annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Faccia a faccia berlato -stival_ deroghe e appostamenti in veneto_24/07 orgiano

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    qua mi sembra che molti si dimentichino da quando sono cominciate a cambiare le cose'' vi ricordate del 2010 quando la lega supportata da fidc fece saltare la legge sulle deroghe con l'assurda pretesa di inserire le 11 specie'' meditate gente meditate i prblemi sono nati tutti li da allora non abbiamo avuto più una legge sulle deroghe.....

    COMMENTA


    • #47
      Originariamente inviato da botahv79 Visualizza il messaggio
      Renato, lazzarone vien trovarme!!!!
      Lo sai esattamente come la penso, potevi far un fischio che eri a orgiano, na birra te la offrivo...

      Patetica federcaccia...
      ciao Mirco,
      è da un pezzo che voglio venire a vedere come te si messo con i richiami.
      da venerdi sono a casa 3 settimane. dimmi quando posso passare e se fasemo un goto!!
      .."solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo pesce sarà pescato, solo allora capirete che il denaro non si mangia.".. (Toro Seduto - capo dei Sioux Lakota)

      COMMENTA


      • #48
        Ecco la risposta dell' ACV alla lettera della federcaccia----------

        L’ASSOCIAZIONE CACCIATORI VENETI-CONFAVI RISPONDE A FIDC VENETO
        Davvero singolare il comunicato di Federcaccia del Veneto con il quale afferma di chiudere ogni forma di collaborazione con l’Associazione Cacciatori Veneti-Confavi.
        Esilarante se si pensa che il comunicato di Federcaccia del Veneto viene emanato dopo che, su iniziativa della Presidente dell’Associazione Cacciatori Veneti-Confavi Maria Cristina Caretta, si sono riuniti a Thiene in data 26 giugno, 5 luglio, 9 luglio e 16 luglio, i dirigenti di tutte le associazioni venatorie del Veneto (tranne Arcicaccia). Nel corso di queste riunioni è stato elaborato e sottoscritto dai dirigenti di tutte le associazioni venatorie del Veneto il documento unitario che suggerisce alla Regione del Veneto la soluzione al problema “appostamenti ad uso venatorio”, chiedendo alla Regione un sollecito intervento per mettere i cacciatori del Veneto al riparo delle denunce penali conseguenti all’emanazione della sentenza della Corte costituzionale n. 139/2013 che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale di parte della legge regionale 25/2012.
        Ancora più esilarante appare il comunicato di Federcaccia del Veneto se si considera che lo stesso è stato emanato dopo che, nonostante il fallito tentativo di tirare nella trappola di Orgiano l’ACV e l’on. Sergio Berlato, la Presidente Maria Cristina Caretta, con senso di grande responsabilità, ha nuovamente invitato, con lettera del 29 luglio u.s., i dirigenti di tutte le associazioni venatorie del Veneto ad un nuovo incontro per predisporre una proposta comune da sottoporre alla Regione per garantire una corretta applicazione del regime di deroga in Veneto per la stagione 2013/2014 nel pieno rispetto della Direttiva 2009/147/CE.
        Ecco qual è forse il vero motivo per il quale la Federcaccia del Veneto ha deciso di rompere ogni collaborazione (ammesso che ci sia mai stata) con l’Associazione Cacciatori Veneti-Confavi: i dirigenti di Federcaccia hanno capito che l’ACV, avvalendosi anche della consulenza gratuita dell’on. Sergio Berlato, ha ancora una volta dimostrato di saper trovare le soluzioni per risolvere i problemi che affliggono i cacciatori del Veneto.
        Pur di non essere costretti a dare ragione all’Associazione Cacciatori Veneti-Confavi ed all’on. Sergio Berlato e ad ammettere il proprio fallimento, i dirigenti di Federcaccia preferiscono lasciare i cacciatori del Veneto in mezzo ai guai, dimostrando ancora una volta che, pur avendo in mano l’assessorato regionale alla caccia, non riescono a dare risposte adeguate alle legittime richieste dei cacciatori del Veneto.
        In merito poi agli asseriti “comportamenti a dir poco incivili tenuto da alcuni soci dell’ACV-Confavi nel corso dell’assemblea svoltasi ad Orgiano, ricordiamo che quell’assemblea è stata voluta, organizzata, totalmente gestita dai dirigenti politicizzati della Federcaccia e dall’ANUU. Tanto è stato clamoroso il fallimento di quella iniziativa, con il maldestro tentativo di questi dirigenti di intrappolare l’ACV e l’on. Sergio Berlato, da non rendersi conto che quelli che fischiavano loro e gli assessori regionali e che applaudivano l’on. Sergio Berlato, non erano solo i cacciatori dell’ACV-Confavi ma tutti i cacciatori appartenenti a tutte le altre associazioni venatorie.

        Ufficio stampa
        Associazione Cacciatori Veneti-Confavi

        COMMENTA


        • #49
          La FIDC in Veneto è andata fuori di testa: il presidente provinciale di Treviso ha scritto alle guardie del WWF perchè intensifichino i controlli nei confronti degli iscritti enalcaccia perchè potrebbero avere uccelli inanellati irregolarmente! Magari fosse così solerte nel difendere i diritti dei suoi associati..
          Davide

          COMMENTA


          • #50
            Mamma mia ste lotte interne non possono che farci male, ma a sto punto se deve uscire il cancro che esca almeno si prova a recidere e via....
            MAURE' CON NOI !!!!

            COMMENTA


            • #51
              a viverla da spettatore e leggendo quanto viene scritto mi viene da chiedermi per quale motivo esiste ancora Federcaccia in veneto e cosa passa per la testa dei cacciatori che rinnovano tale tessera, forse sfugge qualcosa?.............in bocca al cocker!!!!!!!!!!!!!!

              COMMENTA


              • #52
                Io a Orgiano c'ero e in genere traggo le conclusioni a freddo.
                A me non importa chi è amico di chi e di come, importa chi non mi prende per il c..o. Dopo l'incontro di quella sera mi domando: ma chi è ancora iscritto a FIDC, ANUU, ecc... Che politicamente appoggiano l'assessore (o per lo meno lo hanno fatto fino ad adesso) comne fa a credergli???????????????????
                Parto con un esempio: la storia dello storno che ha raccontato all'inizio. Possibile che non sapesse che lo storno per l'italia è da decine di anni che non c'è????? Ha usato questa cosa per dire che non è colpa sua che l'EUROPA l'ha tolto dall'Allegato 2?????? Lo sanno anche i sassi che è una tremenda bugia.
                Ma cosa fa quando Berlato gli ricorda questo???? Torna a dire che è tutta colpa dell'EUROPA e che in questi anni in Europa nessuno ha modificato quell'allegato...
                L'on Berlato non ha risposto su questo, ma rispondo io: per modificare le specie dell'elenco dell'allegato 2 serve la richiesta DELLO STATO MEMBRO e non di un parlamentare... Possibile che tutte queste cose Stival non le sappia??????????????????????
                Possibile che i tecnici in regione non glielo spiegano???????????????
                O forse ci considera talmente incapaci da poterci raccontare quello che vuole??????

                Mi domando di più..... E la Donazzan che era seduta di fianco??????? Perchè non lo ha fermato quando diceva certe cose?????? Perchè lo difende in posizioni tanto indifendibili??????
                Anche lei considera i cacciatori allo stesso modo di Stival?????

                E ricordiamoci signori che sullo storno il discorso è chiaro a 360°. E' dal 79 che non è presente nell'allegato 2 quindi Stival non può utilizzare quello come scusa. E chi lo deve richiedere non è Berlato, ma Il governo nazionale.... Perchè ci raccontano queste b...e Stival e Donazzan?????
                W la caccia!!!!

                COMMENTA


                • #53
                  Originariamente inviato da DeRed Visualizza il messaggio
                  La FIDC in Veneto è andata fuori di testa: il presidente provinciale di Treviso ha scritto alle guardie del WWF perchè intensifichino i controlli nei confronti degli iscritti enalcaccia perchè potrebbero avere uccelli inanellati irregolarmente! Magari fosse così solerte nel difendere i diritti dei suoi associati..
                  quello e' un documento vecchio davide.
                  Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                  COMMENTA


                  • #54
                    Originariamente inviato da uncacciatore Visualizza il messaggio
                    ciao Mirco,
                    è da un pezzo che voglio venire a vedere come te si messo con i richiami.
                    da venerdi sono a casa 3 settimane. dimmi quando posso passare e se fasemo un goto!!
                    quando vuoi, fai un fischio che ti dico quando son a casa, volentieri, il vecchio mi chiede spesso di te.
                    Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                    COMMENTA


                    • #55
                      Botahv, certo che la lettera di Treviso è vecchia di 20 anni, ma la domanda è : come è cambiata /come sono cambiati gli atteggiamenti di questa AV nei rapporti con le altre AV che si sono formate in questi anni in Veneto?? Nessun cambiamento la loro supponenza di essere i padroni della caccia in Veneto per volontà divina, resta, sono cambiati i dirigenti ma quelli subentrati es. Bonavigo ragionano sempre allo stesso modo, con arroganza e disprezzo verso le altre forme di caccia ( leggasi migratoria e deroghe ) Questa è l'amara realtà, il problema resta come farlo capire a chi si associa ancora con questi .

                      COMMENTA


                      • #56
                        Originariamente inviato da Bekea Visualizza il messaggio
                        Botahv, certo che la lettera di Treviso è vecchia di 20 anni, ma la domanda è : come è cambiata /come sono cambiati gli atteggiamenti di questa AV nei rapporti con le altre AV che si sono formate in questi anni in Veneto?? Nessun cambiamento la loro supponenza di essere i padroni della caccia in Veneto per volontà divina, resta, sono cambiati i dirigenti ma quelli subentrati es. Bonavigo ragionano sempre allo stesso modo, con arroganza e disprezzo verso le altre forme di caccia ( leggasi migratoria e deroghe ) Questa è l'amara realtà, il problema resta come farlo capire a chi si associa ancora con questi .
                        Attilio, con me sfondi una porta aperta lo sai....
                        Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                        COMMENTA


                        • #57
                          Si Mirko lo sò ma voglio ricordarlo anche ad altri, casomai se ne fossero dimenticati. Ciao

                          COMMENTA

                          Pubblicita STANDARD

                          Comprimi

                          Ultimi post

                          Comprimi

                          Unconfigured Ad Widget

                          Comprimi
                          Sto operando...
                          X