annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Da settembre 36mila doppiette in azione in Sicilia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Da settembre 36mila doppiette in azione in Sicilia

    Martedì 06 Maggio 2014

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Sicilia.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 18.5 KB 
ID: 1707739
    L’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea ha emanato lo scorso 30 aprile, con un decreto firmato dal dirigente generale, Rosaria Barresi, delle disposizioni riguardanti l’attività venatoria sul territorio siciliano per la stagione 2014/2015, la cui data ufficiale di apertura, probabilmente il 1° settembre 2014, verrà ufficializzata nelle prossime settimane. In ossequio alle norme per la protezione dalla fauna selvatica la Regione deve infatti provvedere a determinare l’indice massimo di densità venatoria e il numero massimo di cacciatori ammissibili per ogni singolo Ambito territoriale di caccia.
    Il Piano Regionale Faunistico 2013/2018, approvato nel giugno 2013 dal presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, ha individuato e determinato il territorio agro-silvo-pastorale siciliano (Tasp), avente una estensione pari a 2.409.161,20 ettari, ed il relativo territorio destinato alla protezione della fauna selvatica, per una superficie di 844.248,90 ettari, pari al 35% del Tasp e dunque superiore al 20% previsto dalla legge.
    Il Piano stabilisce inoltre, sempre per il periodo 2013/2018, un indice di densità venatoria media pari a 0,020 cacciatore/ettaro, corrispondente a 51,2 ettari/cacciatore: disposizioni che sono state utilizzate dall’assessorato regionale per il calcolo dell’indice massimo di densità venatoria per ogni Ambito territoriale di caccia. L’indice massimo deve infatti essere messo in relazione con l’indice medio regionale e deve tenere conto delle condizioni ambientali e delle caratteristiche di omogeneità venatoria tra tutti gli Atc della Regione.
    Il decreto ha stabilito quindi per la stagione venatoria 2014/2015 un indice massimo di densità venatoria per Ambito territoriale di caccia di 0,0308 cacciatore/ettaro, equivalente a 33,25 ettari/cacciatore. La Regione ha altresì stabilito il numero massimo di cacciatori ammissibili in ciascun ambito territoriale, distinti in cacciatori regionali o provenienti da altre regioni.

    I cacciatori che potenzialmente potrebbero operare nei 23 ambiti territoriali sono 48.165. Attualmente risultano ritirati 36.194 tesserini venatori, mentre 16.736 soggetti sono ammissibili per ogni Atc: il 90%, pari a 15.064 posti, è riservato ai cacciatori regionali, mentre il restante 10% (1.672 posti) è disponibile per gli extraregionali.


    fonte:sikilynews.it
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X