annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pavia: La fidc di milano si rivolge al presidente della provincia

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pavia: La fidc di milano si rivolge al presidente della provincia

    09/09/2013

    CALENDARIO VENATORIO

    In merito alla nota vicenda di Pavia in cui l'Assessore provinciale ha interdetto l'apertura di caccia ai non residenti pur essendo questi regolarmente iscritti in uno degli ambiti in cui è suddivisa la Provincia, la Federazione Italiana della Caccia di Milano e Monza Brianza ha per mezzo dell’Avvocato Giuseppe Anastasio inviato una lettera al Presidente della Provincia, Sen. Daniele Bosone, e all’Assessore Alberto Lasagna, per sottolineare l’illegittimità delle disposizioni integrative al calendario venatorio 2013-14 e chiedere una risoluzione della questione.
    In allegato il testo della lettera


    Lettera Avvocato FIdC Milano

    fonte:federcaccia.org
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Campa cavallo...settimana scorsa come anuu lombardia abbiamo depositato ricorso al tar
    Più buio che a mezzanotte non viene

    COMMENTA


    • #3
      No alla norma del Calendario venatorio di Pavia che esclude tutti i cacciatori non residenti nei primi giorni di caccia alla vagante. L'Anuu Migratoristi, non avendo avuto alcun esito gli interventi presso la Provincia di Pavia e l'assessore regionale Fava, ha dato mandato al proprio legale, l'avvocato Roberto Bonardi, di ricorrere al Tar Lombardia chiedendo l'immediata sospensiva della delibera della Provincia di Pavia relativa al calendario venatorio intefrativo provinciale.

      "Una iniziativa - si legge sul quotidiano Brescia Oggi - assunta per l'evidente illegittimità della norma che riserva ai soli cacciatori pavesi l'esercizio venatorio per i primi due giorni di caccia vagante". Anche la Federcaccia di Milano ha messo in atto una diffida con una lettera inoltrata all'Assessore provinciale e al presidente della Provincia di Pavia, con l'invito a modificare il calendario venatorio al più presto.
      Più buio che a mezzanotte non viene

      COMMENTA


      • #4
        Per me' non succederà nulla !! Magari mi sbaglio

        COMMENTA


        • #5
          Certo che gia ci sono gli animalati che pressano piu ci si mette anche ba far la guerra tra province.... abbastanza ridicolo
          Fonne, tuss e cà come se gli ùsa se ghe ià!!!



          Fabio

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da postabs Visualizza il messaggio
            Certo che gia ci sono gli animalati che pressano piu ci si mette anche ba far la guerra tra province.... abbastanza ridicolo
            I più pericolosi non sono gli animalisti, che hanno almeno la coerenza dalla parte loro, ma i cacciatori invidiosi!
            Va bene il chiarimento al pres.della provincia, va bene al TAR ma una denuncia penale?

            COMMENTA


            • #7
              Il nostro è un mondo fatto di 'orticelli' - quindi diviso e facilmente attaccabile.- I nostri peggior nemici, siamo noi stessi.-
              Mario

              COMMENTA


              • #8
                condivido i pensieri e aggiungo per i "cacciatori invidiosi" come sottolineato in un altro post che un iscritto non residente paga come un residente, perciò acquisisce tutti i diritti relativi, con i suoi soldi vengono effettuati gli acquisti della selvaggina da immettere e tutto il resto, è brutto considerarli solo come fonte di introiti ........in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!!!

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da riccà Visualizza il messaggio
                  condivido i pensieri e aggiungo per i "cacciatori invidiosi" come sottolineato in un altro post che un iscritto non residente paga come un residente, perciò acquisisce tutti i diritti relativi, con i suoi soldi vengono effettuati gli acquisti della selvaggina da immettere e tutto il resto, è brutto considerarli solo come fonte di introiti ........in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!!!
                  Esatto Riccá...e ora per l'incompetenza del loro Assessore rischiano (se l'amministrazione provinciale non fa retromarcia) di trovarsi il calendario venatorio sospeso.
                  Più buio che a mezzanotte non viene

                  COMMENTA

                  Pubblicita STANDARD

                  Comprimi

                  Ultimi post

                  Comprimi

                  Unconfigured Ad Widget

                  Comprimi
                  Sto operando...
                  X