annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (42%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Turdus
    ha risposto
    Re: Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

    Le solite cose all'itagliana, si guarda la pagliuzza e si fa finta di non vedere la trave.

    Lascia un commento:


  • botahv79
    ha risposto
    Re: Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

    dopo quest'anno poi...

    Lascia un commento:


  • rodman
    ha risposto
    Re: Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

    Lascia un commento:


  • duel
    ha risposto
    Re: Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

    Lascia un commento:


  • Diego
    ha iniziato la discussione Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura

    Brescia: NOA, Anuu scrive alla procura




    CONTROLLI DEI NOA: L’ANUU SCRIVE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA

    Sulla scorta di quanto sta accadendo nelle valli bresciane, l’ANUUMigratoristi regionale Lombardia e provinciale hanno inviato una lettera circostanziata alla Procura della Repubblica di Brescia, richiedendo che vengano svolti rapidi accertamenti per verificare la legittimità delle modalità di controllo utilizzate dai NOA nei confronti dei cacciatori.
    Da più parti sono state infatti segnalate perquisizioni a domicilio senza alcun mandato ed effettuate da agenti in borghese, quasi che ritenessero di essere alle prese con dei pericolosi mafiosi a rischio di fuga.
    Al di là di quanto si potrebbe scrivere al proposito di queste autunnali spedizioni dei NOA da Roma sulle montagne lombarde, l’ANUU ritiene comunque che debbano essere rispettati tutti i criteri che la legge prevede allorché organi di polizia giudiziaria svolgano compiti potenzialmente lesivi della dignità e della rettitudine dei cittadini (tutti innocenti finché non venga eventualmente dimostrato il contrario).
    L’ANUU, inoltre, si appella anche al buonsenso, che vorrebbe atteggiamenti preventivi o repressivi – ove necessario – in ogni caso proporzionati al reato commesso, evitando di trasformare le valli bresciane in un teatro da guerra alla criminalità organizzata mentre la stessa, quella sì, commette le proprie nefandezze grazie alla “distrazione da pettirosso”! Si facciano pure i controlli, ma in maniera corretta e rispettosa, se si pretende che pari rispetto e correttezza vengano riservati dai cittadini alle autorità preposte.
    ai cittadini cacciatori e non, infine, si pretende massima osservanza delle norme sulla caccia, che devono valere ovunque senza alcuna zona franca, se non altro per il buon nome della nostra stessa passione.

Pubblicita STANDARD

Comprimi

Ultimi post

Comprimi

Unconfigured Ad Widget

Comprimi
Sto operando...
X