annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Modena: Approvato calendario venatorio 2013 - 2014

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (29%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Modena: Approvato calendario venatorio 2013 - 2014

    La Giunta provinciale di Modena ha approvato il calendario venatorio 2013-2014. La caccia alla selvaggina stanziale, che coinvolge oltre sei mila doppiette, partirà domenica 15 settembre per chiudere l'1 dicembre e sarà anticipata, dal 1 settembre, da cinque giornate di preapertura con limitazioni, precedute dal via all'attività di addestramento cani prevista domenica 25 agosto.

    "Intanto - si legge nella nota diramata dalla Provincia - può partire la caccia di selezione al cinghiale, probabilmente già da questa settimana una volta terminate le procedure amministrative degli Atc; infine con l'ok al calendario, la caccia al capriolo maschio può partire i primi giorni di giugno, in anticipo rispetto agli anni precedenti per contrastare più efficacemente la proliferazione, mentre la caccia di selezione al cervo è prevista da ottobre a marzo, con limitazioni, al fine di contenere una specie in aumento che sta provocando diversi danni in particolare al patrimonio agroforestale".

    Sono confermate nel calendario le regole per la caccia a diverse specie da tutelare come la tortora selvatica (ridotte le giornate di caccia), la pernice rossa (nuove regole anche se la specie è in ripresa) e l'allodola per la quale sono previste limitazioni al carniere; per i corvidi, invece, confermate tutte le modifiche introdotte lo scorso anno per aumentare l'incisività del prelievo a tutela dell'agricoltura, mentre la caccia al merlo chiude il 26 dicembre.

    Previste, inoltre, regole sulla caccia alla volpe, al fine di garantire una maggiore sicurezza, e sulla caccia stanziale durante il mese di gennaio. Per salvaguardare la beccaccia, nei mesi invernali sono previste sospensioni temporanee (comunicate tramite il sito della Provincia) in caso di forti gelate.

    Viene specificato, inoltre, che per fucile scarico si intende l'arma che non contiene cartucce nel serbatoio e nemmeno in camera di cartuccia, mentre per le distanze di sicurezza (150 metri dalle abitazioni) non sono da considerare gli edifici con il tetto crollato e non in ristrutturazione. Confermato il riconoscimento formale della caccia con il falco (consentita dalla legislazione nazionale e regionale) per la quale valgono le disposizioni previste per l'attività venatoria alla fauna stanziale.

    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Nella mia provincia siamo ancora in alto mare.
    sigpicPESCACCIATORE PER SEMPRE

    COMMENTA


    • #3
      Le giornate di preapertura sono quattro e non cinque, per quello che riguarda i corvidi non si riesce a capire quali modifiche abbiano riportato per aumentarne l'incisività del prelievo, se volevano fare qualcosa di buono potevano prolungare il calendario fino a metà febbraio almeno.

      COMMENTA


      • #4
        effettivamente.......buona la cosa dei tetti crollati . c'erano stati dei problemi in passato
        chi dice che il gatto prende il topo per fame , non ha capito niente della bellezza della vita

        COMMENTA


        • #5
          Originariamente inviato da albert Visualizza il messaggio
          effettivamente.......buona la cosa dei tetti crollati . c'erano stati dei problemi in passato
          Anche qui ci sono stati problemi con le distanze da fabbricati,ma sempre perche' chi deve far rispettare le leggi non le conosce...e la 157 stranamente in questo caso parla chiaro....."stabili o fabbricati adibiti a posti di lavoro o abitazioni"....quindi un fabbricato pericolante senza finestre o tetto non vigono distanze......ciao Davide....
          ...meglio far credere di essere stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio...

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da mossy oak Visualizza il messaggio
            Le giornate di preapertura sono quattro e non cinque, per quello che riguarda i corvidi non si riesce a capire quali modifiche abbiano riportato per aumentarne l'incisività del prelievo, se volevano fare qualcosa di buono potevano prolungare il calendario fino a metà febbraio almeno.

            Mi dovresti spiegare sulla base di quale norma la Provincia di Modena avrebbe potuto " prolungare il calendario fino a metà Febbraio almeno" quando la Regione stabilisce la fine delle stagione ( ungulati esclusi ) al 31/01. Dovresti sapere che le Province non possono ( x legge ) concedere nulla di più di cio' che stabiliscono le Regioni, al limite possono ulteriormente restringere.
            Mi sembra che Modena abbia riproposto pari-pari il calendario regionale....di più non poteva fare!!!!
            Ottobre è.....

            COMMENTA


            • #7
              Originariamente inviato da ozannagh Visualizza il messaggio
              Mi dovresti spiegare sulla base di quale norma la Provincia di Modena avrebbe potuto " prolungare il calendario fino a metà Febbraio almeno" quando la Regione stabilisce la fine delle stagione ( ungulati esclusi ) al 31/01. Dovresti sapere che le Province non possono ( x legge ) concedere nulla di più di cio' che stabiliscono le Regioni, al limite possono ulteriormente restringere.
              Mi sembra che Modena abbia riproposto pari-pari il calendario regionale....di più non poteva fare!!!!
              Lo sò bene che per prima deve essere la regione a prolungare ma se ci tengono così tanto a combattere i corvidi dovrebbero farsi promotori in regione con proposte tipo prolungamento calendario o, ad esempio, a gennaio invece di un giorno fisso infrasettimanale poter dedicare tutti i giorni possibili in modo chè la gente abbia più possibilità di esercirare questo tipo di caccia.

              COMMENTA


              • #8
                Originariamente inviato da mossy oak Visualizza il messaggio
                Lo sò bene che per prima deve essere la regione a prolungare ma se ci tengono così tanto a combattere i corvidi dovrebbero farsi promotori in regione con proposte tipo prolungamento calendario o, ad esempio, a gennaio invece di un giorno fisso infrasettimanale poter dedicare tutti i giorni possibili in modo chè la gente abbia più possibilità di esercirare questo tipo di caccia.
                Ti faccio una domanda.
                Sei mai andato a parlare con qualcuno che si occupa di caccia nella ns Regione?
                Se ci riesci prova.....poi confrontiamo le ns impressioni!!!!
                Ottobre è.....

                COMMENTA


                • #9
                  Non ci sono mai andato, però sono convinto che se ci fosse unità di intenti frà le varie province tramite anche le varie ass. venatorie verrebbe almeno richiesto, dopotutto nel Lazio e altre regioni questo viene concesso, la provincia di Modena strombazza proclami di maggiore incisività per queste speci quando in realtà è lo stesso modus operandi delle scorse stagioni con l'aggravante delle riduzioni di giornate a gennaio.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Originariamente inviato da mossy oak Visualizza il messaggio
                    Non ci sono mai andato, però sono convinto che se ci fosse unità di intenti frà le varie province tramite anche le varie ass. venatorie verrebbe almeno richiesto, dopotutto nel Lazio e altre regioni questo viene concesso, la provincia di Modena strombazza proclami di maggiore incisività per queste speci quando in realtà è lo stesso modus operandi delle scorse stagioni con l'aggravante delle riduzioni di giornate a gennaio.

                    Hai mai sentito parlare di volontà politica?
                    La Regione Emilia Romagna...o meglio chi si occupa di caccia in Regione....ha sulla scrivania la stessa documentazione fornita dalle AAVV che aveva chi si occupa di caccia nella Regione Lazio (ho usato il passato xchè anche là la giunta ha cambiato colore e non si sa se seguirà la strada di quella precedente ).
                    Sia l'anno scorso che quest anno è stato richiesto oltre ai 10 gg in più a Febbraio x corvidi e colombacci anche la chiusura ai tordi il 31/01.....
                    I risultati sono quelli che sappiamo, le motivazioni date non ho voglia di ripeterle xchè mi viene il mal di pancia.....
                    Ottobre è.....

                    COMMENTA

                    Pubblicita STANDARD

                    Comprimi

                    Ultimi post

                    Comprimi

                    Unconfigured Ad Widget

                    Comprimi
                    Sto operando...
                    X