annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Caccia: Cdm, vietata a tre tipi di uccelli selvatici

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #76
    Originariamente inviato da GNEPRO Visualizza il messaggio
    .NESSUNO HA FATTO NULLA CHE NON ACCADESSE....
    Questa è una tua rispettabilissima opinione, non posso far altro che dirti che non è vero.

    Le vituperate AAVV hanno dato tutto il supporto alle Regioni che avevano deciso di non ottemperare (oltre a tutto il supporto precedente sulla stesura dei calendari), se il Ministro HA DECISO di compiere un atto senza precedenti nella storia della Repubblica spiegami tu cosa si doveva fare.
    Lando


    Quando un uomo con la pala incontra un uomo con la pistola scarica, l'uomo con la pistola scarica è un uomo morto!

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #77
      Originariamente inviato da solengo Visualizza il messaggio
      Ma queste norme europee valgono solo per l'Italia? Per la Grecia, la Spagna, la Francia non valgono? Qualcuno mi può spiegare dove sta l'arcano?
      Ragazzi, per favore, non andiamo indietro di 10 anni.
      Le norme sono uguali per tutti.
      Cambiano, è vero, i KC nazionali, ma chi prolunga le stagioni lo fa con lo strumento dell'art. 2.7.10 della direttiva che il nostro caro governo, insieme a Ispra, NON VUOLE che sia applicato.
      Lando


      Quando un uomo con la pala incontra un uomo con la pistola scarica, l'uomo con la pistola scarica è un uomo morto!

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #78
        Il ministro ERA conosciuto credo di che pasta era fatto....non prendiamoci in giro..... le AA.VV. non avevano fatto e sbandierato accordi con Legambiente a varii...per arrivare ad oggi?
        Il ministero/ministro aveva fatto una circolare prima del provvedimento....che le regione avevano respinto (certo insieme alle AA.VV. ma brave!!??)
        Bè secondo me la nostra Storia ci insegna che non c'è mai da fidarsi.... dovevano urlare e se lo hanno fatto hanno urlato male e a voce bassa...sbraitare molto di più da SUBITO.... noi facciamo Manifestazioni e proteste SEMPRE DOPO....chiudiamo la stalla sempre a buoi scappati!!!
        Ma è un classico.....

        Ps. una domanda sul da farsi delle AA.VV. ...tempo fa furono fatte (ma non ricordo bene da chi) varie interpellanze parlamentari sui soldi (la loro provenienza e il loro utilizzo) delle varie Associazioni Ambientaliste..... che fino hanno fatto? qui perchè non si sente mai nulla dalle AA.VV.?? di che interessi hanno paura di andar a toccare? Andiamo a Toccare i Tasti GIUSTI ogni tanto..... I SOLDONI !!!
        E di pochi giorni fa che un TAR ha condannato gli Ambientalisti a pagare il conto del ricorso!!!!

        Vedrai se tocchi i soldi quante cose cambiano!!! Non facciamo finta di non capire ....però eh!??
        Cordialità .... Stefano
        ------------------------------------------------------------------------------------
        Io sto con Salvini ...... RUSPA!!!

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #79
          Ascoltiamo il Ministro Galletti

          https://www.youtube.com/watch?v=Cj37...yt-cl=84503534
          CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #80
            Chesto le' matttt..................voglio sentire l'opinione dei piu' preparati.................che faccia mamma mia, mi prudono le mani...... probabilmente li scelgono tutti uguali, fotocopie.
            Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #81
              Da Bighunter.it

              EU PILOT: L'ANOMALIA GALLETTI

              Torniamo sulle parole del Ministro Galletti all'indomani della decisione presa dal Consiglio dei Ministri di anticipare la chiusura della caccia in sei regioni per tordo bottaccio, cesena e beccaccia. Ecco come spiegava due giorni fa il Ministro il Decreto imposto alle Regioni.

              "Noi abbiamo già un warning, chiamiamolo così, da parte dell'Unione europea che si traduce in una procedura che ha un nome strano, si chiama EU Pilot che precede l'infrazione, cioè - spiegava Galletti - la Comunità europea, a seguito di una segnalazione di non rispetto di una direttiva europea, apre questo fascicolo. Se durante questa procedura lo Stato non sistema l'adeguamento alla normativa europea si trasforma in un'infrazione. Noi sulla caccia avevamo questa Eu Pilot aperta che, se non intervenivamo immediatamente entro la giornata di ieri (20 gennaio, ndr), per ridurre il calendario venatorio di 11 giorni, cioè anticipandolo dal 31 di gennaio al 20 gennaio, avremmo subito un'infrazione UE". "E' chiaro che io non posso esporre l'Italia a una ulteriore infrazione- spiegava acncora Galletti - che avrebbe comportato fra l'altro un esborso di denaro perche' si sarebbe tramutata in una multa, per andare incontro ad alcuni cacciatori che vogliono arrivare a cacciare fino al 31 gennaio". Il punto "non e' tanto questione ambientale ma questione di adeguamento alle normative europee".


              Ma che cos'è davvero un caso EU Pilot e come mai tanta fretta di chiudere, visto che finora l'Italia forse non l'aveva mai fatto prima in questa fase? Il sistema è stato introdotto nel 2008 al fine di migliorare l'assistenza ai Paesi per l'applicazione del diritto dell'UE. Non c'è ombra di dubbio che non siamo di fronte ad un'infrazione comunitaria ma ad una richiesta informale di informazioni, cioè precedente alla fase pre-infrazione (che quindi non è ancora l'infrazione vera e propria).

              Nel caso in cui il Paese interessato non abbia argomentato e si giunga all'infrazione, prima di arrivare alla condanna ci sono diverse altre fasi, con un iter abbastanza lungo, che danno la possibilità agli Stati membri di adeguare la propria normativa per evitare la sanzione pecuniaria vera e propria. La prima vera fase è la messa in mora, segue l'invio di parere motivato e infine, se proprio non c'è stato l'adeguamento legislativo, la sentenza di condanna e relativa multa. Basti pensare che sul tema ambiente, il nostro Paese ha procedure pendenti dal 2003 e che la sentenza di messa in mora sul caso delle discariche, risale addirittura al 2005. Siamo arrivati a dover pagare una multa multi-milionaria solo ora, nel 2015, ovvero 13 anni dopo l'apertura del caso da parte dell'Europa.

              Stando alle parole del Ministro, però, sui calendari venatori c'era poco da fare: bisognava agire con tempestività, perchè, testuali parole, l'infrazione "si sarebbe tramutata in una multa, per andare incontro ad alcuni cacciatori che vogliono arrivare a cacciare fino al 31 gennaio". Qualcosa non torna in questo ragionamento. a meno che si considerino le questioni sulla caccia più rilevanti delle altre, a tal punto di dover scattare non appena ci sia un'obiezione (il caso richiami vivi è stato analogamente chiuso in fretta nonostante fossimo alla primissima fase dell'infrazione).

              Come mai, dunque, quando non siamo nemmeno alla prima fase della procedura il Ministro Galletti ha deciso di chiudere anzitempo il cerchio senza nemmeno comunicare alla comunità quelle che erano le obiezioni e le osservazioni rivolte? Come mai non sono state presi simili provvedimenti per tutti gli altri casi pendenti sul nostro Paese? Per la cronaca sono 90 (16 quelle ambientali) e sono infrazioni vere e proprie.

              Inoltre stupisce che questo Consiglio dei Ministri si sia dedicato ad un tema tanto marginale proprio nel momento in cui urgente era semmai modificare la legge anti-terrorismo a seguito degli attentati parigini e belgi. Su queste questioni la squadra Renzi ha deciso di rimandare ogni decisione. Quando si dice le priorità...
              Lando


              Quando un uomo con la pala incontra un uomo con la pistola scarica, l'uomo con la pistola scarica è un uomo morto!

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #82
                E' cosa nota da tempo. Se corrisponde a quanto sostiene ISPRA, che il cosiddetto Key Concept prevede per l'Italia decadi anticipate nel tempo perl'inizio di migrazione di ritorno per diverse specie di uccelli migratori oggetto di caccia, è anche vero, come sostengono più recenti studi effettuati da nostri autorevoli istituti di ricerca, che tali periodi sono stati come minimo travisati. Fra l'altro, per implicita affermazione dell'ISPRA stessa, che ha denunciato l'impossibilità di effettuare aggiornamenti.

                Per cui, rispetto a una semplice richiesta della UE, il Ministero dell'Ambiente (e il Consiglio dei Ministri di conseguenza) ha deciso di tagliare la testa al toro con il noto provvedimento d'imperio, assurdo quanto ingiusto, che ha chiuso anticipatamente la caccia ad alcune specie migratorie, nonostante i nuovi dati scientifici presentati a supporto dalle regioni interessate e nonostante che l'evidenza e il buonsenso rilevassero che certi dati forniti a suo tempo dall'Italia fossero in contrasto con altre risultanze in paesi climaticamente e territorialmente omologabili al nostro, vedi soprattutto Grecia (a sud) e Francia (a nord). Sostenendo che l’ipotesi kc nazione vada osservato scrupolosamente, il quale non e' un documento vincolante per gli stati aderenti. “Stranamente” nelle premesse del provvedimento si sono "dimenticati" di citare il 2.7.10. che consente il discostamento dallo stesso. Le Regioni interessate, hanno usato e applicato tale facoltà sovranazionale, prevista dalla direttiva comunitaria.

                La 131, SUL POTERE SOSTITUTIVO D’URGENZA non puo' esser applicata in quanto le regioni non sono sotto procedure d'infrazione, e non esiste nessuna condanna, mancano i presupposti di perseveranza nella violazione della direttiva . Il Pilot nasce come apertura di dialogo con gli stati aderenti, per evitare eventuali procedure d'infrazione. Il quale dialogo, a seguito della recente risposta del commissario Europeo, e’ ancora inesistente. Continuando a leggere la delibera, si legittima come vincolante sia la “guida alla stesura dei calendari del 2010” sia i pareri che l’ente rilascia alle regioni. Esistono sentenze, compresa una del Tar Lazio che non li reputano come documenti ufficiali vincolanti di riferimento per le regioni.

                Certe dichiarazioni addotte dal Ministero, riferentesi a dati Ispra 2008 (Atlante delle migrazioni degli Uccelli d'Italia), avrebbero inoltre bisogno di un maggiore approfondimento, in quanto gli stessi,e non solo quelli,sembrano contrastare, dando la reale situazione del fenomeno migratorio (febbraio), con l'elaborato dell’ ipotesi dei Key Concept.


                Sicuramente gli addetti ai lavori si applicheranno in questo necessario lavoro per recuperare la verità, ma intanto, per rinfrescare la memoria, riproponiamo i documenti citati, affinchè chi lo vorrà potrà farsi un'idea di come funzionano le cose in Italia.

                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #83
                  Originariamente inviato da prete Visualizza il messaggio
                  Chesto le' matttt..................voglio sentire l'opinione dei piu' preparati.................che faccia mamma mia, mi prudono le mani...... probabilmente li scelgono tutti uguali, fotocopie.
                  SE si potesse usare le mani sta' questione sarebbe stata risolta da un bel po'

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #84
                    Oramai la giostra è partita.....sempre da Bighunter.it:

                    Dalle Regioni richiesto incontro urgente al Governo

                    Un incontro urgente ai ministri delle Politiche agricole, Maurizio Martina, e dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. Lo richiedono sei Regioni dopo il provvedimento del Consiglio dei Ministri che ha anticipato la chiusura della caccia per tordo bottaccio, cesena e beccaccia. A sottoscrivere la lettera di richiesta sono stati il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e gli assessori regionali competenti di Friuli Venezia Giulia, Paolo Panontin, del Veneto, Daniele Stival, della Toscana, Gianni Salvadori, e delle Marche, Paola Giorgi.

                    Ai due Ministri, sottolinea Cecchini, "abbiamo chiesto un incontro per valutare l'evidente frattura istituzionale che si è creata con la delibera del Consiglio dei ministri di modifica dei calendari venatori approvati dalle nostre Regioni. Abbiamo ricordato – dice l'assessore – che la problematica dei tempi di prelievo è oggetto di incontri, valutazioni e dibattiti già da lungo tempo senza che da parte del Governo ci sia mai stata una chiara ed evidente presa di posizione riferita all'interpretazione della Direttiva comunitaria 2009/147/CE e la conseguente verifica di coerenza con la legge nazionale sulla caccia 157/1992 e che per questo riteniamo improcrastinabile un confronto nel merito".

                    "Auspichiamo – conclude - che finalmente il Governo faccia chiarezza su questo punto fondamentale, poiché stiamo già lavorando ai calendari per la prossima stagione venatoria".
                    Lando


                    Quando un uomo con la pala incontra un uomo con la pistola scarica, l'uomo con la pistola scarica è un uomo morto!

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #85
                      Spero almeno il ministro dell' Agricoltura,Martina(bergamasco), faccia il bravo e capisca la situazione e si comporti come da dovere.
                      Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #86
                        Originariamente inviato da prete Visualizza il messaggio
                        Spero almeno il ministro dell' Agricoltura,Martina(bergamasco), faccia il bravo e capisca la situazione e si comporti come da dovere.
                        Ah ta set aposto alura.....
                        Più buio che a mezzanotte non viene

                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #87
                          Originariamente inviato da lando Visualizza il messaggio
                          Oramai la giostra è partita.....sempre da Bighunter.it:

                          Dalle Regioni richiesto incontro urgente al Governo

                          Un incontro urgente ai ministri delle Politiche agricole, Maurizio Martina, e dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. Lo richiedono sei Regioni dopo il provvedimento del Consiglio dei Ministri che ha anticipato la chiusura della caccia per tordo bottaccio, cesena e beccaccia. A sottoscrivere la lettera di richiesta sono stati il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e gli assessori regionali competenti di Friuli Venezia Giulia, Paolo Panontin, del Veneto, Daniele Stival, della Toscana, Gianni Salvadori, e delle Marche, Paola Giorgi.

                          Ai due Ministri, sottolinea Cecchini, "abbiamo chiesto un incontro per valutare l'evidente frattura istituzionale che si è creata con la delibera del Consiglio dei ministri di modifica dei calendari venatori approvati dalle nostre Regioni. Abbiamo ricordato – dice l'assessore – che la problematica dei tempi di prelievo è oggetto di incontri, valutazioni e dibattiti già da lungo tempo senza che da parte del Governo ci sia mai stata una chiara ed evidente presa di posizione riferita all'interpretazione della Direttiva comunitaria 2009/147/CE e la conseguente verifica di coerenza con la legge nazionale sulla caccia 157/1992 e che per questo riteniamo improcrastinabile un confronto nel merito".

                          "Auspichiamo – conclude - che finalmente il Governo faccia chiarezza su questo punto fondamentale, poiché stiamo già lavorando ai calendari per la prossima stagione venatoria".


                          ma le associazioni venatorie saranno presenti??
                          penso sia molto importante che ci siano
                          "LA NATURA SELVAGGIA E' SIA UNA CONDIZIONE GEOGRAFICA CHE UNO STATO D'ANIMO"

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #88
                            Il ministro dice: "la Comunità europea, A SEGUITO DI UNA SEGNALAZIONE di non rispetto di una direttiva europea, apre questo fascicolo".

                            Bene. Secondo me la segnalazione è arrivata dall'Italia, e comunque sia credo ci sia la possibilità di arrivare al nome che ha firmato la segnalazione.
                            Ci vorrebbe qui la collaborazione di qualcuno vicino alla caccia che possa fare questa richiesta alla comunità europea. Tutto dovrebbe essere alla luce del sole e quindi si dovrebbe arrivare al nome o all'associazione colpevole della segnalazione.
                            Non mi stupirei se ci fosse invischiato anche il ministro visto i tempi celeri per la chiusura.
                            Tullio

                            COMMENTA


                            • Zoom Testo
                              #89
                              Originariamente inviato da jzcia Visualizza il messaggio
                              Il ministro dice: "la Comunità europea, A SEGUITO DI UNA SEGNALAZIONE di non rispetto di una direttiva europea, apre questo fascicolo".

                              Bene. Secondo me la segnalazione è arrivata dall'Italia, e comunque sia credo ci sia la possibilità di arrivare al nome che ha firmato la segnalazione.
                              Ci vorrebbe qui la collaborazione di qualcuno vicino alla caccia che possa fare questa richiesta alla comunità europea. Tutto dovrebbe essere alla luce del sole e quindi si dovrebbe arrivare al nome o all'associazione colpevole della segnalazione.
                              Non mi stupirei se ci fosse invischiato anche il ministro visto i tempi celeri per la chiusura.
                              Qualcosa del genere avevo sentito anche io, e la colpa di queste segnalazioni al parlamento europeo sarebbe da imputare a qualche gruppo animalista italiano.

                              COMMENTA


                              • Zoom Testo
                                #90
                                Originariamente inviato da ALESSIO79 Visualizza il messaggio
                                ma le associazioni venatorie saranno presenti??
                                penso sia molto importante che ci siano
                                Tutte le informazioni che oggi le Regioni hanno per poter sostenere i propri calendari sono state fornite dal lavoro delle Asociazioni.
                                Lando


                                Quando un uomo con la pala incontra un uomo con la pistola scarica, l'uomo con la pistola scarica è un uomo morto!

                                COMMENTA

                                Accedi o Registrati

                                Comprimi

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Sto operando...
                                X