annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lombardia. Agricoltori abilitati potranno abbattere cinghiali tutto l’anno

Comprimi

Sostieni Mygra per la stagione venatoria 2020/21 - Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Lombardia. Agricoltori abilitati potranno abbattere cinghiali tutto l’anno



    La Regione Lombardia ha approvato oggi, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, una delibera per contrastare il proliferare di cinghiali, soprattutto a tutela della sicurezza e della salvaguardia delle colture agricole.

    E’ una decisione forte – ha detto l’assessore – che vuole essere una risposta concreta alla situazione di esasperazione che molti agricoltori sono costretti a vivere. Con questo atto diamo la possibilita’ agli agricoltori, provvisti di regolare licenza, di abbattere tutto l’anno i cinghiali. Si tratta di un ampliamento dell’attivita’ di contenimento finora riservata solo alla polizia provinciale e ai cacciatori”.

    DANNI PER 1,7 MILIONI DI EURO – Nel quinquennio 2013/2017, sul territorio regionale, il cinghiale ha arrecato danni alle colture agricole per 1.669.989 euro di indennizzi erogati da Regione Lombardia, corrispondenti a 2.807 eventi di danno denunciati e ha provocato 384 sinistri stradali denunciati, con erogazione di risarcimenti 606.664 euro complessivi.

    CONTRASTARE INCREMENTO INCRONTROLLATO – “Vogliamo – ha continuato l’assessore – contrastare l’incremento incontrollato di una specie che danneggia colture e che rappresenta un pericolo anche per la sicurezza delle persone. La Regione Lombardia ha gia’ chiesto a Ispra anche una maggiore elasticita’, soprattutto nella possibilita’ di utilizzo della tecnica della braccata per permettere una attivita’ di contenimento piu’ incisiva. Puntiamo anche a una classificazione del territorio in zone vocate e non vocate affinche’ si possano concentrare gli interventi laddove necessario”.

    La delibera attua quanto disposto dall’art. 4, comma 3 della Legge regionale 19/2017 in ordine all’autorizzazione rivolta ai proprietari o conduttori dei fondi per l’effettuazione del controllo del cinghiale, ove siano stati accertati danni.

    Vengono definiti i requisiti per i richiedenti, nonche’ le prescrizioni che l’autorizzazione deve contenere, con particolare riferimento alla sicurezza, al coordinamento con le Polizie provinciali e agli accertamenti igienico-sanitari da condurre sui cinghiali abbattuti.



    Fonte:regione.lombardia.it
    MENGA, erri68 e andrea m1 piace questo post.
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    era ora che aprissero gli occhi e smettessero di prendere per i fondelli chi dice che il contenimento si fà con la forestale o con le gabbie, mancano mezzi e personale e soldi che già anno speso. basta altrimenti mi arrabbio.

    COMMENTA


    • #3
      Sarà un provvedimento molto discutibile... per gli animalisti. Comunque non tutti i contadini o proprietari di terreni hanno il P.D. come faranno? A chi si rivolgeranno?
      Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
      Sta il cacciator fischiando
      sull'uscio a rimirar..........

      COMMENTA


      • #4
        Ci sono i selecontrollore per gli abbattimenti alcune regioni come la Toscana li ha se ci sono problemi con i cinghiali attuano la battuta con metodo della girata

        COMMENTA


        • #5
          Sono pienamente d'accordo con questa normativa, anzi, era ora!!
          ENJOY HUNTER
          Quando ti è andata male,
          Pensa che sarebbe potuta andare anche peggio.

          COMMENTA

          Pubblicita STANDARD

          Comprimi

          Ultimi post

          Comprimi

          Unconfigured Ad Widget

          Comprimi
          Sto operando...
          X