annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pubblicita 600x70

Comprimi

Protezione delle persone, concitazione e legittima difesa

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Zoom Testo
    #1

    Protezione delle persone, concitazione e legittima difesa

    Protezione delle persone, concitazione e legittima difesa
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • Zoom Testo
    #2
    Si poteva aggiungere anche qualcos'altro alla proposta di legge, ma già così è sicuramente un passo avanti....se viene accettata.

    Volevo porre al legislatore un esempio di caso di legittima difesa non menzionato: Ore 3 di notte, il Sig. Rossi, (uomo mingherlino, alto 1,50 del peso di 55 kg), sente rumori provenienti dalla cucina, capisce che c'è un ladro in casa. Tira fuori dal cassetto la sua pistola, regolarmente detenuta, (per difesa personale) e scende al piano di sotto senza fare rumore. Arriva in cucina ed accende la luce. In quel momento le appare d'avanti il ladro; (uomo enorme, alto circa 2 mt. dal peso di circa 120 kg), il quale per nulla intimorito, avanza verso il proprietario. (Da sottolineare che il ladro è disarmato).
    Si capisce che le stazze dei due non sono minimamente paragonabili per un eventuale colluttazione che sicuramente andrebbe a favore del ladro. A questo punto il Sig. Rossi intima l'alt puntando la pistola, ma l'energumeno non retrocede, anzi avanza. Al Sig. Rossi non resta che sparare.
    Vorrei chiedere al legislatore, se in questo caso non ci sia la legittima difesa. Come si fa a dichiarare l'eccesso!? Come si fa a dire che la difesa non è paragonabile all'offesa!?
    E metti caso che il proprietario non sia mingherlino come il Sig. Rossi, ma sia atletico e muscoloso, ma che gli intrusi siano 2 o 3, anche disarmati. Sei braccia e sei gambe, contro due braccia e due gambe, dove sta l'eccesso?!
    Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
    Sta il cacciator fischiando
    sull'uscio a rimirar..........

    COMMENTA


    • Zoom Testo
      #3
      Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
      Si poteva aggiungere anche qualcos'altro alla proposta di legge, ma già così è sicuramente un passo avanti....se viene accettata.

      Volevo porre al legislatore un esempio di caso di legittima difesa non menzionato: Ore 3 di notte, il Sig. Rossi, (uomo mingherlino, alto 1,50 del peso di 55 kg), sente rumori provenienti dalla cucina, capisce che c'è un ladro in casa. Tira fuori dal cassetto la sua pistola, regolarmente detenuta, (per difesa personale) e scende al piano di sotto senza fare rumore. Arriva in cucina ed accende la luce. In quel momento le appare d'avanti il ladro; (uomo enorme, alto circa 2 mt. dal peso di circa 120 kg), il quale per nulla intimorito, avanza verso il proprietario. (Da sottolineare che il ladro è disarmato).
      Si capisce che le stazze dei due non sono minimamente paragonabili per un eventuale colluttazione che sicuramente andrebbe a favore del ladro. A questo punto il Sig. Rossi intima l'alt puntando la pistola, ma l'energumeno non retrocede, anzi avanza. Al Sig. Rossi non resta che sparare.
      Vorrei chiedere al legislatore, se in questo caso non ci sia la legittima difesa. Come si fa a dichiarare l'eccesso!? Come si fa a dire che la difesa non è paragonabile all'offesa!?
      E metti caso che il proprietario non sia mingherlino come il Sig. Rossi, ma sia atletico e muscoloso, ma che gli intrusi siano 2 o 3, anche disarmati. Sei braccia e sei gambe, contro due braccia e due gambe, dove sta l'eccesso?!
      E' un quesito che mi sono sempre posto, in questi casi la difesa si potrebbe considerare proporzionale all'offesa? Comunque c'è solo da augurarsi tutti di non trovarsi mai in tali situazioni almeno finché c'è l'attuale legislazione.

      COMMENTA


      • Zoom Testo
        #4
        Originariamente inviato da walker960walker Visualizza il messaggio
        Si poteva aggiungere anche qualcos'altro alla proposta di legge, ma già così è sicuramente un passo avanti....se viene accettata.

        Volevo porre al legislatore un esempio di caso di legittima difesa non menzionato: Ore 3 di notte, il Sig. Rossi, (uomo mingherlino, alto 1,50 del peso di 55 kg), sente rumori provenienti dalla cucina, capisce che c'è un ladro in casa. Tira fuori dal cassetto la sua pistola, regolarmente detenuta, (per difesa personale) e scende al piano di sotto senza fare rumore. Arriva in cucina ed accende la luce. In quel momento le appare d'avanti il ladro; (uomo enorme, alto circa 2 mt. dal peso di circa 120 kg), il quale per nulla intimorito, avanza verso il proprietario. (Da sottolineare che il ladro è disarmato).
        Si capisce che le stazze dei due non sono minimamente paragonabili per un eventuale colluttazione che sicuramente andrebbe a favore del ladro. A questo punto il Sig. Rossi intima l'alt puntando la pistola, ma l'energumeno non retrocede, anzi avanza. Al Sig. Rossi non resta che sparare.
        Vorrei chiedere al legislatore, se in questo caso non ci sia la legittima difesa. Come si fa a dichiarare l'eccesso!? Come si fa a dire che la difesa non è paragonabile all'offesa!?
        E metti caso che il proprietario non sia mingherlino come il Sig. Rossi, ma sia atletico e muscoloso, ma che gli intrusi siano 2 o 3, anche disarmati. Sei braccia e sei gambe, contro due braccia e due gambe, dove sta l'eccesso?!
        Se Spari alle parti basse del corpo lo fermi e non c"e" intenzionalità" ad uccidere!!

        COMMENTA


        • Zoom Testo
          #5
          Originariamente inviato da onyx Visualizza il messaggio
          Se Spari alle parti basse del corpo lo fermi e non c"e" intenzionalità" ad uccidere!!
          Si, forse con una 22, ma se usi un 12 o un 20 a distanza ravvicinata, come è in caso di difesa personale, anche se spari alle gambe i danni che fa un simile colpo ha alte probabilità di causare la morte sia per lo shock traumatico sia per l'emorragia.

          COMMENTA


          • Zoom Testo
            #6
            Originariamente inviato da solengo Visualizza il messaggio
            Si, forse con una 22, ma se usi un 12 o un 20 a distanza ravvicinata, come è in caso di difesa personale, anche se spari alle gambe i danni che fa un simile colpo ha alte probabilità di causare la morte sia per lo shock traumatico sia per l'emorragia.
            Concordo.

            COMMENTA


            • Zoom Testo
              #7
              Mi riferivo all"esempio di walker che parla di pistola non di fucile!! Poi ti devo comunque fermare in qualche modo (non posso offrirti il caffe), ma a prescindere dal danno (sparando basso) non c"e" intenzionalità" ad uccidere anche se puo" raramente succedere ....comunque meglio che queste cose non capitano mai.

              COMMENTA


              • Zoom Testo
                #8
                Originariamente inviato da onyx Visualizza il messaggio
                Mi riferivo all"esempio di walker che parla di pistola non di fucile!! Poi ti devo comunque fermare in qualche modo (non posso offrirti il caffe), ma a prescindere dal danno (sparando basso) non c"e" intenzionalità" ad uccidere anche se puo" raramente succedere ....comunque meglio che queste cose non capitano mai.

                ---------------------------------------------------------------------
                Oh, OH....mi è partito un "non mi piace" invece di un "mi piace", sopratutto quando dici che è meglio che non capiti mai!
                Ciao Mauretto, sarai sempre nei miei pensieri.
                Sta il cacciator fischiando
                sull'uscio a rimirar..........

                COMMENTA

                Accedi o Registrati

                Comprimi

                Pubblicita STANDARD

                Comprimi

                Ultimi post

                Comprimi

                Sto operando...
                X