annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

centro inanellamento toscana

Comprimi

Modulo HTML statico non configurato

Comprimi

Contenuto statico HTML del modulo
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • centro inanellamento toscana

    Dalla volontà di alcuni studenti del corso di Laurea di Scienze Faunistiche della facoltà di Agraria di Firenze, unico corso di studi che forma i tecnici che lavorano per la gestione della fauna selvatica, nasce il centro di inanellamento AviFAUNA
    Lo rende noto il tecnico faunistico Sauro Giannerini, membro del Club del Colombaccio e coordinatore nazionale del progetto Colombaccio Italia
    “Centro di inanellamento formativo e ricerca per la gestione faunistica”, è la denominazione completa dell’idea progettuale, affiancata dall’ANUU migratoristi della provincia di Firenze.
    "Lo scenario ove il progetto si realizzerà - spiega Giannerini - è l’azienda agricola di Montepaldi (San Casciano V.P - FI), all’interno di un vecchio oliveto ormai abbandonato, in cui hanno preso il sopravvento rovi e altre essenze predilette dalla piccola avifauna migratrice e non".

    "Il centro - continua il tecnico faunistico - estenderà le catture, dunque l’inanellamento durante le quattro fasi biologiche degli uccelli (Migrazione primaverile – Riproduzione – Migrazione autunnale - Svernamento), dunque durante tutto l’anno, in sessioni da 3 giorni ciascuna".
    L’obiettivo principale, viene spiegato, è quello di formare gli studenti del corso di laurea circa il riconoscimento e la biologia degli uccelli europei, oltre a questo, con l’appoggio del centro di ricerca universitario dell’ateneo fiorentino, il centro lavorerà anche per fornire ulteriori dati da poter utilizzare, per la gestione della piccola avifauna cacciabile e non.
    Prima della nascita del centro (maggio 2012), sono state realizzate due sessioni di cattura (novembre e dicembre 2011), le specie catturate sono state prevalentemente Merlo, Tordo Bottaccio, Pettirosso e Capinera.
    Non ha alcun senso proteggere gli insettivori se non si proteggono gli insetti.

  • #2
    Re: centro inanellamento toscana

    Questa è la strada da percorrere se vorremo cacciare la selvaggina migratoria ..con dati "reali" non stumentali se non addirittura assenti che fornisce l' Ispra , bisogna dare assistenza noi cacciatori a questi volenterosi studenti,anzi le ns ass ven "tutte" anche finanziando ed estendendo gli studi in tutte le località della toscana x quanto ci riguarda, con l' augurio che si estenda a tutte le regioni. saluti Giuliano

    COMMENTA


    • #3
      Re: centro inanellamento toscana

      Reputo questa iniziativa molto inteligente e lungimirante....bravi!!
      Un saluto
      Andrea

      COMMENTA


      • #4
        Re: centro inanellamento toscana

        Se non va a finire come tante cose Italiane, mi sembra una cosa positiva.
        Saluti
        Roby62
        La colpa non è della cartuccia, ma dell'occhio!

        COMMENTA

        Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

        Pubblicita STANDARD

        Comprimi

        Trending

        Comprimi

        Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

        Unconfigured Ad Widget

        Comprimi

        Tag nuvola

        Comprimi

        Ultimi post

        Comprimi

        Non ci sono risultati che soddisfano questo criterio.

        Sto operando...
        X