annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'ISPRA boccia il calendario venatorio sardo

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • L'ISPRA boccia il calendario venatorio sardo

    Domenica 08/12/2013

    L'Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale comunica alla Regione Sardegna il parere sfavorevole in merito ad alcuni aspetti critici contenuti nel'ultimo calendario venatorio, non ufficialmente divulgato.

    In particolare il parere sfavorevole è stato espresso per i seguenti punti:

    • Chiusura della caccia a germano reale, alzavola, codone, fischione, mestolone, beccaccino, gallinella d'acqua, pavoncella, frullino, porciglione, folaga il 30 gennaio anzichè il 20 gen
    naio

    • Chiusura della caccia alla beccaccia il 19 gennaio anzichè il 31 dicembre
    • Chiusura della caccia a cesena il 19 gennaio anzichè il 10 gennaio
    • Chiusura della caccia al tordo e tordo sassello il 30 gennaio anzichè il 10 gennaio
    • Per cornacchia grigia e ghiandaia mancata previsione del prelievo nella forma esclusiva dell'appostamento dal 21 al 30 gennaio
    • Per il colombaccio mancata previsione del prelievo nella forma esclusiva dell'appostamento nel mese di gennaio

    Vedi allegeto

    Nota_ISPRA_46674.pdf


    fonte:arsvenandisardegna.it
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Ma il parere dell'Ispra sbaglio o non è vincolante?

    Fra tanti enti inutili da eliminare, non si potrebbe mettere dentro anche l'Ispra?

    Perchè non diciamo all'Ispra di adeguarsi agli altri paesi europei dove si caccia fino a Febbraio ed oltre?

    COMMENTA


    • #3
      secondi i kc la cesena non è cacciabile fino al 10gennaio?quindi estendibile fino al 20/01 (una decade)..non capisco perchè dovrebbe essere contrario alla cosa se è proprio previsto dalle normative..........solito intervento di natura ambientalista..che vi faccino il ricorso poi vediamo chi lo vince...fan la voce grossa quando in realtà sono voci bianche...............
      Casadur de la festa o chel piof o chel tempesta

      COMMENTA


      • #4
        Le decati di sovrapposizione ed anche oltre sino al 30 gennaio vanno motivate con argomentazioni scentifiche provate....se queste si hanno la regione può emanare il calendario che vuole...l'ispra potrà essere pure in disaccordo, ma il parere è vincolante solo per i 10 gg di febbraio. Ovviamente c'è la possibilità di un ricorso animalista, ma fin quando la regione motiva " adeguatamente " al tar si vince, ma se non ci sono osservatoi regionali, motivazione supportate ..... si perde !
        sigpic

        ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


        COMMENTA


        • #5
          Anche quest'anno la regione Sardegna ha avuto come l'anno scorso il calendario difficilmente impugnabile che aveva gia' avuto l'anno scorso, purtroppo l'anno scorso i soliti genii avevano fatto le opportune modifiche del cavolo e il calendario e' stato impugnato e sospeso, quest'anno si spera che i soliti personaggi si mettano le mani in tasca.....speriamo che lo facciano
          Un oca che guazza nel fango, un cane che abbaia a comando, la pioggia che cade e non cade, le nebbie striscianti che svelano e velano strade..........Autunno Francesco Guccini

          COMMENTA

          Pubblicita STANDARD

          Comprimi

          Ultimi post

          Comprimi

          Unconfigured Ad Widget

          Comprimi
          Sto operando...
          X