annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

lombardi

Comprimi

Migratoria.it è finanziato da utenti come te! Se apprezzi il sito, considera la possibilità di sostenerlo con un contributo. Offrici un caffè

Comprimi
Ciao, Ospite! Subito per te l'attivazione automatica dell' Account Premium per tutto l'anno! A partire dal N/A Ora: N/A
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #61
    Re: lombardi

    Egavira mi spiace deluderti ma non c'è nessuna attinenza tra preapertura (oltretutto a Brescia quest'anno è stata fatta regolarmente) e legiferazione in tema di deroghe.
    Poi giustamente ognuno ha le proprie priorità anche in tema di caccia e ti assicuro che chi è bresciano come il sottoscritto, e pratica la forma di caccia da appostamento con i richiami vivi, le deroghe rivestono (come cacce tradizionali) un enorme importanza.
    Saluti
    Più buio che a mezzanotte non viene

    COMMENTA


    • #62
      Re: lombardi

      Lombardia: Udc attacca la Lega Nord

      Quadrini (Udc): “Caccia, sciacallaggio politico della Lega Nord”

      Duro Gianmarco Quadrini, consigliere regionale dell’Udc, sul comportamento della Lega Nord in tema di caccia.
      “Prima dell’estate la “vicenda quote latte” aveva già fatto gravemente traballare la Lega dal piedistallo della coerenza”, si legge in un comunicato. “Molti ricorderanno infatti l’impegno dei Lumbard a salvare, in barba alle normativa europea e ai più elementari principi di legalità ed eguaglianza, un gruppo minoritario di allevatori che da molti anni non paga le multe per lo sforamento delle quote latte. Allora le vittime furono migliaia di onesti allevatori lombardi che, già alle prese con la scarsa remunerazione del loro lavoro e con le difficoltà della crisi economica, sono stati letteralmente presi in giro dal truffaldino tentativo legista di creare un salvacondotto per i disonesti”.
      Oggi l’oggetto del comportamento incoerente, secondo Quadrini, riguarda invece i provvedimenti per la caccia in deroga. Per fare chiarezza e ricostruire la “vicenda caccia” è necessario fare un passo indietro, “affinché il lettore possa avere tutti gli elementi per farsi un’idea. Contrariamente a quanto veniva fatto usualmente in passato, la maggioranza che attualmente guida Regione Lombardia (Lega + Pdl) quest’anno non ha voluto presentare alcun Progetto di Legge di autorizzazione della caccia deroga in vista della stagione venatoria 2010 – 2011. Per porre rimedio a questa grave mancanza noi dell’Unione di Centro abbiamo ritenuto indispensabile avanzare una nostra proposta (Progetto di Legge n. 0037 – presentato in data 14 luglio 2010). Purtroppo, in assenza di una precisa volontà politica da parte della Lega e del Pdl, tutto è naufragato e l’unico risultato che abbiamo ottenuto è stato che, lo scorso 21 luglio, nel corso della discussione del provvedimento in Commissione agricoltura, la maggioranza invece di affrontare l’argomento ha irresponsabilmente abbandonato l’aula senza dare spiegazioni e rifiutandosi di discutere il provvedimento. Tuttavia questa materia doveva essere affrontata prima della pausa estiva del consiglio regionale e per questo ci siamo attivati per scongiurare uno scriteriato ritardo legislativo e abbiamo provveduto a richiedere l’applicazione della procedura d’urgenza al provvedimento”.
      Lega e Pdl si sono rifiutati di affrontare la questione votando contro l’adozione della procedura d’urgenza. “Le motivazioni addotte furono il timore delle sanzioni europee e la necessità di fare chiarezza sulle norme che regolano la caccia. Ebbene, proprio ieri, la Lega ha depositato un progetto di legge pressoché identico al nostro respinto in luglio descrivendolo come un elemento di novità utile alla risoluzione delle controversie e che mette al riparo Regione Lombardia da eventuali sanzioni europee. Questo improvviso cambio di rotta da parte dei leghisti non può che farci piacere, ma è doveroso stigmatizzare l’operazione come un esercizio di sciacallaggio politico volto solo a prendersi la paternità rispetto a una soluzione normativa che potevamo trovare insieme prima della pausa estiva”.
      Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

      COMMENTA


      • #63
        Re: lombardi

        Quadrini non ha tutti i torti......sicuramente ora l'importante è che il testo sulle deroghe venga approvato, ma simili "sceneggiate" gli esponenti della lega potevano evitarle.
        Più buio che a mezzanotte non viene

        COMMENTA


        • #64
          Re: lombardi

          per Diego e tuti gli amici capannisti io vi capisco e non è che sia contro le deroghe ma solamente vorrei che non se ne facesse una questione di vita o di morte sopratutto per la nostra immagine di cacciatorie e non fare la figura di Killer a tutti i costi .NB per quanto riguarda la preapertura a Brescia sono contento che almeno i bresciani hanno potuto cacciare ma non sapere fino a 12ore prima se si poteva cacciare o no non mi sembra sia un bel modo di iniziare la stagione(almeno per me)

          COMMENTA


          • #65
            Re: lombardi

            Egavira perchè figura di killer?
            lo sai vero che la deroga per motivi tradizionali (ovvero il famoso comma c della direttiva comunitaria)viene rilasciata per quantitativi veramente piccoli e con tempi di prelievo ben precisi?
            Sul discorso preapertura, la colpa non è certo da imputare alla Provincia (ovvero l'Ente che ha deliberato per effettuarla) se fino a 12 ore prima vi era incertezza.....semmai verso chi presenta i soliti ricorsi (mi fabnno ribrezzo solo a nominarli) e sopratutto verso chi sentenzia in merito (leggasi tar).
            Più buio che a mezzanotte non viene

            COMMENTA


            • #66
              Re: lombardi

              Diego ripeto e ripeterò sempre che tutte le cacce sono degne di onore ma parliamoci chiaro come se ci trovassimo a caccia ma anche voi dovreste fare qualche deroga alle deroghe(x esempio ifringuelli)prova tu a spiegare alla publica opinione(e non sto parlando dei verdastri) perchè sparare ai fringuelli;dovreste capire (e mi rivolgo a tutti i capannisti))che la publica opinione è importante e qualcosa bisogna concedere se si vuol savare la caccia anche per igiovani(che a Brescia ci sono ancora per fortuna) ;comunque non voglio fare polemiche perchè non voglio fare il gioco dei verdi(dividi et impera).IN BOCCA AL LUPO

              COMMENTA


              • #67
                Re: lombardi

                Come cacciatori tradizionalisti mi sembra che di deroghe (alias rinunce) ne abbiamo già fatte parecchie in questi anni..peggio di così!
                Sul fatto che la pubblica opinione sia importante concordo, anche se su questa scinderei in chi comunque accetta di ascoltare e confrontarsi e in chi invece è contrario a priori (ed a questi puoi raccontare anche la storiella della mucca ercolina che mai li porterai dalla tua parte). Nel primo caso io ritengo che per me sia più facile e confrontarmi sulla spiegazione dell'abbattimento del fringuello come caccia tradizionale che non per esempio sul lancio e relativo abbattimento dei polli colorati...vedi ognuno ha le proprie convinzioni. Con una piccola differenza però, il sottoscritto mai e poi mai chiederà ad un altro cacciatore di rinunciare a qualcosa della propria caccia ne tanto meno ne sminuirà l'importanza che essa può rivestire per lui.
                Più buio che a mezzanotte non viene

                COMMENTA


                • #68
                  Re: lombardi

                  no no Diego io non mi sogno neanche di sminuire una forma di caccia anche perchè anche io ho cominciato da ragazzo come capannista accompagnando mio nonno(più di 30 anni Fà)e conosco la magia del capanno ma dico chequalunque tipo di caccia(come del resto qualunque attività umana)deve evolvere se vuole sopravivvere(e tu che sei più giovane dovresti preoccupartene più di me);e con questo chiudo la polemica perchè se cè proprio una cosa che non voglio fare è polemizzare con altri cacciatori(non lo faccio nemmeno con icinghialai quando vado a beccacce in collina e ti assicuro ce ne sarebbe da polemizzare). di nuovo in bocca al lupo

                  COMMENTA


                  • #69
                    Re: lombardi

                    Egavira guarda che io non stavo assolutamente polemizzando con te, ci mancherebbe altro. Il mio era più che altro un discorso generale e di come ci siamo ridotti (intesi la nostra categoria) a furia di concedere rinunce.
                    Più buio che a mezzanotte non viene

                    COMMENTA


                    • #70
                      Re: lombardi

                      Originariamente inviato da Diego
                      Come cacciatori tradizionalisti mi sembra che di deroghe (alias rinunce) ne abbiamo già fatte parecchie in questi anni..peggio di così!
                      Sul fatto che la pubblica opinione sia importante concordo, anche se su questa scinderei in chi comunque accetta di ascoltare e confrontarsi e in chi invece è contrario a priori (ed a questi puoi raccontare anche la storiella della mucca ercolina che mai li porterai dalla tua parte). Nel primo caso io ritengo che per me sia più facile e confrontarmi sulla spiegazione dell'abbattimento del fringuello come caccia tradizionale che non per esempio sul lancio e relativo abbattimento dei polli colorati...vedi ognuno ha le proprie convinzioni. Con una piccola differenza però, il sottoscritto mai e poi mai chiederà ad un altro cacciatore di rinunciare a qualcosa della propria caccia ne tanto meno ne sminuirà l'importanza che essa può rivestire per lui.
                      QUOTO a furia di concessioni ci siamo ridotti a pregare perchè ci vengano concessi una ventina di uccelli in deroga in tutta la stagione.
                      Ricordo anche che, almeno nelle zone da me frequentate, senza deroghe di fatto a metà novembre la caccia è FINITA.

                      COMMENTA


                      • #71
                        Re: lombardi

                        Lombardia deroghe, Lega gioca da sola

                        POLEMICHE. Dopo lo stop al provvedimento di Udc e Pdl, i «lumbard» hanno presentato una proposta di legge «Il nostro provvedimento è al riparo dalle obiezioni» Quadrini: «Bassa politica» Girelli: «Solo promesse»

                        In Regione è scoppiata una vera e propria guerra politica sulla questione della caccia in deroga (la possibilità di abbattere in piccole quantità, specie protette quali storno, fringuello, peppola, pispola, prispolone e frosone). Ogni anno la Regione prepara una legge ad hoc (nonostante la spada di Damocle delle sanzioni Ue) e quest’anno la legge sulle deroghe l’avevano preparata i consiglieri regionali Bettoni e Quadrini dell’Udc e Saffioti (Pdl): ma il 14 luglio in commissione Agricoltura non era passata per l’abbandono dell’aula della Lega Nord. E proprio l’altro ieri la Lega ha presentato una sua proposta di legge (firmata anche da Carlo Saffioti) destinata a scalzare quella dell’Udc. La si discute il 7 in commissione agricoltura e il 14 settembre in consiglio regionale (con validità nel giro di una settimana, dopo la pubblicazione sul Burl). L’atteggiamento della Lega ha mandato su tutte le furie il bresciano Gianmarco Quadrini, che parla di «bassa politica», di «squallidi giochetti per mettere il proprio timbro sulla legge, per evidenti fini elettorali». Dure parole anche da Gianantonio Girelli (Pd), altro consigliere bresciano d’opposizione: «Noi appoggiavamo la legge sulle deroghe ma per beghe interne alla maggioranza la discussione è saltata. Lega e Pdl sulla caccia dovrebbero smetterla di fare i primi della classe perché si sono dimostrati dei somari, non affrontando le emergenze, in spregio a migliaia di cacciatori».
                        La Lega: «La nostra proposta tiene conto di tutte le indicazioni contenute nella relazione della commissione di esperti istituita dalla Giunta regionale – spiegano i leghisti eletti nel Bresciano Alessandro Marelli, Renzo Bossi e Pierluigi Toscani – si è cercato quindi di non ripetere gli errori che hanno reso attaccabili i precedenti provvedimenti dalle sentenze dell’Unione Europea. La Lega non ha mai abbandonato il mondo venatorio, ma ha evitato di portare avanti provvedimenti demagogici che non avrebbero avuto la possibilità di arrivare al traguardo e con i quali avremmo avuto la certezza di sanzioni comunitarie immediate o sentenze di annullamento. Il progetto di legge che precedentemente era giunto in commissione (quello dell’Udc, ndr) non poteva trovare il nostro appoggio poiché era strumentale alla finalità di percepire un consenso immediato senza la possibilità di giungere a una reale soluzione del problema».
                        Furente Quadrini: «La Lega pensa che il consenso elettorale dei cacciatori sia una loro esclusiva. Questa proposta credo sia un modo maldestro di mettere una toppa ad un buco fatto a luglio, quando Pdl e Lega non avevano nessuna intenzione di presentare un provvedimento della caccia in deroga. Per questo l’Udc ha presentato una sua proposta di legge, pensando ai cacciatori». Girelli (Pd) invece invita ad uscire da questa corsa contro il tempo che si ripresenta ogni anno all’inizio della stagione venatoria e accusa Regione e Ministero: «Sulle deroghe tutti gli anni ci si trova a lavorare in emergenza a causa della mancata chiarezza a livello nazionale, per colpa del Ministero ma anche della Regione che deve avere il coraggio di fare una legge quadro mediando con le associazioni ambientaliste. È ora di finirla di promettere in campagna elettorale mari e monti e poi disattendere le promesse». Proprio la mancanza di una legge sulle deroghe e di dati aggiornati e precisi sui prelievi «può far incorrere in salatissime sanzioni dell’Unione europea»
                        Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                        COMMENTA


                        • #72
                          Re: lombardi

                          Sono daccordissimo con Diego...molti problemi che dobbiamo affrontare son dovuti al fatto che dal 92 ad oggi ci hanno sempre tolto qualcosa...
                          secondo me di questo passo tra qualche anno ci troveremo tutti in mezzo ad un campo a sparare ai "polli colorati"..(ammesso che anche per quelli non sara' necessaria qualche deroga).
                          Sbaglia chi dice che bisogna cedere qualcosa,cosi' facendo tra l'altro e' come se pure noi dimostrassimo che e' sabgliato cacciare i fringuelli in sto caso.
                          Comunque per me le deroghe son di vitale importanza ,e' come se ad un beccacciaio,non lasciassero sparare le beccacce,per me e' la stessa cosa...
                          io la vedo cosi',ma purtroppo vedo anche sempre piu' nero il futuro per la nostra amata caccia da capanno.Samuele

                          COMMENTA


                          • #73
                            Re: lombardi

                            mi stupisco che voi giovani siate spesso volte i più fondamentalisti rinunciare a qualcosa sopratutto a qualcosa che psicologicamente colpisce è di grande aiuto per noi in quanto coinvolge l opinione pubblica attraverso i media,questo perchè non avete vissuto la pesante lotta sostenuta nel 92 contro i referendumche ci volevanomandare tutti a casa questq battaglia èstata sostenuta in primis dai cacciatori più evoluti(SPESSO NEANCHE SOSTENUTI DALLE ASSOCIAZIONI VENATORIE PREOCCUPATE SOLO DELLE TESSERE) a colpi di ciclostile dibatti aspri(AL LIMITE DELLO SCONTRO FISICO)e lettere(LE E MAIL non esistevanoììì) ai giornali e tv ;mentre troppi si limitavano alle chiacchiere da Bar, troppo facile parlare solo fra di noi dov e come si diceva unavolta (chi urla di più la vaca l èsua) meditate gente meditate

                            COMMENTA


                            • #74
                              Re: lombardi

                              per martedi 14 settembre si sta organizzando una manifestazione a milano.mi raccomando chi puo' aderisca,qui non è piu' questione di deroghe si deroghe no ne va della sopravivenza del mondo venatorio.io non caccio piccola migratoria le deroghe non mi interessano,ma sono pronto a unirmi a tutti coloro che ne vogliono usufruire è un diritto che non si puo'perdere.l'importante che ci siano poi ognuno ne fa uso come meglio crede.solo noi possiamo aiutare noi.un saluto a tutto il popolo cacciatore
                              masssimiliano

                              COMMENTA


                              • #75
                                Re: lombardi

                                come gia' detto in precedenza, anche se non son Lombardo al pirellone ci saro'.
                                Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X