annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Quando Pagare la tassa di Concessione Governativa

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (50%) dei costi necessari.
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Quando Pagare la tassa di Concessione Governativa

    Il Porto di fucile per uso caccia, come è noto, è soggetto al pagamento di una tassa di concessione governativa che deve essere versata anche per ogni anno di vigenza del documento (sei anni dal rilascio). Taluni, però, esercitando l’ attività venatoria in modo discontinuo pagano la tassa magari il primo anno, poi il secondo anno non la pagano, perché non intendono recarsi a caccia. È in questa circostanza che cominciano a sorgere i problemi: se la tassa non è pagata, si possono acquistare armi e munizioni? Si può trasportare l’arma al poligono? Il Porto d’armi, insomma, è valido a tutti gli effetti o è in qualche misura “mutilato”? Se si ricominciano a versare le tasse annuali, che tipo di validità avranno? Cerchiamo di dare, sinteticamente, una risposta a queste domande. La norma di riferimento è il dpr 641/72, pubblicato sul supplemento ordinario n° 3 alla Gazzetta Ufficiale n° 292 dell’11 novembre 1972, dal titolo “Disciplina delle tasse sulle concessioni governative”. Il documento, modificato e aggiornato nel tempo (soprattutto in relazione all’ammontare delle tasse…), è tuttora in vigore e detta regole molto precise in merito alla validità dei versamenti e del Porto d’armi per uso caccia. Il titolo II del dpr, innanzi tutto, prevede espressamente che sia dovuta una tassa per la concessione del Porto di fucile per uso caccia e una, di pari importo, per il rinnovo annuale. La nota 1 all’articolo 5 del titolo II, in modo piuttosto sibillino, recita: “Le licenze sono valide per sei anni. Agli effetti delle tasse annuali si intende per anno il periodo di dodici mesi decorrente dalla data corrispondente a quella di emanazione della licenza; la tassa deve essere pagata, per ciascun anno successivo a quello di emanazione, prima dell'uso dell’ arma e non è dovuta per gli anni nei quali non se ne fa uso”. Da questo ricaviamo, innanzi tutto, che il periodo di dodici mesi di validità del primo versamento decorre non dalla data di effettivo pagamento del bollettino postale, bensì dalla data in cui ci viene rilasciato il libretto (necessariamente successiva, anche di un mese o due, perché le questure vogliono il bollettino pagato prima di istruire la pratica). Un altro punto importante è che, se non si “fa uso” dell’arma si può evitare di pagare la tassa. Cosa si intende, però, per “uso”? dal momento che la norma è riferita all’attività venatoria si potrebbe essere portati a pensare che il mancato pagamento precluda solo la possibilità di esercitare l’attività venatoria, mantenendo però la possibilità di acquistare armi e munizioni e trasportare le stesse. L’articolo 8 del citato dpr, però, porta a propendere per un’ipotesi differente, recitando: “Gli atti per i quali sono dovute le tasse non sono efficaci sino a quando queste non siano pagate”. Questo ci fa capire che il Porto di fucile, in assenza del versamento, è un documento perfettamente valido, ma inefficace. Ne consegue che il mancato pagamento della tassa lascia l’intestatario nella stessa condizione di chi non ha mai richiesto un Porto d’ armi (anche se la sanzione è, in questo caso, di tipo amministrativo e non penale). Un altro aspetto “misterioso” concerne, invece, il momento in cui si desidera riprendere l’attività venatoria e, quindi, ci si reca nuovamente alla posta a effettuare il prescritto versamento. A quel punto, la data di validità del versamento non potrà più coincidere con quella di rilascio del libretto, ma i dodici mesi di validità inizieranno a decorrere dal giorno di pagamento della tassa. L’inizio della validità del versamento successivo, naturalmente, coinciderà con la fine della validità del precedente, fino alla scadenza del libretto. A quel punto, evidentemente, anche se sono trascorsi meno di dodici mesi dall’ultimo versamento, il documento sarà irrimediabilmente scaduto e il “residuo” di giorni di validità andrà perso. L’eventualità si verificherà, ovviamente, solo nel caso in cui si sia omesso di rinnovare ciclicamente i versamenti prima della scadenza dei precedenti, senza soluzione di continuità: in quest’ultima eventualità, invece, visto che i dodici mesi di validità del primo versamento decorrono dalla data del rilascio del libretto, Il versamento per il sesto anno di validità scadrà esattamente nello stesso giorno di scadenza del libretto. Un esempio pratico aiuterà a capire: poniamo il caso che si sia ricevuto il libretto il giorno 25 novembre 2002: il versamento scadrà il 24 novembre 2003. Se, prima di tale data, ci si recherà in posta a effettuare un nuovo versamento, quest’ultimo avrà validità dal 25 novembre 2003 fino al 24 novembre 2004, e così via fino alla scadenza del Porto d’armi, il 24 novembre 2008. Poniamo il caso, adesso, che il Porto d’armi sia stato emesso il 25 novembre 2002 e che non si effettui più alcun versamento fino, poniamo, al 3 gennaio 2005. A quel punto, il versamento varrà dal 3 gennaio 2005 al 2 gennaio 2006. Rinnovando il pagamento della tassa entro tale data, il nuovo versamento varrà dal 3 gennaio 2006 al 2 gennaio 2007. L’ultimo versamento varrà, invece, dal 3 gennaio 2008 al 24 novembre 2008, giorno di scadenza del libretto.
    A proposito di scadenza del pda:
    http://www.migratoria.it/forum/vbdow...ownloadid=1188
    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

  • #2
    Giusto ieri mi sono fatto una bella chiacchierata con il comandante delle guardie venatorie della lipu,e abbiamo toccato anche questo argomento.
    Sembra che alcuni punti di legge siano stati cambiati,per quanto concerne la tassa di concessione governativa questa è strettamente legata alla data di rilascio del pda,e va pagata assolutamente alla sua scadenza o nei giorni successivi,non prima.
    Se uno non intende rinnovare non ne è tenuto al pagamento.
    Per quanto concerne un pda con le tasse scadute,il trasporto di un'arma non rientra più come sanzione equiparato ad un porto abusivo d'arma,ma bensi in una sanzione amministrativa per mancato pagamento della tassa di concessione governativa,ovviamente il pda deve essere in corso di validità dei 6 anni dalla data di rilascio.
    La persona si è mostrata estremamente cordiale e anche molto preparata,ma siccome con le armi è meglio andarci con i piedi di piombo,non avendo il testo di legge che comprova quanto affermato,prendila come una notizia da verificare con fonti"ufficiali".
    "Caro amico ti scrivo...così mi disdraggo un pò...ma siccome sei molto lontano più forte ti scriverò........."
    Maurè per sempre nel mio cuore.
    Buon viaggio amico mio.

    COMMENTA


    • #3
      Concordo in pieno con palomba70, infatti, l’articolo il d.m. 28.12.2005, il quale disciplina la materia delle tasse di conc. gover., statuisce, che le tasse di con. govern. sono annuali, e l'annualità deve computarsi dal giorno del rilascio della autorizzazione, licenza o titolo, precisando, all'art. 8, che per tutti quelli atti per i quali la legge richiede il pagamento delle tasse di conc. gover., il mancato pagamento delle stesse, determina l'inefficacia del titolo, della autorizzazione o della licenza. Ciò ha poi un importante conseguenza, che in altri post ho cercato di spiegare, su un argomento molto caro a noi cacciatori, ossia se con pda uso caccia e tassa conc. gover. si possono acquistare o vendere armi. E bene a mio sommesso pare la risposta non può non essere che positiva, in quanto per il su richiamato art. 8 il mancato pagamento determina solo l'inefficacia non riguardando la validità del titolo. Tuttavia molti commissariati continuano a pretendere il pagamento delle tasse di conc. gover.
      Saluti.

      COMMENTA


      • #4
        Alberto ha spiegato con estrema semplicità i contenuti della norma cui si fa riferimento, senza dover aggiungere altro. Non si può essere d'accordo, evidentemente, ma tant'è!

        COMMENTA


        • #5
          ciao Alberto 69, mi hai fatto venire un dubbio : quando fai l"esempio che scade il 24 novembre si intende che il giorno 24 sei coperto fino alle ore 24,00 giusto! A me la data di rilascio PD e" il 16 settembre, il giorno 15 settembre di quest"anno (apertura) io sono coperto per tutto il giorno con i versamenti delle stagione scorsa e" cosi" credo. Anche l"assicurazione dovrebbe essere a posto!!

          COMMENTA


          • #6
            Per la tassa di conc. govr. non ci son problemi, perché indipendentemente da quando paghi, materialmente il bollettino, questa scadrà sempre il 16 settembre dell'anno successivo. Le tasse regionali e l'assicurazione hanno validità di un anno solare, quindi se vai alla sezione dove sei iscritto ti consegneranno il tesserino venatorio per il corrente anno.
            Saluti.

            COMMENTA


            • #7
              Okkio che non è così elementare!....va pagata il giorno dopo della scadenza se no riscade!....almeno a me in associazione mi spiegarono così specialmente col rinnovo dei sei anni!....

              COMMENTA


              • #8
                Originariamente inviato da maia Visualizza il messaggio
                Okkio che non è così elementare!....va pagata il giorno dopo della scadenza se no riscade!....almeno a me in associazione mi spiegarono così specialmente col rinnovo dei sei anni!....
                A quanto ne so io si può pagare anche il giorno stesso,se si paga prima bisogna avere dietro i versamenti dal rinnovo per confermare che non si é saltato un anno.
                Per quanto riguarda il rinnovo dei sei anni il problema non sussiste perché devi mandare in questura tutto prima della scadenza e automaticamente i versamenti sono prolungati fino alla scadenza del libretto nel rinnovo successivo
                Un saluto

                COMMENTA


                • #9
                  Originariamente inviato da nino65 Visualizza il messaggio
                  A quanto ne so io si può pagare anche il giorno stesso,se si paga prima bisogna avere dietro i versamenti dal rinnovo per confermare che non si é saltato un anno.
                  Per quanto riguarda il rinnovo dei sei anni il problema non sussiste perché devi mandare in questura tutto prima della scadenza e automaticamente i versamenti sono prolungati fino alla scadenza del libretto nel rinnovo successivo
                  Un saluto
                  Che vi devo dire....questo è ciò che mi han fatto sempre fare in associazione ogni anno...

                  COMMENTA


                  • #10
                    Originariamente inviato da onyx Visualizza il messaggio
                    ciao Alberto 69, mi hai fatto venire un dubbio : quando fai l"esempio che scade il 24 novembre si intende che il giorno 24 sei coperto fino alle ore 24,00 giusto! A me la data di rilascio PD e" il 16 settembre, il giorno 15 settembre di quest"anno (apertura) io sono coperto per tutto il giorno con i versamenti delle stagione scorsa e" cosi" credo. Anche l"assicurazione dovrebbe essere a posto!!
                    Esatto per la tassa governativa.
                    Per l'assicurazione è valida fino alle ore 24.00 del giorno del rilascio (anno successivo).

                    Ciao Alberto...
                    CHI AMA LA CACCIA VIVE LA NATURA sigpic

                    COMMENTA


                    • #11
                      Originariamente inviato da Alberto 69 Visualizza il messaggio
                      Esatto per la tassa governativa.
                      Per l'assicurazione è valida fino alle ore 24.00 del giorno del rilascio (anno successivo).

                      Ciao Alberto...
                      Confermo quello che ha scritto Alberto,io sono al trentesimo rinnovo annuale e essendo nato di ottobrè e non avendo perso nemmeno un giorno per averlo ho la scadenza a novembre con conseguenti peripezie nel corso degli anni per non perdere nemmeno una mattina di caccia arrivando perfino a farlo prima e a portarmi dietro quattro versamenti,fermato dalla forestale con una paura da morire é risultato tutto a posto
                      Un saluto.

                      COMMENTA


                      • #12
                        Originariamente inviato da nino65 Visualizza il messaggio
                        Confermo quello che ha scritto Alberto,io sono al trentesimo rinnovo annuale e essendo nato di ottobrè e non avendo perso nemmeno un giorno per averlo ho la scadenza a novembre con conseguenti peripezie nel corso degli anni per non perdere nemmeno una mattina di caccia arrivando perfino a farlo prima e a portarmi dietro quattro versamenti,fermato dalla forestale con una paura da morire é risultato tutto a posto
                        Un saluto.
                        Quello che è successo a te è successo anche a qualche mio amico,ma nella realtà non è cosi.
                        La tassa di concessione governativa scade alle h24.00 del giorno antecedente la data di rilascio del pda,ed essendo una tassa di concessione non può essere pagata in anticipo,ma va rispettata la scadenza.
                        "Caro amico ti scrivo...così mi disdraggo un pò...ma siccome sei molto lontano più forte ti scriverò........."
                        Maurè per sempre nel mio cuore.
                        Buon viaggio amico mio.

                        COMMENTA


                        • #13
                          Ragazzi ho un grosso problema, ma mi pare di capire che non sia proprio un problema......

                          In pratica mio padre ha il porto d'armi rilasciato il 30 ottobre di qualche anno fa...........e l'anno scorso non ha pagato le tasse di concessione perché non è andato a caccia.....

                          adesso quest'anno vorrebbe andarci, ma ovviamente c'è un problema per quanto riguarda la tassa di concessione......pagando la tassa per esempio ad inizio settembre, mi confermate che poi la tassa è valida per un anno solare dal versamento?

                          Tutti, e dico tutti(comprese le associazioni), mi dicono che pagando prima,la tassa inesorabilmente scade il giorno del rilascio del libretto......

                          dove posso trovare un decreto,una legge da stampare e da poter sbattere in faccia ad un eventuale controllo che contesti il fatto?

                          Grazie.
                          La caccia non è sport!!!assomiglia piuttosto ad un tormento,che ha fine soltanto quando incomincia di nuovo.......e il giorno non conosce respiro!!!!!

                          COMMENTA


                          • #14
                            Originariamente inviato da palomba 70 Visualizza il messaggio
                            Quello che è successo a te è successo anche a qualche mio amico,ma nella realtà non è cosi.

                            La tassa di concessione governativa scade alle h24.00 del giorno antecedente la data di rilascio del pda,ed essendo una tassa di concessione non può essere pagata in anticipo,ma va rispettata la scadenza.
                            Postata da Cicalone

                            comunque ho fatto la domanda al giudice Mori postero' la sua risposta


                            Dal giudice E. Mori:

                            Un anno solare va dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2013, non al 1° gennaio 2014.

                            E così per ogni altra data. Quindi nel suo esempio scade al 31 agosto (giorno in cui può ancora cacciare). Lei può pagare la tassa quando vuole; anche un mese prima; il pagamento vale sempre per il futuro e dal momento in cui inizia il nuovo anno di validità.

                            Saluti eM

                            prendo visione della edotta risposta che chiude la questione

                            Grazie a tutti.
                            Il giudice Mori non dice quello che dici tu
                            un saluto.

                            COMMENTA


                            • #15
                              Infatti pareri sono discordanti e anche io mi ero posto il problema
                              stando così le cose fa fede il versamento e da quel momento dovrebbe decorrere l'anno di validità indipendentemente dal rilascio del pda
                              ovvio che alla scadenza dei 6 anni fa fede la scadenza del pda
                              cmq continuo ad essere confuso.

                              COMMENTA

                              Pubblicita STANDARD

                              Comprimi

                              Ultimi post

                              Comprimi

                              Unconfigured Ad Widget

                              Comprimi
                              Sto operando...
                              X