, con un fucile di illecita provenienza. Sicuramente si era fatto buio e aveva desistito nel cercarlo, con l'intento di tornare l'indomani presto a cercarlo. Pur sapendo che lì la mattina ci sarebbe stata una battuta. Così e partito, armato di fucile cartucce e pila, portandosi dietro un segugio, ancora a buio, (altrimenti la pila a cosa gli serviva!). Non trova il cinghiale e la ricerca si attarda. Quando lo trova è già morto. Vengono i cinghialari e senza tracciare, chiudono e liberano i cani. Un cane di questi trova il cinghiale morto e si mette ad abbaiare a fermo. Proprio lì c'è il ragazzo, che per paura di rimproveri rimane nascosto, (scelta sbagliata e da stolti). Il cacciatore nella posta vicino al cane che abbaia, comunica che sta entrando nella cacciata per accostare ed eventualmente sparare il cinghiale. Arriva sul cane che abbaia, ci sono spinai, arbusti ecc... Nota il cane che abbaia in quel cespuglio, (dove c'è il ragazzo, il sua cane e il cinghiale). Tenta di guardare dentro, da voce....nessuna risposta, (quel povero ragazzo doveva essere un pò ***** davvero). Vede il cespuglio muoversi e fa fuoco certo che si trattasse del cinghiale, (voi che avreste fatto? Mi riferisco a chi pratica questa caccia).
    C'è anche da dire che il poveretto che ci ha lasciato la pelle, l'anno prima era in una squadra di questi, come battitore e che poi è stato cacciato perchè scoperto più volte a bracconare e a impadronirsi dei cinghiali che erano nelle aree destinate alle braccate.
    Questo uscirà fuori. Tratto da radio cinghiali e cinghialai italiani.

    Lascia un commento:


  • Cimbellatore
    ha risposto
    Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio

    Quando il proprietario del fondo si fa pagare e fa entrare contemporaneamente cinghialai e fungaioli, se un fungaiolo viene ferito o ucciso il padrone del fondo ne e' in parte responsabile, percio' non credo proprio che farebbe entrare altri se non quelli che hanno pagato per la battuta. Se poi uno entra di straforo la colpa e' dell'intruso, ma anche di chi l'ha colpito, perche' non si spara a rumori e rami che si muovono. Ma il proprietario del fondo non sarebbe perseguibile a norma di legge cosi' come non lo sarebbe il proprietario di una fabbrica se qualcuno vi entrasse per rubare il rame dei cavi elettrici e rimanesse folgorato.
    Piccolo ot: Giovanni è tanto che manchi dall'Italia, ricorda che purtroppo è il paese dove devi risarcire il ladro che ti entra in casa se il tuo cane lo morde

    Lascia un commento:


  • palomba 70
    ha risposto
    Anch'io sono stato informato poco fà di questo nuovo scenario che ha caratterizzato il tragico incidente.
    Credo che chi di competenza avesse già chiaro fin dal primo istante che il ragazzo era li per bracconaggio e non per una semplice e spensierata escursione,ma quello che mi veramente irritare,e ci vado leggero,è la strumentazione fatta dagli ambientalisti sciacalli che non hanno perso occasione per prendere la palla al balzo,fornendo le solite deliranti informazioni false e mendaci.
    Sia ben chiaro questo non giustifica il cacciatore che ha sparato percependo un'ipotetico cinghiale,ma comunque il ragazzo ci ha messo tanto del suo,nonostante fosse stato lanciato un grido di segnalazione,lui ha pensato bene di rimanere nascosto ed in silenzio,valutando male la situazione che gli si era creata intorno.
    Mi dispiace fare questa affermazione,19 anni come quelli del mio figliolo e tutta una vita davanti,persa per una sciocchezza,la paura di essere scoperto.

    La strumentalizzazione fatta è qualcosa di vergognoso,di inaccettabile in un paese in cui la democrazia e l'onesta intellettuale dovrebbe essere la base del sistema di vita.

    Lo stesso ragazzo se fermato dai loro agenti sarebbe stato messo alla gogna in quanto bracconiere.

    Era un ragazzo che ora non c'è più,purtroppo questa è la triste realtà.

    Lascia un commento:

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X