annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Molise: approvato il Protocollo operativo relativo al monitoraggio della Beccaccia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (55%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Molise: approvato il Protocollo operativo relativo al monitoraggio della Beccaccia

    Domenica 29 Marzo 2015

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   molise 3.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 61.2 KB 
ID: 1710421

    L’Arci Caccia regionale, nel ringraziare il vice presidente del Consiglio regionale con delega alla Caccia Cristiano Di Pietro, il presidente, la Giunta e la struttura della Regione Molise, informa i cacciatori molisani che con delibera di Giunta n° 110 del 20/03/2015 è stato approvato il “Protocollo operativo relativo al monitoraggio della beccaccia (Scolopax rusticola) nelle aree di svernamento, mediante cane da ferma”.

    Tale protocollo ha già ottenuto il parere favorevole dell’Ispra, in cui si stabilisce che gli AATTCC organizzano i censimenti della beccaccia, secondo le disposizioni impartite dalla Regione Molise e nel rispetto delle direttive dell’Ispra, mediante corsi per l’abilitazione al monitoraggio di questa specie. L’obiettivo è formare cacciatori esperti ai quali affidare appunto compiti di ricerca e monitoraggio in periodi e su aree vocate specificamente destinate. Si auspica per il futuro l’organizzazione di ulteriori iniziative di monitoraggio e censimento, sempre con l’intento primario di realizzare una corretta gestione faunistica del territorio e a tutela del bene comune.


    Arci Caccia Molise
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    anche qui in provincia alcuni cacciatori sono autorizzati ad andare con i cani da ferma a fare questi "censimenti" in aree vocate chiuse alla caccia, si fanno anche in territori aperti all'attività venatoria . al di là di ogni polemica voglio solo dire: che 90.000 euro spesi per uno studio che si poteva fare benissimo coinvolgendo amanti di tale caccia e già esperti e se è vero come dicono i "benpensanti" locali che il 90% delle beccacce viene uccisa all'aspetto si poteva evitare quello che potrebbe essere "confuso" con un privilegio, l'autorizzazione ad andare con i cani in aree chiuse ricche di selvaggina solo ai soliti "noti".....ma si poteva semplicemente "aspettare" le beccacce.............in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!

    COMMENTA

    Pubblicita STANDARD

    Comprimi

    Ultimi post

    Comprimi

    Unconfigured Ad Widget

    Comprimi
    Sto operando...
    X