annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Guardie volontarie: quello che è consigliato sapere.

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Guardie volontarie: quello che è consigliato sapere.

    Martedì 07 Ottobre 2014

    Nonostante le disposizioni della legge 157/92 e dello stesso Codice Penale (art. 57), le posizioni della giurisprudenza non sono uniformi circa le funzioni che l’ordinamento attribuisce alle g…uardie volontarie delle associazioni venatorie ambientali ed agricole, anche se una recente sentenza della Corte di Cassazione ha escluso che esse abbiano i poteri propri della Polizia Giudiziaria.
    Riguardo alle modalità operative delle guardie volontarie esse :
    − devono esporre in modo ben visibile il tesserino di riconoscimento;
    − non possono portare divise o fregi diversi da quelli dell’associazione di appartenenza;
    − non possono portare armi durante il servizio;
    − non possono portare dispositivi sonori o luminosi;
    − non possono svolgere il loro servizio nel territorio del Comune di residenza.
    In linea generale, le guardie volontarie possono accertare la violazione delle disposizioni sull’attività venatoria, possono chiedere a qualsiasi persona trovata in possesso di armi o altri strumenti atti alla caccia, in esercizio o in attitudine di caccia, la esibizione della licenza di porto di fucile per uso caccia, del tesserino venatorio, del contrassegno della polizza di assicurazione, nonchè della fauna selvatica abbattuta o catturata.
    Le guardie volontarie, accertata la violazione delle disposizioni sull’attività venatoria, redigono verbali conformi alla legislazione vigente, nei quali devono essere specificate tutte le circostanze del fatto e le eventuali osservazioni del contravventore, e li trasmettono all’ente da cui dipendono.
    LE GUARDIE VOLONTARIE, NON ESSENDO NÉ UFFICIALI NÉ AGENTI DI POLIZIA GIUDIZIARIA, in nessun caso possono procedere a perquisizioni e non hanno il potere di accompagnare il cacciatore presso i loro uffici, mentre possono solo chiedere al cacciatore di attendere sul posto l’arrivo di Ufficiali o Agenti di Polizia Giudiziaria.
    L’invito ad attendere sul posto non può trasformarsi nel fermo di indiziato di delitto (art. 384 c.p.c.), consentito solo agli Ufficiali e Agenti di Polizia Giudiziaria e solo nei confronti di persone indagate di delitti di una certa gravità.
    Ed è per questo motivo che il cacciatore, nei confronti delle guardie volontarie, dovrà tenere un comportamento improntato alla massima collaborazione e comunque volto ad evitare atteggiamenti che con******* il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale. Viceversa, nel caso in cui la guardia volontaria, quale Pubblico Ufficiale, abbia abusato dei propri poteri, il cacciatore potrà presentare denuncia all’Autorità Giudiziaria, direttamente o per il tramite di Uffici di Polizia.
    Pertanto, se la guardia volontaria fa uso legittimo dei poteri che le sono attribuiti, il cacciatore è obbligato a consentirne l’esercizio, evitando così il rischio di essere denunciato per violazione dell’art. 337 c.p., mentre nel caso in cui la guardia volontaria abusasse dei propri poteri, sarà il cacciatore a poterla denunciare. In tal caso, ove fosse accertato che la stessa guardia ha commesso un reato, potrà essere chiamata a rispondere dei danni morali e materiali.


    fonte:cacciaedintorni.it
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Quasi quasi sto pensando di stamparmi una copia di questo scritto e metterlo nel porto d'armi..... non si sa mai... magari trovo qualche "signore" che non si ricorda quali sono i compiti che dovrebbe svolgere....
    Saluti
    Alberto 69 piace questo post.

    COMMENTA


    • #3
      Bravo Alberto!!!
      Troppa gente contro di noi, grazie per aver aperto questo post.
      A volte sbagliamo perché non siamo preparati.

      COMMENTA


      • #4
        Informazione utile Grazie!!!!

        COMMENTA


        • #5
          Non possono esercitare nel comune di residenza?????? Ma sei sicuro ? Qui a Poggibonsi ci sono guardie volontarie arci ,federcaccia wwff ,enpa che svolgono il loro servizio nel comune dove risiedono.E' qualcosa di nuovo?
          Originariamente inviato da Alberto 69 Visualizza il messaggio
          Martedì 07 Ottobre 2014

          Nonostante le disposizioni della legge 157/92 e dello stesso Codice Penale (art. 57), le posizioni della giurisprudenza non sono uniformi circa le funzioni che l’ordinamento attribuisce alle g…uardie volontarie delle associazioni venatorie ambientali ed agricole, anche se una recente sentenza della Corte di Cassazione ha escluso che esse abbiano i poteri propri della Polizia Giudiziaria.
          Riguardo alle modalità operative delle guardie volontarie esse :
          − devono esporre in modo ben visibile il tesserino di riconoscimento;
          − non possono portare divise o fregi diversi da quelli dell’associazione di appartenenza;
          − non possono portare armi durante il servizio;
          − non possono portare dispositivi sonori o luminosi;
          − non possono svolgere il loro servizio nel territorio del Comune di residenza.
          In linea generale, le guardie volontarie possono accertare la violazione delle disposizioni sull’attività venatoria, possono chiedere a qualsiasi persona trovata in possesso di armi o altri strumenti atti alla caccia, in esercizio o in attitudine di caccia, la esibizione della licenza di porto di fucile per uso caccia, del tesserino venatorio, del contrassegno della polizza di assicurazione, nonchè della fauna selvatica abbattuta o catturata.
          Le guardie volontarie, accertata la violazione delle disposizioni sull’attività venatoria, redigono verbali conformi alla legislazione vigente, nei quali devono essere specificate tutte le circostanze del fatto e le eventuali osservazioni del contravventore, e li trasmettono all’ente da cui dipendono.
          LE GUARDIE VOLONTARIE, NON ESSENDO NÉ UFFICIALI NÉ AGENTI DI POLIZIA GIUDIZIARIA, in nessun caso possono procedere a perquisizioni e non hanno il potere di accompagnare il cacciatore presso i loro uffici, mentre possono solo chiedere al cacciatore di attendere sul posto l’arrivo di Ufficiali o Agenti di Polizia Giudiziaria.
          L’invito ad attendere sul posto non può trasformarsi nel fermo di indiziato di delitto (art. 384 c.p.c.), consentito solo agli Ufficiali e Agenti di Polizia Giudiziaria e solo nei confronti di persone indagate di delitti di una certa gravità.
          Ed è per questo motivo che il cacciatore, nei confronti delle guardie volontarie, dovrà tenere un comportamento improntato alla massima collaborazione e comunque volto ad evitare atteggiamenti che con******* il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale. Viceversa, nel caso in cui la guardia volontaria, quale Pubblico Ufficiale, abbia abusato dei propri poteri, il cacciatore potrà presentare denuncia all’Autorità Giudiziaria, direttamente o per il tramite di Uffici di Polizia.
          Pertanto, se la guardia volontaria fa uso legittimo dei poteri che le sono attribuiti, il cacciatore è obbligato a consentirne l’esercizio, evitando così il rischio di essere denunciato per violazione dell’art. 337 c.p., mentre nel caso in cui la guardia volontaria abusasse dei propri poteri, sarà il cacciatore a poterla denunciare. In tal caso, ove fosse accertato che la stessa guardia ha commesso un reato, potrà essere chiamata a rispondere dei danni morali e materiali.


          fonte:cacciaedintorni.it

          COMMENTA


          • #6
            Originariamente inviato da alessandro54 Visualizza il messaggio
            Non possono esercitare nel comune di residenza?????? Ma sei sicuro ? Qui a Poggibonsi ci sono guardie volontarie arci ,federcaccia wwff ,enpa che svolgono il loro servizio nel comune dove risiedono.E' qualcosa di nuovo?
            In quell'articolo ci sono diverse inesattezze, la tua obiezione è una di quelle.
            scolopacide e Michele ! piace questo post.

            COMMENTA


            • #7
              Elenchiamo le inesattezze

              Ricordando che ci possono essere differenze nelle leggi regionali.

              − devono esporre in modo ben visibile il tesserino di riconoscimento;

              − non possono svolgere il loro servizio nel territorio del Comune di residenza.

              Altro?
              CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

              COMMENTA


              • #8
                Guardie volontarie: quello che è consigliato sapere.

                Non è la legge regionale a regolare i compiti e i poteri delle guardie volontarie venatorie, ma una legge dello Stato, attraverso le Prefetture che rilasciano i decreti. La Prefettura, e' quella di residenza, e nel Tulps non è citato da nessuna parte che un volontario, addirittura di associazioni venatorie, deve svolgere i suoi compiti fuori dal suo Comune di residenza. Altra castroneria il parallelo che usa nell'invito di rimanere sul posto in attesa della PG con lo strumento del fermo di PG (!).
                Da sapere:
                http://www.asaps.it/nuovo/downloads/...(07_12_13).pdf
                Ultima modifica di Enzo; 11/10/14, 15:47. Motivo: aggiunto link

                COMMENTA


                • #9
                  Grazie Enzo, stampata e messa via...Documento interessante.
                  Mai come oggi c'e' tanta gente che scrive e cosi`poca che legge.

                  COMMENTA


                  • #10
                    Originariamente inviato da Enzo Visualizza il messaggio
                    Non è la legge regionale a regolare i compiti e i poteri delle guardie volontarie venatorie, ma una legge dello Stato, attraverso le Prefetture che rilasciano i decreti. La Prefettura, e' quella di residenza, e nel Tulps non è citato da nessuna parte che un volontario, addirittura di associazioni venatorie, deve svolgere i suoi compiti fuori dal suo Comune di residenza. Altra castroneria il parallelo che usa nell'invito di rimanere sul posto in attesa della PG con lo strumento del fermo di PG (!).
                    Da sapere:
                    http://www.asaps.it/nuovo/downloads/...(07_12_13).pdf

                    Quando parlavo di differenze nelle leggi regionali non mi riferivo specificamente ai poteri e ai compiti che sono uguali in ogni regione dopo gli ultimi chiarimenti e sentenze ma alle semplici inesattezze nell'articolo sopra riportato (vedi tesserino esposto, servizio nel comune di residenza).
                    Per quanto riguarda i decreti vengono rilasciati dalla Prefettura quelli delle guardie zoofile dalle amministrazioni provinciali quelli ittici venatori.

                    Questo in Campania LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 9 AGOSTO 2012

                    Art. 28

                    (Vigilanza venatoria)

                    1. La vigilanza sull'applicazione delle leggi venatorie è delegata alle Province che provvedono a mezzo dei
                    propri agenti e coordinano le attività degli organi di vigilanza venatoria delle associazioni venatorie, agricole e
                    di protezione ambientale.
                    La Regione può dotarsi di propri agenti che svolgono le stesse mansioni e rivestono
                    le stesse qualifiche degli agenti dipendenti delle Province.
                    2. Gli agenti delle Province e della Regione ottengono il riconoscimento, ai sensi della legislazione vigente,
                    della qualità di agenti di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza. È loro consentito portare armi durante il
                    servizio, per lo svolgimento dei compiti di istituto ed eventuali armi con proiettile a narcotico. Le armi di cui
                    sopra sono portate e detenute in conformità al regolamento di cui all'articolo 5, comma 5, della legge 7 marzo
                    1986, n. 65 (Legge-quadro sull’ordinamento della polizia municipale).
                    3. Le guardie volontarie delle associazioni venatorie, agricole e di protezione ambientale nazionali presenti nel
                    CTFVN, e quelle delle associazioni di protezione ambientale riconosciute dal Ministero dell'ambiente,
                    ottengono il riconoscimento della qualità di guardia particolare giurata ai sensi dell’articolo 138 del Testo unico
                    delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con Regio decreto 18 giugno 1931, n.773; alle guardie venatorie
                    volontarie nell’esercizio delle proprie funzioni è sempre consentito portare utensili da punta e taglio, ed armi da
                    caccia con munizione intera.
                    **
                    4. La vigilanza di cui al comma 1 è , inoltre, affidata:
                    a) agli ufficiali e guardie del Corpo Forestale dello Stato, alle guardie addette a parchi nazionali e
                    regionali, agli ufficiali ed agenti di polizia giudiziaria;
                    b) alle guardie giurate comunali forestali e campestri, alle guardie private riconosciute ai sensi del Testo
                    unico delle leggi di pubblica sicurezza, alle guardie ecologiche e zoofile riconosciute da legge regionale,
                    purché muniti dell’attestato di idoneità di cui al comma 6.
                    5. Gli agenti svolgono le proprie funzioni, di norma, nell'ambito della circoscrizione territoriale di competenza,
                    e le guardie volontarie nell’ambito del territorio della provincia di residenza.



                    ** La conosco http://www.migratoria.it/forum/sente...iasi-arma.html
                    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                    COMMENTA


                    • #11
                      Decreto rilasciato dall'Amministrazione Provinciale di Napoli.
                      (essendo del 2005 fa riferimento ancora alla vecchia legge sulla caccia)

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Decreto.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 49.8 KB 
ID: 1683632
                      CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                      COMMENTA


                      • #12
                        ...........Quando parlavo di differenze nelle leggi regionali non mi riferivo specificamente ai poteri e ai compiti che sono uguali in ogni regione ma alle semplici inesattezze nell'articolo sopra riportato (vedi tesserino esposto, servizio nel comune di residenza).

                        Per quanto riguarda i decreti vengono rilasciati dalla Prefettura quelli delle guardie zoofile dalle amministrazioni provinciali quelli ittici venatori......


                        Quindi dicevamo la stessa cosa!? [emoji1]

                        COMMENTA


                        • #13
                          Enzo nessuna inesattezza, è proprio quello che prevede il ns regolamento provinciale per le guardie volontarie.
                          Più buio che a mezzanotte non viene

                          COMMENTA


                          • #14
                            Originariamente inviato da Diego Visualizza il messaggio
                            Enzo nessuna inesattezza, è proprio quello che prevede il ns regolamento provinciale per le guardie volontarie.
                            E cioè?........

                            COMMENTA


                            • #15
                              Questo è il regolamento che cita Diego.
                              http://www.provincia.brescia.it/port...s/1/164265.PDF
                              CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                              COMMENTA

                              Chi ha letto questa discussione negli ultimi 10 giorni:

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Trending

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi

                              Tag nuvola

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Sto operando...
                              X