annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Manifestazione dei Cacciatori del Veneto - 25 Gennaio 2014

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #31
    Originariamente inviato da Bekea Visualizza il messaggio
    Rudi speriamo che siano in tanti a leggerlo specialmente quelli che sono meno informati dai loro dirigenti venatori.E ricordiamoci che se viene approvato questo PFVR sarà la fine della caccia in Veneto per TUTTI indipendentemente dalla AV di appartenenza.
    l'ho letto tutto più volte,anche se sono del lazio,devo constatare che se passa siete alla fine!!già avete il super onorevole eurodeputato Zanoni...ma non credete tutta l'italia è messa cosi...mi sbaglierò,mi voglio sbagliare, ma se dico che entro 5 anni la caccia in italia chiude mi sbaglio?

    COMMENTA


    • #32
      Se passa e' la fine..

      COMMENTA


      • #33
        Locandina Manifestazione

        http://www.associazionecacciatoriven.../Manifesto.pdf
        CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

        COMMENTA


        • #34
          causa festa compleanno bimba non ho potuto partecipare.
          ho letto quanto scritto sul giornale di vicenza..
          qualcuno che ha partecipato può dire qualcosa di più..
          risultati? quanti politici regionali presenti?
          grazie 1000

          - - - Aggiornato - - -

          ho trovato questo sul sito cacciatori veneti

          Thiene, li 27 gennaio 2014
          GRANDE SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE DEI CACCIATORI
          TENUTASI A VICENZA IL 25 GENNAIO 2014
          
          Grande successo della manifestazione dei cacciatori del Veneto, organizzata per
          sabato 25 gennaio u.s. presso la Fiera di Vicenza dall’Associazione Cacciatori
          Veneti-CONFAVI, dall’Associazione Enalcaccia Pesca e Tiro, dall'Associazione per
          la difesa e la promozione della Cultura Rurale, dalla Fondazione per la Cultura
          Rurale-Onlus.
          Più di 2.500 cacciatori sono accorsi per assistere all'iniziativa organizzata per
          illustrare a tutte le forze politiche la determinata contrarietà dei cacciatori nei
          confronti della nuova proposta di Piano Faunistico Venatorio Regionale adottato
          dalla Giunta regionale del Veneto su proposta dell'assessore leghista Daniele Stival.
          Non è bastata la capiente sala Palladio della Fiera di Vicenza a contenere tutte le
          persone accorse per dare sostegno agli organizzatori di questa bella e partecipatissima
          manifestazione.
          Vista la massiccia affluenza di pubblico, gli organizzatori hanno dovuto chiedere
          all'Ente Fiera di mettere a disposizione altre due sale attigue con altrettanti
          maxischermi per permettere di seguire l'evento a tutti coloro che non erano riusciti ad
          entrare nella sala principale.
          Dopo l'introduzione all'incontro da parte della Presidente dell'Associazione Cacciatori
          Veneti-Confavi Maria Cristina Caretta e del Presidente dell'Associazione Enalcaccia
          P.T. Tarcisio De Franceschi, che hanno spiegato le motivazioni che li hanno spinti ad
          organizzare l'evento di Vicenza, è intervenuto l'on. Sergio Berlato in qualità di
          Presidente nazionale della Fondazione per la Cultura Rurale-Onlus. L'on. Sergio
          Berlato, avvalendosi dei maxi schermi della sala Palladio e delle sale adiacenti, ha
          proiettato il testo della proposta di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale,
          evidenziandone alcuni dei principali contenuti che, se approvati in legge dal
          Consiglio regionale, comporterebbero la decimazione dei rimanenti cacciatori del
          Veneto. Nel ricordare che in questa singolare proposta di nuovo Piano Faunistico
          Venatorio Regionale presentato dalla Giunta regionale del Veneto, è previsto, tra le
          tante nefandezze, l’aumento della quota associativa a carico dei cacciatori, fino a sei
          volte l’attuale, per pagare i danni provocati dalla fauna selvatica; la drastica riduzione
          del territorio cacciabile; l’innalzamento degli indici di densità venatoria con la
          conseguente espulsione di un numero notevole di cacciatori dagli attuali ATC e
          Comprensori alpini; l’esautorazione dei cacciatori dal diritto di partecipare
          all’assemblea dei soci degli ATC; l’applicazione di nuove, ulteriori ed inaccettabili
          restrizioni all’esercizio dell'attività venatoria, l'on. Sergio Berlato non ha esitato a
          definire la proposta di Nuovo Piano Faunistico Venatorio come immonda ed
          irricevibile, invitando la Giunta regionale a ritirarla ed a spendere meglio i 183.000
          euro sottratti ai cacciatori del Veneto per pagare alcuni consulenti di fiducia
          dell'assessore Stival che hanno predisposto una proposta che, oltre a non piacere a
          nessun cacciatore, corre il rischio di compromettere la corretta gestione del
          patrimonio faunistico in Veneto.
          L'invito dell'on. Sergio Berlato alla Regione di ritirare la proposta di PFVR è stato
          sottolineato da un forte boato di approvazione da parte delle migliaia di cacciatori
          presenti all'evento.
          A seguito dell'intervento dell'on. Sergio Berlato, ha preso la parola il vice presidente
          nazionale di Enalcaccia, prof. Pietro Saldan, il quale ha tenuto una articolata ma
          interessantissima relazione su come molti comitati direttivi degli ATC e Comprensori
          Alpini usano in modo non sempre trasparente i soldi versati dai cacciatori.
          Oltre all'esame ed all'illustrazione dei contenuti della proposta della Giunta regionale
          di nuovo PFVR, i relatori hanno chiesto a gran voce che la Regione del Veneto
          applichi correttamente il regime di deroga esplicitamente previsto dalla Direttiva
          2009/147/CE, cosi come ribadito dall'art. 26 della Comunitaria 2013 recentemente
          approvata dal Parlamento italiano.
          E' stato chiesto altresì che si proceda celermente alla semplificazione delle normative
          in materia di appostamenti ad uso venatorio, dal momento che la Regione, nonostante
          l'approvazione di ben tre leggi regionali e tre delibere di Giunta, non è ancora riuscita
          a trovare adeguata soluzione a questo fastidiosissimo ed onerosissimo problema.
          I rappresentanti delle forze politiche presenti, sia di maggioranza che di opposizione,
          hanno dichiarato pubblicamente di essersi convinti della bontà delle richieste
          avanzate dagli organizzatori della manifestazione, condividendo e facendo proprie le
          preoccupazioni espresse dai numerosissimi cacciatori presenti e dai loro
          rappresentanti.
          Per questo motivo hanno assicurato il loro impegno per impedire l'approvazione della
          proposta della Giunta regionale di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale, per
          restituire ai cacciatori il diritto di cacciare in deroga nel rispetto delle Direttive
          comunitarie e nazionali e per trovare definitiva soluzione al problema degli
          appostamenti ad uso venatorio.
          Ufficio stampa
          Associazione Cacciatori
          .."solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo pesce sarà pescato, solo allora capirete che il denaro non si mangia.".. (Toro Seduto - capo dei Sioux Lakota)

          COMMENTA


          • #35
            Grande Successo

            Associazione Cacciatori Veneti - Comunicati Stampa
            CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

            COMMENTA


            • #36
              Stival, “sul piano venatorio si tenta di distorcere la realta"

              Martedì 28/01/2014

              Comunicato stampa N° 222 del 28/01/2014

              “Fa piacere sapere e vedere che tanti cacciatori si interessano e sono partecipi a tutte le manifestazioni che trattano gli argomenti inerenti la loro passione venatoria. Quello che dispiace è sentire alcuni dirigenti venatori e qualche politico raccontare mezze verità e mezze bugie dette con lo scopo di distorcere la realtà”.
              Lo sottolinea l’assessore regionale alla caccia Daniele Stival, in merito alle polemiche di questi giorni sul Piano Venatorio Regionale.
              “Fortunatamente – prosegue Stival -il popolo dei cacciatori, se correttamente informato, sa da solo tirare le sue conclusioni. Comprendo che nell’avvicinarsi delle elezioni europee, in mancanza di risultati a favore della caccia, per qualcuno ci sia il bisogno di distrarre l'attenzione del popolo delle doppiette o in mancanza di proposte concrete e non cassabili sull'argomento deroghe non ci sia stata nessuna proposta scritta”.
              “Si vuole però offendere l'intelligenza dei cacciatori – aggiunge l’assessore - pensando che basti manipolare le informazioni per attaccare il nuovo piano faunistico venatorio,come ad esempio con le quote associative, perché se è vero che oggi gli ambiti di caccia possono aumentare la quota associativa fino a tre volte, ed i comprensori alpini fino a sei volte, è anche vero che la nuova proposta uniforma entrambe le realtà con la possibilità, non l'obbligo, di aumentare di sei volte. Possibilità sulla quale decide ora e deciderà domani l'Ambito attraverso il suo Cda, il cui presidente è un cacciatore come la sua Assemblea dei soci e' composta da cacciatori".
              “Qualcuno pensa che siano degli irresponsabili?– conclude Stival -Vogliamo lasciare i cacciatori decidere del loro territorio in piena autonomia? Io sono convinto di si!”

              fonte:regione.veneto.it
              CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

              COMMENTA

              Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

              Pubblicita STANDARD

              Comprimi

              Trending

              Comprimi

              Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

              Unconfigured Ad Widget

              Comprimi

              Tag nuvola

              Comprimi

              Ultimi post

              Comprimi

              Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

              Sto operando...
              X