annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

consanguineità

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • consanguineità

    Salve secondo voi avendo una linea di sangue da lavoro che non si vuole perdere,quanto ci si pùò spingere con gli accoppiamenti consanguinei senza avere grossi problemi,per esemp. padre -figlia, nonno-nipote zia-nipote tra cugini ecc,e se il discorso cambia se i cani in questioni sono meticci per es. setter-breton bracco-pointer springer-cocker ecc.anticipatamente ringrazio

  • #2
    Padre figlia una volta per fissare i caratteri ma poi devi dare sangue nuovo o quanto meno un parente lontano, gli eccessi di consanguineità fanno uscire le tare genetiche a partire dalla taglia che tenderà a diminuire. Basta vedere i piccoli paesi dove gli abitanti sono praticamente tutti parenti..... tutti nani...

    I coefficienti di consanguineit

    COMMENTA


    • #3
      Grazie giocamm per essere intervenuto,quindi da come ho capito una volta madre-figlio o padre-figlia si può fare senza avere problemi l importante è i nascituri accoppiarli con nuovo sangue.

      COMMENTA


      • #4
        A me piacerebbe sapere come si calcola la consanguineità
        Vivo per lei da quando sai la prima volta l'ho incontrata non ricordo come ma mi entrata dentro e c'è restata...

        COMMENTA


        • #5
          devi guardare tutto il peedegree dei cani.
          accoppiare padre e figlia o fratelli tra loro non è un grosso problema se il peedegree dei soggetti e' "vario"
          al contrario se il peedegree ha già un alta consanguineità potrebbe portare delle tare.
          non so se mi sono spiegato .....

          se se non mi sbaglio sul sito dell enci, nei peedegree c'è anche la percentuale di consanguineità.
          non mi ricordo se c'è per tutti
          L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio
            devi guardare tutto il peedegree dei cani.
            accoppiare padre e figlia o fratelli tra loro non è un grosso problema se il peedegree dei soggetti e' "vario"
            al contrario se il peedegree ha già un alta consanguineità potrebbe portare delle tare.
            non so se mi sono spiegato .....
            Salve darkmax,allora se si accoppia in consanguineità tra cani meticci bracco-pointer setter-breton cocker-springer ecc non si dovrebbero creare grossi problemi?grazie

            COMMENTA


            • #7
              Guarda è' un argomento molto complesso ma credo proprio di no.
              piu distanti geneticamente di due cani meticci penso non ci sia niente
              giusto per dire ... sono assolutamente contrario a ste robe
              ciao

              - - - Aggiornato - - -

              Originariamente inviato da baroncini Visualizza il messaggio
              A me piacerebbe sapere come si calcola la consanguineità


              La formula matematica permette di calcolare il grado di inincrocio, o coefficiente di consanguineità Fx, di un soggetto x di cui si conosce il pedigree:
              Fx = S [(½)n + n’ + 1] (1+FA)
              n è il numero di generazioni che separano il padre di x da un antenato A comune al padre e alla madre di x
              n’ è il numero di generazioni che separano la madre di x e lo stesso antenato comune A
              S = sommatoria dei contributi diversi dovuti a ciascun ascendente comune
              FA è il coefficiente di consanguineità dell’ascendente comune A, nel caso sia esso stesso inincrociato

              - - - Aggiornato - - -

              buon divertimento Barone ......


              - - - Aggiornato - - -

              prima ho sbagliato, il tasso consanguineità lo avevo visto qui ( solo per i setter )

              http://pedigree.setter-anglais.fr/genealogie/index.php?LANGUE=IT
              L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

              COMMENTA


              • #8
                Originariamente inviato da bracco67 Visualizza il messaggio
                Salve secondo voi avendo una linea di sangue da lavoro che non si vuole perdere,quanto ci si pùò spingere con gli accoppiamenti consanguinei senza avere grossi problemi,per esemp. padre -figlia, nonno-nipote zia-nipote tra cugini ecc,e se il discorso cambia se i cani in questioni sono meticci per es. setter-breton bracco-pointer springer-cocker ecc.anticipatamente ringrazio
                Sarebbe opportuno cambiare ogni tanto linea di sangue, ma se vuoi mantenere la razza è importante il primo accoppiamento, perché anche se avverranno nel tempo altri accoppiamenti con altri cani di razza diversa, del primo ti spunterà sempre un esemplare che ti farà continuare la linea di sangue che interessa a te.
                Salvo.

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio
                  Guarda è' un argomento molto complesso ma credo proprio di no.
                  piu distanti geneticamente di due cani meticci penso non ci sia niente
                  giusto per dire ... sono assolutamente contrario a ste robe
                  ciao

                  - - - Aggiornato - - -





                  La formula matematica permette di calcolare il grado di inincrocio, o coefficiente di consanguineità Fx, di un soggetto x di cui si conosce il pedigree:
                  Fx = S [(½)n + n’ + 1] (1+FA)
                  n è il numero di generazioni che separano il padre di x da un antenato A comune al padre e alla madre di x
                  n’ è il numero di generazioni che separano la madre di x e lo stesso antenato comune A
                  S = sommatoria dei contributi diversi dovuti a ciascun ascendente comune
                  FA è il coefficiente di consanguineità dell’ascendente comune A, nel caso sia esso stesso inincrociato

                  - - - Aggiornato - - -

                  buon divertimento Barone ......


                  - - - Aggiornato - - -

                  prima ho sbagliato, il tasso consanguineità lo avevo visto qui ( solo per i setter )

                  Pedigree setter inglese:: :: L'archivio dei dati riguardanti la geneologia del setter inglese
                  GIUSTO la selezione in consanguineità è roba da professionisti, grossi professionisti. Eppure anche loro sbagliano spesso e di danni ne hanno fatti.
                  Meglio no cimentarsi.

                  COMMENTA

                  Pubblicita STANDARD

                  Comprimi

                  Ultimi post

                  Comprimi

                  Unconfigured Ad Widget

                  Comprimi
                  Sto operando...
                  X