annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Sentenza Cassazione

Comprimi

Mantieni online il sito per tutto il 2019

Comprimi
Le donazioni inviate sino ad oggi hanno ricoperto il (44%) dei costi necessari.
X
Comprimi
Su questa pagina ci sono 1 persona/e che stanno leggendo il contenuto di questa discussione: (0) Utenti registrati - (1) Ospiti
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    ovvio... solo le cartucce a palla vanno denunciate, insieme a polvere e pallottole per pistola
    Michele ! piace questo post.

    COMMENTA


    • #17
      Originariamente inviato da luigi76 Visualizza il messaggio
      ovvio... solo le cartucce a palla vanno denunciate, insieme a polvere e pallottole per pistola
      Ma ci sono carabine che usano pallottole e polvere da pistola, e pistole che usano palle usabili anche da carabina--e polveri che si usano per pistola, carabina, e liscio. Allora fai prima a denunciare tutto: munizionamento e i suoi componenti, armi, scovolini, ottiche, stampi, e i lacci degli scarponi che usi a caccia... Ma come si fa ad essere in regola da voi? Scommetto che un funzionario deciso a sbattervi dentro o almeno a sequestrarvi armi, munizioni e Pda sara' sempre e comunque capace di trovare qualche codicillo che vi inc...hioda, qualche cavillo che vi rovina, qualche minuzia che in buona fede avete trascurato... Tutti in liberta' provvisoria e con la presunzione di colpevolezza che tocca a voi demolire a suon di soldi e avvocati.
      Da incubo. Adesso vi stanno anche per togliere da sotto al naso la legge della legittima difesa dopo avervela fatta annusare... Ma i forconi? Quand'e' che ricorrerete ai forconi?
      walker960walker piace questo post.
      CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

      COMMENTA


      • #18
        Originariamente inviato da luigi76 Visualizza il messaggio
        Non si denunciano ottiche e cartucce ma bisogna solo avere il titolo di possederle..
        Se considerate "parti d'arma" dovranno essere denunciate eccome le ottiche
        L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

        COMMENTA


        • #19
          Originariamente inviato da giovannit. Visualizza il messaggio
          Ma ci sono carabine che usano pallottole e polvere da pistola, e pistole che usano palle usabili anche da carabina--e polveri che si usano per pistola, carabina, e liscio.................... Ma i forconi? Quand'e' che ricorrerete ai forconi?
          Qua' tutto il munizionamento che riguarda il rigato (carabina/pistola) va messo in denuncia facendo attenzione a non superare il limite complessivo x tutti i calibri posseduti, se ricordo bene, di 200 pezzi totali ! Per chi detiene polvere da sparo x ricarica e cartucce a palla per il liscio....idem : obbligo di denuncia (non rammento i quantitativi !?!)

          Poi c'e' il mistero dei caricatori di carabine e pistole semiautomatiche che a tutt'oggi, ancora per me ,rimane tale avendo anche serenamente rinunciato a tentare di comprenderne sia il senso che le modalita' dell'eventuale messa in denuncia ! Potrebbe andar peggio.......a giudicare da quel che si legge in giro in materia d'armi.......e sicuramente sara'.


          P.s. Per quel che riguarda i forconi c'era un movimento cosi' detto che nacque credo in Sicilia e che fu' rapidamente eliminato comprandone, letteralmente, i promotori , annullandolo in men che non si dica !

          Per l'aspetto pratico d'una eventuale costruzione di forche atte all'impiccagione di tutti i parlamentari nell'immediato d'un eventuale rivoluzione si avrebbero problemi logistici nella reperibilita' di legname adatto che magari si potrebbe ovviare ricorrendo ai pali dell'illuminazione pubblica nelle varie citta', ma ci si dovrebbe confrontare con le lungaggini dei bandi di gara per l'appalto del taglio degli alberi e l'ovvia ostilita' degli ambientalisti per la prima soluzione e il parere avverso delle municipalizzate nel veder destinato ad altro uso i loro impianti seppur disastrati da anni d' incuria nella seconda ipotesi!

          Sempre nell'ambito delle municipalizzate da scartare anche l'ipotesi fucilazione e fosse comuni,almeno su' Roma vista l'incapacita' dell Ama di smaltire qualsivoglia rifiuto ormai e la poca disponibilita' di munizionamento per rigato dei privati cittadini...... come si evince dal post.

          Me pare che i greci dicevano : Panta rei.....
          ma qua' semo latini..... ergo : immotum stare....semper.
          A luigi76, walker960walker e 3 altri utenti piace questo post.

          "e si cara bella gente,staro' li' a sogna' beatamente....perche' in fonno de 'sto poro monno,ormai,nun me ne po' proprio piu' frega'niente!

          Anzi....mo' ve lo dico: con grande gioia rincontrero' n'Amico!"

          CIAO MAURE' !!!

          Tributo al piu' grande.......clicca sotto !!!
          https://www.youtube.com/watch?v=bYTJ-MzxkkY

          COMMENTA


          • setterman1
            setterman1 commentata
            Modifica di un commento
            Vogliamo sentirci greci per una volta? Nel tutto scorre di eraclitiana memoria, scorreranno pure questi. In fin dei conti la Magna Grecia comprendeva una parte importante dell'Italia.
            setterman1
            erchiappetta piace questo post.

        • #20
          Immotum stare, semper? Non e' vero. Di movimento ce ne e' tanto. E' pero' un movimento esclusivamente peristaltico e risulta soltanto in una megagalattica produzione di ......
          CHI SE FA PECORA OBBEDISCE AR PECORARO!

          COMMENTA


          • #21
            Originariamente inviato da darkmax Visualizza il messaggio

            Se considerate "parti d'arma" dovranno essere denunciate eccome le ottiche
            E' proprio questa l'assurdita'.....non si possono in nessun modo equiparare le ottiche (di qualsiasi tipo: cannocchiali, punti rossi, ecc.) con munizionamento o polvere per ricarica anche se si e' sprovvisti di PDA!!!!! Ne' tantomeno considerare le ottiche come "parte essenziale d'arma"!!!!!!!
            Se cosi' fosse....ha ragione Giovanni...prima o poi dovremo denunciare i lacci per gli scarponi!!!!!

            Un saluto
            Alberto
            erchiappetta e walker960walker piace questo post.

            COMMENTA


            • #22
              allora vedo che non avete letto bene la sentenza... sono considerate parti di arma ok.. il problema non è non aver denunciato l'ottica, ma AVERNE I REQUISITI PER TENERLA IN CASA, detenere un ottica che può essere montata e utilizzata solamente per carabina e non avere il pda è come detenere un arma illegalmente, perché ovvio si presume possa essere utilizzata in qualche circostanza (vedi bracconaggio).... allora se fosse così potrei detenere cartucce senza avere un fucile visto che tanto non potrei offendere senza lo stesso... il testo unico sulle armi è molto restrittivo e questo dal 1972, magari possiamo interrogarci se può essere migliorato ma visto come cambiano le leggi in materia di caccia io mi terrei questo... saluti
              livia1968 e erchiappetta piace questo post.

              COMMENTA


              • #23
                A dire il vero l ho letta abbastanza bene e, secondo me, è completamente sbagliata.
                Prima di tutto le ottiche non sono parti d arma e non capisco come possano ritenerle tali in contrasto con un articolo di legge che definisce in modo preciso quali sono le stesse( art 842 tulps? Vado a memoria).
                Da oggi , TEORICAMENTE, tutti coloro che hanno un ottica a casa, pensa ad esempio agli appassionati di aria compressa, dovrebbero correre a fare il porto d armi o dovrebbero sotterrarle in giardino.
                Seconda cosa, non si può certo presumere che io la usi per bracconaggio dato che come detto sopra, potrei montarla su di un aria compressa o su un fucile da softair.
                La sentenza non sta ne in cielo ne in terra a prescindere se il tipo aveva o meno il pda.

                ovviamente secondo me che non sono né avvocato ne giudice


                L' Alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia*

                COMMENTA


                • #24
                  D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 527.
                  Attuazione della direttiva 91/477/CEE relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.

                  Vi invito a leggere questo articolo di legge al punto 1/bis....sarà tutto più chiaro...
                  livia1968 piace questo post.

                  COMMENTA


                  • #25
                    Originariamente inviato da luigi76 Visualizza il messaggio
                    D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 527.
                    Attuazione della direttiva 91/477/CEE relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.

                    Vi invito a leggere questo articolo di legge al punto 1/bis....sarà tutto più chiaro...
                    Ciao Luigi, l'articolo da te postato e' giusto ma, facendo una piccola ricerca, ho trovato che ci sono stati degli aggiornamenti, gia' da diverso tempo, inerenti alla detenzione di armi.
                    Riporto un trafiletto (estrapolato da questo sito: https://poliziamoderna.poliziadistat...5ac34506833928) che riguarda proprio il come considerare un ottica ai fini di legge:

                    Il caricatore, già inserito nell’art. 19 della legge 110/75, non essendo stato riportato nell’elenco delle “parti”, e a seguito di espressa cancellazione di tale parola, con la modifica dell’art. 19, apportata dal presente dlgs (art. 5, comma 1, lettera L), non è più considerabile “parte” di arma, ma declassato ad accessorio, come il cannocchiale, i variatori di strozzatura, il freno di bocca, i contrappesi, i visori notturni, oggetti non sottoposti ad alcuna limitazione della normativa sulle armi, come esplicitato nella circolare del 24 giugno 2011 ( pag. 11).

                    Altra versione a cura di Edoardo Mori sempre sull'aggiornamento del decreto da te postato, tratto da questo sito: http://www.earmi.it/diritto/leggi/de...ivo%202010.htm

                    Art. 2 (Modifiche ai decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 527)
                    1. Al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 527, sono apportate le seguenti modificazioni:
                    a) all'articolo 1 il comma 1 è sostituito dal seguente;
                    “1. Il presente decreto legislativo costituisce attuazione della direttiva del Consiglio delle Comunità europee 91/477/CEE del 18 giugno 1991, come modificata dalla direttiva 2008/51/CE, relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.";
                    b) dopo l'articolo 1 è inserito il seguente:
                    “Art. 1 - bis Ai fini del presente decreto, si intende per:
                    a) “arma da fuoco"; qualsiasi arma portatile a canna che espelle, è progettata ad espellere o può essere trasformata al fine di espellere un colpo, una pallottola o un proiettile mediante l’azione di un combustibile propellente, a meno che non sia esclusa per una delle ragioni elencate al punto III dell'allegato I della direttiva 91/477/CEE, e successive modificazioni. Un oggetto è considerato idoneo ad essere trasformato al fine di espellere un colpo, una pallottola o un proiettile mediante l'azione di un combustibile propellente se ha l'aspetto di un'arma da fuoco e, come risultato delle sue caratteristiche di fabbricazione o del materiale a tal fine utilizzato, può essere cosi trasformato;
                    b) “parte": qualsiasi componente o elemento di ricambio specificamente progettato per un'arma da fuoco e indispensabile al suo funzionamento, in particolare la canna, il fusto o la carcassa, il carrello o il tamburo, l’otturatore o il blocco di culatta, nonché ogni dispositivo progettato o adattato per attenuare il rumore causato da uno sparo di arma da fuoco;

                    Nota: il caricatore e il serbatoio non sono più parti dell’arma; il silenziatore è in effetti un accessorio che viene assimilato al regime delle parti di arma e quindi, chi lo diene, deve denunziarlo; nella pratica non cambia nulla, salvo che sul piano delle pene. Il blocco di culatta voleva indicare principalmente la bascula
                    Si noti come il fatto che il silenziatore sia strato espressamente assimilato alle parti di armi, conferma che non sono tali tutti gli altri accessori (cannocchiale, strozzatori, rompi fiamma, freni di bocca) così definitivamente demolendo le sciocchezze scritte da Commissione e Cassazione. Diventano liberi i silenziatori per armi ad aria compressa.
                    Non variano le disposizioni sul numero di colpi che è consentito usare su ogni arma catalogata; però non è più vietato detenere caricatori con un numero maggiore di colpi (salvo ovviamente quelli eguali a caricatori usati su armi da guerra), purché non si montino sull’arma catalogata.
                    L’art 13, più sotto, conferma che non si considerano parti i pezzi di arma non ancora pronti per il montaggio (semilavorati).


                    c) "parte essenziale": il meccanismo di chiusura, la camera e la canna di armi da fuoco che, in quanto oggetti distinti, rientrano nella categoria in cui è stata classificata l'arma da fuoco di cui fanno parte o sono destinati a farne parte;
                    d) "munizione": l'insieme della cartuccia e dei componenti, compresi i bossoli, gli inneschi, la polvere da sparo, le pallottole o i proiettili, utilizzati su di un'arma da fuoco;


                    Sono sicuro che la tua convinzione, sul fatto di poter detenere un cannocchiale solo se in possesso di PDA, e' supportata dal vecchio decreto non sapendo che successivamente, come puoi vedere, sono cambiate alcune cose.
                    Credimi, non e' assolutamente per fare polemica o contrastare una tua opinione, ma solamente per fare un po' di chiarezza in merito, visto che quando si tratta di armi, l'argomento diventa alquanto spinoso.....e non per colpa nostra....

                    Con simpatia
                    Alberto

                    erchiappetta e livia1968 piace questo post.

                    COMMENTA


                    • #26
                      Originariamente inviato da teufel.35 Visualizza il messaggio

                      Ciao Luigi, l'articolo da te postato e' giusto ma, facendo una piccola ricerca, ho trovato che ci sono stati degli aggiornamenti, gia' da diverso tempo, inerenti alla detenzione di armi.
                      Riporto un trafiletto (estrapolato da questo sito: https://poliziamoderna.poliziadistat...5ac34506833928) che riguarda proprio il come considerare un ottica ai fini di legge:

                      Il caricatore, già inserito nell’art. 19 della legge 110/75, non essendo stato riportato nell’elenco delle “parti”, e a seguito di espressa cancellazione di tale parola, con la modifica dell’art. 19, apportata dal presente dlgs (art. 5, comma 1, lettera L), non è più considerabile “parte” di arma, ma declassato ad accessorio, come il cannocchiale, i variatori di strozzatura, il freno di bocca, i contrappesi, i visori notturni, oggetti non sottoposti ad alcuna limitazione della normativa sulle armi, come esplicitato nella circolare del 24 giugno 2011 ( pag. 11).

                      Altra versione a cura di Edoardo Mori sempre sull'aggiornamento del decreto da te postato, tratto da questo sito: http://www.earmi.it/diritto/leggi/de...ivo%202010.htm

                      Art. 2 (Modifiche ai decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 527)
                      1. Al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 527, sono apportate le seguenti modificazioni:
                      a) all'articolo 1 il comma 1 è sostituito dal seguente;
                      “1. Il presente decreto legislativo costituisce attuazione della direttiva del Consiglio delle Comunità europee 91/477/CEE del 18 giugno 1991, come modificata dalla direttiva 2008/51/CE, relativa al controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi.";
                      b) dopo l'articolo 1 è inserito il seguente:
                      “Art. 1 - bis Ai fini del presente decreto, si intende per:
                      a) “arma da fuoco"; qualsiasi arma portatile a canna che espelle, è progettata ad espellere o può essere trasformata al fine di espellere un colpo, una pallottola o un proiettile mediante l’azione di un combustibile propellente, a meno che non sia esclusa per una delle ragioni elencate al punto III dell'allegato I della direttiva 91/477/CEE, e successive modificazioni. Un oggetto è considerato idoneo ad essere trasformato al fine di espellere un colpo, una pallottola o un proiettile mediante l'azione di un combustibile propellente se ha l'aspetto di un'arma da fuoco e, come risultato delle sue caratteristiche di fabbricazione o del materiale a tal fine utilizzato, può essere cosi trasformato;
                      b) “parte": qualsiasi componente o elemento di ricambio specificamente progettato per un'arma da fuoco e indispensabile al suo funzionamento, in particolare la canna, il fusto o la carcassa, il carrello o il tamburo, l’otturatore o il blocco di culatta, nonché ogni dispositivo progettato o adattato per attenuare il rumore causato da uno sparo di arma da fuoco;

                      Nota: il caricatore e il serbatoio non sono più parti dell’arma; il silenziatore è in effetti un accessorio che viene assimilato al regime delle parti di arma e quindi, chi lo diene, deve denunziarlo; nella pratica non cambia nulla, salvo che sul piano delle pene. Il blocco di culatta voleva indicare principalmente la bascula
                      Si noti come il fatto che il silenziatore sia strato espressamente assimilato alle parti di armi, conferma che non sono tali tutti gli altri accessori (cannocchiale, strozzatori, rompi fiamma, freni di bocca) così definitivamente demolendo le sciocchezze scritte da Commissione e Cassazione. Diventano liberi i silenziatori per armi ad aria compressa.
                      Non variano le disposizioni sul numero di colpi che è consentito usare su ogni arma catalogata; però non è più vietato detenere caricatori con un numero maggiore di colpi (salvo ovviamente quelli eguali a caricatori usati su armi da guerra), purché non si montino sull’arma catalogata.
                      L’art 13, più sotto, conferma che non si considerano parti i pezzi di arma non ancora pronti per il montaggio (semilavorati).


                      c) "parte essenziale": il meccanismo di chiusura, la camera e la canna di armi da fuoco che, in quanto oggetti distinti, rientrano nella categoria in cui è stata classificata l'arma da fuoco di cui fanno parte o sono destinati a farne parte;
                      d) "munizione": l'insieme della cartuccia e dei componenti, compresi i bossoli, gli inneschi, la polvere da sparo, le pallottole o i proiettili, utilizzati su di un'arma da fuoco;


                      Sono sicuro che la tua convinzione, sul fatto di poter detenere un cannocchiale solo se in possesso di PDA, e' supportata dal vecchio decreto non sapendo che successivamente, come puoi vedere, sono cambiate alcune cose.
                      Credimi, non e' assolutamente per fare polemica o contrastare una tua opinione, ma solamente per fare un po' di chiarezza in merito, visto che quando si tratta di armi, l'argomento diventa alquanto spinoso.....e non per colpa nostra....

                      Con simpatia
                      Alberto
                      Si ho letto.. Se leggi dove è scritto "sono considerate parti d'armi in particolare" ect, devi leggere la sottolineatura virgolettata "particolare" non come declassata l'ottica, ma solamente perché parte di arma opzionabile o acquistabile in qualsiasi altro momento.
                      Il decreto precedente è stato solo modificato in parte ma non abrogato, pertanto rimane vigente il primo, altrimenti avresti dovuto trovare nella modifica "ottica o cannocchiale declassato". Da non confondere con binocoli o visori notturni che sono altra cosa..
                      Voi siete convinti che un giudice di Cassazione faccia una sentenza a caso??..
                      Il cacciatore a volte è un po' troppo presuntuoso...

                      COMMENTA


                      • #27
                        Volevo ricordare che le interpretazioni del giudice Mori sebbene siano sempre a mio avviso logiche, intelligenti, coerenti semplici, chiare e mettiamoci pure a nostro favore, non sono leggi. Sono interpretazioni della legge. Ciò vuol dire che in sede di giudizio se ci capitasse lui come giudice, lui intepreterebbe così la norma.
                        erchiappetta, giovannit. e luigi76 piace questo post.
                        "Ci fu un'epoca in cui, se si incontravano altri esseri, non si sapeva con certezza se erano animali o dèi o signori di una specie o demoni o antenati. O semplicemente uomini. Un giorno, che durò molte migliaia di anni, Homo fece qualcosa che nessun altro ancora aveva tentato. Cominciò a imitare quegli stessi animali che lo perseguitavano: i predatori. E diventò cacciatore" Roberto Calasso

                        COMMENTA


                        • teufel.35
                          teufel.35 commentata
                          Modifica di un commento
                          Hai perfettamente ragione Livia, la penso come te...... ed e' per questo che ho preferito pubblicare, oltre al trafiletto anche il link dell'articolo dove c'e' sia il testo completo del decreto comprensivo delle modifiche (che chiunque puo' consultare senza essere condizionato dal pensiero del giudice) e sia i commenti ( si riconoscono dalla scritta Nota seguita da due punti) dello stesso Mori.
                          Un saluto
                          Alberto

                        • livia1968
                          livia1968 commentata
                          Modifica di un commento
                          Hai fatto bene Alberto. Sei sempre molto corretto In fatto di norme tocca essere precisi il più possibile.

                      • #28
                        Il giudice Mori sta in pensione...

                        COMMENTA


                        • #29
                          Io penso che, vista l'importanza e la vastità della materia che coinvolge tantissime persone, dobbiamo attenderci un atto esplicativo sotto forma di un decreto legislativo o regolamento che faccia luce sull'argomento testè discusso. In settimana dovrei comprare la carabina e l'ottica così colgo l'occasione per domandare sia all'armiere che ai Carabinieri di questa situazione.
                          setterman1

                          COMMENTA


                          • livia1968
                            livia1968 commentata
                            Modifica di un commento
                            Purtroppo prevedo pareri confusi e discordanti. Comunque fai benissimo. Già che ci sei chiedi pure notizie sulla norma..

                          • teufel.35
                            teufel.35 commentata
                            Modifica di un commento
                            Penso che sia la cosa migliore......in attesa di tue notizie, ti ringrazio in anticipo....cosi ' come in anticipo ti faccio i complimenti ed un grosso IBAL per la tua nuova carabina.
                            Un saluto
                            Alberto

                          • setterman1
                            setterman1 commentata
                            Modifica di un commento
                            Grazie Alberto. Un gran ibal anche a te.
                            setterman1

                        • #30
                          Io non capisco cosa cercate ... Chi ha il pda non ha problemi ad acquistare e detenere un ottica, ne tantomeno deve denunciarla.
                          Il soggetto citato in sentenza NON AVEVA NESSUN TITOLO HA POSSEDERE NIENTE .... ergo è stato punito per quello... Poi se volete a tutti i costi farne un problema fate pure..

                          COMMENTA


                          • setterman1
                            setterman1 commentata
                            Modifica di un commento
                            Io cerco di non farmi inculare in un mondo pieno di cavilli dove tanti azzeccagarbugli cercano di farmelo. Nella mia vita non ho mai tralasciato alcun particolare e mi sono trovato sempre bene. Non sottovaluto mai niente. Specialmente laddove gli argomenti sono fuori dalla mia cultura e descritti in una rivista specializzata con articoli redatti da giornalisti a loro volta testati, specializzati ed autorizzati dall'editore. Io non capisco, invece, che ci sia qualcuno che insiste su una questione che per lui non ha rilevanza di allarme.
                            setterman1

                        Pubblicita STANDARD

                        Comprimi

                        Ultimi post

                        Comprimi

                        Unconfigured Ad Widget

                        Comprimi
                        Sto operando...
                        X