annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

No di Ispra alle deroghe in Lombardia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (53%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • No di Ispra alle deroghe in Lombardia

    L’Ispra non si smentisce mai e per coerenza non sono secondi a nessuno. Anche quest’anno è infatti giunta la risposta sulla richiesta di prelievo in deroga fatta dalla Regione Lombardia e come un anno fa, e come negli anni prima ancora … , l’Ispra dice NO a tutto per mancanza di dati. Un “copia incolla” degli anni passati, senza cambiare una virgola. Ora non resta che una strada al Governo lombardo, quella di un atto amministrativo a breve scadenza. Una delibera che sicuramente sarebbe impugnata dalle sigle animaliste, ma che darebbe poi la possibilità alla Regione di potersi appellare alla Corte Costituzionale di Strasburgo. Il parere favorevole, una volta prodotti i dati attraverso anche le valutazioni e gli studi scientifici di alcune Associazioni, potrebbe arrivare dall’ Europa e sarebbe un parere inappellabile senza scadenza. Resta però il rammarico che la Regione Lombardia ha chiesto il parere all’ISPRA sul prelievo in deroga ma non sulle catture dei richiami vivi. Una rinuncia a priori incomprensibile per la quale chiediamo una spiegazione vera all’Assessore Fava. Una spiegazione che tutti i cacciatori, di tutte le associazioni vorrebbero avere. Ora tocca alla Regione, alla politica, ai politici … la prossima mossa. Noi stiamo qui e vediamo cosa accade.
    Fonte: Cacciaedintorni.it



    Sarei rimasti sorpreso del contrario.....

  • #2
    piu' che no han detto come sempre che non hanno i dati.....
    Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

    COMMENTA


    • #3
      Strano ........
      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

      COMMENTA


      • #4
        Tutto come previsto.
        Più buio che a mezzanotte non viene

        COMMENTA


        • #5
          La regione non farà niente, come al solito, e stessa cosa per le catture...
          Ora son curioso di vedere le novità sul calendario venatorio, vedremo se sarà un'altra calata di braghe.
          "La felicità è nulla se non condivisa"

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da botahv79 Visualizza il messaggio
            piu' che no han detto come sempre che non hanno i dati.....
            non cambia nulla.deroghe e impianti sono solo un ricordo.adios

            COMMENTA


            • #7
              I dati dovrebbero averli proprio loro che sono ex infs, (ist. nazionale fauna selvatica) o sono come il muratore che non ha la cazzuola!! Che non hanno i dati e" assurdo e non so come qualcuno non faccia casino!!

              COMMENTA


              • #8
                Se qualcuno aspetta che l'ISPRA dia un parere positivo, è bene che si metta l'anima in pace.. voglio vedere in Veneto come faranno, sono curioso...
                Detesto le tue idee ma mi farei uccidere per darti la possibilità di esprimerle (Voltaire)

                COMMENTA


                • #9
                  Vergognoso!!!!

                  COMMENTA


                  • #10
                    ma le associazioni venatorie tutte in silenzio ?

                    COMMENTA

                    Pubblicita STANDARD

                    Comprimi

                    Ultimi post

                    Comprimi

                    Unconfigured Ad Widget

                    Comprimi
                    Sto operando...
                    X