annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Preapertura 2013/2014 Sicilia viatata ai non residenti: è giusto?

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (21%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Xò io ragazzi non vorrei che si confondesse il comportamento di qualche fenomeno, con gente che magari preleva due colombacci in apertura in più!!!
    All'ora se ci sono questi problemi che dici tu LUPEN che cmq ci sono un pò ovunque li bisogna intervenire con le guardie e controlli anti bracconaggio.
    Cosa centra lo scemo che il 28 agosto si piglia un coniglio a tradimento, con tutti quei caccciatori che gli piace cacciare il colombo i primi di settembre.
    Secondo me i due fattori non sono collegati, forse li vogliono collegare.
    Cmq ho parenti a catania e amici, mja ancora non sono mai sceso, confesso che mi attira molto la sicilia a settembre.
    Ciao e buona fortuna ai nostri amici siciliani che rimaranno con tutta probabilità soli!!!
    Ciao
    --------------------------------NUDO E NEL BOSCO SONO SEMPRE A MIO AGIO---------D.M.--------------------

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da mario79 Visualizza il messaggio
      Xò io ragazzi non vorrei che si confondesse il comportamento di qualche fenomeno, con gente che magari preleva due colombacci in apertura in più!!!
      All'ora se ci sono questi problemi che dici tu LUPEN che cmq ci sono un pò ovunque li bisogna intervenire con le guardie e controlli anti bracconaggio.
      Cosa centra lo scemo che il 28 agosto si piglia un coniglio a tradimento, con tutti quei caccciatori che gli piace cacciare il colombo i primi di settembre.
      Secondo me i due fattori non sono collegati, forse li vogliono collegare.
      Cmq ho parenti a catania e amici, mja ancora non sono mai sceso, confesso che mi attira molto la sicilia a settembre.
      Ciao e buona fortuna ai nostri amici siciliani che rimaranno con tutta probabilità soli!!!
      Ciao
      Esatto mario79, anche questo c'è da dire. L'osservazione di Franco è giustissima, però è anche vero che i forestali esistono e finanche pure le guardie volontarie e tutto l'ambaradan di forze dell'ordine preposte ai controlli contro gli illeciti venatori. Per cui perché precludere per questi elementi la caccia a tutti, anche ai cacciatori corretti, come se il bracconaggio gli stessi cacciatori siciliani non lo potrebbero fare? Solo i forestieri sono bracconieri? Questo è un discorso in parte giusto ma in parte sbagliato. Come se il bracconaggio non lo potessero fare anche dopo la pre apertura! Anche altrove il bracconaggio credo che lo fanno sia forestieri sia autoctoni, però l'accesso agli ATC tramite permessi giornalieri o pagamento totale dell'ATC è permesso per tutto il periodo di caccia.
      La caccia è l'unico sport che racchiuda in sé il respiro degli orizzonti senza fine, la voce del mare, la poesia dei boschi, il sibilo dei venti, la potenza degli elementi della natura poiché essa stessa è un elemento della natura. (Nino Cantalamessa)

      Il cane è l'anima della caccia
      César François Adolphe d'Houdetot, Il cacciatore rustico, 1848


      MAURO, FAGLI VEDERE AGLI ANGELI COME SI VA A CACCIA!

      MARY, SARAI SEMPRE NEL MIO CUORE

      COMMENTA


      • #18
        Originariamente inviato da Marbizzaboy Visualizza il messaggio
        Esatto mario79, anche questo c'è da dire. L'osservazione di Franco è giustissima, però è anche vero che i forestali esistono e finanche pure le guardie volontarie e tutto l'ambaradan di forze dell'ordine preposte ai controlli contro gli illeciti venatori. Per cui perché precludere per questi elementi la caccia a tutti, anche ai cacciatori corretti, come se il bracconaggio gli stessi cacciatori siciliani non lo potrebbero fare? Solo i forestieri sono bracconieri? Questo è un discorso in parte giusto ma in parte sbagliato. Come se il bracconaggio non lo potessero fare anche dopo la pre apertura! Anche altrove il bracconaggio credo che lo fanno sia forestieri sia autoctoni, però l'accesso agli ATC tramite permessi giornalieri o pagamento totale dell'ATC è permesso per tutto il periodo di caccia.
        dopo la pre apertura..in sicilia non viene nessuno(o quasi) chhi e' di qui' lo sa i colombacci li spari solo i primi 2 giorni poi devi avere la contraerea,forse spari qualche tortora se becchi la ''partenza''..cosa che sara' impossibile anche ai siciliani ,visto l'art.5..che c iimpedisce praticamente di cacciare tutta la migr. fuori dal proprio atc,faccio notare solo questo:atc ct1 (parco dell'etna,agrumeti,oasi del simeto.la cosidetta piana di catania in effetti e prov. di SR,oasi di ponte barca ecc..ecc..) se con cambia qualcosa,non vale rinnovare.
        pap
        ''FORZA MAURE "

        COMMENTA


        • #19
          Originariamente inviato da mario79 Visualizza il messaggio
          Xò io ragazzi non vorrei che si confondesse il comportamento di qualche fenomeno, con gente che magari preleva due colombacci in apertura in più!!!
          All'ora se ci sono questi problemi che dici tu LUPEN che cmq ci sono un pò ovunque li bisogna intervenire con le guardie e controlli anti bracconaggio.
          Cosa centra lo scemo che il 28 agosto si piglia un coniglio a tradimento, con tutti quei caccciatori che gli piace cacciare il colombo i primi di settembre.
          Secondo me i due fattori non sono collegati, forse li vogliono collegare.
          Cmq ho parenti a catania e amici, mja ancora non sono mai sceso, confesso che mi attira molto la sicilia a settembre.
          Ciao e buona fortuna ai nostri amici siciliani che rimaranno con tutta probabilità soli!!!
          Ciao
          Mario negli anni passati il problema c'è stato, è anche grande, il problema non è il coniglio o i due colombacci in più,
          in sicilia si è adottato il sistema delle assicurazioni, per colpa dei furbi adesso ci troviamo a pagare più tutti..........eppure alle assicurazioni ci sono i periti

          buona domenica a tutti

          COMMENTA


          • #20
            Tutto mondo e' paese anche in Puglia da 2 anni prendere un atc e' praticamente raro ci fanno fare le domande poi non ci accettano.....ma neppure pagare(profumatamente) serve più!!!!!!!!!
            FORZA MAURE' !!!!!!

            COMMENTA


            • #21
              Condivido con Lupen, sappiamo tutti che chi ha frequentato la Sicilia in preapertura negli anni passati (magari non tutti, ma la gran maggioranza a mio parere), non ci è andato per 10-12 colombacci, ma per molti di più...siate realisti!!! Non credo di conoscere soltanto io questa gente..

              COMMENTA


              • #22
                Quello che Franco ha detto in parte e' giusto ma credo che passi in secondo piano. In primo piano a mio parere c'e' come sempre i soldi. Non e' vero che la sicilia rinuncia ai nostri soldi anzi istituisce sempre nuove afv che pagano le concessioni e incanalano la gente di fuori in tutte queste strutture/lobby che per carita' creano lavoro anche loro pero' sono una vera e propria lobby.....ben studiata.
                Orgoglioso di essere nato cacciatore

                COMMENTA


                • #23
                  Secondo me invece non ci dovremmo colpevolizzare ulteriormente e che non si tratta più di quantità di animali abbattuti, ma c'è la volontà di tenerci sempre più rinchiusi all' interno di recinti leggasi (ATC) per toglierci un divertimento e sono disposti a rinunciare a maggiori introiti pur di continuare a limitare.
                  Mio modesto parere.
                  Nico

                  COMMENTA


                  • #24
                    Originariamente inviato da benellis90 Visualizza il messaggio
                    Quello che Franco ha detto in parte e' giusto ma credo che passi in secondo piano. In primo piano a mio parere c'e' come sempre i soldi. Non e' vero che la sicilia rinuncia ai nostri soldi anzi istituisce sempre nuove afv che pagano le concessioni e incanalano la gente di fuori in tutte queste strutture/lobby che per carita' creano lavoro anche loro pero' sono una vera e propria lobby.....ben studiata.
                    Cosimo, le Aziende anche se aumentano sono sempre pochissime rispetto la grande richiesta che c'e' e sono tutte prenotate da anni dalle stesse persone. Riguardo cio' che scriveva Lupen.....non e' che per 2 bracconieri di conigli vietano l'apertura agli extraregionali, dai ! Io credo che le associazioni stesse siciliane quindi i siciliani stessi abbiano richiesto questo divieto per cacciare tranquilli senza invasioni di extraregionali, perche' il 90% ci va solo all'apertura.

                    COMMENTA


                    • #25
                      Scartabellando per caso sui miei documenti pdf e word ecco il comunicato dell'anno scorso in merito al divieto della pre apertura per gli extraregionali.

                      http://www.libericacciatorisiciliani...sto%202012.pdf

                      Riporto la parte del testo importante:

                      L'unico punto su cui si sono espressi pareri diversi e' stato quello inerente
                      l'ingresso di cacciatori di fuori regione in periodo di pre-apertura. La posizione
                      assunta dal Dott. Di Giunta e riportata nel CV è stata quella di vietare tale
                      ingresso. Quasi tutte le Associazioni hanno aderito a tale posizione tranne
                      l'Associazione Siciliana Caccia e Natura, l'Associazione Artemide e
                      l'Enal caccia
                      .
                      I rappresentanti di tali Associazioni, infatti, spiegandone le ragioni, hanno
                      invitato l'Assessore a eliminare il divieto e consentire per l'effetto che ogni
                      cacciatore di altre regioni incluso nelle rispettive graduatorie potesse
                      esercitare l'attività venatoria in Sicilia fin dal primo settembre.
                      Alla fine del dibattito sono prevalse le ragioni esposte dal Dott. Di Giunta e
                      fatte proprie dal Sig. Santo Pulvirenti in rappresentanza dei Liberi Cacciatori
                      Siciliani e dal Sig. Mistretta quale rappresentante della Federazione Siciliana
                      della Caccia. Pertanto, il divieto è rimasto




                      A ognuno le proprie conclusioni! Quello che vorrei capire personalmente è chi sia il Dottor Giovanni Di Giunta che ha osteggiato la pre apertura per gli extraregionali e per quali motivazioni. Io cercando su internet ho trovato qualcosa sul sito del Sindacato Nazionale Cacciatori. Chi ne sa di più?
                      La caccia è l'unico sport che racchiuda in sé il respiro degli orizzonti senza fine, la voce del mare, la poesia dei boschi, il sibilo dei venti, la potenza degli elementi della natura poiché essa stessa è un elemento della natura. (Nino Cantalamessa)

                      Il cane è l'anima della caccia
                      César François Adolphe d'Houdetot, Il cacciatore rustico, 1848


                      MAURO, FAGLI VEDERE AGLI ANGELI COME SI VA A CACCIA!

                      MARY, SARAI SEMPRE NEL MIO CUORE

                      COMMENTA


                      • #26
                        Originariamente inviato da Lupen Visualizza il messaggio
                        Prima di pretendere (l'apertura in sicilia) ammettiamo le nostre colpe, quanti hanno sparato oltre a colombacci e tortore, c'è gente che è stata presa a sparare il giorno prima dell'apertura, altra che sparava di notte a conigli, se questa invasione invece di andarla a fare in sicilia la verrebero a fare a casa nostra come ci sentiremmo? io dico non bene
                        guardate bene che non sono siciliano, ho frequentato la sicilia per molti anni e ne ho viste di tutti i colori, se adesso ci negano l'apertura io dico che molta di quella colpa èèèèèèèèèè nostra per come ci siamo comportati
                        "Originariamente critto da Emmedibi"
                        Esatto! è proprio quello che è successo ed ora dobbiamo pagare tutti!

                        Scusatemi Lupen ed emmedibi, ma il discorso è troppo generico.
                        Qualche esempio concreto: 1) "la ndrangheta".
                        Io abito a Reggio Calabria, ma non sono ndranghetista, ne faccio parte di questo fenomeno, ne tantomento approvo questo cancro dell'umanità.
                        C'è stato un tempo in cui l'opinione pubblica internazionale (vedi prime pagine dei più autorevoli quotidiani americani, tedeschi ed altri) non parlavano della ndrangheta e della mia terra, ma intitolavano le prime pagine così: "Itallia's ndrangheta", "Italian ndrangheta" ect. ect. Questo è generalizzare. L'allora Governo Italiano si è dovuto difendere da queste infamanti affermazioni. Ed infatti, noi tutti sappiamo che non è così! Non solo gli Italiani non sono mafiosi, ma ti posso garantire che in Calabria la stragrande maggioranza della popolazione è gente perbene. E se permetti, la stragrande maggioranza dei cacciatori è gente sana, che ama l'aria aperta e (forse pochi lo ammettono) la natura. 2) Non posso dimenticare gli scandalosi spot pubblicitari sull'ambiente: con dei cartoni animati, mostravano un coniglietto bianco indifeso ed un cacciatore <<mostro>> che brandiva le due canne del suo fucile contro l'animaletto.
                        3) E poi altri cartoni animati, chiaramente contro la caccia, di qualche anno fa dove, per suscitare disgusto nei ragazzini contro la caccia ed i cacciatori (RAI 2 dalle 7,20 alle 8,00 proprio prima della scuola) propinavano scene raccapriccianti dove i cani assassini rincorrevano le povere volpi (specie identificata altamente dannosa) o i miseri cervi, e quando veniva abbattuto un capo, la scena mostrava i poveri cuccioli che improvvisamnete divenivano orfani (tutti sanno, tranne i bambini, che la caccia è aperta solo nei periodi, in cui le specie cacciabili, lontani da accoppiamenti e svezzamento dei cuccioli).
                        Fino ad oggi alcuni non hanno fatto altro che buttare fango a tonnellate sulla caccia e sui cacciatori.
                        E' ora di finirla di vedersi puntare il dito contro per quattro scellerati, che esistono in ogni settore e che sono la vergogna di qualunque livello della società. Per difenderci dai detrattori della nostra categoria dobbiamo fare fronte comune e non cercare stupide giustificazioni ed ammissioni di colpa senza senso (non ce l'ho con te, non sei l'unico che risponde "facile").
                        Io non ci sto. E' ora che ci rendiamo conto che non ci possiamo permettere il lusso di tacere, ma sopratutto non possiamo accondiscendere alle accuse ed abbassare la testa o stringere le spalle, è ora che rispondiamo energicamente soverchiando i brutti esempi con quelli buoni. Ed io credo che la maggior parte dei cacciatori sia fatta di gente che non ama i bracconieri ed i fuorilegge. Se ogni volta che questi pubblicizzano un aspetto o un'azione negativa, noi dovremmo rispondere con qualche buon esempio: sicuramente la nostra immagine e sopratutto quella della Caccia sarebbe meglio apprezzata dall'opinione pubblica.
                        Una volta il cacciatore era considerato una persona perbene ed affidabile, sicuramente senza precedenti penali e di buona fama (aveva il porto d'armi, che ricordo è una licenza data solo a chi non è pregiudicato o non ha problemi con la legge e la legalità).
                        Io penso che la discussione sia molto lunga ed articolata e perciò mi fermo quì aspettando altre opinioni, sulle quali poter ragionare.
                        Ciao a tutti.

                        COMMENTA


                        • #27
                          io penso che il problema siamo noi Italiani, e non parlo di Sicilia ecc parlo anche dei toscani, dovremmo, io per primo, rispettare di più chi ci ospita, dovremo essere più educati e raccattare il materiale che lasciamo nei terreni, dovremo essere gentili con i proprietari dei fondi, dovremo essere rispettosi per essere rispettati....io penso questo

                          in Toscana i cacciatori Grossetani non vogliono i Fiorentini, i livornesi non vogliono i pisani......siamo tutti Italiani e dobbiamo tutti accettare tutti e cacciare in tutta l'Italia con rispetto e senza limitazioni di movimento
                          SE AVESSI SAPUTO CHE QUELLO SAREBBE STATO L'ULTIMO ABBRACCIO', GIURO, T'AVREI STRETTO PIU' FORTE

                          COMMENTA


                          • #28
                            Il problema è che molti ( e non pochi come si sta facendo passare) extraregionali si sono comportati male in sicilia, approfittando della ospitalità dei siciliani stessi. Io in Sicilia sono stato sempre trattato come un signore e da tale mi sono sempre comportato, mentre ad altri conoscenti é capitato che i siciliani di turno chiamassero la forestale ma non perchè sono pazzi, gelosi o che altro, ma perchè magari il piombo gli sbatteva nelle finestre !!( Faccio presente la zona di CERDA in cui ho sentito che succedono che le cose peggiori, davvero cose schifose commesse dagli extraregionali). Dettò ciò escluderci ovviamente non è giusto , e se qualcuno rischia andando di straforo sarà anche scemo, ma purtroppo se vuole andare in sicilia è l'unica cosa (premettendo che io sono andato sempre in azienda questi anni)

                            COMMENTA


                            • #29
                              Originariamente inviato da allodola maschio Visualizza il messaggio
                              io penso che il problema siamo noi Italiani, e non parlo di Sicilia ecc parlo anche dei toscani, dovremmo, io per primo, rispettare di più chi ci ospita, dovremo essere più educati e raccattare il materiale che lasciamo nei terreni, dovremo essere gentili con i proprietari dei fondi, dovremo essere rispettosi per essere rispettati....io penso questo

                              in Toscana i cacciatori Grossetani non vogliono i Fiorentini, i livornesi non vogliono i pisani......siamo tutti Italiani e dobbiamo tutti accettare tutti e cacciare in tutta l'Italia con rispetto e senza limitazioni di movimento
                              Originariamente inviato da Giammi92 Visualizza il messaggio
                              Il problema è che molti ( e non pochi come si sta facendo passare) extraregionali si sono comportati male in sicilia, approfittando della ospitalità dei siciliani stessi. Io in Sicilia sono stato sempre trattato come un signore e da tale mi sono sempre comportato, mentre ad altri conoscenti é capitato che i siciliani di turno chiamassero la forestale ma non perchè sono pazzi, gelosi o che altro, ma perchè magari il piombo gli sbatteva nelle finestre !!( Faccio presente la zona di CERDA in cui ho sentito che succedono che le cose peggiori, davvero cose schifose commesse dagli extraregionali). Dettò ciò escluderci ovviamente non è giusto , e se qualcuno rischia andando di straforo sarà anche scemo, ma purtroppo se vuole andare in sicilia è l'unica cosa (premettendo che io sono andato sempre in azienda questi anni)
                              Ciao a tutti.
                              Ho quotato tutti e due perchè ho una risposta per ognuno.
                              Allodola maschio: in provincia di Reggio Calabria esiste, oltre a quello che ho citato nel mio precedente post, un grave problema, la rapina del fucile a danno del cacciatore. Tanti anni fa in alcune località della nostra provincia, per punire i cacciatori che si facevano la spesa gratis a danno dei coltivatori del luogo, questi iniziarono a tagliare le gomme a tutti i malcapitati cacciatori, colpevoli e non. Si iniziò così, dopo qualche anno siamo giunti alle rapine, alcune delle quali concluse con epiloghi tragici. Come vedi da queste parti è dura la vita del cacciatore. Purtroppo è anche duro accettare che nel nostro mezzo ci siano persone armate che nulla hanno a che fare con il mondo della caccia. Io avrei una proposta: quando sei a caccia e vedi che il tuo paesano sta perpetrando un'azione sbagliata, fermalo, dimostragli tutto il tuo dissenso. In caso denuncialo, o quanto meno fagli capire che se continua lo farai.
                              Giammi92:
                              Sono contento per te che ti puoi permettere di andare in Azienda, ma come ben sai la caccia non può essere permessa solo a chi è benestante, deve essere uno sport accessibile a tutti, altrimenti a caccia ci andrebbero solo i ricchi, come una volta (i signorotti). In qualche discussione è stata paventata l'ipotesi di accordo tra la Regione Sicilia e le Aziende. Ora che ci penso, forse quel tale non ha tutti i torti. E' un buon modo per mandare avanti la baracca. Visto i siciliani non le frequentano, tanto vale scucire i soldi al resto degli italiani.
                              Se fosse vero, come ti sentiresti? E noi tutti come ci sentiremmo? Forse vittime di un abuso... di un inciucio?
                              Il mio invito è quello di riflettere, l'argomento è molto delicato.
                              Ciao

                              COMMENTA


                              • #30
                                Originariamente inviato da gaeraf Visualizza il messaggio
                                Ciao a tutti.
                                Ho quotato tutti e due perchè ho una risposta per ognuno.
                                Allodola maschio: in provincia di Reggio Calabria esiste, oltre a quello che ho citato nel mio precedente post, un grave problema, la rapina del fucile a danno del cacciatore. Tanti anni fa in alcune località della nostra provincia, per punire i cacciatori che si facevano la spesa gratis a danno dei coltivatori del luogo, questi iniziarono a tagliare le gomme a tutti i malcapitati cacciatori, colpevoli e non. Si iniziò così, dopo qualche anno siamo giunti alle rapine, alcune delle quali concluse con epiloghi tragici. Come vedi da queste parti è dura la vita del cacciatore. Purtroppo è anche duro accettare che nel nostro mezzo ci siano persone armate che nulla hanno a che fare con il mondo della caccia. Io avrei una proposta: quando sei a caccia e vedi che il tuo paesano sta perpetrando un'azione sbagliata, fermalo, dimostragli tutto il tuo dissenso. In caso denuncialo, o quanto meno fagli capire che se continua lo farai.
                                Giammi92:
                                Sono contento per te che ti puoi permettere di andare in Azienda, ma come ben sai la caccia non può essere permessa solo a chi è benestante, deve essere uno sport accessibile a tutti, altrimenti a caccia ci andrebbero solo i ricchi, come una volta (i signorotti). In qualche discussione è stata paventata l'ipotesi di accordo tra la Regione Sicilia e le Aziende. Ora che ci penso, forse quel tale non ha tutti i torti. E' un buon modo per mandare avanti la baracca. Visto i siciliani non le frequentano, tanto vale scucire i soldi al resto degli italiani.
                                Se fosse vero, come ti sentiresti? E noi tutti come ci sentiremmo? Forse vittime di un abuso... di un inciucio?
                                Il mio invito è quello di riflettere, l'argomento è molto delicato.
                                Ciao
                                Il problema dei fucili è molto più grave rispetto a quello che si vuol far passare.... non bastano 2 sacchi di roba rubati da incivili per arrivare alle rapine....

                                Con già scritto prima secondo me ci potrebbe essere sotto la mano (in negativo) delle aziende..
                                Nigno84

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X