annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Toscana: Presto in vigore la nuova legge regionale sul patrimonio naturalistico-amb.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (69%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Toscana: Presto in vigore la nuova legge regionale sul patrimonio naturalistico-amb.

    Lunedì 30 Marzo 2015

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Italia-Toscana 1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 105.8 KB 
ID: 1710429

    La nuova legge sulle aree protette (n. 30 del 19 marzo 2015) "Norme per la conservazione e valorizzazione del patrimonio naturalistico-ambientale regionale", pubblicata sul Burt n. 14 parte prima del 25 marzo, introduce modifiche delle leggi di istituzione dei Parchi regionali. L'assessore Bramerini: "Una legge di riordino, che interessa il 17% del territorio regionale"

    La Regione Toscana ha pubblicato sul Burt la legge regionale 19 marzo del 2015, n. 30 Norme per la conservazione e valorizzazione del patrimonio naturalistico-ambientale regionale che detta disposizioni per la conservazione, la valorizzazione e la promozione del patrimonio naturalistico-ambientale del territorio regionale, disciplina i sistemi regionali delle aree naturali protette e della biodiversità, detta disposizioni per il riconoscimento e la valorizzazione della geodiversità, per gli alberi monumentali e per il servizio volontario di vigilanza ambientale. Inoltre introduce modifiche alle leggi regionali istitutive dei parchi regionali.

    La nuova legge entrerà in vigore il 9 Aprile.

    "I parchi, le aree protette e i siti toscani di interesse comunitario per i loro valori di biodiversità hanno adesso un'unica legge regionale che li governa - spiega l'assessore all'Ambiente ed energia, Anna Rita Bramerini - Attesa da due legislature, è lo strumento normativo che riordina la materia di quel bene comune complesso che rappresenta circa il 17% della superficie regionale e che per la prima volta in Toscana adesso viene concepito come un "unicum". Anche la legge, in modo originale rispetto al passato e al quadro normativo nazionale e di molte Regioni, si propone quale "testo unico" in materia".

    La legge modifica la legge regionale n. 24/1994 "Istituzione degli enti parco per la gestione dei parchi regionali della Maremma e di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli. Soppressione dei relativi consorzi", la legge regionale n. 65/1997 "Istituzione dell'Ente per la gestione del "Parco Regionale delle Alpi Apuane". Soppressione del relativo Consorzio", la legge regionale n. 24/2000 "Disposizioni per la gestione della Tenuta di San Rossore e per il funzionamento del Comitato di Presidenza".

    "Al suo interno si trovano le norme relative all'istituzione, alla pianificazione integrata e alla gestione dell'intero sistema delle aree naturali protette e dei siti di interesse comunitario per la tutela della biodiversità - prosegue Brameini - , la disciplina per la Vinca (Valutazione di Incidenza) nonché quella delle Guardie ambientali volontarie (Gav). Questo, in base a un principio di unitarietà delle politiche di tutela, conservazione e valorizzazione del ricco e variegato Patrimonio naturalistico ambientale eegionale".

    "Insomma, si tratta di una disciplina completa, immediata, univoca e coordinata - conclude l'assessore - che consentirà la gestione integrata della molteplicità delle realtà di interesse naturalistico ed ambientale che fino ad oggi hanno avuto separate e non sempre chiare modalità di gestione, valorizzando ed ampliando le competenze e la "regia" della Regione ed una più efficace governance sub regionale degli Enti Parco regionali. Tutto con l'intenzione di rilanciare il sistema, creando uno strumento valido, insieme all'azione di tutela e conservazione dei beni naturalistici, per la promozione e la valorizzazione di queste aree, integrando la tutela dell'ambiente con il turismo, l'agricoltura, la ricerca scientifica e l'educazione ambientale".

    Legge regionale 19 Marzo 2015, n. 30 Articolo



    fonte:regione.toscana.it
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X