annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Come fate il ragù di selvaggina?

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Come fate il ragù di selvaggina?

    Vorrei provare a fare del ragù con la selvaggina, pensavo di iniziare con la lepre e poi provare anche fagiano e anatra.
    Avete delle ricette da consigliarmi?
    "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

  • #2
    io di solito faccio soffriggere con olio evo, sedano carota cipolla aglio rosmarino e salvia, aggiungo poi la selvaggina a pezzetti e faccio rosolare alcuni minuti, sfumo con vino rosso corposo e poi aggiungo passata rustica di pomodoro, meglio se ciliegino e copro il tutto con brodo leggero di carne e faccio ritirare fino a giusta consistenza...aggiustare di sale e pepe......in bocca al cocker!!!!!!!!!
    kim-lea, il migratorista e jlspez piace questo post.

    COMMENTA


    • #3
      Faccio più o meno come fa Riccà, macino carota cipolla, un po' d'aglio rosmarino, timo, peperoncino, la carne macinata del selvatico e i pezzi, rosolo il tutto, appena inizia ad imbiondire aggiungo il vino bianco se è un ragù bianco o il rosso se con pomodoro ed un po' di sale, non uso brodo preferisco aggiungere solo acqua di tanto in tanto, fino a cottura ultimata dei pezzi, se lepre o cinghiale 4 foglie di alloro nel ragù e poi pappardelle.
      Buon Appetito
      kim-lea, il migratorista e 2 altri utenti piace questo post.
      O a Napoli in carrozza o alla macchia a far carbone.

      COMMENTA


      • #4
        Io cucino tutta la selvaggina con la pelle. Ovviamente parlo di selvaggina nobile che non ha bisogno di marinature. Quindi tordi, colombacci ed anatre top come alzavola e canapiglia. Non metto pomodoro, ma faccio sempre un ragù bianco. Dunque, metto sano nell padella a bordo alto la selvaggina con un tocco abbondante di guanciale, faccio rosolare per bene e sfumo con del cognac. Lascio asciugare e aggiungo assieme agli odori citati da Riccà insieme del vino rosso corposo, 5 minuti in ebolizione poi copro ed abbasso la fiamma. Se necessario aggiungo acqua. Cucinando la selvaggina intera, lei stessa nella cottura crea il suo brodo di carne. Quando le carni sono tenere tendendo a staccarsi dal corpo, tiro fuori la selvaggina, butto la pelle e le ossicine e sminuzzo. Nel frattempo tolgo dal tegame gli odori e tutto quello che galleggia che passero nello schiaccia verdure manuale e rimetto nel tegame assieme ai fegatelli della selvaggina che avevo messo da parte. Quando il sugo sarà quasi alla giusta consistenza, metto la carne e solo ora aggiusto con del sale per gli ultimi minuti di cottura. Cucinare la selvaggina con la propria pelle, aiuta a mantenere morbida e non stopposa la carne. Il pepe non lo metto perchè il guanciale ( ma anche al pancetta ) che metto e già molto speziata. Ovviamente abbinamento con tagliatelle o pappardelle da saltare nel tegame dei selvatici, aggiungendo acqua di cottura all'occorrenza. Con le anatre, ci sta benissimo anche un pochino di scorsa d'arancia grattuggiata mentre si salta la pasta. Formaggio ? meglio di no !!!
        kim-lea, il migratorista e 2 altri utenti piace questo post.
        sigpic

        ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


        COMMENTA


        • Bigrillo
          Bigrillo commentata
          Modifica di un commento
          Approvo in toto e sottoscrivo e naturalmente SALUTISSIMI!

      • #5
        .....non vorrei dire banalità per chi è pratico di cucina ma i capisaldi del ragù sempre quelli sono....i sapori che preferisci nel soffritto...poi la ciccia... sfumi col vino.....aggiungi brodo e/o passata di pomodoro e vai a cottura più lenta che puoi.....
        Le variabili sono soggettive ed a piacere : carne marinata nel vino....oppure nel latte se preferisci i sapori delicati .....eventualmente disossare e tritare/sminuzzare la selvaggina a metà cottura......NATURALMENTE dipende dal tipo di selvaggina......
        il migratorista piace questo post.

        COMMENTA


        • #6
          Mi fate venire fame già alle 9 di mattina!
          il migratorista piace questo post.

          COMMENTA


          • #7
            Sto facendo il primo tentativo, vi terrò aggiornati.
            Grazie a tutti
            "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

            COMMENTA


            • #8
              Vedo che nessuno usa le bacche di ginepro.
              Io con la selvaggina, in ogni forma, sempre
              L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

              COMMENTA


              • #9
                Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio
                Vedo che nessuno usa le bacche di ginepro.
                Io con la selvaggina, in ogni forma, sempre
                Assolutamente si. Le metto anch'io.
                sigpic

                ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                COMMENTA


                • #10
                  Originariamente inviato da Gianni1° Visualizza il messaggio
                  Faccio più o meno come fa Riccà, macino carota cipolla, un po' d'aglio rosmarino, timo, peperoncino, la carne macinata del selvatico e i pezzi, rosolo il tutto, appena inizia ad imbiondire aggiungo il vino bianco se è un ragù bianco o il rosso se con pomodoro ed un po' di sale, non uso brodo preferisco aggiungere solo acqua di tanto in tanto, fino a cottura ultimata dei pezzi, se lepre o cinghiale 4 foglie di alloro nel ragù e poi pappardelle.
                  Buon Appetito
                  Ottima la carota da il dolce

                  COMMENTA


                  • #11
                    Tutte ottime ricette, però l'ultimamente scarseggia la materia prima, come gianni1 cucino il cinghiale a basso fuoco, dopo che è stato una nottata negli aromi con cipolla sedano alloro vino pepe

                    COMMENTA


                    • #12
                      Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio
                      Vedo che nessuno usa le bacche di ginepro.
                      Io con la selvaggina, in ogni forma, sempre
                      E io non solo con la selvaggina...
                      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

                      COMMENTA


                      • #13
                        Ragù riuscito, forse un po' asciutto, però buono il sapore, alla fine ho Lasciato la carne 24 ore nel vino e aromi.
                        Poi soffritto, sfumato con il rosso, aggiunto pomodoro e bollito a fuoco basso per 2 ore, lasciato raffreddare spolpato e sfilacciato a mano e cotto altre 2 ore aggiungendo brodo per non farlo asciugare troppo.

                        ​​​​​​​Come primo esperimento è andato bene però è migliorabile. Nessuno aggiunge burro per renderlo più "unto"?
                        "Ciao Carlo ora potrai cacciare come e quando vuoi! Un giorno ci rivedremo...nel frattempo dammi un occhio..."

                        COMMENTA

                        Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Trending

                        Comprimi

                        Unconfigured Ad Widget

                        Comprimi

                        Tag nuvola

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Sto operando...
                        X