annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bologna: PIANO SPERIMENTALE DI CONTROLLO DI OCHE IBRIDE ED ESOTICHE

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (69%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Bologna: PIANO SPERIMENTALE DI CONTROLLO DI OCHE IBRIDE ED ESOTICHE

    Venerdì 21 Novembre 2014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Ibrido 1.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 62.0 KB 
ID: 1709752

    La Provincia ha adottato un piano sperimentale per abbattere gli ibridi che possono inquinare la popolazione di oche selvatiche presenti in crescente quantità nella pianura bolognese e scongiurare così l'aumento di danni alle coltivazioni. Le verifiche di Ispra sugli esiti delle operazioni affidate esclusivamente alla Polizia provinciale.

    La Giunta provinciale di Bologna ha approvato un nuovo piano di controllo per eliminare le oche ibride ed esotiche che vivono in stato di naturale libertà nel territorio della pianura bolognese. La popolazione di oche selvatiche (Anser anser) è di norma migratrice ma molti nuclei, introdotti nell'ultimo ventennio, hanno assunto abitudini pressoché sedentarie e condividono habitat particolarmente idonei con animali allevati a scopo ornamentale o alimentare quali le oche cignoidi (Cygnopsis cygnoides) e le oche del Canada (Branta canadensis). La compresenza dei selvatici e di animali ibridi ed esotici - questi ultimi stimati nel 2014 nel numero di 200 capi su una popolazione complessiva di oche che nei censimenti invernali ha contato 2.000 esemplari - moltiplica le occasioni e le possibilità di ulteriori ibridazioni, con conseguente inquinamento del patrimonio genetico della forma selvatica e modifiche del comportamento, che diventa meno elusivo nei confronti dell'uomo. La maggiore sinantropia comporta anche una crescente frequentazione delle colture agricole e quindi una maggiore entità dei danni provocati da questa specie.
    Gli esemplari ibridi nascono al di fuori del controllo dell'uomo e si diffondono sul territorio con effetti negativi sull'ecologia locale e con ripercussioni economiche e sociali.

    Le modalità di controllo di questi ibridi e delle forme esotiche di oche consistono pertanto nel loro abbattimento, da attuare, secondo le indicazioni di Ispra, esclusivamente in un periodo della durata di un mese all'anno, e precisamente dal 20 settembre al 20 ottobre, prima dell'insediamento dei contingenti migratori.

    In considerazione del carattere sperimentale del piano, delle difficoltà di riconoscimento dei capi da abbattere rispetto agli animali appartenenti alla specie selvatica e al contesto nel quale si dovranno svolgere queste operazioni, le azioni di controllo degli ibridi e degli esemplari esotici di oche saranno attuate esclusivamente dal personale del Corpo di polizia provinciale.


    Piano sperimentale http://www.provincia.bologna.it/cacc...4_PdC_oche.pdf
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X