annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Cct. Rilanciamo i valori della ruralita’ e della caccia.

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Cct. Rilanciamo i valori della ruralita’ e della caccia.



    La ruralità e con essa il mondo della caccia sembra abbiano avuto in questi giorni una loro rivincita culturale.
    Spesso, infatti, i messaggi dell’animalismo sembrano ormai un richiamo inarrestabile per una società sempre più urbanizzata e lontana dalle radici e dai valori di una cultura, quella rurale, che porta in grembo l’attaccamento alla terra, ai suoi prodotti, frutto del sacrificio e dell’esperienza dell’uomo agricoltore, allevatore ma anche cacciatore. La cultura alimentare è fortemente mutata in questi anni anche nei giovani e giovanissimi e spesso l’informazione e la pubblicità ha influito pesantemente sulle scelte e sui consumi alimentari degli italiani.
    La dieta “vegan” ad esempio è la riprova di una tendenza forse una “moda”, che sembra aver catturato e ammaliato ormai centinaia di migliaia di consumatori che, come si trattasse di una elevazione spirituale, aborriscono il cibo animale, le proteine nobili, la bistecca fiorentina e l’agnello pasquale.
    Il risultato nell’ultimo decennio è stato quello della drastica riduzione dei consumi di carne animale, con danni significativi all’allevamento e contraccolpi pesanti sull’economia e sulla sopravvivenza ed il mantenimento di migliaia di posti di lavoro.
    Nel 2017 è stata raggiunta la punta più alta di cittadini vegani nel nostro paese, stimata in circa il 3% della popolazione. Una tendenza molto forte che ripropone lo stereotipo del mangiare sano senza uccidere vite animali sotto nessuna forma, figuriamoci se prelevati con la caccia!!
    La dieta vegana è un regime alimentare che elimina qualunque tipo di prodotto che deriva dagli animali. Uno stile di vita inaugurato negli anni 40 che rifiuta ogni forma di sfruttamento degli animali.
    Ma ora sembra che qualcosa stia cambiando. In questi giorni, , è uscito un interessante rapporto di Eurispes, elaborato da Coldiretti, che sembra evidenziare una forte inversione di tendenza sia sui numeri attuali della popolazione vegana, che sul consumo di carni.
    Dal grafico (fonte Eurispes) si evince chiaramente come nei primi mesi del 2018 il numero dei vegani sia fortemente diminuito rispetto all’anno precedente, ritornando in linea con quella che da anni era la popolazione vegana, ormai stabile in Italia. Non solo, anche il consumo di carne animale sembra aver riconquistato terreno nelle abitudini alimentari degli italiani.
    Pollame e carne di maiale recuperano un 4% mentre il consumo di carne bovina è salito del 5%.Dopo un decennio che ha visto una riduzione dei consumi di circa il 25% si registra un chiaro segno di ripresa di un settore, quello zootecnico dove gli animali allevati sono stati stimati in 5,9 milioni di capi, il numero più basso dal dopoguerra.
    Cosa dedurre da tutto ciò?
    Il segnale netto che arriva dalla società è quello di rilanciare con forza le ragioni della ruralità; occorre fare sistema, rinsaldare le alleanze con i principali mondi che si innestano in questo alveo culturale; il mondo agricolo in primis, ma anche quello delle tradizioni enogastronomiche e della caccia. Fare sistema per informare e chiarire ai cittadini e all’opinione pubblica, le ragioni e le necessità di chi vive di campagna, di chi la presidia e di quale rapporto necessario deve esserci tra le ragioni della tutela del territorio e lo sfruttamento consapevole ed armonioso delle sue risorse. Anche i cacciatori possono fare sicuramente la loro parte in questa gigantesca sfida culturale. Una sfida che la caccia può vincere abbandonando la litigiosità delle associazioni, unendole in un soggetto grande e rappresentativo impegnandoli in una dimensione culturale nuova che li faccia orgogliosamente sentire parte attiva di una battaglia per il futuro dei nostri figli.
    Nessun testo alternativo automatico disponibile.
    Fonte:https://www.facebook.com/CCTconfeder...iatoritoscani/
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X