annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Costituzione del CA Prealpi Bergamasche -2014/2015 Adempimenti dei cacciatori vaganti

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • prete
    ha risposto
    2) CAMBIO FORMA DI CACCIA
    SOLO i cacciatori della vagante che vogliono entrare nel nuovo CA
    prealpi bergamasche devono presentare la domanda di variazione della
    forma di caccia entro il 28 febbraio.
    I capannisti non devono fare niente e riceveranno il bollettino del CA
    da pagare.
    I vaganti che cacciano fuori (pianura Bergamasca, Pavia, lodi, Vercelli,
    Novara, ecc ecc) se vogliono continuare a cacciare là non devono
    comunicare nulla e devono solo pagare i bollettini degli ATC che
    vogliono tenere e se ricevono il bollettino del nuovo CA non lo devono
    pagare, altrimenti la Provincia non rilascerà il tesserino e dovranno
    rinunciare chiedendo il rimborso al Comitato.
    Ricordo che, salvo sorprese di TAR e Legge Regionale, i vaganti in Zona
    Alpi potranno cacciare da capanno per 15 giornate in tutta la Regione
    (anche in pianura). I capannisti invece possono fare 15 giornate a
    vagante ma solo nel comprensorio o ambito di cui sono titolari.
    3) COLLOQUIO ZONA ALPI
    Chi ha cacciato con continuità negli anni scorsi nel prealpino non deve
    fare il colloquio per la zona alpi per continuare a cacciare in forma
    vagante nel CA Prealpi Bergamasche.
    Tuttavia per poter fare domanda negli altri comprensori alpini della
    Provincia e del resto del Mondo devono sostenere il colloquio, anche per
    poter essere ammessi a svolgere le dieci giornate divagante alla
    migratoria in forma di ospitalità come da art. 35 comma 2 della LR 26/93
    _dal 1 novembre di ogni anno._
    /“2. Fermo restando il numero massimo consentito di giornate di caccia
    di cui all’art. 40, comma 13, ogni cacciatore/
    /iscritto può disporre, a partire dal 1º novembre di ogni stagione
    venatoria, di un pacchetto di dieci giornate venatorie/
    /fruibili in tutti gli ambiti territoriali o comprensori alpini di
    caccia, esclusivamente nella zona di minor tutela, della/
    /provincia di residenza e di quella di ammissione, limitatamente alla
    caccia alla selvaggina migratoria, sulla base dei/
    /criteri approvati dalla Giunta regionale, corrispondendo il contributo
    base di adesione di cui all’art. 32, comma 1(67)”/
    //
    Come Federcaccia a breve organizzeremo dei corsi di due/tre serate per
    la preparazione al colloquio che verte sulle seguenti materie: ungulati,
    galliformi e lepre bianca, legislazione, armi.
    I maggiori problemi, infatti, li stanno incontrando i cacciatori che si
    trovano per vari motivi costretti a sostenere il colloquio senza mai
    aver sostenuto l’esame di idoneità venatoria.
    Informazioni dettagliate saranno disponibili dal 1 marzo.

    Lascia un commento:


  • Diego
    ha risposto
    Art.27, comma 11 della nostra legge regionale.
    Per la serie "ci divertiamo" a dare lavoro al Tar....

    Lascia un commento:


  • prete
    ha risposto
    Originariamente inviato da Diego Visualizza il messaggio
    Dilettanti allo sbaraglio.....
    Strano ....... , illuminami Diego.

    Lascia un commento:


  • Diego
    ha risposto
    Dilettanti allo sbaraglio.....

    Lascia un commento:


  • prete
    ha risposto
    Con la nuova pianificazione l'*inclusione del territorio dell'ATC
    Prealpino nella Zona Alpi* rende necessario, per i cacciatori che
    praticano la caccia vagante, rinnovare la scelta della forma di caccia
    in via esclusiva, scegliendo tra la caccia vagante in Zona Alpi oppure
    la caccia vagante negli ATC.

    Il *termine ultimo* per rinnovare, tramite apposita modulistica, la
    scelte della forma di caccia è fissato alla data del *28 febbraio 2014*.

    Per maggiori informazioni e modulistica relativa vai alla pagina
    <http://www.provincia.bergamo.it/Prov...iHomePageProce
    ss.jsp?myAction=&page&folderID=113400&editorialID= 163164>.

    Provincia di Bergamo
    Servizio Caccia

    - - - Aggiornato - - -

    Dal 1° febbraio 2014, come previsto dal Piano faunistico venatorio provinciale, l'ATC Prealpino verrà trasformato in Comprensorio Alpino Prealpi Bergamasche.
    Entro il 28 febbraio 2014, i cacciatori che intendono praticare la caccia vagante nel nuovo Comprensorio, dovranno rinnovare la scelta della forma di caccia in via esclusiva.
    Vai alla notizia

    Lascia un commento:


  • Giu75
    ha risposto
    Al limite gli chiudono la caccia prima di iniziare .....ahh tutte scorciatoie che avran vita corta,sinceramente (e non me ne vogliano gli iscritti all'atc)non trovo giusto che uno possa cacciare in un ca senza aver sostenuto l'abilitazione...se deve essere deve essere per tutti punto e basta...Tutti casini che si potevan evitare riperimetrando tutta la provincia senza fare eccezioni o favoritismi....ma tanto poi chi vi và di mezzo non sono gli "alti"ranghi,ma chi si fa un c... per poter andare a caccia...
    Ciao

    Lascia un commento:


  • Diego
    ha risposto
    Originariamente inviato da prete Visualizza il messaggio
    Cioe' Diego??
    Cioè che la legge prevede espressamente, per chi pratica la forma di caccia esclusiva "vagante in zona Alpi" , il titolo abilitativo (ovvero esame).
    Pertanto la "scorciatoia" presa dalla Provincia di Bg potrebbe rilevarsi "rischiosa"...

    Lascia un commento:


  • prete
    ha risposto
    Originariamente inviato da Diego Visualizza il messaggio
    Non voglio fare l'uccello del malaugurio ma la questione della non abilitazione ai vaganti del nuovo CA mi sembra una forzatura alla legge "molto rischiosa".
    Cioe' Diego??

    Lascia un commento:


  • Turdus
    ha risposto
    Quando ho fatto io l'esame, risiedendo e cacciando in CA, ho sostenuto anche la parte integrante per la zona alpi, indipendentemente dalla forma di caccia praticata che è stata scelta in seguito, una volta promosso.

    Lascia un commento:


  • Diego
    ha risposto
    Non voglio fare l'uccello del malaugurio ma la questione della non abilitazione ai vaganti del nuovo CA mi sembra una forzatura alla legge "molto rischiosa".

    Lascia un commento:


  • prete
    ha risposto
    Avevo capito Beppe, altro che se è dificilissimio ......

    Lascia un commento:


  • Giu75
    ha risposto
    Originariamente inviato da prete Visualizza il messaggio
    Al fine di orientare il cacciatore vagante alla scelta consapevole della forma di caccia si ricorda che:
    • nel CA Prealpi Bergamasche, (ex. ATC Prealpino) oltre alla caccia da appostamento fisso può essere praticata come forma di caccia in via esclusiva (articolo 12 comma 5 legge 157/1992), la caccia "Vagante in Zona Alpi” con il vincolo obbligatorio dell' esercizio di questa forma di caccia esclusivamente nei Comprensori Alpini.
    • i cacciatori che non intendono avvalersi della forma di caccia esclusiva "Vagante in Zona Alpi” non potranno più esercitare , dalla stagione venatoria 2014/15, la caccia vagante nel nuovo CA Prealpi bergamasche, ora Zona Alpi. Potranno invece esercitare la caccia vagante esclusivamente negli ATC dove già erano iscritti oppure dove troveranno nuova ammissione.
    • i cacciatori vaganti, che desiderano esercitare la caccia nel CA Prealpi bergamasche ed erano già iscritti nell'ATC Prealpino nella stagione venatoria 2012/2013, non dovranno sostenere il colloquio di abilitazione all'esercizio della caccia vagante nella Zona faunistica delle Alpi.
    • il colloquio per l'abilitazione all'esercizio della caccia vagante nella Zona faunistica delle Alpi é invece obbligatorio per i cacciatori che intendono esercitare la caccia vagante in un altro Comprensorio alpino diverso dal CA Prealpi Bergamasche.
    • i cacciatori che nella stagione 2012/2013 non erano iscritti all'ATC Prealpino, oppure intendono cambiare la forma di caccia da appostamento fisso a vagante zona alpi, dovranno sostenere il prescritto colloquio per l'abilitazione all'esercizio della caccia vagante nei Comprensori Alpini.



    Beppe , sei gia' preparato in materia, nel dubbio consulta l'amico che e' preparatissimo ...... oppure mail o chiamata alla provincia per fugare ogni dubbio...ciao
    Nicola era solo curiosità...io non caccio nel prealpino,là ci andavo solo a cinghiali in squadra (tanto per passare un po' di tempo con amici di vecchia data),non è un problema sostenere il "colloquio"ma sinceramente la zona alpi la lascio agli altri....La mia perplessità nasce dal fatto che se uno volesse avere un'atc"di scorta"potrebbe richiederlo solo in zona alpi e lo sai anche Tu che è molto difficile...tutto qui..
    Ciaoooo

    Lascia un commento:


  • prete
    ha risposto
    Originariamente inviato da Giu75 Visualizza il messaggio
    Quindi chi cacciava nel prealpino si dovrà attenere a tutte le restrizioni che si hanno se si caccia in zona alpi...fucile a canna liscia con non più di due colpi,giorni di caccia prestabiliti,la non possibilità di cacciare in pianura,e chi cacciava il cinghiale in squadre potrà farlo solo in zona alpi e non più in altre province...altra domanda...se si voleva cacciare in zona alpi si doveva far un'ulteriore corso,adesso che il prealpino diventa parte integrante della zona alpi tutti i cacciatori che ci cacciavano dovranno fare il corso o no?Mhh quanti casini sta provincia....
    Al fine di orientare il cacciatore vagante alla scelta consapevole della forma di caccia si ricorda che:
    • nel CA Prealpi Bergamasche, (ex. ATC Prealpino) oltre alla caccia da appostamento fisso può essere praticata come forma di caccia in via esclusiva (articolo 12 comma 5 legge 157/1992), la caccia "Vagante in Zona Alpi” con il vincolo obbligatorio dell' esercizio di questa forma di caccia esclusivamente nei Comprensori Alpini.
    • i cacciatori che non intendono avvalersi della forma di caccia esclusiva "Vagante in Zona Alpi” non potranno più esercitare , dalla stagione venatoria 2014/15, la caccia vagante nel nuovo CA Prealpi bergamasche, ora Zona Alpi. Potranno invece esercitare la caccia vagante esclusivamente negli ATC dove già erano iscritti oppure dove troveranno nuova ammissione.
    • i cacciatori vaganti, che desiderano esercitare la caccia nel CA Prealpi bergamasche ed erano già iscritti nell'ATC Prealpino nella stagione venatoria 2012/2013, non dovranno sostenere il colloquio di abilitazione all'esercizio della caccia vagante nella Zona faunistica delle Alpi.
    • il colloquio per l'abilitazione all'esercizio della caccia vagante nella Zona faunistica delle Alpi é invece obbligatorio per i cacciatori che intendono esercitare la caccia vagante in un altro Comprensorio alpino diverso dal CA Prealpi Bergamasche.
    • i cacciatori che nella stagione 2012/2013 non erano iscritti all'ATC Prealpino, oppure intendono cambiare la forma di caccia da appostamento fisso a vagante zona alpi, dovranno sostenere il prescritto colloquio per l'abilitazione all'esercizio della caccia vagante nei Comprensori Alpini.



    Beppe , sei gia' preparato in materia, nel dubbio consulta l'amico che e' preparatissimo ...... oppure mail o chiamata alla provincia per fugare ogni dubbio...ciao

    Lascia un commento:


  • Giu75
    ha risposto
    Quindi chi cacciava nel prealpino si dovrà attenere a tutte le restrizioni che si hanno se si caccia in zona alpi...fucile a canna liscia con non più di due colpi,giorni di caccia prestabiliti,la non possibilità di cacciare in pianura,e chi cacciava il cinghiale in squadre potrà farlo solo in zona alpi e non più in altre province...altra domanda...se si voleva cacciare in zona alpi si doveva far un'ulteriore corso,adesso che il prealpino diventa parte integrante della zona alpi tutti i cacciatori che ci cacciavano dovranno fare il corso o no?Mhh quanti casini sta provincia....

    Lascia un commento:


  • Costituzione del CA Prealpi Bergamasche -2014/2015 Adempimenti dei cacciatori vaganti

    Con la presente inviamo comunicazione da parte del Servizio Caccia della
    Provincia di Bergamo.
    Cordiali saluti la segreteria prov.le federcaccia bg

    Si comunica che a decorrere dal 1° febbraio 2014, come previsto dal
    Piano faunistico venatorio provinciale approvato da Consiglio
    Provinciale con delibera numero 79 del 10 luglio 2013, l'*ATC Prealpino
    verrà trasformato in Comprensorio Alpino Prealpi Bergamasche*.

    L'inclusione del territorio dell'ATC Prealpino nella Zona Alpi
    rende
    necessario, per i cacciatori che praticano la caccia vagante, rinnovare
    la scelta della forma di caccia in via esclusiva, scegliendo tra la
    caccia vagante in Zona Alpi oppure la caccia vagante negli ATC.

    Per maggiori informazioni e modulistica relativa vai alla pagina
    Vivi la Provincia Online
    Provincia di Bergamo
    Servizio Caccia

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X