annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

!

Comprimi
Ciao, Ospite! Oggi è il N/A Sono le ore N/A

Preapertura nel lazio

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #31
    Originariamente inviato da specialist Visualizza il messaggio
    ......Perche' esistono I controlli da voi nel lazio?....nel resto itaglia no....guardate gli incendi in sicilia e sardegna.....
    Dipende dove vai. Dove girano le guardie forestali è difficile che te la cavi.
    Il colmo per...un cacciatore? Avere un uccello fra le gambe e non potergli sparare !!...

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #32
      Originariamente inviato da specialist Visualizza il messaggio
      ......Perche' esistono I controlli da voi nel lazio?....nel resto itaglia no....guardate gli incendi in sicilia e sardegna.....
      Per gli incendi può bruciare pure tutto il Lazio.....vaticano incluso.....che non arriva nessuno se non dopo i fochi! Tu prova a tirare ad una tortora nella " mia" afv il giorno della preapertura e vedi come appaiono con tanto di video ! Non dimentichiamo mai che la Caccia è il male del mondo !

      Un saluto
      A giuseppe70, SPARTANO e 4 altri utenti piace questo post.

      "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

      Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

      CIAO MAURE' !!!

      Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
      https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

      COMMENTA


      • erchiappetta
        erchiappetta commentata
        Modifica di un commento
        P.s. Calcola che vengono puntualmente a tutte le " aperture " : 1° sett. 3° dom. E quella di novembre ai tordi ....provinciale, cc forestali e pure volontari! A sto' giro i polli colorati semo noi....e loro i cacciatori 😳!

      • jzcia
        jzcia commentata
        Modifica di un commento
        Caro Lillo, è proprio così.
        Ho gestito una AFV per 18 anni. in tutte le aperture a tortore ma anche nelle altre mi ritrovavo la forestale sempre dentro a controllare i cacciatori. Un forestale che veniva tutti gli anni gli chiesi come mai venivano sempre a fare i controlli da noi. Ebbe l'onestà di dirmi: controlliamo qua perchè già sono controllati e sono rintracciabili, d'altronde dobbiamo fare la giornata e portare un tot numero di persone controllate, qui facciamo prima e non corriamo rischi, fuori non sai mai chi incontri.
        A te le conclusioni.

      • erchiappetta
        erchiappetta commentata
        Modifica di un commento
        Le stesse tue Tullio.....conclusioni identiche immagino! Certo comprendo più il forestale che vuol tirare a campare e viene in buona....e fa' un controllo diciamo "scontato" senza troppe conseguenze , del volontario che viene invece in malafede in pieno spollo della terza di novembre a rompere i cojoni per i tordi non ancora segnati perché forse appartenenti ad altra associazione 😡!?! Su' quelli del WWF e LIPU lasciam perdere.....che li son veri e propri agguati! Vabbè....pure la Toscana s'attacca.....e annamo avanti così 😳! Ciao

    • Zoom Testo
      #33
      Per chi ha la memoria corta o è di giovane pelo venatorio, ricordo che negli anni 90 per alcune stagioni la preapertura non esisteva, si partiva con l'apertura generale la terza domenica di settembre ed io ho fatto proprio in quegli anni le più gratificanti aperture a tortore. Poca confusione, senza fare nottate al capanno, perchè gran parte dei colleghi non davano credito alla presenza di africanelle e preferivono la stanziale, eppure i miei colpi li ho sempre sparati e la quota delle 10 tortore all'epoca concesse veniva sfiorata o raggiunta. Anche se i girasoli saranno tagliati, là dove non viene rigirato il terreno, qualche uccello si può trovare. L'importante che la preapertura a nocivi non rechi " disturbo " alle tortore in pastura, molto sensibili e con l'istinto migratorio fortemente presente in questo periodo
      giuseppe70 e SPARTANO piace questo post.
      sigpic

      ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #34
        Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio
        Per chi ha la memoria corta o è di giovane pelo venatorio, ricordo che negli anni 90 per alcune stagioni la preapertura non esisteva, si partiva con l'apertura generale la terza domenica di settembre ed io ho fatto proprio in quegli anni le più gratificanti aperture a tortore. Poca confusione, senza fare nottate al capanno, perchè gran parte dei colleghi non davano credito alla presenza di africanelle e preferivono la stanziale, eppure i miei colpi li ho sempre sparati e la quota delle 10 tortore all'epoca concesse veniva sfiorata o raggiunta. Anche se i girasoli saranno tagliati, là dove non viene rigirato il terreno, qualche uccello si può trovare. L'importante che la preapertura a nocivi non rechi " disturbo " alle tortore in pastura, molto sensibili e con l'istinto migratorio fortemente presente in questo periodo
        Be', io negli anni '90 non c'ero, ma mi ricordo che trent'anni prima (prima licenza nel '64) l'apertura era intorno al 27 Agosto, e se c'erano stati forti temporali (come quasi sempre), le tortore, che prima dei temporali "te cecaveno l'occhi," s'erano ridotte a pochi sparuti gruppetti. Se ti diceva bene e sceglievi il posto giusto una decina di schioppettate (padelle incluse) le tiravi, altrimenti solo due o tre. L'unica volta che ne trovai tante fu vicino al Lago di Martignano, il giorno dell'apertura, ma il tempo era stato propizio--secco e niente temporali. E le trortore traccheggiavano fra campi e lago, dove andavano a bere. A proposito, a quell'epoca di campi di girasoli non ricordo di averne mai visti, almeno nel Lazio.

        O.T.

        Una quindicina di anni fa venni in Italia con mia figlia per il raduno dei membri del forum dell'Osteria del Tavolaccio. Soggiornammo ad una bellissima agrituristica vicino Monteriggioni. Mi ricordo che di tortore ce ne erano tantissime, peccato che avessero quasi tutte un collare scuro intorno al collo e che fossero grigie. Per un'africanella che passava, vedevi almeno una ventina di "orientali." L'habitat era perfetto per le africanelle: campi di grano maturo, un laghetto per abbeverarsi, boschetti per nidificare, ecc. Purtroppo ormai l'habitat era stato invaso dalle loro concorrenti alloctone. A quando la dovuta decimazione di questi uccellacci invasivi e nocivi alle specie autoctone? Forse farle fuori riporterebbe la popolazione di africanelle ai livelli di un tempo, e non ci sarebbe bisogno di chiuderne la caccia, magari dopo pochi anni di sospensione, durante la quale le orientalli sarebbero "di botte." E vi garantisco che le "grigie" sono ottime da mangiare, come le africanelle, e anche piu' facili da abbattere in quanto non hanno il "pepe al cu10" quando volano come le loro cugine autoctone. Poi, in confronto allo sparare alle "mie" tortorelle americane, sparare alle grigie in volo e' quasi come sparare a fermo...
        giuseppe70 piace questo post.
        CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #35
          L'africanella è l'africanella non si discute, ma vietarla per qualche anno e inserire nel calendario tortora dal collare e piccioni torraioli sarebbe la logica visto che queste due specie ormai sono dannose.Giorni fa sono passato sulla tiberina e i campi di girasoli erano neri di piccioni!Non so quanto rimanga da raccogliere agli agricoltori.Ma l'inserimento nel calendario di queste 2 specie è pura utopia,è più facile vietare l'africanella...
          luigi76, giovannit. e erchiappetta piace questo post.

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #36
            Originariamente inviato da SPARTANO Visualizza il messaggio
            L'africanella è l'africanella non si discute, ma vietarla per qualche anno e inserire nel calendario tortora dal collare e piccioni torraioli sarebbe la logica visto che queste due specie ormai sono dannose.Giorni fa sono passato sulla tiberina e i campi di girasoli erano neri di piccioni!Non so quanto rimanga da raccogliere agli agricoltori.Ma l'inserimento nel calendario di queste 2 specie è pura utopia,è più facile vietare l'africanella...
            Perche' in Italia le regolamentazioni venatorie non si basano su dati logici e scientifici, ma sulle Brambillate e i ricorsi al TAR dei vari gruppi animalZisti, il cui scopo non e' affatto quello di fare un management saggio delle risorse, ma di vietare la caccia, tutte le cacce, punto e basta, anche se cosi' facendo poi si danneggia l'habitat e molte specie animali le cui nicchie ecologiche sono sate usurpate da specie alloctone e dannose, sia alle specie autoctone che all'agricoltura. E i ricercatori ben pagati dell'ISPRA (Istituto Scassapalle Per Ricercatori Anticaccia) si bagnano il ditino con la saliva per capire la direzione del vento politico, e pur di conservare il loro posto alla greppia se ne fregano della scienza e gettano benzina sul fuoco anticaccia.
            A walker960walker, erchiappetta e 2 altri utenti piace questo post.
            CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #37
              Ma da noi in Umbria la tortora non è proprio in calendario non solo in preapertura.
              Nel Lazio è cacciabile dall' apertura generale?
              SPARTANO piace questo post.

              COMMENTA


              • SPARTANO
                SPARTANO commentata
                Modifica di un commento
                Si.

            • Zoom Testo
              #38
              Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio

              Perche' in Italia le regolamentazioni venatorie non si basano su dati logici e scientifici, ma sulle Brambillate e i ricorsi al TAR dei vari gruppi animalZisti, il cui scopo non e' affatto quello di fare un management saggio delle risorse, ma di vietare la caccia, tutte le cacce, punto e basta, anche se cosi' facendo poi si danneggia l'habitat e molte specie animali le cui nicchie ecologiche sono sate usurpate da specie alloctone e dannose, sia alle specie autoctone che all'agricoltura. E i ricercatori ben pagati dell'ISPRA (Istituto Scassapalle Per Ricercatori Anticaccia) si bagnano il ditino con la saliva per capire la direzione del vento politico, e pur di conservare il loro posto alla greppia se ne fregano della scienza e gettano benzina sul fuoco anticaccia.
              Le Marche autorizzano già a catturare queste due specie dannose da qualche anno....il resto sono fandonie.. perché tra il Lazio e le Marche non cbia nulla sono territorio italiano, purtroppo diviso da ideologie e norme assurde...
              D'altronde nel Lazio sono i cacciatori a provvedere agli studi...mah...amen

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #39
                Originariamente inviato da luigi76 Visualizza il messaggio

                Le Marche autorizzano già a catturare queste due specie dannose da qualche anno....il resto sono fandonie.. perché tra il Lazio e le Marche non cbia nulla sono territorio italiano, purtroppo diviso da ideologie e norme assurde...
                D'altronde nel Lazio sono i cacciatori a provvedere agli studi...mah...amen
                Attenzione, se nella nostra regione, nessun agricoltore denuncia danni alle culture delle speci citate, ma nenache degli storni, la tortora in deroga non te la danno. Nelle regioni in cui gli agricoltori prersentano il conto dei danni, ti fanno cacciare in contenimento anche al di fuori dei periodi in cui la caccia è aperta. Il problema è politico per ciò che riguarda la concessione in calendario di speci altrove ammesse come Moriglione, pavoncella tortora ecc., ma per altre come il surrogato orientale dell'africanella, del piccione e dello storno, ce la dobbiamo prendere con chi non denuncia i danni, o perchè danni non fanno oppure perchè gli stessi non sono dimostrabili ...... carta canta, se la carta non canta perchè non si fattura il raccolto .... non posso dimostrane un bel nulla
                ozannagh e SPARTANO piace questo post.
                sigpic

                ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                COMMENTA


                • Zoom Testo
                  #40
                  Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio

                  Attenzione, se nella nostra regione, nessun agricoltore denuncia danni alle culture delle speci citate, ma nenache degli storni, la tortora in deroga non te la danno. Nelle regioni in cui gli agricoltori prersentano il conto dei danni, ti fanno cacciare in contenimento anche al di fuori dei periodi in cui la caccia è aperta. Il problema è politico per ciò che riguarda la concessione in calendario di speci altrove ammesse come Moriglione, pavoncella tortora ecc., ma per altre come il surrogato orientale dell'africanella, del piccione e dello storno, ce la dobbiamo prendere con chi non denuncia i danni, o perchè danni non fanno oppure perchè gli stessi non sono dimostrabili ...... carta canta, se la carta non canta perchè non si fattura il raccolto .... non posso dimostrane un bel nulla
                  Lo storno è motivo di litigio in regione in agricoltura...tra agricoltori e assessorato...se ne fregano sia dei danni che nel metterlo in calendario...

                  COMMENTA


                  • Zoom Testo
                    #41
                    Originariamente inviato da fabio d.t. Visualizza il messaggio

                    Attenzione, se nella nostra regione, nessun agricoltore denuncia danni alle culture delle speci citate, ma nenache degli storni, la tortora in deroga non te la danno. Nelle regioni in cui gli agricoltori prersentano il conto dei danni, ti fanno cacciare in contenimento anche al di fuori dei periodi in cui la caccia è aperta. Il problema è politico per ciò che riguarda la concessione in calendario di speci altrove ammesse come Moriglione, pavoncella tortora ecc., ma per altre come il surrogato orientale dell'africanella, del piccione e dello storno, ce la dobbiamo prendere con chi non denuncia i danni, o perchè danni non fanno oppure perchè gli stessi non sono dimostrabili ...... carta canta, se la carta non canta perchè non si fattura il raccolto .... non posso dimostrane un bel nulla
                    Fabio ...se faccio strage di tortora in apertura non dice niente nessuno...
                    se invece la metti in preapertura è la fine del mondo...
                    Se mancano o dati per la preapertura mancano anche per dopo Ergo doveva essere vietata come in umbria...

                    COMMENTA


                    • Zoom Testo
                      #42
                      pare che le nostre associazioni venatorie hanno fatto ricorso al Tar per la mancata preapertura alla tortora è comunque nin forse anche l1e il 5 settembre

                      COMMENTA


                      • Zoom Testo
                        #43
                        Originariamente inviato da luigi76 Visualizza il messaggio

                        Fabio ...se faccio strage di tortora in apertura non dice niente nessuno...
                        se invece la metti in preapertura è la fine del mondo...
                        Se mancano o dati per la preapertura mancano anche per dopo Ergo doveva essere vietata come in umbria...
                        Non dici una cosa errata, se non fosse per il fatto che di stragi non se ne fanno in preapertura ed ancor meno in quella generale. L'Umbria ha scelto di escluderla dal calendario per evitare possibili ricorsi e sospensione dell'attività venatoria contro il calendario stesso. Il fratello di Montalbano ha scelto una strada diversa, la mantengo, ma non ti faccio fare la preapertura. Bisogna vedere le motivazioni, tenendo conto che il ministro dell'ambiente e della transazione dermatoligica ( spero che il pruito al sedere lo accompagni sino a fine mandato ) ha emanato una nota su richiesta europea che tenga conto di un piano di controllo del prelievo del selvatico in cattive condizione di salute nei contingenti europei, consigliandone l'esclusione
                        La regione potrebbe aver deciso l'esclusione della preapertura in considerazione della pressione venatoria in quei giorni tutta concentrata sull'africanella, mentre all'apertura generale, oltre ormai la presenza di una piccola parte del migratore ormai in africa, la pressione venatoria è concentrata anche sulla stanziale, ma può darsi anche che l'abbia inserita in calendario per voler offrire una sponda d'oro agli alleati animalisti per un ricorso che poi potrebbe bloccare tutto il calendario come già accaduto in passato. non dimentichiamo che zingaretto ha nei 5 stalle il suo ideale compagno per un alleanza che altrimenti consentirebbe alla destra di prendersi tra 2 anni la regione, forse prima il governo nazionale e perchè no, tra una manciata di settimane la capitale in caso quasi certo di ballottaggio tra pd e destra e l'indicazione a votare giachetto da parte dei sostenitori della raggi potrebbe trovare stimolo nelle decisioni in materia venatoria regionale.
                        sigpic

                        ..... cci vostra, quanto ve vojo bene !!!


                        COMMENTA


                        • Zoom Testo
                          #44
                          Il problema è a monte:ce lo hanno messo nel sedere dando i numeri dei capi abbattibili. Leggetevi la note dell'assessore Saccardi in merito alla preapertura non data in Toscana. Come fai a verificare in tempo reale quanti capi stai abbattendo nell giornata di caccia? App online! Gap tecnologico x chi non ha smartphone o per le persone anziane che non possono utilizzarla. E in più, ammesso che si sia ligi al dovere e si segnali prontamente il capo abbattuto, cosa fai se a metà mattinata hai raggiunto la quota dei capi totali che la regione può abbattere? Segnali online di fermarsi?
                          Il problema è politico e i due ministeri mite e MIPAF ce l'hanno confezionata alla grande con tanto di sabbia mischiata alla vasellina!
                          Nell'incertezza meglio non dare preapertura che darla ai soli corvidi. Caro montalbagno dei poveri non mi sei piaciuto come non mi sei piaciuto con la storia dei colori giallo e arancione: avevi la Toscana che ti ha aperto la pista ma hai preferito rimanere al coperto!
                          Ciao
                          Stefano

                          ____________________
                          Una sors coniungit

                          COMMENTA


                          • Zoom Testo
                            #45
                            Si vocifera che non ci sarà la preapertura. Voci di corridoio regione Lazio. Speriamo che restino voci...

                            COMMENTA

                            Accedi o Registrati

                            Comprimi

                            Pubblicita STANDARD

                            Comprimi

                            Ultimi post

                            Comprimi

                            Sto operando...
                            X