annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ligura: nuovo ricorso contro il calendario venatorio

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ligura: nuovo ricorso contro il calendario venatorio

    Martedì 17 Giugno 2014

    CACCIA, NUOVO RICORSO DEGLI AMBIENTALISTI SU CALENDARIO VENATORIO LIGURE
    Bruzzone: "Ricorso strumentale, adesso serve la legge".


    "Con rammarico, devo ancora una volta prendere atto che certe associazioni pseudo ambientaliste non hanno alcunché da fare, se non dedicarsi al rompere le scatole ai cacciatori". Così Francesco Bruzzone, cacciatore e capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria, commenta la notizia relativa al nuovo ricorso al Calendario Venatorio Ligure promosso da alcune associazioni. "Detto questo sul ricorso, per altro scontato e prevedibile, rimarco, purtroppo, che la mia proposta di approvare il Calendario con legge era importante e corretta, e che già in allora valeva la pena forzare, rispetto ad argomenti costituzionali ben noti".

    "Per dare la dovuta certezza ai cacciatori, adesso, non ci resta che riprendere la strada iniziale e usare le prossime settimane per produrre, tramite legge, le disposizioni per la prossima stagione di caccia. Disposizione che, anche se dovessero essere impugnate dal Governo Renzi, manterranno la propria efficacia per tempi di gran lunga più ampi della stagione venatoria", prosegue il Consigliere Regionale del Carroccio.

    "Se approvare il calendario venatorio è compito della Regione, allora la stessa Regione decida con quale penna scriverlo, dunque quale tipo di atto utilizzare. Auspico che la maggioranza colga l'occasione e approfitti del cambio dell'Assessore Regionale alla Caccia, per essere più sensibile a questo tema", conclude il capogruppo Francesco Bruzzone.


    fonte:https://it-it.facebook.com/FrancescoBruzzoneLegaNord
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Mi auguro che avvenga ciò che è stato auspicato da Bruzzone e che questo sia da esempio per le altre regioni cosi se i calendari diventano di nuovo legge saranno inattaccabili dalle varie associazioni anti caccia.

    COMMENTA


    • #3
      E ci risiamo, mi viene da pensare che non abbiano voluta fare il calendario con legge perchè sono collusi con gli animalisti, data anche la faccenda delle nuove oasi a Genova, palese regalo agli amici animalisti per farsi votare.

      COMMENTA


      • #4
        E' sempre la solita minestra, non se ne può più di queste associazioni animalare che non servono a nulla se non a portare qualche voto ai soliti noti. Mi auguro che Buzzone riesca nel suo intento, ce ne vorrebbe uno per ogni regione d'Italia.

        COMMENTA


        • #5
          Originariamente inviato da Generale Lee Visualizza il messaggio
          E ci risiamo, mi viene da pensare che non abbiano voluta fare il calendario con legge perchè sono collusi con gli animalisti, data anche la faccenda delle nuove oasi a Genova, palese regalo agli amici animalisti per farsi votare.
          Solite cose campate in area.
          C'è una sentenza che si deve rispettare, il calendario va fatto attraverso atto amministrativo e non lo dicono gli animalisti,ma il consiglio di stato.
          La regione non può farlo e Bruzzone dice cose che non posso attuarsi!Bruzzone fa bene a difendere la caccia,m lo faccia con conoscenza e serietà,senza vendere fumo.
          ".....popolate la terra.
          Governatela e dominate sui pesci del mare,
          sugli uccelli del cielo
          e su tutti gli animali".

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da Massimiliano Visualizza il messaggio
            Solite cose campate in area.
            C'è una sentenza che si deve rispettare, il calendario va fatto attraverso atto amministrativo e non lo dicono gli animalisti,ma il consiglio di stato.
            La regione non può farlo e Bruzzone dice cose che non posso attuarsi!Bruzzone fa bene a difendere la caccia,m lo faccia con conoscenza e serietà,senza vendere fumo.
            Con i tempi che ha la sospensione del governo, si aveva una stagione al sicuro e intanto si provvedeva ad una soluzione definitiva, non avendo il peso di ricorsi ad oltranza.

            COMMENTA


            • #7
              Guarda Massimiliano. ..non è proprio cosi perche il cv puo essere fatto con legge, se qualcuno ricorre nel giro di un anno viene sospeso ma la regione non va incontro a nessuna sanzione! È qui che entra in gioco la politica. Perché è vero che sarebbe una forzatura ma è altrettanto vero che arrivati a questi punti l forzatura potrebbe essere giustificata dal fatto che i cacciatori cittadini hanno gia pagato e anche quest anno rischiano di vedersi chiusa la caccia...ossia un loro diritto.ciao
              Davide
              __________________________________________________ _________________________________________________
              Appasionati di monti, amanti della natura...MALATI DI CACCIA!

              COMMENTA


              • #8
                Ultime dalla Liguria, in sostituzione della Briano arriverà Alfonso Pecoraro Scanio, per continuare sulla linea della Sig.ra Renata.

                COMMENTA


                • #9
                  Liguria in consiglio regionale si è parlato di caccia

                  Piano faunistico Venatorio Provincia di Genova, discussa in Consiglio Regionale l'interrogazione di Francesco Bruzzone.

                  Il capogruppo della Lega Nord ha rilevato che emergono criticità che hanno determinato dissenso e preoccupazione sul territorio: l’allargamento della ZRC Val Noci; l’istituzione dell’oasi denominata “Forte Ratti” e dell’oasi denominata “Punta Manara Vallegrande”; il divieto di immissione della specie fagiano all'interno dei SIC; l’ipotesi di introdurre forme di prelievo venatorio “specialistico” e settoriale; il mancato riferimento alla norma regionale che regolamenta l’esercizio venatorio nelle aree percorse dal fuoco; l’introduzione di valutazioni inopportune e inesatte in merito al munizionamento di piombo.

                  «Poiché la Regione valuterà le osservazioni presentate dai soggetti “portatori di interesse” nei confronti del succitato piano faunistico venatorio provinciale - ha concluso il consigliere - chiedo in quali tempi la Regione intenda portare a termine il proprio lavoro e se intenda recepire le indicazioni avanzate dal territorio». Bruzzone ha affermato che questo disagio è dovuto «al regalo che l’assessore Briano ha voluto fare alle associazioni ambientaliste, le stesse che poi hanno presentato il ricorso al calendario venatorio».

                  Per la giunta ha risposto l’assessore al personale Matteo Rossi: «Non credo – ha detto - siano stati fatti regali alle associazioni ambientaliste o venatorie. Occorre però fare le scelte. Spesso il conflitto fra associazioni venatorie e ambientalisti viene utilizzato ad arte mentre occorre governare i problemi tenendo conto delle esigenze di tutti. La procedura per l’approvazione del piano faunistico venatorio è arrivata alla conclusione. Il piano relativo alla provincia di Genova è stato approvato dal Commissario previo parre positivo rilasciato dalla Giunta regionale ed è quindi operativo a tutti gli effetti. Di fatto sono state recepite tutte le proposte della Provincia di Genova assoggettate a valutazione ambientale strategica (Vas). Per quanto riguarda l’oasi di Punta Manara, punta Baffe-Vallegrande, il Tar sta esaminando la questione ma ha deciso di non concedere la sospensiva del provvedimento e quindi si attenderà la decisione di merito prevista per ottobre. Per altro le osservazioni avverse alla tutela, giunte dai proponenti, spesso erano immotivate e in qualche caso si sono rilevate contrarie al principio di protezione della riserva marina. Del resto molte di tali osservazioni provenivano da circoli subacquei o di pesca dilettantistica e non erano materia di competenza degli uffici venatori». Si tratta quindi di critiche e osservazioni che, secondo Rossi, non rientrano fra i contenuti né tra le facoltà della pianificazione venatoria e ha concluso: «Ad ogni buon conto sarà la revisione del piano faunistico venatorio, prevista a metà vigenza, a valutare la bontà di quanto deciso».

                  Bruzzone si è detto insoddisfatto della risposta: «Le decisioni relative alla zona di Forte Ratti non sono tecniche ma politiche: si è voluto dare un contentino alle associazioni ambientaliste con il risultato che una sessantina di appostamenti temporanei di caccia sono stati abbandonati».


                  fonte:it.facebook.com
                  CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                  COMMENTA


                  • #10
                    ancora ricorsi dei verdi in liguria

                    E si amici oggi qui in Liguria si parlava di nuovo di ricorsi sul calendario venatorio di quest'anno ,si riparla di nuovo di richiudere la caccia a ottobre ,un vero skifo ci rubano i soldi sti ********
                    adelio ponce de leon un grande della caccia ciao mitraglietta

                    COMMENTA


                    • #11
                      HAHAHAHAHA CHE ****** CHE SON STATO A PAGARE L ATC...chissa quando riusciremo ad andare a cacia quest anno... e io che vedevo il 21 settembre lontano. Cosa buona e che devo ancora pagare il secondo ambito. Evitero spezia e magari andro fuori regio e.

                      COMMENTA


                      • #12
                        Si ma scemi noi che abbiamo gia pagato. Scemi noi che usciamo a fare le battute di controllo. Scemi noi che puliamo boschi e sentieri. Scemi noi che abbiamo passione. Lasciamoli senza soldi che i cinghiali arrivino in passegiata a mare e che le razze iglobino tutto .

                        COMMENTA


                        • #13
                          Mi sembrava ci fosse gia' un post aperto nella stanza " Notizie Stagione Venatoria".....
                          Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

                          COMMENTA


                          • #14
                            A me dispiace solo di dover essere costretto a fare il tesserino regionale in liguria. perchè se potessi farei anche quello in altra regione.- A sti str...zi non gli va dato manco 1 €.-
                            Mario

                            COMMENTA


                            • #15
                              Originariamente inviato da pizzamen Visualizza il messaggio
                              Si ma scemi noi che abbiamo gia pagato. Scemi noi che usciamo a fare le battute di controllo. Scemi noi che puliamo boschi e sentieri. Scemi noi che abbiamo passione. Lasciamoli senza soldi che i cinghiali arrivino in passegiata a mare e che le razze iglobino tutto .
                              Concordo pienamente la colpa principale e delle squadre di cinghiale
                              adelio ponce de leon un grande della caccia ciao mitraglietta

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X