annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Anelli richiami vivi: Perizia scientifica dà ragione alle associazioni venatorie

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Anelli richiami vivi: Perizia scientifica dà ragione alle associazioni venatorie

    Venerdì 22/11/2013

    Un documento firmato dal Professor Lorenzo Crosta (Docente del Corso di Benessere degli Animali della Facoltà di Medicina Veterinaria all'Università di Milano) porta in evidenza l'inadeguatezza degli anelli utilizzati attualmente dai Roccoli in Lombardia. La perizia è stata chiesta dai Cupav di Bergamo e Brescia, che già a maggio 2013 avevano già sollevato la le criticità della scelta degli anelli nella propria proposta operativa sottoposta alla regione per la Banca Dati richiami vivi.

    I Cupav sostenevano che Regione Lombardia avrebbe dovuto collaudare gli anelli in sostituzione con un tempo adeguato avvalendosi anche della consulenza delle associazioni venatorie e dell’Ispra al fine di non rischiare di ledere il benessere dei richiami con anelli che ne danneggiano irrimediabilmente il tarso.Come quelli autorizzati con delibera di Giunta del 02.08.2013, scelti, dicono dal Cupav, sulla base del solo parere dell’ISPRA non coinvolgendo Ass. Venatorie o Allevatori (FOI e AMOV). "Questi anelli oltre che inadeguati - dice una nota dei Cupav - sono anche obsoleti in quanto già utilizzati 10 anni fa in regione Veneto per poi essere sostituiti con le fascette in plastica o anelli FOI ritenuti più adeguati".

    A tal proposito il CUPAV di Bergamo ha chiesto ed ottenuto un'audizione urgente dall'VIII commissione della Regione Lombardia dove ha proposto la sostituzione con tipologie indicate nella perizia del Professor Crosta. "Mi sembra quindi ovvio - dice l'esperto - proporre che gli anelli in alluminio di cui sopra siano sostituiti con dei microchip (transponder), oppure con degli anellini in plastica. Come già avviene in altre zone del territorio nazionale (p. es. la regione Veneto): tali anelli in plastica sono anch’essi inamovibili e certamente sono più rispettosi della salute, e pertanto del benessere degli uccelli".

    "Le associazioni Venatorie ringraziano per la sensibilità e la disponibilità dimostrata il Presidente Avv. Alesssandro Fermi el’intera Commissione che nel giro di una sola settimana hanno ascoltato le nostre istanze" dice Alessandro Balestra Vice Presidente CPA Bergamo. "Ricordo che per la costituzione della Banca dati regionali tutte le fascette di plastica dei richiami già in uso dai capannisti dovranno essere sostituite con questi nuovi anelli peraltro più costosi delle fascette in plastica".



    Vai alla perizia del Dott. Crosta
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Ottima notizia Alberto, speriamo si riesca a rimediare ad una tale indecenza....
    Sono sempre diffidente delle persone a cui non piacciono i cani mentre mi fido tantissimo del cane quando non gli piace una persona.

    COMMENTA


    • #3
      Speriamo che chi di dovere ne prenda atto (non vi era bisogno di una perizia..........).

      COMMENTA


      • #4
        mah...intanto ci rifilano quelli...per la cronaca...un presidente di avv breciana su mia domanda mi ha risposto che l'ispra (documento scritto a detta sua)..ha "imposto" alla regione questi anelli...ed ha calcolato una minima percentuale accettabile di danno.............(provasero loro a gironzolare con un anello alla caviglia..)...
        qui mi sorge un dubbio...qualora uno venisse ,a causa di quet'anello,verbalizzato per maltrattamento ecc...ecc...questo/i casi rientreranno anch'essi nella minima % accettabile o invece
        per noi son ..........augelli senza zuccero???????????????????????????..
        ciao
        RINALDO

        al casot ghè semper ergot de fà..e se 'l ghe mia m'el va a sercà..
        (al capanno c'è sempre da fare..e se non c'è lo si va a cercare)

        COMMENTA


        • #5
          Bhe non serviva un autorità per saperlo
          Comunque come avevo scritto in un altro post oltre a non essere buoni per l'uso , sono stati anche montati al contrario peggiorando di molto le lesioni al tarso
          Mai come oggi c'e' tanta gente che scrive e cosi`poca che legge.

          COMMENTA


          • #6
            Non solo gli anellini sono stati "consigliati' da Ispra e approvati dalla Regione con delibera ma da quello che so, sono giâ stampati x la distribuzione ai cacciatori che hanno aderito al censimento/banca dati.
            Più buio che a mezzanotte non viene

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da Diego Visualizza il messaggio
              Non solo gli anellini sono stati "consigliati' da Ispra e approvati dalla Regione con delibera ma da quello che so, sono giâ stampati x la distribuzione ai cacciatori che hanno aderito al censimento/banca dati.
              In base alla perizia, che può essere giudicata di parte, ma con tutti i fatti segnalati alle Province possibile che nessuno si preoccupi di far cessare questo "martirio" ai presicci e non?'''''

              COMMENTA


              • #8
                ma non avete capito che agli animalisti, gli animali interessano solo quando c'è da accattare qualche voto??? si dicono tanto animalisti, e non colgono la differenza tre un a gallina e un tacchino, per loro sono tutti polli...
                IL POPOLO ITALIANO HA PLASMATO L'IMPERO CON IL SUO SANGUE,LO FECONDERA' CON IL SUO LAVORO, E LO DIFENDERA' DA CHIUNQUE CON LE SUE ARMI. (Benito Mussolini)

                COMMENTA

                Pubblicita STANDARD

                Comprimi

                Ultimi post

                Comprimi

                Unconfigured Ad Widget

                Comprimi
                Sto operando...
                X