annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

lombardi

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Re: lombardi

    Milano, 15 set. – (Adnkronos) – Via libera in commissione Agricoltura della Regione Lombardia, presieduta da Carlo Saffioti (Pdl) al provvedimento (relatore Mauro Parolini del Pdl, firmatario lo stesso Saffioti) che introduce alcune modifiche alla legge regionale n.26/93 che regola l’attivita’ venatoria lombarda, in particolare per quanto concerne gli ambiti territoriali di caccia e i comprensori alpini.

    I cacciatori residenti in Lombardia, gia’ iscritti nella stagione precedente ad ambiti territoriali o comprensori alpini di caccia regionali diversi da quello di residenza anagrafica, avranno ora diritto alla permanenza associativa, confermando la propria iscrizione attraverso il solo pagamento della quota entro il 31 marzo di ogni anno.

    ”In questo modo -ha spiegato Parolini- consolidiamo e stabilizziamo la situazione esistente, dando regole certe e chiare e concedendo nuove possibilita’ di mobilita’ ai giovani”. Infatti i neo cacciatori avranno diritto a essere associati nello stesso ambito territoriale o comprensorio alpino di caccia e a esercitare la stessa specializzazione venatoria dell’accompagnatore, mantenendo nelle stagioni successive il diritto di permanenza negli stessi luoghi”.

    “I figli di associati non residenti -ha agiunto Parolini- hanno sempre il diritto di cacciare insieme al genitore, nella stessa specializzazione e negli stessi luoghi di ammissione”. Soddisfazione e’ stata espressa dal presidente Carlo Saffioti (Pdl), che ha evidenziato la bonta’ del provvedimento che ”con la nuova formulazione evita il rischio di interpretazioni difformi tra le varie provincie lombarde, riconoscendo i diritti dei cacciatori nel rispetto degli equilibri territoriali di caccia”.

    Tra le novita’ del provvedimento, troviamo nell’esercizio della pratica venatoria l’equiparazione delle strade agrosilvopastorali con quelle poderali e interpoderali: ora sara’ quindi possibile praticare la caccia anche a distanza inferiore a cinquanta metri dalle strade classificate come agrosilvopastorali, nonche’ sparare nella loro direzione con fucile a canna liscia anche a distanza inferiore ai 150 metri. Inoltre i cacciatori nei giorni di caccia potranno effettuare trasferimenti con armi scariche fuori dai centri abitati.

    Accolti anche due emendamenti presentati da Gianmarco Quadrini e Valerio Bettoni (Udc), che consentono la caccia da appostamento fisso alle specie Cesena e Tordo sassello anche su terreni innevati e che affidano alla Regione (e non piu’ alla Provincia) la competenza sulla possibilita’ di integrare il calendario venatorio da appostamento alla fauna selvatica con altri due giorni aggiuntivi oltre il 30 novembre


    Fatto copia incolla dal sito il cacciatore,tutte le volte che questi politici legiferano in materia di caccia c'è da toccarsi le palle. Mi spiegate se questa modifica vale x la stagione scorsa oppure è da riferirsi a questa....cioè io ho il diritto di riscrivermi all'ambito della passata stagione oppure è dalla prossima che basterà pagare x evitare di essere lasciato a casa?Grazie x eventuali chiarimenti.
    Claudio

    COMMENTA


    • Re: lombardi

      caro beppe perdonami inanzitutto se mi prendo la licenza di darti del tu,leggo sempre i tuoi post con attenzione e ammirazione per la tua competenza ,ma questa volta non mi sento di condividerli.ogni cosa che si perde è una sconfitta per tutti,martedi ero al pirellone e mi sono detto meno male che esiste ancora uno zoccolo duro e qualche associazione venatoria capace di lottare magari per una minoranza ,magari per qualcosa che fa storcere il naso a tanti puristi,ma erono li a lottare per ribadire il loro diritto di esistere e di riflesso far sapere che il mondo venatorio esiste ancora.penso che quella è la strada giusta non abbassare sempre la guardia e dire me ne frego tanto a me non tocca.nelle tante schifezze della 157 vediamo almeno di sfruttare quel poco che si puo'.e questo lo dice uno che in vita sua non ha mai sparato ne a un tordo o a un frinquello ne a mai fatto uso delle deroghe ma questo è un problema mio a me non interessano,ma questo non toglie che chi le voglia utilizzare lo possa fare.saro' sempre solidale con tutti i colleghi lombardi che vorranno portare avanti ancora questo discorso.
      cordialmente massimiliano

      COMMENTA


      • Re: lombardi

        ho capito il tuo modo di pensare 58beppe....però guarda che i divieti li abbiamo anche noi
        i cin cin (soldi) li cacciamo anche noi...(anche x gli altri,nel senso che noi paghiamo l'ambito ma i turdidi nn ce li lanciano come i fagiani o lepri,) poi come ho già detto, io
        nn sono molto appassionato di deroghe..ma se dei politici in 2 mesi ci fan delle promesse e dopo poco non le mantegono come han fatto....allora è scorretto....x nn dire altro...
        ma è un dato di fatto che ogni anno è la solita storia...ma coinvolti siamo sempre noi specialmente capannisti ...e nn voi...di sicuro che chi pratica la stanziale o gli acquatici nn se la prende x i "celletti" e neppure noi x gli altri ,poi che ci siano colleghi con altre forme di caccia che nn condividono la nostra...bhe pazienza....
        però nn "sparateci addosso" pure voi..qui concludo sperando di aver reso il mio pensiero
        ciao
        RINALDO

        al casot ghè semper ergot de fà..e se 'l ghe mia m'el va a sercà..
        (al capanno c'è sempre da fare..e se non c'è lo si va a cercare)

        COMMENTA


        • Re: lombardi

          parolini presenta nuova proposta con meno quantità entro fine mese sperom

          COMMENTA


          • Re: lombardi

            Originariamente inviato da Tempe2
            Originariamente inviato da efrem
            Il problema è che qui al nord senza deroghe al contrario di altri posti ci spariamo sui fichi
            Quoto, vedi Beppe, qui senza deroghe se prendi 30 uccelli in tutta la stagione hai fatto un bel carniere. Poi se ti capita la stagione sbagliata, poca pastura e nevicate anche a fondo valle ad inizio novembre hai buttato via circa 400/500 euro in tasse.
            Aggiungo un piccolo appunto, scordatevi le delibere, il voto segreto e' stato proposto dal PDL, fate voi i conti.
            esatto senza deroghe meta ottobre finito TUTTO 500 € buttati!!!!!!!!!!!!!!!

            COMMENTA


            • Re: lombardi

              si ma poi sanno cosa significa mantenere un capanno in perfetto stato che tutti quelli che passano podisti ciclisti e passeggianti si fermano a osservare il lavoro svolto che almeno da noi sembrano dei giardini botanici splendidi e non le riserve del wwf ormai cespugli schifosi

              COMMENTA


              • Re: lombardi

                Originariamente inviato da attjla1972
                parolini presenta nuova proposta con meno quantità entro fine mese sperom
                dobbiamo essere ottimisti...quindi speriamo bene dai

                COMMENTA


                • Re: lombardi

                  Originariamente inviato da rui
                  Originariamente inviato da attjla1972
                  parolini presenta nuova proposta con meno quantità entro fine mese sperom
                  dobbiamo essere ottimisti...quindi speriamo bene dai

                  non ci sperate...tempo e fegato buttato.
                  Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                  COMMENTA


                  • Re: lombardi

                    Originariamente inviato da attjla1972
                    presenta nuova proposta con meno quantità entro fine mese sperom
                    Buff... è qui mi fermo (chiaramente non è rivolto alforumista attijla)
                    il personaggio non sa nemmeno di cosa sta parlando.... negli ultimi 2 giorni durante le interviste ha detto un sacco di menzogne e falsità.
                    Ah dimenticavo, il prode consigliere (eletto grazie anche dall'appoggio della fidc bresciana) prima vota in commissione per il ddl sulle deroghe e poi in Aula al momento della votazione si assenta insieme alla sua collega di partito Peroni....e c'è ancora chi crede alle sue dichiarazioni?
                    Più buio che a mezzanotte non viene

                    COMMENTA


                    • Re: lombardi

                      Anche io cerco una risposta in merito ma credo che questa proposta di legge venga discussa il 27/9 ....[

                      quote="clgrassi"]Milano, 15 set. – (Adnkronos) – Via libera in commissione Agricoltura della Regione Lombardia, presieduta da Carlo Saffioti (Pdl) al provvedimento (relatore Mauro Parolini del Pdl, firmatario lo stesso Saffioti) che introduce alcune modifiche alla legge regionale n.26/93 che regola l’attivita’ venatoria lombarda, in particolare per quanto concerne gli ambiti territoriali di caccia e i comprensori alpini.

                      I cacciatori residenti in Lombardia, gia’ iscritti nella stagione precedente ad ambiti territoriali o comprensori alpini di caccia regionali diversi da quello di residenza anagrafica, avranno ora diritto alla permanenza associativa, confermando la propria iscrizione attraverso il solo pagamento della quota entro il 31 marzo di ogni anno.

                      ”In questo modo -ha spiegato Parolini- consolidiamo e stabilizziamo la situazione esistente, dando regole certe e chiare e concedendo nuove possibilita’ di mobilita’ ai giovani”. Infatti i neo cacciatori avranno diritto a essere associati nello stesso ambito territoriale o comprensorio alpino di caccia e a esercitare la stessa specializzazione venatoria dell’accompagnatore, mantenendo nelle stagioni successive il diritto di permanenza negli stessi luoghi”.

                      “I figli di associati non residenti -ha agiunto Parolini- hanno sempre il diritto di cacciare insieme al genitore, nella stessa specializzazione e negli stessi luoghi di ammissione”. Soddisfazione e’ stata espressa dal presidente Carlo Saffioti (Pdl), che ha evidenziato la bonta’ del provvedimento che ”con la nuova formulazione evita il rischio di interpretazioni difformi tra le varie provincie lombarde, riconoscendo i diritti dei cacciatori nel rispetto degli equilibri territoriali di caccia”.

                      Tra le novita’ del provvedimento, troviamo nell’esercizio della pratica venatoria l’equiparazione delle strade agrosilvopastorali con quelle poderali e interpoderali: ora sara’ quindi possibile praticare la caccia anche a distanza inferiore a cinquanta metri dalle strade classificate come agrosilvopastorali, nonche’ sparare nella loro direzione con fucile a canna liscia anche a distanza inferiore ai 150 metri. Inoltre i cacciatori nei giorni di caccia potranno effettuare trasferimenti con armi scariche fuori dai centri abitati.

                      Accolti anche due emendamenti presentati da Gianmarco Quadrini e Valerio Bettoni (Udc), che consentono la caccia da appostamento fisso alle specie Cesena e Tordo sassello anche su terreni innevati e che affidano alla Regione (e non piu’ alla Provincia) la competenza sulla possibilita’ di integrare il calendario venatorio da appostamento alla fauna selvatica con altri due giorni aggiuntivi oltre il 30 novembre


                      Fatto copia incolla dal sito il cacciatore,tutte le volte che questi politici legiferano in materia di caccia c'è da toccarsi le palle. Mi spiegate se questa modifica vale x la stagione scorsa oppure è da riferirsi a questa....cioè io ho il diritto di riscrivermi all'ambito della passata stagione oppure è dalla prossima che basterà pagare x evitare di essere lasciato a casa?Grazie x eventuali chiarimenti.[/quote]

                      COMMENTA


                      • Re: lombardi

                        [quote="Marcus Phoenix"]Anche io cerco una risposta in merito ma credo che questa proposta di legge venga discussa il 27/9 ....[

                        Ok grazie.Teniamoci aggiornati
                        Claudio

                        COMMENTA


                        • Re: lombardi

                          amarezza e disgusto ,penso siano i termini che ben si accompagnano a tutta questa vicenda ..
                          le deroghe a: fringuello peppola pispola frosone e STORNO possono contribuire al calo drastico dell'avifauna esistente ? io penso di no (lo storno nn cacciabile perche sennò si estingue ?? )
                          è giusto continuare a fare una pressante caccia al solo tordo ?

                          fino al 1992 cacciare i fringillidi era un nostro diritto ,poi per continuare una attivita che ci hanno tramandato i nostri vecchi ... siamo diventati delinquenti !!
                          ricordo ancora quegli anni(-93-94..) che il divieto di cacciare fringuelli e peppole sembrava piu una barzelletta che una legge ..
                          tutte le istituzioni che dovrebbero auitarci a regolare la nostra attività venatoria ...fanno politica e di caccia ne sanno ben poco ..(alcuni presidenti di regione hanno fatto (o meglio gli hanno fatto il porto d'armi) alla bisogna giusto perche dovevano ricoprire quella carica ..ma nn hanno la preparazione,la competenza e sopprattutto nn hanno la passione che contraddistingue i cacciatori !! al massimo qualche giornata in riserva con lussuosi rinfreschi ..
                          il mondo dei cacciatori (che hanno una media d'eta alla soglia dei 60 anni ) è allo sbando divisa da mille associazioni in disaccordo tra loro ... cosi divisi nn contiamo nulla,
                          siamo pochi come dice beppe, quasi nulla rispetto alla popolazione italiana ,anche se nel solo nord italia siamo qualche centinaia di migliaia di cacciatori che gradirebbe continuare a cacciare le deroghe ,e sono sicuro che in tutta italia ,anche a chi nn pratica questo tipo di caccia faccia piacere il poterle eventualmente cacciare...anche un granello di sabbia riesce a bloccare un meccanismo molto piu grande di lui ...
                          é dal 92 che continuiamo a rinunciare un pezzettino alla volta alle nostre liberta (diritti) ..ora siamo ridotti al lumicino .. dove esistono dei fondati motivi per restringere sono io il primo a dire stop a determinati tipo di catture ..
                          abbiamo un ente ISPRA (ex INFS) che nn da risposte chiare ,,anzi nn ne da del tutto ..
                          i verdi che sanno far valere le loro idee e tutti gli anni guadagnano qualcosa...
                          nn perche ne hanno diritto ma perche sono uniti ...
                          Ci hanno riempiti di promesse che poi nn hanno mantenuto ,ora si scaricano il barile l'uno con l'altro ..e chi ne fa le spese siamo noi cacciatori ...
                          per me sarebbe adesso di scendere in piazza tutti uniti e compatti nn in 300 ma in 30000 o piu ..
                          Ciao Maure ...



                          Paolo

                          COMMENTA


                          • Re: lombardi

                            Originariamente inviato da clgrassi
                            Originariamente inviato da Marcus Phoenix
                            Anche io cerco una risposta in merito ma credo che questa proposta di legge venga discussa il 27/9 ....[

                            Ok grazie.Teniamoci aggiornati
                            Dov'è che non ti hanno ripreso...?A me a Lodi..e quest'anno l'apertura la faccio a Vercelli dove per fortuna mi hanno preso subito, senza nessuna conoscenza strano in Italia...Sono contento perchè è un ambito meraviglioso!!!

                            COMMENTA


                            • Re: lombardi

                              .
                              Non c'è mondo per me aldilà delle mura di Verona: c'è solo purgatorio, c'è tortura, lo stesso inferno; bandito da qui, è come fossi bandito dal mondo, e l'esilio dal mondo vuol dir morte.

                              COMMENTA


                              • Re: lombardi

                                Originariamente inviato da oldarin
                                ho capito il tuo modo di pensare 58beppe....però guarda che i divieti li abbiamo anche noi i cin cin (soldi) li cacciamo anche noi...(anche x gli altri,nel senso che noi paghiamo l'ambito ma i turdidi nn ce li lanciano come i fagiani o lepri,) poi come ho già detto, io nn sono molto appassionato di deroghe..ma se dei politici in 2 mesi ci fan delle promesse e dopo poco non le mantegono come han fatto....allora è scorretto....x nn dire altro...
                                ma è un dato di fatto che ogni anno è la solita storia...ma coinvolti siamo sempre noi specialmente capannisti ...e nn voi...di sicuro che chi pratica la stanziale o gli acquatici nn se la prende x i "celletti" e neppure noi x gli altri ,poi che ci siano colleghi con altre forme di caccia che nn condividono la nostra...bhe pazienza....
                                però nn "sparateci addosso" pure voi..qui concludo sperando di aver reso il mio pensiero
                                ciao
                                Caro Oldarin e caro Anasacuta, Vi ringrazio x l'attenzione e la risposta data con educazione e x le Vs riflessioni, che NON condivido in alcune parti dal punto di vista "razionale", anche se "emotivamente sono e sarò a fianco sempre di tutti i Cacciatori" (non sparatori).
                                Ad anasacuta, col logo che ha poi, ho difficoltà ad essere "duro" .....: la Tua scelta è "onesta e pulita", ma occorre anche valutare di cambiare strategia ..... bisogna lottare da dentro le aavv partecipando alle riunioni e votazioni in massa, facendo "casino" x i bilanci atc e x le iniziative "non prese" e cercando poi di mettere in minoranza chi "non rappresenta la base maggioritaria non stanzialista (se c'è)" o "non fa abbastanza x rappresentarla"; qualora invece non fosse una aavv, ci si iscrive in altre organizzazioni e si lotta con loro, ma avendo ben chiaro una cosa:
                                se la FORTE presenza delle AAvv non c'è nelle manifestazioni ..... ANCHE OGGI è "impossibile vincere" XCHè troppo forti-solidi-radicati sono gli intrecci nazionali e regionali tra dirigenti aavv-politici-enti locali-mondo agricolo-parte del mondo verde-parte "silente, ma numericamente cospicua della base".
                                Azioni contrapposte e forzate in questo mondo di sottobosco politico venatorio NON pagano MAI, salvo forse alcune aree venete aventi come riferimento CONFAVI: della serie ..... "prima di manifestare" occorre "inciuciare con le permalosissime aavv, sulla base dei numeri di oggi" ..... e te lo dice uno che si è scornato da molto tempo prima, quasi un ventennio, prima di capirlo ..... .

                                A Coldarin, invece dico: gli atc e costo tesserini hanno funzioni ..... preminentemente stanzialiste e burocratico-amministrative ed i soldi li cacciamo tutti, anche se a noi non viene in tasca nulla; ma il punto NON è questo (tutti potremmo fare la stanziale se vogliamo .....). Tu hai scritto la parola magica: "DEROGHE", NON NORMA ..... ovvero SOLO concessioni possibili o meno, NON UN DIRITTO STABILITO DA UNA NORMA, come la 157/92 stabilisce ..... . Lì sì che di stupidaggini ce ne sono varie e che meriterebbero un intervento mirato ed il coinvolgimento di TUTTE le forze venatorie, mettendosi d'accordo prima però ..... ed organizzandoci x un anno intero.
                                E' qui che VI SBAGLIATE CLAMOROSAMENTE: possono LEGITTIMAMENTE ED OGGETTIVAMENTE NON CONCEDERLE POLITICAMENTE, non essendo vincolante il fatto "lo scorso anno c'erano e xchè quest'anno NO" ?? Si è lottato, si è perso; LE aaVV NON sono d'accordo e si è perso; i Politici regionali hanno affondato tutto e si sapeva DA TEMPO "dando solo l'illusione a chi NON naviga in certi ambienti ed alla massa dei cacciatori" xchè c'è un chiaro INDIRIZZO di nuovo restrittivo od almeno IRRIGIDIMENTO in senso di politica venatoria causa il ns MALDESTRO TENTATIVO POLITICO DI BLITZ NAZIONALE PORTANDO TEMI SBAGLIATI ED IPOTESI DI NUOVA LEGGE ..... ERRORE GRAVISSIMO.

                                LE "DEROGHE BISOGNA OGGI CONQUISTARSELE TOGLIENDO NOI LE CASTAGNE DAL FUOCO AI POLITICI OVVERO DANDOGLI GLI ELEMENTI TECNICI E FORMALI INOPPUGNABILI IN CHIAVE EUROPEA, NAZIONALE, ..... ISPRA, X POTERGLI CONSENTIRE EVENTUALMENTE LEGIFERARE SULLE DEROGHE; la responsabilità da soli non se la prendono più xchè il rischio di sanzioni europee e l'acuirsi dello scontro con l'opinione pubblica non venatoria nettamente maggioritaria come loro bacino di voti è diventata TROPPO grande in una crisi economica e di governo come questa e, come sempre ricordo, ..... le AAvv maggioritarie sono di fatto CONTRARIE alle deroghe, salvo microaree.
                                Il mio è solo realismo ("non sparo addosso a nessuno") e tanta esperienza x farvi capire le situazioni che, aldilà delle emozioni singole, delle speranze, delle illusioni, delle promesse, delle tradizioni, delle malinterpretazioni normative, dell'anarchia, ..... regolano oggi il mondo politico verso la caccia.
                                Ed in Lombardia come in Veneto, ..... in epoca non sospetta ho "previsto" come sarebbero andate le cose e come ..... si omogeneizzeranno sempre più i calendari con pochi distinguo.
                                Quando ho sempre sostenuto che è strategico rinegoziare il Cda Ispra troppo verde e di Pecoraro memoria ..... xchè l'ho scritto ?? E' l'unico Ente alla fine che è credibile politicamente ed autorizzato in Italia a dare numeri-analisi-censimenti ed a fornire "Pareri" ..... de facto vincolanti: è lì che bisogna agire ..... altro che le deroghe.
                                Da lì si ridiscute tutto ..... anche localmente, lo si vuole "metabolizzare" ??

                                Personalmente a me dei "celletti colorati" non me ne frega niente; x me possono anche darli in deroga x aree tradizionali e modalità ristrette; posso umanamente anche essere solidale x alcune zone dove peraltro ho lavorato (bs. pd ad es.); l'importante sul tema x me è che:
                                - ciò non avvenga a scapito di norme già previste dalla 157/92 ovvero NON esista un "do ut des" politico e di compromesso normativo nazionale che possa prevedere come merce di scambio i "celletti colorati";
                                - che gli "sparauccelletti" e "sparatutto rastrellomani" stiano poi MOLTO a distanza dagli appostamenti fissi e temporanei (magari con "precisi vincoli normativi") e con rispetto verso tutti coloro che praticano invece forme di caccia fortemente specializzata, x questione di corretta RECIPROCITà, data la necessità di evitare le forme più deleterie di caccia che impediscono la fermata e la pasturazione degli animali (troppi predicano bene e poi sul campo di battaglia ..... sparano a tutto quello che vola nei 50m e che le distanze di rispetto nemmeno lontanamente sa cosa sono, con una pressione di fuoco esagerata con gruppi ben superiori a 3 ..... dato anche un ambiente praticabile sempre più ristretto x TUTTI).
                                Cordialità a tutti Voi.
                                Cordialmente dallo "yankee" - 58beppe

                                "Tale il carattere, tale il discorso" - "Chi si loda, presto trova chi lo deride" - "Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa" - "Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese".

                                COMMENTA

                                Pubblicita STANDARD

                                Comprimi

                                Ultimi post

                                Comprimi

                                Unconfigured Ad Widget

                                Comprimi
                                Sto operando...
                                X